Image default
Newport Beach Rubriche & Esclusive

Newport Beach | 1×10 – The Goodbye

NEWPORT BEACH
EPISODI PRECEDENTI

1×01 – A New Beginning
1×02 – The Day After
1×03 – Old Faces
1×04 – The Fundraising Night
1×05 – The Truth About Me
1×06 – A Chrismukkah Miracle
1×07 – Troubles Can Ring a Bell
1×08 – Bad Choices Have Bad Consequences
1×09 – The Guilty Ones

1×10 – THE GOODBYE



Casa Cohen - Esterno

summer seth

Summer è distesa sul divano di casa sua, con un panno sulla fronte. Ha indosso ancora il pigiama, nonostante siano le nove di mattina ed ha, sul piccolo tavolino accanto al divano, una tazza di una qualche bevanda che dovrebbe alleviare la sua emicrania. Il tremendo mal di testa che l’ha colpita, probabilmente dovuto all’enorme stress vissuto in quegli ultimi giorni, ha portato con sé anche qualche linea di febbre. Seth, che quel giorno ha deciso di andare a lavoro con un paio d’ore di ritardo, si sta occupando di lei.

SETH
Va meglio?

SUMMER
(tirandosi su e mettendosi seduta)
Andrà meglio quando avremo riportato Sophie a casa.

SETH
La troveremo, vedrai.

Seth si china verso sua moglie, poi le dà un bacio sulla fronte.

SUMMER
Come fai ad essere così tranquillo? Tua sorella è
scappata di casa… di nuovo!

SETH
Non sono affatto tranquillo, ma Sophie ci ha fatto
recapitare quella lettera in cui spiegava di aver
ascoltato la nostra conversazione con Anna riguardo
il fatto che a giorni sarebbe stata mandata in quella
casa famiglia a Chicago, ricordi? Ha sottolineato
che sta bene e che non dobbiamo preoccuparci.

SUMMER
(con l’aria di chi sta proponendo una teoria bizzarra)
E chi ci assicura che non sia stata uccisa da qualche
psicopatico serial killer che poi per depistarci ci
ha mandato quel biglietto firmato a nome di Sophie?

SETH
Era la sua calligrafia. La riconoscerei tra mille!

SUMMER
(preoccupata)
Non ti fa impazzire il fatto che sia lì fuori,
chissà dove, tutta sola?

SETH
(con lo sguardo nel vuoto)
Certo che mi fa impazzire. Ma mi fa impazzire di più il
fatto di sapere che quando la troveremo sarà solo per dirle
addio. Ce la porteranno via, Summer! Ce la porteranno via.

ellie gabriel

Ellie e Gabriel, stranamente insieme, salgono la scalinata esterna di una casa di legno che affaccia su una spiaggia non certo principale di Newport Beach. La giornata, seppur iniziata da pochissime ore, è meravigliosa. Il sole fa capolino da dietro le colline della contea e inizia ad irradiare il paesaggio che Ellie, nonostante viva lì da quando è nata, trova ancora straordinariamente bello. I due ragazzi, una volta arrivati su un terrazzo esterno dell’abitazione, si avvicinano alla porta di vetro e bussano. Toc Toc Toc. Tre colpi netti, brevi e decisi, che sembrano essere una sorta di segnale a chiunque si trovi all’interno della residenza. Pochi secondi dopo, la porta si apre.

sophie

Dall’altro lato di essa, spunta Sophie. La ragazza indossa solamente una t-shirt da uomo, tanto lunga da fungerle da abito.

GABRIEL
(ironico)
Vedo che sei proprio affezionata a quella mia maglia!

SOPHIE
(facendoli accomodare in casa)
E’ l’unica cosa che ho. Sai, non posso andarmene in
giro a fare shopping.

Sophie chiude la porta dietro i suoi due amici che ormai sono all’interno della casa.

ELLIE
(mostrandogli delle buste di plastica)
Tranquilla, ti ho portato io qualcosa.

Sophie prende le buste che Ellie le consegna e inizia a sbirciare.

ELLIE
Sono alcuni dei miei vecchi vestiti. Ho pensato che
potessero esserti utili. Abbiamo all’incirca la
stessa taglia, direi.

SOPHIE
Andranno benissimo! Grazie!

Sophie abbraccia Ellie che la tiene lì, stretta a lei, qualche secondo in più del solito. Poi le ragazze si separano.

GABRIEL
(dandole un bacio a stampo)
Come stai?

SOPHIE
Di sicuro sono stata meglio. Comunque ci tengo a
ringraziarvi, ragazzi. Mi state dando una grossa mano.

ELLIE
Ehi, non ci penso nemmeno a lasciarti andare dall’altra
parte degli Stati Uniti!

GABRIEL
Lo stesso vale per me. Troveremo una soluzione, tutti
insieme. Nel frattempo, ti copriremo le spalle!

Sophie guarda Gabriel, poi Ellie. E’ bello sapere di essere riuscita a farsi amare così tanto, nonostante gli iniziali problemi di ambientamento. Lasciare una città e trasferirsi in un posto nuovo è sempre difficile per un’adolescente, ma Sophie ce l’ha fatta. Ha trasformato quella cittadina della California, che tanto odiava, nella sua nuova casa. Una casa che ora sta rischiando di perdere.

Harbor School - Corridoio

tricia

TRICIA
(consegnando, con fare ammiccante, un volantino di
propaganda ad alcuni studenti)
…e mi raccomando, dopodomani votatemi come reginetta!

sienna kimberly

Mentre sta pronunciando quelle parole, Sienna e Kimberly si ritrovano ad attraversare la sua stessa porzione di corridoio, al piano terra della Harbor. La propaganda che Tricia sta ormai portando avanti da una settimana, ha come obiettivo quello di essere eletta reginetta del ballo di primavera, che si terrà tra due giorni nella palestra della scuola. Come ogni anno, le ragazze più belle dell’istituto si contendono la preziosa corona e tutti, a scuola, vivono in funzione di quella serata che sta per arrivare.

TRICIA
(vedendole arrivare)
Guarda un po’ chi sta arrivando!

Kimberly cerca di ignorarla, ma Tricia va dritta verso di loro.

TRICIA
Vi darei un volantino, ma il regolamento del ballo prevede
che siano solo gli uomini a votare per eleggere la reginetta.

Poi ci pensa un po’ su. In realtà ha in mente la sua prossima frase fin dal momento in cui ha visto le due ragazze camminare in quel corridoio.

TRICIA
(riferendosi a Sienna)
Oh, aspetta. Le lesbiche possono votare, no? Del resto anche
a loro piace…

Tricia indica il suo corpo, soffermandosi soprattutto sul suo seno e sul suo prorompente lato b.

TRICIA
…questo!

SIENNA
Anche se potessi votare, non ti voterei nemmeno se fossi
l’unica in lizza.

TRICIA
(punzecchiandola di nuovo)
Chi disprezza compra, mia cara!

KIMBERLY
(innervosita)
Dacci un taglio, ok!?

TRICIA
Oh, ma allora parli? Pensavo fossi soltanto un bel soprammobile!

Kimberly fa uno scatto verso di lei e a muso duro le si para dinanzi.

KIMBERLY
Vuoi che la corona non ti entri in testa per via del
bernoccolo che ti farò?

Sienna la afferra per un braccio e la tira verso di sé.

SIENNA
Lascia stare, Kim. Non ne vale la pena.

ellie gabriel brandon

Brandon è nel corridoio della Harbor, al piano superiore, insieme a Ellie e Gabriel.

BRANDON
(riferendosi a Sophie)
Allora, come sta?

ELLIE
Sta bene, per ora.

BRANDON
(aggrottando le sopracciglia)
Per ora?

ELLIE
Non può stare lì in eterno.

GABRIEL
(intervenendo)
Quella casa è di mio zio. Può starci tutto il tempo
che vuole, lui è nel Michigan.

ELLIE
La troveranno, è solo questione di tempo.

BRANDON
(sovrappensiero)
Dobbiamo inventarci qualcosa per risolvere questa situazione.

ELLIE
Sì, ma cosa? Non possiamo certo andare dal giudice e dirgli
“Ehi, noi siamo gli amici di Sophie. Può farla rimanere qui
a Newport? Sa, non vorremmo perderla.”

GABRIEL
(visibilmente sconsolato)
Che situazione di merda.

ELLIE
Già, puoi dirlo forte!

Newport Beach (Notte)

ryan charlotte

E’ già sera, la giornata si è rivelata intensa per tutti, e Ryan e Charlotte sono a casa Atwood. Sono entrambi distesi sul letto di lui a guardare la tv. Il ragazzo è in posizione supina, mentre lei ha la testa poggiata sul suo petto e, leggermente in diagonale, le gambe piegate in avanti.

