The Flash | Recensione 1×01 – City of Heroes

Benvenuti alla prima recensione di The Flash, serie della CW (quindi ci sarà abbondanza di manzi e belle fanciulle: anche l’occhio vuole la sua parte) dedicata al supereroe della Dc Comics.
Quando mi è stata affidata, per prima cosa ho avuto una reazione pacata e contenuta…
fangirl 01
…adoro i supereroi e Flash mi piace moltissimo (ha elementi di innovazione incredibili!).
Successivamente ho dovuto prendere la mia prima decisione: non avendo letto il fumetto, avrei dovuto recuperarlo? Se all’inizio la possibilità non mi dispiaceva per nulla, in seguito ci ho ripensato: la serie è della CW e, in quanto prodotto televisivo,nonostante le rassicurazioni del caso, non avrebbe mai potuto essere in tutto e per tutto fedele al fumetto, per cui, onde evitare di contaminare il mio giudizio con pretese da lettrice (e sono molto esigente come lettrice) ho deciso di alimentare le mie conoscenze attraverso siti vari, in primis le pagine su wikipedia, sempre utilissime. Tutto questo per dirvi, stile DESCLAIMER, che se siete conoscitori del fumetto saranno ottimamente accolti i vostri commenti ma che la mia ignoranza del fumetto è dovuta ad una scelta ben precisa.
E dopo il momento “Più pedante di così c’è solo Sheldon Cooper”, procediamo con il pilot.

Innanzitutto vorrei dire che il casting mi è piaciuto moltissimo.
Grant Gustin è credibilissimo nei panni di Barry (e come non adorare quel fantastico faccino?)
grant
e anche Candice Patton non mi dispiace poi così tanto in quelli di Iris West: dopo Lois Lane, la CW non è più stata capace di creare una eroina femminile degna di simpatie (ogni riferimento a Laurel Lance è del tutto NON casuale). Per Jesse L. Spencer/il detective Joe West conservo un posto di riguardo nel mio cuoricino dai tempi di Rent (e dei tremila miliardi di cose che ha fatto, sempre egregiamente) e lo stesso discorso vale per Tom Cavanaugh/Harrison Wells (Scrubs, Ed, Eli Stone, Royal Pains: dovunque vada, è sempre bravissimo). Completano il gruppo Danielle Panabaker (Caitlin Snow, la futura Crystal Frost maybe), Carlos Valdes (Cisco Ramon) e Rick Cosnett (Eddie Thawne): tutti e tre ben scelti (in particolare Cosnett che ricopre un ruolino niente male nell’universo di Flash).

Ben fatti anche gli effetti speciali: quell’uragano era favoloso! Ed ho apprezzato moltissimo le osservazioni scientifiche in modalità 3d durante le indagini iniziali.

12

Tra l’altro, quando Barry inizia a manifestare i suoi superpoteri ho reagito più o meno come lui; della serie: Barry sei tutti noi!

25
In questo primo episodio, fondamentalmente, vediamo nascere The Flash. Come ci dice lui stesso nelle solite intro della CW, questa è la sua storia.
Conosciamo Barry a 11 anni: il cuore e il coraggio sono rimasti immutati negli anni ma la sua vita è radicalmente cambiata quando una notte, un fascio di luce gialla e rossa, circonda sua madre e la uccide. Barry, portato fuori casa dal padre (piccola chicca, l’attore è lo stesso che ha vestito i panni di Flash in una serie di qualche decennio fa), il bambino assisterà all’arresto del genitore per l’omicidio, consapevole che non fosse stato lui.

2829

Lo ritroviamo qualche annetto dopo, giovane collaboratore della scientifica perennemente in ritardo (mi raccomando, mai usare come scusa l’auto in panne, se non si possiede un’auto), innamorato della sua migliore amica (notare come sia stato ricacciato nella friendzone…in un lampo, più flash di così…)

0809

….grande ammiratore delle ricerche di Harrison Wells e sempre alla ricerca della verità sulla morte di sua madre.

