Image default
Recensioni The Flash

The Flash | Recensione 2×20 – Rupture

Ciao amici di Barry Allen!!!

Mancano decisamente pochissimi episodi alla fine della stagione e la situazione sta precipitando più velocemente del volo Oceanic di “Lost”. Zoom è ufficialmente uno dei cattivi meglio riusciti della stagione televisiva e posso dire che “The Flash” sta recuperando in corner – come si dice in gergo – dopo qualche episodio mediocre di troppo.

Ma basta con i convenevoli messi solo per evitare di spoilerare innocenti spettatori….

Come state?Anche voi state facendo amicizia col sacchetto di cartone antipanico?Anche voi, nonostante il titolo della serie tv sia “The Flash” (e quindi non può morire) vi siete ritrovati nello stesso stato di Iris a fine episodio?A bocca aperta, terrore negli occhi, singhiozzi a manetta perché questa proprio non ce l’aspettavamo?

05

Wow. Proprio wow.

screamingNell’arco di meno di un minuto mi sono ritrovata a fangirlare come una scema perché non solo Barry è esploso disperdendosi nell’aria ma le sue particelle hanno investito in pieno Jesse e Wally. Questo significa che vedremo Jesse Quick e KidFlash molto presto?Zoom riuscirà ad essere sconfitto grazie non ad uno ma a tre velocisti?Mi state dicendo questo cari autori??????DITEMI QUESTO CARI AUTORI!!!!Scusate il momento alla “Misery non deve morire” (e c’è gente che pensa che il ricatto emotivo dei fan dopo la morte di un personaggio sia roba degli ultimi mesi: Stephen King c’ha scritto un libro e Rob Reiner un film!), ora Kathy Bates esce da questo corpo e torno ad essere me stessa.

01Me stessa ora va con ordine…

Al centro dell’episodio c’è la scelta di Barry se lasciarsi investire nuovamente dall’esplosione di un accelleratore di particelle (che ne sa il Cern di Ginevra della cabina delle torture delle esplosioni atomiche di Wells?!) oppure continuare a giocare ad una versione vigilante di “Dance Dance Revolution”.

ddr

Il tutto condito dal confronto fra i suoi tre padri sul suo futuro

lol(scusate ma questa era spettacolare!)

Wells, com’è ovvio, spinge per la soluzione esplosiva. Lui ha visto cosa Zoom è stato in grado di fare sulla sua Terra ed è terrorizzato che possa replicare sulla Earth 1, dove lui e sua figlia credevano di essere al sicuro.

Henry vorrebbe proteggere suo figlio ad ogni costo: è consapevole che l’esperimento di Wells sia pericolosissimo e preferisce optare per soluzioni alternative che non mettano Barry in pericolo più di quanto non lo sia già. Il fatto poi che il mio istinto non si fidi mai pienamente di Henry è totalmente inspiegabile e probabilmente c’ho probbblemi.

Joe. Joe sta in mezzo ai due. In quanto tutore della legge sa che Zoom va fermato ad ogni costo, sa anche che sottoporre Barry ad una replica dell’incidente di due anni prima potrebbe essere letale ma allo stesso tempo, contrariamente agli altri due, sa che quella decisione è di Barry e solo sua e che una volta che il ragazzo ha deciso, nessuno può fargli cambiare idea.

“This decision is mine. I have to make it on my own”

E Barry all’inizio decide di continuare ad usare l’ingegno e la buona volontà ma quando Zoom – replica di quanto accaduto la notte che gli diede il nome sulla Earth 2-uccide deliberatamente alcuni poliziotti, uno dei quali padre di un bambino d 12 anni, il ragazzo capisce che per potersi sentire di nuovo un eroe, per poter salvare veramente le persone a cui tiene, deve rischiare il tutto per tutto, deve rimpossessarsi della propria velocità e tornare ad essere Flash.

“Being the Flash is best version of me. If I don’t have my speed back, I won’t be that person anymore.”

Capovolgendo ciò che tutti gli hanno detto da sempre, Barry, senza poteri, non si sente eroico. Entra in scena quella sensazione di impotenza che abbiamo visto tormentarlo dallo scorso season finale e che solo ora raggiunge il suo compimento: Barry capisce che ha fatto tutto ciò che era in suo potere e che le sue capacità lo rendono un intero, la “migliore versione di se stesso”.