CHARLOTTE
(guardando la sveglia sul comodino accanto al letto)
Si è fatto tardi. Devo tornare a casa.

RYAN
Puoi restare a dormire qui, se vuoi.

CHARLOTTE
(prendendolo in giro per il modo imbarazzato con cui è solito
relazionarsi con lei, nonostante non sia più un ragazzino)
Ryan Atwood. Non starai forse correndo troppo?

RYAN
(fingendo di pensarci su)
Tu dici?

CHARLOTTE
(sorridendo e tirandogli un cuscino sulla faccia)
Ma no!

Ryan ricambia il sorriso, ancora più imbarazzato di prima.

CHARLOTTE
E cosa potremmo mai fare per far passare un’intera notte?

RYAN
(prendendo l’iniziativa)
Io un’idea ce l’avrei…

Con la sua mano destra, Ryan afferra il capo di Charlotte e inizia a baciarla. La ragazza ricambia più che volentieri. In amore Ryan non è il tipo di ragazzo che prende molto spesso l’iniziativa, ma quando lo fa sa essere irresistibile. Charlotte stacca per un attimo le sue labbra da quelle di Ryan e si sfila la maglietta. Lui approfitta per togliersi la canotta bianca che è ancora solito utilizzare in casa. Riprendono a baciarsi. Per quanto ormai siano un po’ cresciuti, quella notte sembrano due ragazzini alle prese con uno dei primi amori. La passione, la complicità, la voglia di stare insieme, tutto ricorda una di quelle cotte adolescenziali che rischia di restarti dentro per tutta la vita. Ma Ryan non ha voglia di fare progetti così a lungo termine, non se la sente. Non più. Nessuno può sapere quali avversità gli riserverà la vita. Ciò che conta è godersi i momenti, uno dopo l’altro. Charlotte si piega leggermente ed inizia a sbottonare i jeans di Ryan. Glieli toglie. Poi si sfila i suoi. I due si avvolgono tra le coperte e gettano a terra anche il loro intimo. Iniziano a fare sesso. Anzi, l’amore. Fanno decisamente l’amore.

Una volta terminato, i due sono distesi con i volti rivolti verso il soffitto, uno accanto all’altra. Ryan tiene entrambe le braccia piegate dietro la sua testa, mentre Charlotte sembra sovrappensiero.

CHARLOTTE
Sono felice.

RYAN
Di cosa?

CHARLOTTE
Di tutto. Di me, di te, di noi. Della mia nuova casa. Di essere
venuta qui a Newport, di aver ascoltato mio padre ed essermi
rivolta al Newport Group. In fondo è grazie a lui se ci siamo incontrati!

RYAN
Beh, allora ricordami di mandargli un cesto il prossimo Natale!

Charlotte sorride e lo bacia. Ryan ricambia.

RYAN
Comunque sono felice anch’io.

CHARLOTTE
Lo vedo. Lo vedo nei tuoi occhi.

RYAN
(dopo una breve pausa)
Sai che ti dico? Domani voglio portarti in un posto.

CHARLOTTE
(curiosa)
Dove?

RYAN
Lo scoprirai.

Newport Beach

ellie

Il mattino seguente, Ellie è di nuovo alla casa in spiaggia in cui si sta nascondendo Sophie. Arriva, questa volta da sola, poggia la sua bicicletta contro uno dei pilastri di legno che tengono l’abitazione sollevata dalla sabbia a mo’ di palafitta, e sale le scale che conducono alla porta d’ingresso. Bussa e, dopo che qualcuno dall’interno le apre, entra velocemente dentro, richiudendo la porta alle sue spalle.

summer anna

Summer e Anna sono appostate dall’altro lato della strada, quella esattamente di fronte alla casa in cui Ellie è appena entrata. La prima indossa un cappellino da baseball nero e tiene in mano un binocolo con il quale cerca conferme alle sue ipotesi, mentre la seconda ha un atteggiamento del tutto normale. Quella mattina hanno seguito Ellie dall’esatto momento in cui ha messo piede fuori da casa sua.

SUMMER
(dandole una pacca sulla spalla)
Te l’ho detto che Ellie ci avrebbe condotte direttamente al
nascondiglio di Sophie!

ANNA
Chi ti dice che ci sia Sophie dietro quella porta? Non
abbiamo visto nulla per ora.

SUMMER
Che motivo avrebbe mai Ellie per entrare in una casa
abbandonata di prima mattina?

ANNA
Magari è il luogo dove viene a fare sesso con il suo ragazzo.

SUMMER
(scuotendo velocemente la testa)
Che schifo!

ANNA
Non ci resta che aspettare che esca.

SUMMER
(portandosi una mano sulla fronte)
Mi tornerà il mal di testa.

ANNA
A proposito, come stai? Seth mi ha detto che ieri ti
sentivi poco bene.

SUMMER
Oggi sto benone. Sarà stato lo stress di questi giorni. Di questo
passo, a breve Sophie sarà costretta a pagarmi l’ospizio in cui
mi farà rinchiudere.

ANNA
(sorridendo)
E’ solo una ragazzina, Anche noi eravamo piuttosto problematici
alla sua età.

SUMMER
(interrompendo bruscamente quel discorso)
Guarda, sta uscendo!

Summer indica la porta della casa che, improvvisamente, si è aperta. Ellie fa un passo fuori dall’abitazione, mentre continua a parlare con chiunque sia nascosto al suo interno. Summer prende nuovamente il binocolo e tenta di sbirciare. Ellie saluta con un gesto della mano e torna a scendere le scale che la porteranno verso la sua bici. Una testa si affaccia fuori dalla residenza. Summer la riconosce immediatamente: è Sophie.

SUMMER
E’ lei, te l’avevo detto!

ANNA
Beccata.

Le due ragazze aspettano che Ellie sia andata via, poi scendono dall’auto. Summer chiude la portiera violentemente e si dirige in fretta verso la scalinata. Anna cerca di starle dietro.

ANNA
Summer, aspetta!

Summer sale, una dopo l’altra, le scale e arriva nel giro di pochi secondi fino alla porta. Bussa. Nessuna risposta. Bussa ancora.

SUMMER
Sophie, apri. Lo so che sei lì, ti ho vista.

Summer bussa di nuovo sulla porta.

SUMMER
Sophie! Apri questa porta!

sophie

La porta pian piano si apre. Sophie, ormai rassegnata al fatto che Summer l’abbia scovata, è costretta ad aprirla. Non appena ciò succede, la Roberts piomba all’interno della casa e con lei anche Anna. Una volta dentro, Summer si rende conto che il suo cuore ha iniziato a battere all’impazzata. E’ nervosa, stressata, ha bisogno di calmarsi. Dà un ceffone sul braccio sinistro di Sophie, poi esclama:

SUMMER
Che ti dice il cervello!?

SOPHIE
(rispondendo in maniera tranquilla)
Ho dovuto farlo, Summer. Non lo capisci?

SUMMER
Quello che capisco io è che hai messo in ansia me e tuo fratello.
Non puoi pensare di sparire così all’improvviso e risolvere
tutti i problemi fuggendo.

SOPHIE
(evidentemente disperata)
Io non voglio andar via da Newport, Summer. Ci ho impiegato mesi ad
ambientarmi dopo ciò che è successo a mamma e papà. Ho sempre odiato
questo posto e alla fine sono stata costretta a venire a viverci.
Ora che, magicamente, ho trovato la mia dimensione in questa città,
devo andarmene? Per un solo errore che ho commesso?

ANNA
(intervenendo)
Sophie, ascolta. In questo modo non farai altro che peggiorare la tua
situazione. I documenti per il tuo trasferimento nella casa famiglia di
Chicago sono già arrivati e a breve abbiamo l’obbligo di incontrare gli
assistenti sociali. Rischiamo grosso se ci opponiamo. Quello che posso
consigliarti io, come avvocato, è di accettare al più presto l’idea di
doverti trasferire. Dopodiché cercheremo una soluzione al problema.

Sophie resta in silenzio per qualche secondo, sconsolata dall’inattaccabile ragionamento di Anna.

SOPHIE
(rivolta ad Anna)
Queste persone aspettano una tua comunicazione, giusto?

ANNA
Per nostra fortuna il tuo caso è stato assegnato a una mia vecchia cliente
che lavora nei servizi sociali. La aiutai molto quando ebbe problemi di
stalking. Siamo d’accordo che non piomberà qui all’improvviso, ma ci sentiremo
prima per telefono, per evitare guai.

SOPHIE
(riflettendo, con lo sguardo nel vuoto)
Ok. Smetterò di oppormi alla decisione del giudice.

SUMMER
Grazie a Dio.

SOPHIE
Ma ho due richieste. Come prima cosa, voglio rimanere qui, in questa casa,
finché non arriverà il momento in cui gli assistenti sociali verranno a
rilevarmi.