2627

L’incidente ai laboratori STAR lo manda in coma per 9 mesi, al risveglio dai quali scopre un po’ di cosette:

  • Una tartaruga ha fatto la tana sul suo addome;
    flash
  • Ha dei sensi acutissimi (avrebbe anche potuto salvarle quelle ciambelle);
  • Può montare a neve l’albume d’uovo senza l’ausilio di uno sbattitore elettrico;
    18
  • E, soprattutto, corre velocissimamente
    19

(carina la tutina. Il casco assomiglia ai caschetti per birra)

Scopre anche che potrebbe esserci un legame fra la morte di sua madre e le sue nuove capacità e che la cara amica Iris se la fa con il bel collega del padre. Nonostante ciò gli shippers del mondo si sono già mobilitati, hanno creato un nome per la ship (Westallen…sembra un’accademia militare) ed intasato Narnia Tumblr con foto,tag e pagine ad hoc. Sul triangolo dirò la mia nell’angolo speculazioni onde evitare spoiler inutili e indesiderati.

07

Raccolti i pezzettini del suo cuore, Barry scopre qualcos’altro: non è l’unico ad avere super poteri. Il cattivo rapinatore Mardon si è trasformato nel colonnello Bonelli e rapina banche armato di condizioni atmosferiche a comando. Nel cuore indomito del coraggioso Barry non può che nascere il germe dell’eroe, subito ostacolato dai suoi mentori.

You’re not a hero. You’re just a young man, stroke by a lightning

Perciò Barry si reca a 900km di distanza per parlarne con l’unico altro eroe che conosce: Green Arrow. Ho trovato il dialogo fra i due meraviglioso. Oliver gli fa notare, in pratica, che non ha nulla di cui preoccuparsi perché lui è già un eroe, lo era già prima di essere fulminato ma allo stesso tempo lo rassicura sul futuro perché anche quando sbaglierà, il bene fatto supererà di gran lunga gli sbagli.

I don’t think that bolt of light stroke you, Barry. I think it chose you

Salta subito all’occhio la differenza fra i due eroi: uno – Green Arrow – spinto da una giustizia più simile alla vendetta, l’altro – Flash – che vorrebbe solo aiutare e fare la cosa giusta. Barry aveva la stoffa dell’eroe da sempre, Ollie ha imparato ad esserlo. Eppure, non può che essere Ollie la guida di Barry perché rappresenta appieno la consapevolezza della missione di cui si diventa responsabili.

Because you can ispire people in a way that I never could

Per citare un’ altro fumetto e un altro mentore:”Da grandi poteri, derivano grandi responsabilità“.

Piccola parentesi. Ma quanto mi ha fatto ridere sentire Ollie dire…
23
E con quel sorrisetto!!!!Ahahahah. Anche Green Arrow ride….ogni tanto.

Salutata Starling City, Barry indossa la sua tutina rosso fuoco progettata da Cisco Ramon e via verso l’avventura!!!
Infatti, Clyde Mardon/Colonnello Bonelli è in pieno attacco di megalomania…

16

…e decide che creare l’uragano e andarsene stile Taz, è un’idea geniale. Urge l’intervento di un eroe! Con una mossa che mi ha ricordato Johnny Storm vs Dott.Destino nei “Fantastici 4”, Barry/The Flash, inizia a correre in direzione contraria al turbine creato dal Diavolo della Tasmania Mardon e alla fine riesce a spegnerlo del tutto.

14
Sul fatto che puntualmente, l’eroe sfiduciato tenda a recuperare la fiducia se il suo mentore/amore/migliore amico/genitore/nonno/giornalaio a cui è molto affezionato, crede in lui, non mi pronuncio. È un classico.
Allo stesso modo, confesso che quando Wells gli ha gridato nell’auricolare «Run, Barry. Run», nella mia mente è partita «Run, Joey. Run!» ma nella versione di Glee! Invece c’è chi sul web ha pensato a paragoni decisamente di altro livello…
24
Alla fine di tutto, però, il caro Barry ha perso la mascherina e il detective West lo riconosce e si rende conto che forse proprio fuori come un balcone non è ma, in ogni caso, gli fa promettere di non dire nulla ad Iris, per il solito principio per cui non sapere è cosa buona e giusta. Si prevedono sodalizi polizia-vigilante e bugie a ripetizione ad Iris.
In chiusa d’episodio abbiamo una scena interessante: Harrison Wells, quattro quatto, entra in una stanza nascosta con le pareti fatte di Braille, cammina (miracolo!) verso uno schermo futuristico ed apre una pagina di giornale di 10 anni dopo. Perché? Chi è Harrison Wells? Ammesso che sia questo il suo vero nome. Perché quel giornale?
Su questi quesiti aprirei l’angolo speculazioni che largamente fa affidamento su spoiler del fumetto.