Ho trovato molto interessante il confronto fra i tre padri di Barry: 3 diversi atteggiamenti dovuti a tre diversi caratteri ma anche a tre diverse relazioni con Barry. Dei tre è Joe quello che ha il comportamento più corretto (le reazioni degli altri due erano tuttavia, giustificabili e comprensibili, sia ben chiaro) perché, avendolo cresciuto, si rende conto che quella decisione spettava solo e unicamente a Barry. E così mette da parte se stesso, le proprie opinioni e paure, per poter permettere a Barry di scegliere.

Bellissimo anche il confronto con Iris. La ragazza è sincera con Barry, non lascia non detto nulla, ma allo stesso tempo non gli offre un ricatto emotivo, non ne forza le decisioni, si limita ad esporre le proprie paure e i propri sentimenti, lasciando a Barry il compito di agire come meglio crede.

wa (1)wa (2)Molto bello.

…e comunque, io predico dal pilot la mia indifferenza nei confronti del Westallen ma se dovesse diventare veramente canon, potrebbero seriamente farmi felice. Ecco l’ho detto.

i ship it

Parlando di rapporti umani, passiamo all’altro focus dell’episodio: Cisco e suo fratello Dante.

04Questa storyline potrebbe tranquillamente essere intitolata “Cavoli a merenda“. L’avessero inserita in un altro episodio, quasi sicuramente sarebbe stata interessante e valida, ma invece hanno scelto di fare di Rupture – doppelganger di Dante – lo scagnozzo di Zoom che cerca vendetta per la morte di Reverb sulla Earth 2, salvo poi fallire miseramente e fare la stessa fine di suo fratello. Avessero messo un qualsiasi altro metahuman, avrebbero sortito lo stesso medesimo effetto. Quale sia stata la finalità di inserire proprio qui questa storyline non si sa, forse per contratto devono fare vedere che i personaggi hanno una famiglia di sangue oltre quella degli Star Labs, almeno una volta all’anno.

Parallelamente a ciò abbiamo la sorte di Caitlin, ammanettata ad una scrivania al distretto, che cerca di fare appello a quel 0,001% di grassi umanità di Hunter per poter evitare una nuova strage. Non ci riesce benissimo ma fa del suo meglio. Un “Bravo” per l’impegno.

Continuo a trovare veramente intrigante l’origine per ora sconosciuta dell’oscurità che possiede Zoom così come il legame fra i suoi flashback e la realtà. Quei flash del suo passato rappresentano probabilmente la coscienza dormiente che ogni tanto emerge e sovrasta l’oscurità portando alla luce l’umana sofferenza che ancora c’è in lui.

60Molto interessante anche il riferimento di Zoom all’oscurità presente in Caitlin: se da un lato evoca la possibilità di una nuova Killer Frost, dall’altro è il segnale della speranza del Mostro di tramutare Cait in una compagna d’avventure (un po’ come voleva fare Grodd) e di vita, facendo scomparire la solitudine che lo affligge. In particolare la frase mi ha ricordato una citazione di Lincoln di “The 100” secondo il quale ognuno di noi possiede dei mostri dentro di sé ed è responsabile di ciò che accade quando permette al mostro di avere il sopravvento. Ma allo stesso tempo mi ha riportato alla mente i paralleli delle scorse settimane fra le scelte di Zoom e Griffin Grey e quelle di Barry, davanti alle ingiustizie della vita: dove i primi due hanno permesso al male di prevalere, Barry ha usato la rabbia per ottenere il meglio dalla propria vita, diventando l’eroe che tutti conosciamo e amiamo.

Apro ora l’angolo delle “Considerazioni qua e là” che manca da due settimane…

  1. Henry Allen a quanto pare non possiede nemmeno un telefono a gettoni o dei piccioni viaggiatori, perché il figlio, a momenti, ha dovuto raccontargli la rava e la fava degli ultimi 90 anni!Tra l’altro, manco una telefonata a papà, Barry?Non ti vergogni?
  2. Garrick è il cognome da nubile della nonna di Barry. C’è un legame?Siamo di fronte ad un indizio che aiuti a capire chi ci sia sotto la Maschera di Ferro?Ha un legame con qualche altro aspetto della trama che incontreremo in futuro?
  3. Ah ma allora il capitano lavora ancora al distretto!Io pensavo fosse scappato a Cuba per farsi crescere il pizzetto!(Ogni riferimento al capitano della Earth 2 NON è casuale).
  4. HARRY POTTER IS EVERYWHERE!Tra le mille mila citazioni nerd dell’episodio, quelle legate al maghetto con gli occhiali sono, per motivi affettivi, le mie preferite. Ovviamente la migliore resta quella di Cisco sul tetto che ha fatto ciò che sogniamo un po’ tutti di poter fare:

