Doctor Who | Moffat su un possibile film, un crossover con ‘Sherlock’ e una nuova stagione più leggera

doctor-who

Un film su Doctor Who? Non accadrà. Un cross-over tra Doctor Who e Sherlock? Neanche quello accadrà. Un Peter Capaldi un po’ meno scontroso nella stagione 9? Potrebbe accadere un pochettino. Steven Moffat ha dato le ultime novità su due progetti che sembrano tornare di nuovo in superficie tra i rumor della rete, così come notizie di un Signore del Tempo più leggero.

Primo, un film su Doctor Who. (O, per i puntigliosi, un secondo film su Doctor Who, se contate il film per la TV del 1996). “Non penso ci sarà”, afferma Moffat. “Nessuno è mai riuscito a far quadrare il cerchio su questa cosa. Come lo facciamo? Come farlo senza prendere dalla serie televisiva – cosa che non siamo autorizzati a fare, perché Doctor Who è finanziato con soldi pubblici? Se sarà un Dottore diverso, cerchiamo di vendere due Dottori diversi allo stesso tempo? So che ci sono stati tanti Dottori, ma mai due contemporaneamente. Non hai un James Bond al cinema e uno in televisione. Se è la stessa persona, allora quando lo facciamo?”

Inoltre, fa notare Moffat, un film dovrebbe essere finanziato a dovere, e lui già lotta abbastanza per ottenere un budget decente per la serie TV. “Stiamo parlando di uno dei più grandi show del mondo. Non può essere un film di proporzioni medie – deve essere un film colossale”, dice Moffat. “Mi sono seduto con delle persone, dicendo – alla fine non è una mia decisione o una mia scelta, Doctor Who non è di mia proprietà — ‘Okay, spiegami come funzionerà.’ E nessuno ha una risposta.”

Tutti hanno però una risposta quando si tratta dell’idea di un crossover tra Sherlock e Doctor Who. Ma la risposta è diversa dall’opinione di Moffat sulla questione. Mentre Moffat vorrebbe assecondare i fan che vogliono vedere il più grande detective del mondo e il Signore del Tempo fare squadra, i suoi colleghi produttori (Mark Gatiss e Sue Vertue) e le sue star di Sherlock (Benedict Cumberbatch e Martin Freeman) sono tutti contro l’idea.

“Il mio istinto – che probabilmente viene da anni di esperienza in Doctor Who — è quello di accontentare la gente. Se la gente lo vuole, dovremmo darglielo. Ma sono stato convinto da Mark, Benedict, Sue Vertue e Martin che dicevano, “Senti, non sarà mai così bello come pensano che sarà”, e io ho detto, “Sì, ma noi sforniamolo e rendiamolo bello come lo vorrebbero”. “Sì, ma non puoi sempre dare a tutti quello che vogliono”. Io sono dell’idea di dar loro tutto quello che vogliono. Ma penso che siano assennati e abbiano ragione e che io voglio solo accontentare tutti.”

Un’altra recente voce di corridoio affermava che la nuova stagione di Doctor Who — la seconda per la star Peter Capaldi — sarebbe stata “più leggera” della precedente perché Moffat disse ad un reporter, ”Il Dottore si è lasciato alle spalle un po’ del peso dell’essere un supereroe dell’universo. Quindi lo spingerò – sto scrivendo cose piuttosto divertenti quest’anno – lo spingerò nell’altra direzione.”

Moffat ha affermato che la frase è stata interpretata male. “Ho detto che gli sceneggiatori dello show non lo scrivono solo cattivo, lo scrivono anche divertente”, asserisce Moffat. “Come sempre, Doctor Who è un mix di stupidità assoluta e un sacco di gente che viene uccisa a inizio serata. A livello tonale, la prossima stagione sarà praticamente la stessa. Peter sta diventando più forte e più sicuro nel ruolo”.

Fonte

Meta
Chiara, classe 1990. Incapace di vivere senza telefilm, musica, libri e film, ha iniziato a sviluppare una passione per il teatro. Predilige la lingua originale, ma sogna da sempre di entrare nel mondo del doppiaggio - magari per riportare gli adattamenti sulla retta via. All'inizio di ogni stagione telefilmica si impone di non iniziare nuove serie e sistematicamente si ritrova ad allungare la già infinita lista. Non ha un genere preferito, l'importante è che coinvolga ed intrattenga. Si affeziona troppo ai personaggi di fantasia e parla di loro come se fossero persone reali. Adora tutto ciò che è british - potrebbe passare ore ed ore ad ascoltare uomini britannici dalla voce suadente mentre leggono l'elenco telefonico - si diverte a imparare i vari accenti e cerca con scarso successo di imitarli; nel suo cuore c'è un posto riservato anche per USA e Canada. Quando Photoshop chiama, non può far altro che rispondere e darsi ai lavori di grafica e, nei momenti di ispirazione, crea anche video. Ogni tanto scrive fanfiction, ma più che altro le piace leggerle. E sì, le ship e le OTP fanno parte della sua vita, ma le usa con moderazione. Le piace viaggiare e visitare posti nuovi, ma nella vita di tutti i giorni è una pantofolaia. Nonostante il suo costante desiderio di fuggire da una realtà a cui non sente di appartenere, ama profondamente la sua famiglia. Ringrazia sempre il giorno in cui fece amicizia con un gruppo di pazze sparse per l'Italia, che sono diventate la sua famiglia virtuale. Ha incontrato David Tennant due volte in due giorni ed è ancora viva. E' rimasta in silenzio ad ammirare la sua celebrity crush tenere un'intervista a pochi metri da lei. Quando si sente giù di morale, ascoltare i rumori del suo modellino di Tardis la fa sentire meglio. P.S.: E' più pazza di quello che sembra. Uomo avvisato...

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,432FollowersFollow

Ultimi Articoli