SUMMER
Ma…

SOPHIE
(continuando senza lasciarsi interrompere)
Poi, voglio andare al ballo di domani. E’ l’ultima occasione che ho per
andarci e non voglio perdermela. Riesci a temporeggiare fino a domani sera?

ANNA
Posso farcela.

SOPHIE
Bene. Dopo il ballo, sarò a loro completa disposizione.

Point Loma, Fort Rosecrans National Cemetery, San Diego, California (SD)

ryan charlotte

Ryan e Charlotte sono da poco arrivati al cimitero ed hanno già iniziato a percorrere la viottola che separa le lapidi.

CHARLOTTE
(curiosa)
Perché mi hai portata in un cimitero?

RYAN
Voglio farti conoscere una persona.

CHARLOTTE
(ironica)
Se me l’avessi detto, magari mi sarei vestita meglio.

RYAN
Si tratta della mia ex.

CHARLOTTE
(capendo di aver appena fatto una gaffe)
Mi dispiace, Ryan. Non sapevo…

RYAN
(stringendola)
Va tutto bene.

CHARLOTTE
Era a lei a cui stavi facendo visita il giorno che
ci siamo conosciuti?

RYAN
Già…

I due continuano a camminare. Svoltano dapprima a sinistra, poi a destra e, finalmente, arrivano a destinazione. Il sole, in quel periodo dell’anno, comincia ad essere decisamente caldo, tuttavia la giornata è abbastanza piacevole. Ryan si avvicina alla lapide di Marissa e, come sempre, la prima azione che compie è lucidare la fotografia.

CHARLOTTE
(guardando l’immagine e con un filo di voce)
Era bellissima.

RYAN
Sì, lo era.

Poi, dopo qualche secondo di religioso silenzio, aggiunge:

RYAN
Charlotte, ti presento Marissa; Marissa, ti presento Charlotte.

Charlotte accenna un inchino con un’eleganza e una grazia uniche. E’ come se per lei fosse un onore essere al cospetto di quella lapide. E lo è. Ha capito immediatamente la profondità del segno che ha lasciato in Ryan e ciò spiega alla perfezione molte sfaccettature del suo carattere e molti suoi comportamenti. Il fatto che Ryan l’abbia portata lì, la fa sentire importante. Si sente, per l’appunto, onorata di ciò.

CHARLOTTE
Com’è morta? Se posso chiedere…

RYAN
(con lo sguardo nel vuoto)
Un incidente stradale. La stavo accompagnando all’aeroporto,
era in procinto di lasciare Newport. E’ stata la prima persona
che ho conosciuto dopo il mio arrivo in questa città e volevo
essere l’ultima a dirle addio. Invece un matto ha iniziato a
tamponarci, mandandoci fuori strada. Non siamo mai arrivati
a quel maledetto aeroporto.

Una lacrima inizia a solcare il volto di Ryan. Charlotte se ne accorge e fa due passi verso di lui, stringendolo a sé.

CHARLOTTE
(cercando di dire qualcosa di utile)
Non la conoscevo, ma sono sicura che sia fiera di te, del fatto
che dopo tutto questo tempo sei ancora qui a versare lacrime sulla
sua tomba. Sei un brav’uomo, Ryan. E l’hai amata davvero. Lei lo sa.

Spiaggia - Notte gabriel

COLONNA SONORA: (riprodurre mentre si legge la scena successiva)

E’ calata la notte su Newport Beach e Sophie e Gabriel sono nella casa sulla spiaggia dove lei si sta rifugiando da alcuni giorni. Sono soli, seduti sul pavimento di legno e, come se non bastasse il fatto che quella potrebbe essere la loro ultima notte insieme, l’atmosfera è resa magica da una marea di candele che tentano di compensare la mancanza di elettricità. La ragazza ha raccontato al suo compagno della visita di Summer e Anna di quella mattina, e della sua decisione di accettare il trasferimento a Chicago subito dopo il ballo.

GABRIEL
Così te ne andrai…

SOPHIE
Non ho scelta. Non voglio peggiorare la mia situazione, è già
piuttosto incasinata.

GABRIEL
Vieni qui…

Gabriel la prende per un braccio e la tira a sé. Sophie si siede a terra, davanti a Gabriel, tra le sue gambe distese in avanti. Il ragazzo la abbraccia da dietro e la stringe, sussurrandole nell’orecchio sinistro.

GABRIEL
Vedrai, troveremo un modo.

Sophie resta in silenzio, non troppo convinta del fatto che qualcuno riuscirà a risolvere la sua situazione. Dopo alcuni secondi, tenta di cambiare l’umore a quella serata.

SOPHIE
Basta parlare di cose tristi. Abbiamo ancora una notte prima del ballo,
non vorrai mica passarla a piagnucolare!?

Sophie, con fare sensuale, fa scivolare giù la spallina del top che le ha portato Ellie tra gli altri abiti che non usa più.

GABRIEL
Piagnucolare io? Adesso ti mostro cosa fa un vero uomo!

Gabriel afferra Sophie e la distende sul pavimento. I due iniziano a baciarsi appassionatamente. Quell’aria da ultima notte dona al tutto un sapore più intenso, più vivo. Gabriel sbottona il pantaloncino di Sophie e lei fa lo stesso con quello di lui. Il ragazzo si sfila la maglietta, rimanendo a torso nudo. E’ proprio un bel vedere per Sophie. Un pizzico di nostalgia sta per attanagliarla, ma lei la ricaccia via con determinazione. Sposta Gabriel e fa in modo di cambiare posizione. Ora lei è sopra di lui. Si toglie il top, poi si china sul ragazzo e gli sfila i jeans. Infine, toglie i suoi. La notte di passione ha inizio.

Harbor School - Esterno#3

sienna

Il mattino seguente, alla Harbor si respira appieno l’aria di una giornata di festa. L’istituto è completamente addobbato in vista del ballo che si terrà quella sera ed il comitato apposito che si occupa dell’organizzazione sta cercando di sistemare, in fretta e furia, gli ultimi dettagli, e risolvere i piccoli problemini che immancabilmente sono sorti a poche ore dall’evento. Tutti schizzano di qua e di là come fossero palline incastrate in un vecchio flipper. Sienna è ad un passo dall’entrata. E’ determinata ad affrontare il professor Elliot e l’ultima cosa di cui in quel momento si sta preoccupando è proprio il ballo che sembra tanto interessare a tutti. La ragazza entra all’interno dell’istituto e, dopo aver preso un profondo respiro, si dirige a passo svelto verso l’aula di Edward. Una volta arrivata davanti alla porta della stanza, bussa. Dall’interno proviene una voce. La sua.

elliot

PROF. ELLIOT
Avanti!

Sienna apre la porta e dà un’occhiata. Edward è in piedi, dietro la scrivania, ed è chino su di essa a leggere alcuni documenti, probabilmente dei test dei suoi alunni. E’ da solo. E’ il momento perfetto. La ragazza entra e chiude la porta alle sue spalle. Edward alza gli occhi e vede che si tratta di lei.

PROF. ELLIOT
Sienna!

Sienna procede spedita verso di lui e, senza pensarci due volte, gli assesta un ceffone. Il suono di quella sberla rimbomba per tutta l’aula. Edward ha un’espressione sconvolta.

PROF. ELLIOT
Che diavolo fai!?

SIENNA
Non fare il finto tonto, Edward. So tutto!

PROF. ELLIOT
Di cosa stai parlando?

Sienna afferra, dalla scrivania, il cellulare del professore e, con un movimento tanto repentino quanto rabbioso, lo scaglia contro il muro, schivando di qualche centimetro la faccia di Edward. Il cellulare si fa in mille pezzi.

PROF. ELLIOT
(con un tono di voce decisamente più alto)
Sei impazzita?

SIENNA
(con un sorriso isterico)
Tu mi minacci con le foto di noi, costringendomi a fare coming out
davanti a tutta la scuola e quella impazzita sarei io?

PROF. ELLIOT
Quindi ora credi che sia stato io?

SIENNA
Non lo credo. Lo so.

PROF. ELLIOT
Sei totalmente fuori strada, Sienna. Te lo giuro. Non sono stato io.
Ora se mi lasci correggere questi test…

Sienna si avvicina a lui e afferra il suo registro. Lo capovolge ed inizia a scuoterlo. Gli occhi di Edward si riempiono di terrore. Ormai ha le spalle al muro. Dal registro iniziano a cadere, una dopo l’altra, tutte le foto della loro relazione. Quelle foto con cui lei è stata minacciata ed altre che nemmeno ricordava di essersi scattata.

SIENNA
(indicando con la mano destra le foto sparse sul pavimento)
E queste?

PROF. ELLIOT
(mettendo entrambe le mani davanti a lui)
Sienna, posso spiegarti.

SIENNA
Hai ancora le palle di dirmi che non sei stato tu a minacciarmi?

PROF. ELLIOT
(confessando)
Ok, sono stato io. Ma devi sapere la verità…

SIENNA
Mi fai schifo.

PROF. ELLIOT
Lasciami spiegare, ti prego.

SIENNA
Qualunque cosa mi dirai, pensi che ti crederò? Sei un verme.
Non voglio ascoltare una sola parola in più uscire da quella
tua bocca di merda. Mi fai schifo.

PROF. ELLIOT
Sienna…

Sienna non dà nemmeno una chance di replica a Edward. Si volta di scatto, con le lacrime agli occhi, e va via dalla stanza. Nonostante tutta questa situazione le faccia immensamente male – di certo non prova nulla per Edward, ma era convinta di potersi fidare di lui – una parte di lei è felice di aver finalmente scoperto la verità, o almeno parte di essa, e di aver schiaffeggiato come merita, quel verme. Il professor Elliot, visibilmente dispiaciuto da quella situazione, si accomoda sulla sedia situata accanto alla cattedra. Ha dovuto farlo. E’ stato costretto. Prende il suo registro ed estrae da esso un documento. Lo guarda. Lo legge per l’ennesima volta.

“ISTANZA DI DIVORZIO”

Casa Charlotte

charlotte

Charlotte è nella piscina della sua nuova casa. Finalmente ha iniziato ad abituarsi al fatto che ormai vive lì. Ryan le ha reso tutto molto più semplice. Ora la ragazza si sta godendo attimi di meritato relax, prima che sia ora di cena. Mentre è distesa su un materassino gonfiabile, intenta a prendere il sole nell’orario più caldo del pomeriggio, sente lo squillare di un telefonino. Immersa nei suoi pensieri e nei suoi piani per il futuro, Charlotte viene ricatapultata nella realtà da quel suono che, a dire il vero, è piuttosto soave e non disturba più di tanto, nemmeno quando si sta cercando di rilassarsi. Charlotte mette via gli occhiali da sole che le stanno proteggendo gli occhi e si avvicina al bordo della piscina. Il cellulare continua a squillare. Sale le scalette ed esce dall’acqua. Si avvicina a una delle sdraio sul bordo della piscina e prende in mano il suo smartphone. Controlla il nome del mittente. Mamma. Risponde.

CHARLOTTE
Pronto?

Dall’altro capo del telefono, la voce più familiare di tutte.

MAMMA DI CHARLOTTE
Pronto, Charlotte!

Dal tono sembra abbastanza agitata.

CHARLOTTE
Mamma, è successo qualcosa?

MAMMA DI CHARLOTTE
Figlia mia, temo che dovrai venire qui.

CHARLOTTE
(in ansia e col cuore che ha iniziato a battere a mille)
In Inghilterra? Mamma, mi stai facendo preoccupare.
Cosa sta succedendo?

MAMMA DI CHARLOTTE
Non so come dirtelo, si tratta di tuo padre. I medici gli hanno
diagnosticato un cancro ai polmoni. Charlotte, a tuo padre
restano poche settimane di vita!

chloe Amanda

Finalmente è giunta la sera del tanto atteso ballo. La palestra della scuola, adibita per l’occasione a sala da ballo, è gremita di ragazzi in completi eleganti e vestitini alla moda. La festa è iniziata ormai da un’ora e tutti gli invitati sono già a ballare in pista.

Sophie ed Ellie sono arrivate al party insieme, accompagnate rispettivamente da Gabriel e Brandon. La piccola Cohen indossa un abito molto elegante con dei fiorellini ed è priva del suo immancabile cappellino, mentre la sua migliore amica ha scelto un vestito molto particolare nero e bianco e presenta un trucco più marcato del solito. Sophie non riesce a non pensare che quella, per lei, sia l’ultima sera insieme ai suoi amici prima della partenza per Chicago. Ha un nodo alla gola che quasi le impedisce di respirare. Cerca di godersi quegli ultimi momenti, senza dar troppo a vedere la sua malinconia. Non vuole rovinare quella serata né ad Ellie, né a Gabriel.

11406964_10204566057059237_5363345387414094842_n

Brandon, ad un certo punto della serata, cerca di restare da solo con Ellie. Vuole parlarle di una cosa importante.

BRANDON
Andiamo a prendere qualcosa da bere?

ELLIE
Certo!

BRANDON
(rivolto a Gabriel e Sophie)
Scusateci, torniamo subito.

Il ragazzo prende per mano Ellie e insieme si dirigono verso il banco delle bevande. Ad Ellie fa ancora strano essere mano nella mano insieme al ragazzo dei suoi sogni. Nella vita di tutti i giorni ha ormai realizzato di stare davvero insieme a lui, ma quello è il ballo. Il ballo è il sogno di qualsiasi liceale e andarci con la persona sperata, di questi tempi, è un evento molto più raro di ciò che sembrerebbe.

COLONNA SONORA: (riprodurre mentre si legge la scena successiva)

Una volta lontani dai loro amici, Brandon cambia direzione.

ELLIE
(indicando il tavolo con un dito)
La roba da bere è dall’altro lato.

BRANDON
Ho voglia di ballare.

Ellie sorride.

ELLIE
Ok, John Travolta. Vediamo come te la cavi.

I due arrivano nel mezzo della pista da ballo. Lui cinge la vita di lei che, a sua volta, poggia le sue mani sulle spalle del ragazzo. Iniziano a ballare lentamente. Sono una cosa sola. Una cosa totalmente isolata da tutti gli altri in quella sala, completamente diversi da loro, ma insieme sono bellissimi.

BRANDON
Ho bisogno di dirti una cosa, Ellie.

Quelle parole interrompono il magico momento che Ellie stava vivendo. Perché quel tono? Perché proprio ora? Non può stare zitto e ballare?

ELLIE
(con un filo di voce)
Cosa?

BRANDON
Ricordi quando mi hai detto che è dalla terza elementare che
aspettavi il tuo turno per stare con me? Che mi osservavi in
silenzio passare da una ragazza all’altra, sperando che un
giorno sarebbe arrivato il tuo turno?

ELLIE
(imbarazzata)
Sì…

BRANDON
Beh, mi dispiace averti fatta aspettare. Da quando stiamo insieme
io mi sento diverso. Con te sento di avere tutto ciò che con le
altre non ho mai avuto. Sento di poter essere me stesso, di essere
apprezzato per ciò che sono, senza sé e senza ma. Amo il modo in
cui mi fa sentire stare con te. Amo svegliarmi la mattina e trovare
un tuo messaggio sul telefonino. Amo mandarti la buonanotte prima
di addormentarmi. Amo persino quando mi svegli nel cuore della notte,
telefonandomi solamente perché hai voglia di sentire la mia voce.
Amo le mattinate a scuola, amo il tuo modo goffo e veloce di parlare,
amo il modo in cui ti comporti con Sophie, il modo in cui cerchi di
proteggerla e di farti in quattro per lei. Amo tutte queste cose
ed un milione di altre. Io ti amo, Ellie.

Brandon ha davvero detto le paroline magiche? Quel Brandon? Il suo Brandon? Ellie si accorge solo in quel momento che le sue mani hanno iniziato a tremare e che entrambi hanno smesso di danzare. La salivazione è praticamente pari a zero ed i suoi occhi sono spalancati. Probabilmente in quel momento avrà l’espressione più brutta di sempre. Ma chi se ne frega! Brandon ha appena detto che la ama. E’ l’attimo più bello della sua vita.

ELLIE
Ti amo anch’io, John Travolta!

I due si sorridono con una dolcezza inaudita ed iniziano a baciarsi al centro della pista. Tutti intorno a loro continuano a ballare. Non hanno mai smesso di farlo.
 

Un paio di ore più tardi, Sophie, Gabriel, Brandon ed Ellie sono di nuovo tutti insieme a godersi quella magica serata. Ad un tratto la musica si interrompe e prende la parola la preside Chang.

SIG.RA CHANG
Scusatemi. Mi spiace interrompere questi splendidi balli, ma abbiamo
i risultati del concorso e siamo pronti per eleggere la reginetta
di quest’anno.

Tutti gli studenti si radunano ai piedi del piccolo palco. Tricia, decisamente più elegante del solito, ha il suo canonico sorrisino stampato sulla bocca. E’ maledettamente sicura di aver vinto.

full-katya-kulyzhka-1328041807

TRICIA
(rivolta verso Daniel, suo accompagnatore di quella serata)
Preparati a salire sul palco.

SIG.RA CHANG
Rullo di tamburi, grazie.

Il batterista fa partire il sottofondo.

SIG.RA CHANG
Gli studenti della Harbor hanno così deciso. La reginetta del ballo di
quest’anno è… Kimberly Mitchell!

Nicola-Peltz-02

Alla pronuncia del suo nome, Kimberly – che quella sera ha scelto un abito bianco – è stupita. L’ultima cosa che si sarebbe aspettata era di essere eletta reginetta del ballo. A causa di tutti i problemi che ha avuto nell’ultimo periodo non ha minimamente pensato a farsi propaganda. Il suo nome, fatto dalla signora Chang, la sorprende per davvero. Kim, tuttavia, dopo un’iniziale confusione mentale, sale sul palco. Gli occhi di Tricia le sono puntati addosso come fossero due pistole pronte a far fuoco. La preside consegna la corona a Kimberly e le cede il microfono. E’ il momento dei ringraziamenti.

COLONNA SONORA: (riprodurre mentre si legge la scena successiva)

KIMBERLY
Vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno dato il loro voto, ma
sono salita qui su per dirvi che la vostra scelta è sbagliata. La
persona che realmente merita questa corona non sono io. La vera
reginetta di quest’anno risponde al nome di Sienna Torres.

Sienna, che era emozionata per la vittoria della sua migliore amica, resta senza parole.

KIMBERLY
Vieni sul palco, S.

Tutti si guardano frastornati. La ragazza raggiunge la Mitchell sul palco.

KIMBERLY
Questa ragazza negli ultimi mesi ha dato una grande lezione a tutti noi.
In una società dove troppo spesso veniamo etichettati per ciò che ci
piace, dove veniamo giudicati anche senza essere conosciuti a fondo,
anche da chi conosce soltanto il nostro nome, o nemmeno quello, Sienna
ha dato prova di una forza mille volte superiore alla norma. E’ caduta,
tutti cadiamo, ma si è rialzata con una determinazione che io, onestamente,
le invidio. Come se ciò non bastasse, ha deciso di togliersi la maschera
che il mondo là fuori le ha sempre imposto di indossare e si è mostrata
per ciò che è realmente. E questo è meraviglioso. Dio, se è meraviglioso.
Io sogno di essere eletta reginetta del ballo fin da quando ho iniziato
a muovere i miei primi passi. Ma questa volta non lo merito. Quest’anno la
vera reginetta della Harbor è lei. Un applauso per Sienna Torres, gente.

Kimberly sistema la coroncina sulla testa della sua amica, da qualche secondo in un mare di lacrime, e fa partire un applauso. Pian piano tutte le persone presenti in sala, seguono l’esempio della ragazza che hanno votato e in poche decine di secondi, per Sienna è una standing ovation. La ragazza, senza parole, guarda meravigliata ciò che ha davanti ai suoi occhi.

Casa Cohen - Piscina (Notte)

seth

A casa Cohen, Seth sta controllando le recensioni di Atomic County dal suo iPad, mentre sorseggia una tisana. Con suo immenso piacere, nota che il blog di quel Crazybull0707 è sparito dal web, senza lasciare alcuna traccia. Strano, pensa, ma non se ne dispiacerà di certo. Finalmente quel pallone gonfiato è sparito chissà dove. Si alza, nel tentativo di dare a Summer la lieta notizia. Sua moglie, qualche minuto fa, è uscita fuori per distendersi a bordo piscina e godersi quella piacevole serata. Seth apre la porta in vetro che li separa e fa un paio di passi fuori. Immediatamente il suo buon umore viene spazzato via, calpestato, distrutto. Summer è a terra, vicino alla piscina, e sembra essere priva di sensi.

SETH
(urlando)
Summer!!

Seth si avvicina a lei, la raccoglie e nota che la ragazza non si muove. E’ terrorizzato. Prende immediatamente il suo iPhone e chiama il numero d’emergenza.

OPERATORE
Pronto?

SETH
(in preda al panico)
Venite, presto! Mia moglie sta male!

Ballo

nick

Dopo l’elezione della reginetta della Harbor, il ballo prosegue e si avvia verso la conclusione. Nick non è certo a suo agio quella sera e, nel tentativo di prendere una boccata d’aria, esce nel cortile accanto alla palestra della scuola. La luna piena risplende alta nel cielo e dona a quella serata un chiarore fuori dal comune. Pochi secondi per godersi la bellezza di quella notte, dopodiché l’attenzione di Nick viene richiamata da delle voci non molto distanti da lui. Fa alcuni passi in avanti e cerca di scorgere ciò che sta accadendo lì fuori.

daniel

Sulla destra del cortile, nascosto nell’ombra, Nick nota Daniel. Il ragazzo non è solo. Accanto a lui c’è una persona che non riesce a distinguere. Due, persone. Anzi, tre. Quattro. Man mano che si avvicina, Nick si rende conto che Daniel è in compagnia di almeno altre cinque o sei persone, tutte vestite di nero. Irriconoscibili. Una di quelle persone dà un pugno sulla faccia del ragazzo che casca a terra. Gli altri, poi, iniziano a prenderlo a calci. E’ un tutti contro uno di una violenza inaudita.

NICK
(iniziando a correre verso il luogo del misfatto, senza ragionarci su)
Ehi! Ehi, voi! Che cazzo state facendo!?

Nick si scaglia contro uno dei ragazzi che sta prendendo a calci Daniel e, con una spallata, lo spinge via. Uno dei suoi compagni, da dietro, lo colpisce alla nuca. Poi un altro gli sferra un pugno nello stomaco e lo mette al tappeto. Nick ora è disteso accanto a Daniel. Quel gruppo di ragazzi inizia a picchiare entrambi. Calci su calci, su calci, su calci. Una serie che sembra essere infinita. Dopo un minuto che sembra lungo un giorno, gli aggressori scappano via, lasciando i due ragazzi a terra, insanguinati. Il primo che riesce a tirarsi su, seppur con molta fatica, è Daniel. L’erede dei Peters, tende una mano a Nick, accorso in suo aiuto, e lo fa rialzare.

NICK
Chi cazzo erano quelli?

DANIEL
(evitando di rispondere)
Tu sei matto da legare.

NICK
(sorridente ma dolorante)
Forse un pochino.

DANIEL
Toglimi una curiosità: perché sei venuto ad aiutarmi? Era un
suicidio. In sei contro due. Sei forse un kamikaze?

NICK
(abbassando lo sguardo)
Certo che no. Il motivo per cui sono venuto in tuo soccorso
è solo uno. Tu mi piaci, Daniel.

sophie gabriel

“E adesso, l’ultimo ballo della serata”

La voce che proviene dal palco, annuncia l’imminente conclusione di quel ballo studentesco. La musica riparte, per l’ultima volta.

COLONNA SONORA: (riprodurre mentre si legge la scena successiva)

Gabriel si avvicina a Sophie e le tende la mano.

GABRIEL
Signorina, mi concede questo ballo?

SOPHIE
(afferrando la sua mano)
D’accordo, signore.

Gabriel conduce la ragazza fino al centro della pista, poi la stringe a sé. I corpi dei due sono a stretto contatto, mentre le loro teste si sfiorano e ciascuno ha la bocca accanto all’orecchio dell’altro, quasi come a volersi sussurrare qualcosa a vicenda. Le emozioni che provano in quel momento non sono descrivibili a parole. Entrambi sanno che quella è l’ultima volta in cui saranno così vicini, entrambi sperano che i cinque minuti di quella canzone possano durare una vita. Entrambi sono consapevoli che non sarà così. Si stringono l’uno contro l’altra, come se non volessero lasciarsi mai, come a volersi trattenere lì, intrappolati in quel momento magico che sa di addio. Iniziano a dondolare, lentamente, a ritmo di musica. Ellie e Brandon, da lontano, li osservano in pena. Lei è con le lacrime agli occhi. Li trovano stupendi e strazianti.

GABRIEL
(con la voce rotta dall’emozione)
Non andartene, ti prego.

SOPHIE
Non ho scelta, Gabriel. Non dipende da me.

Sono le uniche parole che riescono a dirsi. Ogni tentativo di parlare viene bloccato e ricacciato indietro da un groppo in gola che sembra esser grande quanto un macigno. Lo stomaco di entrambi è come stretto in una morsa dolorosa. Il cuore inizia a pesare terribilmente. Gabriel toglie le mani dalla vita di Sophie e le cinge la testa, spingendola contro la sua spalla destra. Sophie si lascia trasportare e cerca di godersi quel momento. Cerca di imprimere nella sua mente ogni suo singolo muscolo, ogni singolo particolare del suo volto. Il suo profumo. Ripensa con rammarico ai mesi in cui ha tentato di tenerlo a distanza da lei. Lo ha allontanato in tutti i modi possibili. Non voleva affezionarsi a lui e rischiare, poi, di perderlo. Eppure alla fine l’ha fatto, si è affezionata. Eppure, alla fine, lo perderà. Sophie rialza la testa. I due si fissano negli occhi per un lungo, interminabile, momento. Gabriel ci vede tutto il suo mondo in quegli occhi. La ragazza avvicina le sue labbra ed inizia a baciarlo. Gabriel si lascia andare a quel bacio. E’ un bacio diverso da tutti i baci che si son dati fino a quel momento. E’ un bacio che sa di lacrime, un bacio che sa di dolore. E’ un bacio inasprito dalla consapevolezza che sarà l’ultimo. Un bacio che non avrebbero mai voluto darsi. La canzone termina, le loro bocche si separano. Sophie lo guarda per l’ultima volta negli occhi, poi gli sussurra nell’orecchio.