02(ovviamente parlo dell’evocare il proprio patronus non farsi attraversare da un fulmine)

…e a questo proposito mi si consenta una battuta terribile (mi disconoscerete dopo): o Barry ha preso la lezioni di smaterializzazione in maniera troppo letterale (le “Tre D” sono andate a farsi friggere) oppure ha deciso di prendere esempio da Colui Che Non Può Essere Nominato ed ha creato un tot di suoi horcrux in giro per gli Star Labs.

03a

Vi lascio al promo della prossima settimana che ci fornisce un indizio interessante su dove siano finiti i pezzi del puzzle Barry Allen…

No, scusate, il titolo dell’episodio è “Il Dinosauro in fuga”???????

lol

Ringrazio e saluto le pagine stupende dedicate al velocista scarlatto che allietano le mie settimane a forza di news, foto e discussioni con altri fan come me.

Grant Gustin Italia

»Cisco Ramon

The Flash Italian Fans

Alla prossima settimana!!

that's all folks

Related posts

The Flash | Roger Howarth sarà il reporter Mason Bridge

ChelseaH

Awkward | Recensione 2×05 – My Love is a Black Heart

LuigiT

Sherlock | Recensione 4×03 – The Final Problem

Sam

2 comments

Sel 10 Maggio 2016 at 19:53

Ciao! Brava! Anch’io ho sofferto come te in questa puntata. Quella lacrima che scivolava sulla guancia di Barry e il vederlo dissolversi in quel modo mi hanno fatto stringere lo stomaco. Ho fatto ricorso alla pura razionalità: lo show si chiama The Flash, quindi tutto si sistemerà. Però sul momento la mia reazione è stata un po’ quella degli West. E non mi è bastato vedere Wally e Jesse investiti dall’esplosione per riprendermi (anche se avere un paio di velocisti in più potrebbe davvero essere l’asso nella manica per battere Zoom).
La povera Cait dal covo di Zoom è passata al pavimento della stazione di polizia; tuttavia riesce a dare comunque il suo contributo: poi qualcuno mi spiegherà come è possibile che un cellulare sequestrato e dimenticato in una scatola sia ancora carico e pronto all’uso. Vabbe’…
Mi incuriosisce quel riferimento di Jay all’oscurità di Caitlin. Non so se sono pronta a vederla diventare Killer Frost.
La scena Westallen è stata bella: sentire Iris con la voce tremante e vedere Barry totalmente frastornato mi ha divertito. Io adoro gli star-crossed lovers in generale, quindi loro due non fanno eccezione (sorvolando sul fatto che siano cresciuti insieme), anche se c’è molto da lavorare. Di amori che sbocciano sul posto di lavoro è pieno il mondo delle serie tv e quindi vedere in azione le forze cosmiche ogni tanto non mi dispiace. Al di là di questo, credo davvero che i sentimenti di entrambi siano puri e sinceri. Anche se dubito che vivranno felici e contenti, almeno non subito.
Per concludere, questa storia del cognome della nonna mi ha fatto drizzare le orecchie: ci deve essere sotto qualcosa di più; magari qualcosa di utile per incastrare Zoom?
Manca davvero poco per scoprirlo…purtroppo. Non ci voglio pensare che siamo quasi alla fine.
Alla prox… 😉

Reply
The Lady and the Band
The Lady and the Band 13 Maggio 2016 at 10:19

Ciao!
Grazie del commento 🙂

Eh, quel finale è stato veramente incredibile e inaspettato. Certo la razionalità, come hai scritto anche tu, ti dice che niente possa accadere a Barry ma vederlo smaterializzarsi sotto lo sguardo impotente dei suoi amici, è stato molto pauroso.
Ma come, non lo sai che i cellulari nelle scatole dei commissariati sono sempre carichi e pronti all’uso?È la regola numero 1 dei film d’azione! ahahahahah. Hai ragione, vabbhè 🙂
Sono curiosa di capire se e come sfrutteranno la questione dell’oscurità in Cait. Magari è solo una frase messa lì per caso o magari avrà effettivamente conseguenze (che non è detto saranno negative) su Caitlin. Chissà.
Westallen: che dolciosi!
Alla prossima!!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv