Book Blog World Tour: Recensione Catalyst di Tracy Richardson

Catalyst - Tracy Richardson

Qualche tempo fa sono stata invitata a partecipare a un Book Blog World Tour, quindi oggi e in un altro appuntamento a fine mese vi presenterò dei libri, che ho letto in inglese per l’occasione.
Alla fine di questa parte in italiano, troverete la stessa in lingua inglese.

Some time ago I was invited to participate to a Book Blog World Tour, so today and in another appointment at the end of the month I will present you some books, which I read in English for the occasion.
At the end of this part in Italian, you will find the same in English.

CATALYST di Tracy Richardson – Sinossi

“Catalyst” è un fantasy/sci-fi a tema ambientalistico scritto da Tracy Richardson. La protagonista è Marcie Horton, di diciassette anni, la cui madre è una docente universitaria di archeologia.
Marcie non è una ragazza come gli altri, qualche anno prima ha scoperto di avere una sorta di “sesto senso”, riuscendo anche a connettersi con spiriti di persone vissute nei secoli precedenti. All’inizio del romanzo, Marcie arriva con suo fratello maggiore Eric e la ragazza di quest’ultimo, Renee, al sito archeologico diretto dalla madre, dove passeranno le successive sei settimane a fare esperienza sul campo.
Quello che Marcie, Eric e Renee non sanno, così come non lo sanno i ragazzi con cui nasceranno amicizie e interessi amorosi, è che i due team leader che incontrano appena arrivati, Zeke e Lorraine, non sono solo studenti prossimi alla Laurea, sono guide che li avvieranno a nuove sorprendenti scoperte sulle potenzialità dell’umanità, sulla realtà dell’universo, più vasto e complesso di quanto loro immaginassero, e sui rischi che corre il pianeta Terra, ma anche sulla speranza che la stessa umanità rappresenta per esso.

Catalyst – Recensione

La storia narrata in questo libro forse non è per tutti e, visto che il romanzo è relativamente breve, all’inizio non è stato facile accettare la sua presentazione e svolgimento, vista la mancanza di informazioni più dettagliate, di una sorta di introduzione ai personaggi e all’ambientazione, ma questa è molto probabilmente una cosa soggettiva data dal fatto di non aver letto il primo romanzo (non sapendo subito che ve ne fosse uno). I libri sono autoconclusivi e dunque si può leggere questo anche senza aver letto il precedente, ma in ogni caso sono connessi e pertanto leggere il primo fornisce certamente un quadro più completo.
Come si diceva illustrando brevemente la trama, la tematica principale è l’ambientalismo e il tutto ha una sorta di “atmosfera zen”. La saga, dunque, può suscitare immediato interesse nelle persone che sono attivamente coinvolte da tali temi, tuttavia ci sono spunti molto interessanti, alcuni dei quali non solo suscitano riflessioni ma danno anche informazioni.

Da appassionata di Storia e archeologia, ho molto apprezzato la parte relativa che, per chi vive in un altro Continente, fornisce anche nozioni interessanti e sinora sconosciute.

Risulta essere molto interessante, inoltre, la questione del “fracking”, ovvero la fratturazione idraulica utilizzata per l’estrazione di petrolio e gas, nuova frontiera di una parte del capitalismo americano che pare inserirsi, tristemente, sulle drammatiche scie di tragedie del passato (chi ricorda il caso di Erin Brockovich, storia vera, e altri analoghi? Ecco, proprio una cosa del genere).
Il tema dell’ambientalismo, che si sia attivisti o meno, è importante e bisogna riflettere in merito alla questione… il cambiamento climatico è una realtà che tutti dobbiamo affrontare e per la quale ognuno deve fare qualcosa, abbiamo solo questo pianeta.

Infine, un passaggio in particolare, per quanto espresso con parole che ai più possono risultare “filosofia zen”, merita attenzione: “When the forces of light and love rise up, the forces of fear and hate will push back.”
Il contesto di questa affermazione è sempre quello ambientalistico, ma questa è una verità generale e quindi permette una riflessione a trecentosessanta gradi: non è forse quello che vediamo accadere da qualche anno, ormai? A tentativi di migliorare la nostra società con maggiore inclusione, il riconoscimento di diritti e uguaglianze, risponde una recrudescenza di chiusura, odio, violenza, razzismo, estremismo politico.
Altra tematica, legata a quella appena descritta, è il lottare per ciò in cui si crede e per ciò che è giusto.