15

Su Harrison Wells avevo una mia teoria che si è scatafasciata dopo aver buttato un occhio attento a quel meraviglioso sito che è imdb. Ora, dopo aver scoperto che Harrison nulla ha a che fare con chi pensavo io, ho un altro paio di supposizioni.
The Flash è stato il primo fumetto ad introdurre il tema delle diverse dimensioni spazio-temporali che, parallele, viaggiano e talvolta entrano in contatto. Nel corso dei fumetti, Barry Allen del passato o del futuro si sono incontrati per questioni d’emergenza. E se Harrison fosse un Barry del futuro arrivato nel presente per evitare un evento?
La Crisi di cui parla il giornale è un evento fondamentale della storia dei fumetti DC che ha coinvolto trasversalmente più storie e personaggi. Potrebbe essere un evento legato alla Crisi, quello che il Barry del futuro è tornato per evitare? Il giornale, d’altronde, dice che Flash è scomparso. E se fosse lui o qualcuno vicino a lui?
Anche se, allo stesso tempo, è improbabile che fra 10 anni Grant Gustin assomigli a Tom Cavanaugh…

Oltretutto, avete notato che in basso a sinistra il giornale riporta la notizia della fusione fra le industrie Wayne e Queen?

Un’altra idea, invece, è quella che possa essere un altro Flash (ce n’è stato più di uno, con nomi diversi) arrivato per aiutare (o ostacolare) Barry. Non dimentichiamoci che Barry ha visto una sagoma umana nel cerchio che ha ucciso sua madre e questo fa pensare che gli sceneggiatori abbiano considerato la possibilità di sfruttare questo filone narrativo.
Infine, Harrison potrebbe essere un villain del futuro che spera di liberarsi di Barry o che vuole cambiare qualcosa. Ma questa ipotesi è per ora suffragata da ben pochi indizi.

Tra l’altro, mi chiedo, in un impeto di paranoia, se la scelta dell’attore che veste i panni del papà di Barry sia stata casuale…oppure no. E se il padre fosse in qualche modo coinvolto nelle lampanti vicende?

La mia prima ipotesi su Wells era che fosse il Professor Zoom, la nemesi di Flash. Ma, come dicevo, imdb mi ha smontato in pieno giacché mi diceva che il futuro professor Zoom sarà Eddie Thawn, il detective collega di West e fidanzato di Iris. L’idea di costruire un triangolo fra i due futuri avversari e una donna contesa, è tutt’altro che innovativa ma, anche in questo caso, non così noiosa.
Non nego di essere molto interessata alla genesi del professor Zoom, in particolare a cosa la scatenerà.
Tra l’altro, a proposito di super cattivi, avete notato la gabbia di Gorilla Grodd devastata dopo l’incidente agli STAR Labs? Un altro villain per il futuro. Oltretutto la presenza di Grodd permette di non escludere del tutto l’ipotesi Wells-Zoom perché fu proprio Grodd a paralizzare Hunter Zolomon (Anti-Flash della Modern Age e nemico del Flash-Wally West) dalla vita in giù: Zolomon era uno scienziato e divenne buon amico di Wally West ma pur di trasformarlo nel Flash dei suoi predecessori, decise di causargli un trauma personale e uccise sua moglie.

Insomma, è tutto un gran casino con ‘sti 100mila miliardi di piani temporali e nemici che vanno e vengono sotto nomi e identità diverse manco fossero del cast di Vampire Diaries. Per cui, le mie speculazioni al momento sono ciò che Joey Tribiani definiva una «cow opinion»…

cow opinion

Per intanto la prossima settimana incontreremo un altro villain dell’universo DC, Captain Cold, interpretato da uno degli attori a cui non si può non voler bene: Wentworth Miller.
21
…e considerato che si vocifera di un coinvolgimento nei panni di un altro villain – Heatwave – di Dominic Purcell, mi chiedo se arriverà anche qualcun altro da Prison Break (per la mia ggggioia).

