Chilling Adventures of Sabrina 4 – Cosa non ha funzionato nel finale

Chilling Adventures of Sabrina” ha chiuso i battenti alla stagione 4, ma ci sono davvero tante cose che non hanno funzionato in questo finale.

Una premessa dovuta per tutti i fan della serie: “Chilling Adventures of Sabrina” non mi ha mai conquistato. Non ho mai avuto grande simpatia per la protagonista e non sono riuscita a farmi coinvolgere particolarmente dalla trama.

Fatta questa premessa, credo che la quarta stagione di “Chilling Adventures of Sabrina” abbia avuto delle grosse falle e che sia difficile non notare tutte le cose che non hanno funzionato.

CHILLING ADVENTURES OF SABRINA 4 – COSA NON HA FUNZIONATO NEL FINALE

UNA TRAMA CAOTICA

Tanti, troppi elementi. In soli otto episodi hanno cercato  di risolvere la questione delle due Sabrina, introdotto una nuova ondata di catastrofi e tentato di dare un senso al finale. Tentativi nei quali hanno miseramente fallito, perché tutto sembra accadere troppo velocemente, non dando modo di approfondire le tematiche introdotte né di comprenderle a pieno.

LA SUBLIME INUTILITA’ DEI PERSONAGGI SECONDARI

Partiamo dal Club della Strizza. Harvey non pervenuto, se non in funzione di quelle sottili vibrazioni che vorrebbero suggerire un possibile ritorno di fiamma con Sabrina che non ha senso di esistere. Rosalind in realtà è una strega – tutto quello che ci hanno raccontato sulla maledizione della sua famiglia è quindi falso? Non lo sapremo mai perché nessuno evidentemente ha pensato alla continuità della trama. La scoperta dei suoi poteri le serve solo per diventare la nuova spalla di Prudence, che, al pari degli altri, vegeta sullo schermo ringhiando vendetta contro il padre senza arrivare mai a una conclusione. Chiudiamo con Theo, che sinceramente potevo anche non nominare. Ambrose si agita sullo schermo continuando ad annunciare la fine del mondo, Nick torna zerbinando da Sabrina e la sola sanità mentale delle zie non serve a trascinare la barca che affonda in un porto sicuro.

PADRE BLACKWOOD, VILLAIN ALLA FRUTTA

In questa stagione Padre Blackwood si limita a fare il cosplay dei cattivi di “Sailor Moon”, tramando nell’ombra e mandando in missione i famigerati Orrori di Eldritch episodio dopo episodio. Orrori talmente spaventosi che vengono sconfitti nel giro di una mezza giornata scarsa. Serviva un burattinaio e fortunatamente avevamo già un personaggio da sfruttare.

CHILLING ADVENTURES OF SABRINA 4 – COSA NON HA FUNZIONATO NEL FINALE

L’INFERNO SI E’ GELATO

La questione delle due Sabrina si è risolta in fretta e furia, risolvendo la collisione dei due universi (anzi tre, se consideriamo il Reame Celeste) per fare spazio agli Orrori di Eldritch. Lucifero è l’ombra di quello che abbiamo conosciuto, scialbo come poche altre cose. La lotta di potere tra i Principi dell’Inferno e i Morningstar scivola nel dimenticatoio grazie al matrimonio di Caliban e Sabrina e alla scellerata decisione di Lilith di uccidere suo figlio. Su quest’ultima vorrei spendere qualche parola in più, solo per cercare di capire cosa abbia portato uno dei personaggi migliori della serie a diventare una delle cose peggiori dell’intera stagione, ma non trovo i termini adatti a definire questo scempio.

IL VENDITORE DI OGGETTI MISTICI

Avevamo bisogno di un deus ex  machina, quindi ecco fatto. Non abbiamo nessuna informazione su di lui, se non che si presenta alla porta esattamente quando serve. Fornisce a Blackwood uno degli Orrori, a Ambrose la soluzione per uscirne e a Sabrina il vaso di Pandora per salvare tutta la baracca. Non sono totalmente contro l’uso di questi strumenti all’interno della trama, ma credo che ci siano modi meno palesi di sfruttarli.

SABRINA, PIU’ INSOPPORTABILE CHE MAI

Dulcis in fundo la nostra amata protagonista. Come detto all’inizio, questo personaggio mi ha sempre dato l’orticaria e in questa stagione raggiunge il massimo del fastidio. Egocentrica come mai prima, ancora più ostinata nel fare di testa sua, senza minimamente ascoltare gli altri. Un esempio su tutti è l’episodio dei ritornati, quando finalmente Sabrina può rivedere suo padre. L’unica raccomandazione che le fanno tutti, in ogni modo, è di non rivelare ai morti la verità sul loro stato. Letteralmente trenta secondi dopo Sabrina è seduta di fronte a suo padre a spiattellargli tutta la storia senza mezzi termini, causando l’ennesima crisi e portandola poi a lamentarsi dell’ovvio. Dato questo carico, capirete che il suo sacrificio finale, onestamente, non mi ha commosso.

CHILLING ADVENTURES OF SABRINA 4 – COSA NON HA FUNZIONATO NEL FINALE

Il finale di “Chilling Adventures of Sabrina” è stato un flop sotto tanti punti di vista. Anche le poche cose positive, tra cui inserisco il richiamo alla serie anni ’90 “Sabrina, Vita da Strega”, non sono state sufficienti a risollevare una stagione insipida e caotica, che chiude amaramente questa serie.

Probabilmente il vero vuoto da sconfiggere era quello nella testa degli sceneggiatori.

Questa, ovviamente, era la mia personalissima opinione. Lascio quindi la parola a voi: fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti!

Al
Ingegnere e bionda, borderline per definizione. Galleggia sul mare del disagio quotidiano grazie alla passione per libri e serie TV. Il suo motto nella vita resterà sempre “Save the cheerleader. Save the world”.

Related Articles

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,029FollowersFollow

Ultimi Articoli