Agents of S.H.I.E.L.D. | Recensione 2×14 – Love In The Time Of Hydra

Odi et amo, così cantava Catullo, e ancora oggi quei versi riecheggiano nelle nostre vite e in questa puntata di Agents of S.H.I.E.L.D. Le coppie di questa seconda metà di stagione sono un continuo scontro e, quando sembra che le cose possano andare finalmente bene, l’amore si trasforma in odio profondo. Hunter e Bobbi ne sono l’esempio indiscusso. Tutto gira intorno alla difficoltà nell’instaurare una relazione di amore puro e sincero, perché l’amore ai tempi dell’ HYDRA è tutto, tranne che puro e sincero. Ci si scontra, ci si tradisce, ci si abbandona per la ricerca di quella fetta della mela chiamata giustizia, potere, futuro. Il futuro, però, è un continuo caos causato da questa impossibilità di amarsi realmente, perché in Agents of S.H.I.E.L.D. l’amore non è mai scisso dall’odio. Neanche per quelle relazioni che sembrano apparentemente così genuine.

Apriamo le danze proprio con una coppia che rappresenta quanto l’amore possa essere un mezzo per raggiungere qualcosa o qualcuno, ma non per forza vero e proprio amore. Incontriamo vecchie conoscenze che avevamo visto sparire prima del finale di metà stagione e che ci eravamo domandati che fine avrebbero mai fatto. Le risposte sembrano finalmente arrivare.

Non so quanto Ward provi realmente dei sentimenti per l’agente 33 (che scopriamo chiamarsi  Kara), ma sembra che la stia solamente usando per arrivare di nuovo all’ HYDRA. Infatti, insieme progettano l’incontro con Banksy e pianificano una sua eventuale evasione. Kara sembra realmente presa da Ward, infatti si trasforma in Skye per “accontentarlo”, ma i sentimenti di lui non mi sembrano per nulla sinceri.

Non mi fiderò mai più di lui.

notinsane

 

Intanto, Hunter conosce Gonzalez, uno dei fondatori del VERO S.H.I.E.L.D., e che sembra avere un rapporto particolare con Bobbi. Gli viene spiegato che il nuovo S.H.I.E.L.D. è un’agenzia basata sulla trasparenza, dove non c’è spazio né per i vecchi segreti di Fury e né per i nuovi segreti di Coulson. Il nuovo direttore del vecchio S.H.I.E.L.D., secondo loro, è compromesso da quando gli è stato iniettato DNA alieno. Infatti, tutte le missioni realizzate in seguito a questo evento hanno portato a conseguenze negative (ad esempio Skye e Raina). Bobbi e Mack sono gli agenti sul campo del VERO S.H.I.E.L.D. pronti a portare nuove informazioni alla base per riuscire a neutralizzare Coulson.

 

hunter

hunter2

 

Viene chiesto ad Hunter di unirsi a loro e lui, di tutta risposta, si scontra con Bobbi e scappa via.

scap

scap2

scap3

(Bobbi, mi dispiace. La tua espressione è tutta un mistero e forse ami davvero Hunter, ma avresti dovuto immaginare una reazione del genere.)

Stima profonda per Hunter.

 

Oltre il problema di Skye, sembra che Coulson avrà altre cose di cui preoccuparsi.

May, comunque, riguardo alla condizione di Skye, è incerta e, durante una conversazione con Coulson, viene deciso di portarla in una vecchia baita di Fury dove sarà possibile per lei familiarizzare con i suoi poteri e trovare il modo di controllarli in un ambiente più tranquillo. L’idea, però, subito dopo l’attuazione, sembra la peggiore di sempre. Simmons ha progettato dei guanti appositi per lei in modo che non si ferisca ulteriormente e May andrà a trovarla ogni due giorni, eppure la decisione crea molti interrogativi e perplessità.

skyebaita

Probabilmente, lasciare Skye da sola in un posto isolato non è una soluzione per lei e forse neanche per lo S.H.I.E.L.D., perché risulta essere una pedina scoperta sia per eventuali persone esterne (come il padre di Skye e Gordon e i suoi amici) e sia per la stessa Skye. La solitudine, infatti, potrebbe portarla a percepirsi sempre più diversa dagli altri e il non vedere i suoi amici potrebbe demoralizzarla e portarla a ritenersi “sbagliata” e non accettata.

Non è una buona idea e ho paura che ne avremo presto la conferma.

 

La nota positiva è che May e Coulson sanno che Mack trama qualcosa e non si fidano di lui.

Non so il Vero S.H.I.E.L.D. che reali intenzioni abbia, ma mi sta portando ad odiare particolarmente il personaggio di Bobbi, soprattutto dopo che, a fine puntata, afferma la sua intenzione di tornare sul campo per neutralizzare Coulson in sei ore.

Pretenziosa.

Non ci resta che aspettare gli sviluppi, che sembrano catastrofici.

 

NOTE:

– Quanto è stato divertente vedere Talbot spaventare a morte sua moglie? E quanto è stato divertente vederlo raccontare l’accaduto a Coulson in videochiamata?

– Quanto sono carini Coulson e Skye che mangiano caramelle durante il loro viaggio?

coulsonskye caramelle

1 comment
  1. sono carinissimi! 🙂 proprio come padre e figlia, dato che quello naturale tanto sano di mente non è, anzi per niente!

    adoro davvero il rapporto che esiste tra Coulson e Skye e spero continui così nonostante le tantissime difficoltà che la ragazza dovrà affrontare

    Ward se vuole redimersi ne dovrà fare di strada,e sottolineo il se!

    AMO Hunter!!! infatti Bobbi che s’aspettava, che li avrebbe accolti a braccia aperte dicendo “sì sono dei vostri”?? -_-
    oh ma qua poi spuntano organizzazioni segrete come in Italia i partiti! 😀

    Fitz anche un altro che non ci è andato leggero, con Jemma ma non fraintendetemi, non lo biasimo! quello che le dice è sì difficile da capire ed accettare, ma altrettanto vero

    e il povero ingenuo Mack che crede di aver imbrogliato May e Coulson! seh basta che ce credi bello de casa

    Ciao alla prossima 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.