SOPHIE
Addio, Gabriel.

Prima che il ragazzo possa rispondere, o anche solo realizzare, Sophie, piangendo a dirotto, si stacca da lui, gli volta le spalle, e corre via verso l’uscita. E’ finita. E’ l’addio.

Newport Beach - Notte

kimberly

Il ballo è ormai concluso da una mezz’oretta e Kimberly, pur non morendo dalla voglia di farlo, sta rientrando a casa. E’ felice di esser stata eletta reginetta, ma ancora più felice della sua scelta di aver ceduto la coroncina a Sienna. La meritava molto più di lei. La stima che prova nei confronti della sua amica è immensa. Negli ultimi mesi ha davvero avuto una forza e un coraggio che è difficile immaginare contenuti in un corpo così minuto e grazioso. Kimberly infila le chiavi nella serratura della porta d’ingresso ed entra in casa. C’è un gran silenzio. Probabilmente Jessica e Bob saranno a sbronzarsi in qualche bar. Meglio così. Kim richiude la porta alle sue spalle ed inizia a salire le scale che portano al piano superiore dell’abitazione. Man mano che avanza, incomincia a sentire strani rumori provenienti dal piano di sopra, come dei piccoli lamenti. Kimberly inizia a salire le scale sempre più in fretta e quei lamenti diventano via via più intensi. Arrivata al piano superiore, si rende conto che i rumori provengono dalla stanza di Rebecca, così va a controllare. Si avvicina alla porta e la spalanca.

rebecca robert

La scena che si trova davanti, una volta entrata in quella stanza, è agghiacciante. Rebecca è distesa sul letto, mezza nuda, ed ha la bocca tappata da una delle manone di Robert. Egli è sopra di lei, con i pantaloni abbassati. Sta abusando di lei. Quel porco sta abusando di sua sorella. Kimberly si guarda intorno, in stato di shock, prende la mazza da baseball che è accanto alla porta e con uno scatto si scaglia contro Bob. Lo colpisce sulla testa. Una volta, due volte, tre volte. Robert cade a terra, in una pozza di sangue. Rebecca urla a pieni polmoni, finalmente può farlo. Kim resta in piedi. Trema. Il suo abito bianco macchiato di sangue. Gli occhi sbarrati. Sotto shock.

HoagIrvine

seth summer

Summer è distesa su un lettino in una stanza d’ospedale. Fortunatamente ha ripreso conoscenza ed ora si sente benone. Sta sorridendo a Seth. Lui è seduto su una sedia, accanto a lei. Stanno parlando, lui sta cercando di sdrammatizzare e di non farla pensare all’accaduto. All’improvviso la porta della stanza si apre ed un medico fa il suo ingresso.

DOTTORE
Signori Cohen…

SETH
(alzandosi in piedi)
Dottore, cos’ha mia moglie?

Il dottore li guarda con uno sguardo indecifrabile. Seth non riesce a capire se è in procinto di dar loro una buona o una cattiva notizia.

DOTTORE
Sta bene, non si preoccupi.

SETH
Allora cosa le è successo?

Il dottore rivolge lo sguardo verso Summer.

DOTTORE
Congratulazioni, signora Cohen. Lei è incinta!

Casa Cohen - Esterno (Notte)

sophie ellie

Sophie, che cambiando idea è tornata a casa Cohen per preparare i bagagli in vista della partenza, ha appena riagganciato il telefono. Seth l’ha informata della situazione di Summer. Improvvisamente il campanello di casa Cohen suona. Sophie va ad aprire. E’ Ellie. La fa accomodare in casa.

ELLIE
Ho visto che sei scappata di corsa dal ballo e volevo vedere
come stai.

SOPHIE
Sto bene. Scusa se sono andata via senza salutarti.

ELLIE
Va tutto bene. Quindi quand’è che partirai?

SOPHIE
Domattina presto.

ELLIE
Quindi questa è l’ultima volta che ci vediamo…

SOPHIE
No, niente addii strappalacrime. Basta, per oggi!

Ellie sorride.

ELLIE
Almeno un abbraccio me lo concedi?

SOPHIE
(fingendo di rifletterci su per qualche secondo)
Mmm… uno solo però!

Ellie scoppia a ridere e le si getta addosso, stringendola a sé. Sophie cinge la sua schiena.

ELLIE
Mi mancherai.

SOPHIE
Tu no. Mi farò nuove amiche. Magari una che ha ammazzato qualche
genitore, o una che ha sparato a un poliziotto.

ELLIE
E che mi dici di una che è andata in un ristorante ed ha vomitato
nel piatto di tutti i clienti?

SOPHIE
Che schifo!

Le due ragazze scoppiano a ridere. Già sentono la mancanza l’una dell’altra, ma non lo danno a vedere. Si sono promesse che si sentiranno tutti i giorni.

Aeroporto

ryan charlotte

Il mattino seguente, Ryan ha accompagnato Charlotte all’aeroporto. Non appena lei gli ha raccontato della telefonata di sua madre, Ryan l’ha incoraggiata ad andare. Se la sua ragazza dovesse perdere suo padre mentre è con lui in California, non se lo perdonerebbe mai.

CHARLOTTE
Mi spiace, Ryan. Mi spiace dover partire proprio ora…

RYAN
(mettendole una mano sulla guancia sinistra)
Ehi, non dirlo nemmeno. Devi andare, devi farlo per lui e per te.

CHARLOTTE
Potrebbero passare settimane prima che io possa tornare qui in America.

RYAN
Ti aspetterò in questo stesso, esatto, punto quando tornerai. Che
siano passati dieci giorni, due settimane, tre mesi o dieci anni.
Io sarò qui ad aspettarti.

Charlotte, colpita dalle parole di quello che ormai è il suo compagno, lo abbraccia un’ultima volta e lo bacia.

“Attenzione. Questa è l’ultima chiamata. I passeggeri del volo 526 diretto a Londra sono pregati di recarsi all’ingresso 12.”

CHARLOTTE
E’ il mio, devo andare!

RYAN
Vai.

Charlotte fa una decina di passi verso la direzione indicata, poi si volta a guardare Ryan e lo saluta, con un cenno della mano, prima di tornare a camminare, scomparendo tra la folla. Mentre Ryan è ancora con la mano alzata in un cenno di saluto, sente una voce provenire dalle sue spalle.

“Ryan? Ryan Atwood?”

Si volta. Dietro di sé c’è l’ultima persona che avrebbe pensato di incontrare.

taylor

RYAN
Taylor!

TAYLOR
Beh? Ti sembra questo il modo di salutare la tua ex che
torna a vivere a Newport?

Casa Cohen - Esterno

seth summer sophie

COLONNA SONORA: (riprodurre mentre si legge la scena successiva)

Gli assistenti sociali sono già a casa Cohen e Sophie, dopo aver preso la sua roba, sta salutando Seth e Summer, dimessa dall’ospedale nel giro di poche ore.

ASS. SOCIALE
Signorina Cohen, dobbiamo andare. Ci attende un lungo viaggio.

SOPHIE
(rivolta a Seth)
Devo andare. Grazie di tutto.

Sophie abbraccia Seth.

SETH
Non preoccuparti, Bambi. Troveremo il modo di riportarti qui.

SOPHIE
Vedi di farlo in fretta, sfigato. Non vorrai lasciarmi marcire nella neve!

I due si sorridono. Poi si volta verso Summer. Abbraccia anche lei.

SOPHIE
Prenditi cura di mio fratello e di mio nipote.

Sophie, con una mano, accarezza il ventre di Summer.

SUMMER
E tu prenditi cura di te, tesoro.

Sophie si volta e, con un nodo in gola, esce di casa, accompagnata dagli assistenti sociali. Seth e Summer li seguono. Sophie e gli assistenti sociali salgono in macchina e partono. Dallo specchietto della portiera lato passeggero, la ragazzina guarda Seth e Summer sempre più lontani da lei che, con la mano alzata, salutano. Il riflesso del sole nello specchietto, dona uno splendido bagliore arancione a quella scena. La macchina si allontana sempre più, finché le sagome di suo fratello e sua moglie, scompaiono del tutto.

 
FINE PRIMA STAGIONE.

LA SECONDA STAGIONE VERRA’ PUBBLICATA NEL 2016. NON MANCATE!!

