To All the Boys

To All The Boys – 15 curiosità che (forse) non sapevi

Come da tradizione ormai, in occasione della festa degli innamorati, Netflix ci ha deliziati con l’ennesima rom-com: questa volta è toccato all’episodio conclusivo che narra la storia d’amore tra Peter Kavinsky e Lara Jean. I due piccioncini ormai all’ultimo anno di liceo devono affrontare la prima scelta importante per il loro futuro: il college. È però risaputo che per una coppia questo momento coincide con la rottura: riusciranno a mantenere la love story senza perdere di vista i loro progetti? Prima di premere play e scoprirlo, è consigliato un ripasso dei capitoli precedenti. Nel frattempo vi propongo 5 curiosità su ciascuno dei film targati “To All The Boys”: godetevele!

To All The Boys I’ve Loved Before (alias Tutte le volte che ho scritto ti amo)

  • Non menzionano mai la città e le uniche informazioni sulla posizione alla fine del film sono per la Columbia Britannica, in Canada. Nonostante questo, il filmato B-roll della città e le targhe sulle auto ambientano la storia a Portland, nell’Oregon.
  • Lo sfondo sul telefono di Lara Jean che mostrava lei e Peter addormentati è uno scatto reale degli attori che si rilassavano insieme fuori dal set. Un membro dell’equipaggio ha colto l’attimo con un click ed hanno deciso di usare la foto nel film.
  • Peter Kavinsky che salva la ciotola di popcorn durante la lotta con i cuscini con Kitty è una scena improvvisata da Noah Centineo.
  • Le lettere mostrate da Lara Jean, compreso il contratto, sono state tutte scritte fisicamente da Lana Condor. Durante una pausa pranzo, ha proprio dovuto realizzarne diverse copie, mentre il suo personaggio le strappa.
  • Jenny Han, l’autrice dei libri, ha menzionato in un’intervista che molti studi cinematografici erano interessati ad adattare il libro in un lungometraggio. La condizione? Cambiare l’eredità razziale di Lara Jean in caucasica. Ha quindi scelto la Overbrook Entertainment poichè l’unica ad essere d’accordo con la sua scelta di mantenere la protagonista metà asiatica e metà americana. In realtà però l’attrice è etnicamente vietnamita.

To All The Boys – P.S. I Still Love You (alias P.S. Ti Amo Ancora)

  • Questo è il secondo franchise cinematografico in cui Anna Cathcart e Linda Ko hanno interpretato dei parenti. Nella trilogia Disney Descendants, Anna Cathcart ha interpretato Dizzy Tremaine e Linda Ko la nonna, Lady Tremaine di Dizzy. Qui le due attrici hanno interpretato rispettivamente Kitty e la zia Carrie.
  • Nonostante il film sia nuovamente ambientato in Oregon, nel libro le vicende si svolgono nella cittadina di Charlottesville.
  • In questa pellicola Jordan Fisher interpreta John Ambrose McClaren mentre in quella precedente è lo fece Jordan Burtchett. I fan hanno subito il cambio del colore di pelle del personaggio: qualquadra non cosa, Netflix!
  • Il precedente capitolo è stato rilasciato ad agosto 2018 sulla piattaforma streaming, con una calorosa accoglienza da parte del pubblico. L’annuncio di questo sequel è avvenuto infatti a soli 4 mesi di distanza!
  • La classe di scienze, inclusi i protagonisti, va in gita al “Portland Aquarium” che in realtà non esiste. L’acquario più vicino in Oregon è a Newport, a quasi 100 miglia di distanza.

To All The Boys – Always And Forever (alias Tua Per Sempre)

  • Visto il successo passato, le riprese del capitolo conclusivo sono iniziate subito dopo la fine di quello precedente senza esitazioni!
  • L’autrice della trilogia compare in un piccolo cameo come Preside Cho in un flashback del giorno in cui Peter vide per la prima volta Lara Jean.
  • Nel taccuino di titoli di film di Lara Jean, uno di questi è X-Men Apocalypse: Lana Condor ha recitato anche lì, come Jubilee. Un altro della lista è Charlie’s Angels: Noah Centineo era nel remake più recente, uscito nel 2019.
  • Durante la loro gita scolastica a New York, Chris fa notare che stanno visitando tutti posti molto capitalistici. A detta sua dovrebbero visitare lo storico tempio della musica punk CBGB. La sede è stata chiusa nell’ottobre 2005 ed è ora occupata da John Varvatos Fashion.
  • Hanno realmente girato la pellicola in tre diversi paesi: la maggior parte a Vancouver, in Canada; le scene della vacanza della famiglia Covey sono state effettuate proprio in Corea; la stessa cosa vale per quelle del viaggio di classe senior nella Grande Mela.

Spero che ora siate saturi di curiosità su “To All The Boys”, saga che ha fatto battere il cuore a teenagers e non. Vi consiglio di recuperare quest’ultima uscita, se non altro per scoprire come si conclude l’avventura dei nostri amati Peter e Lara Jean. Ci vediamo alla prossima, bye!


“La vita è bella e disordinata e non va mai secondo i piani. So che l’amore, il vero amore, è scegliersi l’un l’altro attraverso tutto questo, ogni singolo giorno. Inizio, metà e fine.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.