Lo staff di Telefilm Addicted al Roma Fiction Fest

E’ passata una settimana dal quel fatidico 3 Ottobre, e noi dello staff di Telefilm Addicted, non riusciamo a dimenticare le grandi emozioni che abbiamo vissuto. Il sottoscritto, Giorgia, Simona, Clara e Luigi, abbiamo trascorso una giornata indimenticabile, ricca di risate, conclusasi con la visione ed annesse foto, del cast di True Blood. Incontrare da vicino Kristin Bauer, Valentina Cervi ed il carismatico Dio Vichingo Alexanders Skasrgard, ci ha letteralmente cambiato la vita. Per questo ora vogliamo condividere la nostra esperienza con voi. Clara è prima che ci fa una “cronistoria” della giornata. Per lei come per tutti noi, è stata davvero indimenticabile. Nel racconto sono racchiuse tutte le nostre emozioni:

“Appuntamento alle 16 all’Auditorium Parco della Musica dove incontro Carlo e Luigi. Un’ora dopo faccio la conoscenza di Giorgia e di Simona e tutti insieme, dopo aver rigorosamente scattato qualche foto, iniziamo a prendere posto presso la transenna che non lasceremo fino alle 21.45. Per i nostri poveri piedi non è stato tanto bello rimanere più di tre ore fermi, ma i nostri occhi hanno gioito quando, alle 21.30, i nostri beniamini si sono presentati sul Pink Carpet del RomaFictionFest. Nell’attesa dei tre “Trubies”, si sono fermati a fare foto con noi Raoul Bova e la mitica Loretta Goggi! Mentre il cast di “Un medico in Famiglia” ci ha letteralmente snobbati, ma vabbè. Alle 21.15 ci dicono che i nostri beniamini stanno finalmente per arrivare!!! Non mi sarei aspettata di emozionarmi alla vista di Kristin che scendeva dalla macchina, ma vi giuro che mi sono venute le lacrime agli occhi! La prima ad arrivare è stata Valentina, in un abito chiaro, stupendo (e noi che stavamo facendo il TotoAbiti XD); poi è la volta di Kristin, in pantaloni e top nero, molto di classe nonostante la semplicità, ed infine arriva il bel Vichingo Alex! Non riusciamo a vederlo subito, ma dopo poco intravediamo il suo capello ed iniziamo a comportarci da bimbiminkia! Quando arriva Valentina da noi le facciamo i nostri complimenti per l’interpretazione di Salomè e, cosa che non dimenticherò mai, lei ci chiede “Voi avete già visto le puntate, vero?” Grande Vale!!! E’ stata gentilissima e ha fatto foto e ha firmato autografi senza batter ciglio. Poi è la volta di Kristin, più bella che mai, capelli stupendi, un tatuaggio che di solito in True Blood non vediamo: bellissimo! Ha un volto quasi sorpreso, nessuno di loro si aspettava tutta questa affluenza, come ci spiega la sua traduttrice (che per noi è diventata la nostra fotografa). Si è fermata praticamente con tutti, è stata carinissima, come lo è stato anche Alexander che, nonostante i fotografi l’abbiano “rapito” più di una volta, è tornato sempre indietro per poter accontentare tutti. Che altro dire di lui? E’ stupendo, troppo bello!”

Simona invece è stata una tipa di poche parole, ma quando si è avvicinato il Dio Alexander, la sua macchina fotografica è come impazzita, scattando foto a gogo.

“Sono arrivati con un po’ di ritardo rispetto al previsto, ma non hanno lasciato a bocca nessuno. Nonostante i continui richiami per interviste e per l’inizio della proiezione, Alex, Kristin e Valentina hanno dimostrato di avere a cuore noi fan, concedendo foto e autografi praticamente a tutti i presenti. L’emozione di vederli dal vivo è stata impagabile, tanto che ci è scappata anche la lacrimuccia. I nostri vampiri hanno ringraziato i fan, e si vedeva che non si aspettavano un’accoglienza tanto calorosa, così come io non mi aspettavo di poterli vedere così da vicino, riuscire a fare una foto con loro, avere l’autografo e addirittura rivolgere loro la parola!! 
E’ trascorsa una settima, e ancora non riesco a smettere di guardare le foto fatte! Ormai, il giorno 3 ottobre 2012 è entrato di diritto nella storia!”

Giorgia è stata la più pacata del gruppo. Da brava “mammina” dello staff, cercava di calmare i nostri animi, ma credetemi che quando ha visto camminare Alexander sul Pink Carpet, anche lei ha tirato fuori la sua anima da Bimbomikia. Oltretutto chi non lo farebbe? Alla fine la nostra amata collega ha tirato un po’ le somme di questo meraviglioso festival, dicendo : “La cosa più sconcertante al RFF, ma generalmente in tutti i festival italiani, è stato lo snobbismo dei “divi” nostrani. Uso il virgolettato per il termine divi, perchè si atteggiano ai nuovi Mastroianni, Loren, De Sica o Gassman, e dei suddetti non hanno neppure un’unghia. Questo comportamento mi ha infastidito parecchio, soprattutto rapportato a quello tenuto dal cast di TB, che non ha lesinato sorrisi, foto ed autografi (in alcuni casi tornando sui propri passi se dimenticavano qualcuno). è stato parecchio imbarazzante vedere sfilare il cast di “Un Medico in Famiglia” o dei “Cesaroni” come se fossero ad una première degli Oscar, senza prendere minimamente in considerazione ragazzi che chiedevano una semplice firma, e puntando direttamente verso fotografi e giornalisti. Purtroppo in Italia tutti si credono arrivati, manca l’umiltà e la coscienza che c’è sempre qualcuno dietro al proprio successo. Naturalmente non possiamo fare di “tutta l’erba un fascio” , le eccezioni si chiamano Raul Bova, Loretta Goggi e Renato Pozzetto, i quali hanno mostrato come ci si comporta davanti ai fan.. Sorridendo, scambiando due parole, e ringraziandoli per la loro presenza!”

Il sottoscritto non può far altro che essere d’accordo con le colleghe/amiche. Per quanto mi riguarda, essendo stato uno dei primi festival a cui ero accreditato come aspirante giornalista, ho vissuto questa esperienza assaporando ogni dettaglio. Mi sarò pure comportato da Bimbominkia, Simona e Giorgia confermano, ma nonostante tutto ho passato una giornata davvero indimenticabile. Ho trovato il calore di amici e conoscenti, tutti addicted di telefilm come me, ed uniti per un solo scopo. Se non avete vissuto un’esperienza del genere, al prima possibile dovete farlo, e sicuramente quando tornerete a casa la penserete come me!

3 comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.