   

Related posts

Da Friends a L’Amico Ritrovato | L’amicizia oltre ogni differenza

Mary'sWorld

Pagelle Ignoranti | Week #3

Prince

Eccolo qua il Natale… #TheOriginals #DoctorWho

Gnappies

37 comments

Lestblue
Lestblue 12 Ottobre 2015 at 20:23

LACRIME LACRIME LACRIME! Un lavoro spettacolare e un finale di stagione da groppo in gola. Complimenti ci sei riuscito! Hai ricreato a meraviglia il mondo di OC riuscendo a non snaturare nulla e a non cadere nel banale mai. Aspetto con ansia la seconda stagione e ancora… APPLAUSI!!!!

Reply
Prince
Luca Prince 12 Ottobre 2015 at 20:29

Grazie mille Patrick! Nemmeno immagini quanto mi facciano piacere i tuoi complimenti. Sono felicissimo di esser riuscito a mantenere un buon livello fino al finale di stagione e di avervi messo curiosità per ciò che accadrà nella season 2. Grazie mille di tutto l’aiuto, di tutto il supporto e, ovviamente, di aver letto e commentato tutti gli episodi 🙂

Reply
Anonimo 1 Novembre 2017 at 01:38

Ma la seconda stagione è mai uscita? Complimenti comunque!!

Reply
Marianna 12 Ottobre 2015 at 21:02

Tranne che per Ellie e Brandon che si sono dichiarati il loro amore, per tutti gli altri la stagione è terminata con un cliffhanger.
Nick si è aperto con Daniel che però nasconde un segreto, e forse la sua vita non così perfetta come vuole dar a vedere, Kimberly è maturata tantissimo nel caso di questa prima stagione, da ragazzina arrabbiata con il mondo a unico supporto affettivo per la sua sorellina (Bob ha avuto quello che meritava ma anche Jessica si merita una di quelle lezioni che non scorderà mai) e aiuto importantissimo per la sua migliore amica Sienna.
Anche Sienna mi è piaciuta in questi ultimi episodi, si è fatta coraggio e ha deciso di mostrare al mondo la vera se stessa e non quello che il mondo si sarebbe aspettato da lei. Cosa voleva dirle il professore? Cosa centra il divorzio con il ricatto?
Sophie ha preso la sua prima decisione da adulta e ha deciso di affrontare le conseguenze delle sue azioni, purtroppo questa l’ha portata ad allontanarsi (temporaneamente?) dalla sua famiglia e da Gabriel.
Ed infine Ryan che subito dopo essermi aperto con Charlotte ha dovuto salutarla per un’emergenza familiare ed ecco che rispunta Taylor. Ci sarà un ritorno di fiamma, chi lo sa.
Complimenti per questa prima stagione, ci rivedremo si sicuro nel 2016 con con i prossimi episodi 🙂

Reply
Prince
Luca Prince 12 Ottobre 2015 at 21:15

Qualcuno doveva pur averlo un piccolo lieto fine! ahahah xD Scherzi a parte, ti ringrazio per i complimenti e sono contento che la prima stagione ti sia piaciuta al punto da commentarla tutta dall’inizio alla fine. Sono d’accordo con te, il personaggio che più è maturato nel corso di questi dieci episodi è Kimberly, ma il cliffhanger con cui si è chiusa la sua storyline la metterà ulteriormente alla prova nel corso della seconda stagione. Tra Sienna ed il professore c’è tanto di non detto. In preda alla furia, lei non ha voluto ascoltare le sue motivazioni ed il vero motivo per cui l’ha ricattata è rimasto, al momento, semi-celato. Sophie e Charlotte, seppur per due motivi diversi, sono state costrette a lasciare Newport e non è detto che ritorneranno, o quando lo faranno. Entrambe le situazioni sono in continua evoluzione e potrebbero regalarci grosse sorprese all’inizio della seconda stagione. Grazie ancora per aver seguito l’intera prima stagione, commentando episodio dopo episodio 🙂 Ti aspetto nel 2016!

Reply
Charlie 6 Febbraio 2018 at 14:39

Dove posso trovare la seconda stagione??

Reply
Valentina 12 Ottobre 2015 at 21:24

ho aspettato a lungo questa puntata. GRAZIE DI CUORE

Reply
Prince
Luca Prince 12 Ottobre 2015 at 21:30

Grazie a te per aver lasciato un commento, Valentina 🙂 Sono felicissimo del fatto che gli episodi di Newport Beach siano così attesi! Grazie ancora!

Reply
Gio.spike 12 Ottobre 2015 at 21:56

Mio dio Luke… È stato un viaggio meraviglioso! Sei stato eccellente nel ricreare gli scenari e le dinamiche di The Oc. Tu sai quanto ha significato per me questo telefilm, e ne hai reso un perfetto tributo nel tuo sequel. Non vedo veramente l’ora di leggere il seguito. Hai chiuso magnificamente la prima stagione con un crescendo degno di Schwartz!

Reply
Prince
Luca Prince 12 Ottobre 2015 at 22:04

Grazie mille Gio. Il fatto di essere io per primo un amante di The O.C. forse mi ha reso tutto più semplice. Quando una cosa la fai con passione, quando ami ciò che stai facendo, il risultato è di gran lunga migliore. Sono felicissimo che abbia apprezzato l’intera stagione ed il finale a cui ha portato. Ti ringrazio per l’ennesima volta per tutto l’aiuto ed il supporto che mi hai dato in questi mesi e per aver letto e commentato tutti gli episodi 🙂 Al 2016!!

Reply
Veronica 13 Ottobre 2015 at 03:04

Ho gli occhi a cuoricino per le parole di Brandon e per quelle di Ryan. Sono felice che Kim sia stata eletta reginetta, ma soprattutto che abbia ceduto la corona a Sienna. Vedere i ragazzi che aiutano Sophie è stato molto tenero, i piani di Summer, invece, esilaranti come sempre. Mi ha toccato molto la reazione iniziale di Seth: è preoccupato per la sorella, ma sa che fino a quando non verrà trovata non sarà costretta ad andarsene…
Tutto molto bello, ma ti devo dire una cosa. Ti ho odiato, per qualche secondo ti ho odiato. Mi è preso un colpo per Summer (nonostante il malessere iniziale mi avesse già fatto pensare alla gravidanza)… del resto hai iniziato questa storia con una strage, avresti potuto farla finire pure peggio ahahah
Rinnovo i miei complimenti per il tuo lavoro, la storia mi ha appassionata, mi sono divertita e commossa e sono contenta che non sia ancora finita.
Aspetto la seconda stagione per vedere come Sophie riuscirà a tornare a casa, la reazione di Daniel alla dichiarazione di Nick, per il ritorno di Taylor che mi ha sempre fatta morire dalle risate e perché un piccolo Seth Cohen che come prime parole dice “Che schifo” è sempre stato il mio sogno!
Grazie per averci tenuto compagnia con le tue parole, ci leggiamo nel 2016!

Reply
Prince
Luca Prince 13 Ottobre 2015 at 11:44

La scena dell’addio tra Brandon e Sophie mi ha emozionato tantissimo man mano che la scrivevo, così come quella di Ryan. Hai visto quanto son stato bravo? Non ho fatto stragi nel finale e, visto com’era iniziata la storia, penso che questo sia un gran passo in avanti ahahahah Ti ringrazio per i complimenti e per aver seguito l’intera stagione. Adesso mi prenderò un periodo di pausa e poi inizierò a lavorare alla season 2. Ho già tante idee che mi frullano nella mente e non vedo l’ora di farvele leggere. Grazie ancora, davvero! 😀

Reply
Daki_smart 13 Ottobre 2015 at 16:52

Penso che questo episodio rasenti la perfezione. Hai chiuso in maniera egregia le varie storyline e hai messo così tanti cliffhanger che ci distruggeranno il fegato aspettando il 2016 per la seconda stagione! Kimberly si conferma un personaggio in gran crescita forse il migliore addirittura di tutti. Sophie prende per la prima volta una decisione razionale anche se penso non avesse scelta quindi non è propriamente una decisione e accetta il trasferimento a chicago. Riusciranno a riportarla a Newport? Non vedo l’ora di scoprirlo e nel caso di scoprie come riusciranno a farlo. La scena più bella dell’episodio è quella di Sophie e Gabriel e ha una colonna sonora da pelle d’oca. Tirando le somme dell’intera stagione direi che hai svolto un lavoro meraviglioso. Raramente mi appassiono alle fan fiction di solito le inizio ma poi le accantono preferendo leggere un buon libro, ma Newport Beach mi ha preso dall’inizio alla fine. Personaggi ben costruiti, ambientazione fedelissima alla serie originale, “vecchi” personaggi che sembrano vivere per quanto sono ben caratterizzati, storie che non cadono mai nel banale e riescono sempre a sorprendere. Bravo, bravo, bravo. Meriti tutto il successo che NB ha avuto fin dall’inizio e anche di più. Grazie per averci riportato a OC nel corso di questi mesi e mi raccomando… non farci aspettare troppo per la seconda stagione… Complimenti ancora!