Vi lascio con il promo della prossima settimana da cui si evince che ci sarà….FELICITY!!!!Mitico!(da leggersi stile Homer)
https://www.youtube.com/watch?v=FUm6lUwjXPg&feature=youtu.be

Prima di lasciarvi, vi invito a commentare, mipiacciare, condividere la recensione e vi consiglio caldamente di dare un’occhiata alle due meravigliose pagine The Flash Italia Fans e The Flash Italia.

That’s all folks!

The Lady and the Bandhttps://illabirintodellestorie.com/
Ha un passato da ladra insieme alle sorelle Occhi di gatto, ha difeso la Terra nel team delle guerriere Sailor e fatto magie con Terry e Maggie. Ha fornito i sigari sottobanco ad Hannibal e il suo A-Team, indagato con gli Angeli di Charlie Townsend, ha riso con la tata Francesca ed è cresciuta con i 6 Friends di NY. Ha imparato ad amare San Francisco difendendo gli innocenti con le Streghe, è stata un pivello insieme a Jd-Turk-Elliott, ha risolto crimini efferati con praticamente il 90% di poliziotti e avvocati del piccolo schermo e amato la provincia americana con Lorelai e Rory Gilmore. Avrebbe voluto che il Fabbricatorte non chiudesse mai e non ha mai smesso di immaginare Chuck e Sarah che «sedano rivoluzioni con una forchetta». Lettrice appassionata, Janeites per fede, amante delle storie sotto ogni forma fin da piccola. Segue serie poliziesche, comedy e sit-com soprattutto, uniche allergie riconosciute sono quelle allo sci-fi e all'horror.

Related Articles

4 COMMENTS

  1. Non sono una grande esperta dei fumetti DC (I’m more of a Marvel girl), e la conoscenza che ho dei loro eroi e delle loro vicende é proprio base. O basata su grandi saghe tipo quella di Nolan. MA non ringrazierò mai abbastanza tutte queste serie che me li hanno fatti conoscere più a fondo e amare, perché gli eroi sono la mia linfa vitale. E Barry, Barry é proprio l’eroe. Per eccellenza. Green Arrow e Batman sono antieroi, partiti come vigilanti, oscuri e pieni di sentimenti da tenere nascosti, ma Barry Allen era già un eroe prima che il fulmine lo colpisse e gli donasse le sue incredibili capacità.
    E quindi sono curiosa di vedere il suo viaggio, davvero davvero tanto *^*
    Complimenti a te per la recensione, e a risentirci al prossimo episodio!

  2. Aspettavo questo pilot da tantissimo.
    È stato perfetto, ha soddisfatto totalmentee mie aspettative.
    Sono felicissima per Grant, sono sua fan da tanto tempo e vederlo nel ruolo di uno dei miei supereroi preferiti mi ha fatto fangirlare come una matta hahaha
    Si adatta benissimo al ruolo.
    Sono curiosa di vedere come inseriranno appunto i viaggi temporali.
    Una piccola cosa riguardo al presunto triangolo: probabilmente diventerà qualcosa in più dati i rapporti con Felicity che si vedono nei vari trailer.
    Sono curiosa di vedere la reazione di Oliver haha

    Comunque PILOT STUPENDO, recensione bellissima.
    Aspettiamo la settimana prossima

  3. è stata una gioia rivedere il caro papà leery aka john wesley shipp mi pare si chiami così no? 😀 😀

    ottima recensione!! e azzeccato il cross over con arrow 🙂

  4. Sono rimasta davvero colpita da questo pilot. Casting perfetto. Persino la bella Iris non è antipatica. Speriamo non ci deluda e si riveli una donna che sa il fatto suo. Non se ne può più di gatte morte derelitte e autodistruttive (senza offesa, Laurel).
    E’ stato bello vedere il nostro caro Ollie dare lezioni di super-eroismo. E sarà altrettanto bello vedere Barry crescere e mettere in pratica quei preziosi consigli. Ispiraci, Barry, ispiraci!
    Il pilot non solo pone le giuste basi per lo sviluppo dei personaggi, ma introduce anche una serie di importanti quesiti. Io, che tra l’altro non ho letto il fumetto, non vedo l’ora di scoprire come si svolgerà la vicenda.
    Comunque recensione bellissima, complimenti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,319FollowersFollow

Ultimi Articoli