“Catalyst” è decisamente un fantasy diverso dal solito. Al momento è disponibile solo in ebook, a settembre uscirà la versione cartacea in inglese.

In ultimo, qualche informazione sull’autrice: Tracy Richardson è laureata in Biologia ed è sempre stata un’avida lettrice. La Scienza gioca un ruolo importante per la sua scrittura. La scrittrice afferma che ad averla maggiormente influenzata è Madeline L’Engle, che nella sua scrittura combina scienza, fisica, spiritualismo e metafisica.
Il romanzo che precede direttamente “Catalyst” e introduce tematiche ulteriormente ampliate in quest’ultimo è “The Field”.

Catalyst - Tracy Richardson

English version:

Catalyst – Synopsis

“Catalyst” is an environmental-themed fantasy novel written by Tracy Richardson. The protagonist is Marcie Horton, seventeen years old, whose mother is a university professor of archaeology.
Marcie is not a girl like the others: A few years earlier she discovered that she has a sort of “sixth sense”, which also allows her to connect with the spirits of people who lived in previous centuries. At the beginning of the novel, Marcie, her older brother Eric and his girlfriend Renee arrive at the archaeological site run by her mother, where they will spend the next six weeks on a field experience.

What Marcie, Eric and Renee didn’t know yet, and neither did the characters with whom friendships and love interests will blossom, is that their two team leaders, Zeke and Lorraine, are not only students registered for their degrees. They end up being the guides that will initiate them to surprising new discoveries on the potential of humanity, on the reality of the universe (larger and more complex than they could fathom), and on the risks for planet Earth, as well as the hope that humanity itself will represent for it.

Catalyst – Review

The story in this book is perhaps not for everyone’s taste and, since the novel is relatively short, its presentation and development was not easy to take in at first, given the lack of more detailed information, a sort of introduction to the characters and the setting. However this is most likely a subjective thing given by the fact that I hadn’t read the first novel (since I initially didn’t even know there was one). The books are self-contained, so you can even read “Catalyst” without having read the previous one, but they are still connected to a certain extent, and therefore reading the first one will certainly provide a more complete overview.
As already said while briefly illustrating the plot, the main theme is environmentalism, and everything has a sort of “Zen atmosphere” to it. The saga might therefore raise immediate interest in people who are actively involved in these matters, but it also presents some interesting food for thought, some of which don’t only spark reflections but are also very informative.

As a History and archeology lover, I very much appreciated the part related to these topics, which also provides interesting and unknown notions for those living in another continent.

The issue of “fracking” (the hydraulic fracturing used for the extraction of oil and gas) is also very interesting: The new frontier of a part of American capitalism that seems to sadly follow in the ill-fated footsteps of past tragedies (who doesn’t remember the case of Erin Brockovich, a true story, and other similar ones? That sort of thing).
The matter of environmentalism, whether activists or not, is an important one we need to reflect on… Climate change is a reality that we all have to face and which everyone must do something about: We only have this one planet.

Lastly, there’s a passage that deserves particular attention, although expressed in words that may sound as “Zen philosophy” to most people: “When the forces of light and love rise up, the forces of fear and hate will push back.”
The context of this statement is always the environmental one, but it allows an all-round reflection in general: Isn’t that what we have seen happening for some years now? Attempts to improve our society with greater inclusion and the recognition of rights and equality, and a resurgence of closure, hatred, violence, racism, and political extremism as an answer to that.
Another theme, linked to the one just described, is the struggle for what you believe in and for what is right.

“Catalyst” is definitely a different fantasy than usual. At the moment it is only available as ebook, the printed version in English will be released in September.

In conclusion, some information about the author: Tracy Richardson has a degree in biology and has always been an avid reader. Science plays an important role in her writing. The author says that her main influence has been Madeline L’Engle, who combines science, physics, spiritualism and metaphysics in her writing.
The novel that directly precedes “Catalyst” and introduces themes which are further developed in the latter is “The Field”.

Many thanks to TheWriteReads for including me on this tour, Noly-TheArtsyReader and last but not least Tracy Richardson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.