Reply
Prince
Luca Prince 13 Ottobre 2015 at 20:10

Wow, grazie mille per i complimenti! Sono contento che il finale, e a quanto pare anche tutto il resto della stagione, ti sia piaciuto così tanto. E’ sempre bello quando il tuo lavoro viene apprezzato in questo modo! Grazie ancora, davvero! 🙂

Reply
Miriam 14 Ottobre 2015 at 16:22

Veramente tutto molto bello! Gli addii di Sophie a Gabriel e di Charlotte a Ryan sono stati tristissimi. Sono felice a metà per la notizia che Summer è incinta. Se Seth è sterile com’è possibile che sia incinta? L’ha tradito? Dimmi di no ti prego… Fantastici Daniel e Nick non vedo l’ora di scoprire la reazione di Daniel quando Nick gli ha detto che gli piace. Ho ancora gli occhi a cuoricino!

Reply
Prince
Luca Prince 15 Ottobre 2015 at 10:03

Grazie mille Miriam, sono felice che ti sia piaciuto 🙂 Non ti spoilero nulla ahahah dovrai attendere la seconda stagione! 😛

Reply
Ca7 15 Ottobre 2015 at 11:30

È stato un finale di stagione davvero emozionante. Ho letto tutto ansia e passione. Kimberly con ciò che ha fatto per Siena e sua sorella si è decisamente guadagnata un posto tra i miei personaggi preferiti. Mi dispiace che Charlotte sia dovuta partire proprio ora che la relazione con Ryan iniziava a funzionare, e il ritorno di Taylor non mi ha proprio fatto fare i salti di gioia. Ho la sensazione che nella seconda stagione creerà problemi.
Summer è incinta e sono troppo contenta! Ti prego Luca niente drammi per questa gravidanza.
Hai aperto tanti spunti per la prossima stagione che aspettare sarà ancora più difficile. Hai fatto veramente un bellissimo lavoro.

Reply
Prince
Luca Prince 15 Ottobre 2015 at 12:04

Sono contento che il finale ti sia piaciuto 🙂 Vi avevo avvertiti fin dal pilot che bisognava aspettare prima di dire che Kimberly fosse odiosa ahahah sapevo che a lungo andare molti di voi l’avrebbero amata. E’ anche uno dei miei personaggi preferiti, quindi son contento che qualcun altro la apprezzi! Charlotte-Ryan-Taylor? Non anticipo nulla, così come non anticipo nulla sulla gravidanza di Summer. Ti ringrazio ancora una volta per i complimenti e per aver seguito tutta la stagione e ti rinnovo l’invito al 2016 per altri dieci episodi 😀

Reply
Antonia 15 Ottobre 2015 at 12:20

Puntata ricca di amore!Amore tra amiche:bello il gesto di Kimberly per Sienna;che coraggio hanno avuto entrambe rispettivamente “contro” Robert e il prof.Elliot!Amore mai dimenticato:commovente scena quella di Ryan che fa “incontrare” il suo presente e futuro con il suo passato che mai dimenticherà!E ora Taylor,che succederà?Amore giovanile:che dichiarazione Brandon.Lui ed Ellie sono proprio fatti per stare insieme!Gabriel e Sophie riusciranno a rincontrarsi?Amore maturo:Summer e Seth,finalmente genitori.Felice per loro!Nuovo amore?:cosa succederà tra Nick e Daniel?Aspettando il 2016…

Reply
Prince
Luca Prince 16 Ottobre 2015 at 01:29

Ciao Antonia, sono contento che l’episodio ti sia piaciuto. Ti ringrazio infinitamente per aver seguito tutta la prima stagione e per aver letto e commentato. Spero di ritrovarti ancora tra i lettori nel 2016 per la seconda stagione 🙂 Grazie ancora!

Reply
Alessio 17 Dicembre 2015 at 19:37

Finalmente dopo mesi sono riuscito a leggere questo spettacolo ! Che per ora ritengo l’episodio di tutta la serie.

Cliffhanger su cliffhanger! Spettacolo la scena di Kim che decidere di “passare” la Corona alla sua amica! Il discorso perfetto….

Anche la scena di Nick e Daniel è stata perfetta, è stato il mio momento preferìto!!

Lo shock però è arrivato alla fine, di Kim Robert e Rebecca !

Reply
Prince
Luca Prince 18 Dicembre 2015 at 00:15

Grazie mille Alessio! Sono contento che l’episodio finale sia stato all’altezza di tutti gli altri e mi fa piacere che sia riuscito ad amare i personaggi. Questa è la mia più grande soddisfazione. I cliffhanger porteranno a un sacco di svolte nella stagione 2. Sono certo che l’adorerai 🙂 Grazie ancora!

Reply
Elisa 25 Maggio 2016 at 14:41

Ho appena finito…tutto molto bello, è stato come ritornare ragazzina. ..adesso voglio la secondaaa

Reply
Prince
Luca Prince 6 Febbraio 2017 at 15:11

grazie mille Elisa! La seconda stagione ha subito dei ritardi ma arriverà!

Reply
Valentina 26 Maggio 2016 at 19:17

Che fine hai fatto?? Avevi promesso nuove puntate nel 2016 e siamo quasi a Giugno!

Reply
Prince
Luca Prince 6 Febbraio 2017 at 15:12

Ciao Valentina, purtroppo ho avuto problemi personali e non sono riuscito a completare la stagione 2. Ma arriverà. Un po’ in ritardo ma arriverà 😀

Reply
Maria 7 Agosto 2016 at 03:13

Quando metti la seconda stagione?

Reply
Prince
Luca Prince 9 Agosto 2016 at 10:41

La seconda stagione doveva essere pubblicata quest’estate ma per motivi personali è slittata a data da destinarsi. Vi terremo informati, comunque, tramite la pagina

Reply
Sara 21 Ottobre 2016 at 10:58

Buongiorno a tutti e soprattutto a te Luca! beh sono già alla seconda rilettura e adoro tutto, complimenti!!!…ma la seconda quando arriva????

Reply
Prince
Luca Prince 21 Ottobre 2016 at 17:32

Ciao Sara, sono felicissimo che ti piaccia. La seconda stagione doveva essere pubblicata in estate ma a causa di problemi personali è stata rinviata. Spero di riuscire a farvi avere notizie al più presto 🙂 Grazie ancora!

Reply
Gio L 4 Gennaio 2017 at 22:26

Complimenti!!!!
Sono capitata qui per caso, mi sono incuriosita… e l’ho letta tutta d’un fiato!!!!
Sei bravissimo a scrivere, mentre leggevo potevo visualizzare tutto nella mia mente… è stato come tornare indietro di 9 anni!!!!
Aspetto con ansia la seconda stagione

Reply
Prince
Luca Prince 5 Gennaio 2017 at 21:44

Beh, grazie infinite Gio L! È un piacere sapere che l’abbia apprezzata così tanto. Grazie ancora 🙂

Reply
Fabio 6 Febbraio 2017 at 00:33

Ciao luca innanzitutto complimenti la storia è fantastica, l’ho appena letta tutta d’un fiato, ma volevo sapere se è uscita la 2° stagione visto che ho letto doveva uscire nel 2016.. 😀 grazie ancora

Reply
Prince
Luca Prince 6 Febbraio 2017 at 15:13

Ciao Fabio! Grazie mille per il commento, sono felice che ti sia piaciuta. La seconda stagione era programmata per il 2016, ma dei problemi personali mi hanno costretto a rinviare la scrittura e, quindi, la pubblicazione. Anche se con ritardo arriverà. Non preoccuparti 😀

Reply
Sara 26 Maggio 2017 at 16:32

Lucaaaa ciao! ci sono novità?scusa la curiosità, ma veramene sono in trepida attesa!facci sapere appena hai una qualche data ecc…Ma più che altro spero sia tutto ok e che tu abbia risolto ciò che ti ha portato a posticipare la scrittura.
A presto!

Reply
ilaria cerati 15 Maggio 2017 at 19:44

Complimenti storia stupenda aspetto con ansia la seconda stagione. Vorrei vedere come continuano le storie d’amore. Mi raccomando scrivi presto

Reply
Stephanie 16 Gennaio 2018 at 21:09

No vabbè voglio la seconda stagione!!! Sei un ottimo scrittore, anche se a un certo punto quando Charlotte parlava di suo padre, che grazie a lui si era rivolta al Newport Group, pensavo ci fosse il colpo di scena che suo padre in realtà fosse Masano! Però anche il ritorno di Taylor è spettacolare!! Aspetto la seconda stagione, questa me la sono letta in due ore

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv