Hostages | Recensione 1×01 – Pilot

“His life is no more important than that of any of my other patients, which is to say that it’s the most important thing in the world.”

hostages_091913_1600

CBS questa settimana ci ha proposto un nuovo pilot per quella che dovrebbe essere una serie ad alto tasso adrenalinico. Hostages, ha fin da subito catturato la mia attenzione, un actionmovie con risvolti politici trasformato in serie tv. Con un promo che prometteva azione a tutto spiano, intrighi e suspance come si poteva non amarlo già da lì? Ok ho mentito, la mia attenzione è stata catturata quasi unicamente dalla presenza di McDermott, probabilmente avrei dato lo stesso uno sguardo al pilot, ma se non ci fosse stato lui, di sicuro non avrei avuto la foga di lanciarmi sull’episodio appena usciti i subs.

La trama è abbastanza semplice, almeno per il momento, ma ancora ci vengono nascosti molti punti cardine della vicenda, come per esempio il fulcro di tutto: IL MOVENTE.

Pilot

Duncan Carlisle (Dylan McDermott, non so se sono stato l’unico a pensarlo, ma il suo personaggio non vi ricorda tanto lo stesso ruolo che l’attore ebbe nell’action movie Olympus Has Fallen?!) è un agente speciale dell’FBI dal sangue freddo, non teme nulla e non ha esitazioni nel suo lavoro. La Dottoressa Ellen Sanders (Toni Collette, la ricorderete per United States of Tara, in cui con maestria recitava le personalità multiple della protagonista) è un’importante chirurgo che sta per operare il presidente degli Stati Uniti. Le vite di Ellen e Ducan si incrociano proprio a causa di quest’ultimo, il presidente DEVE morire, e deve farlo nel modo meno sospetto possibile: sul tavolo operatorio. Carlisle ha un piano ben preciso, sequestrare la famiglia Sanders e costringere il medico ad assassinarlo.
La storia in questo pilot funziona molto bene e viene conclusa con un grandissimo cliffhanger, eppure ci sono dei dubbi per i quali non mi sento ancora pronto a dire che questa serie sarà un capolavoro a livello di 24 o Homeland, ai quali palesemente si ispira.

I MIEI DUBBI
-La serie stando alle fonti sarà composta da ben 15 episodi. Come faranno a mandare avanti la vicenda così a lungo senza cadere in puntate filler e prive di ogni emozione? Ora non vorrei portare sfortuna, ma tutti ricordiamo The Following, un’idea geniale e un cast spettacolare, ma … il tutto viene mandato all’aria da un finale assurdo e da episodi talmente vuoti e inutili che anche saltandoli non ce ne saremmo accorti.

 tumblr_mtmz66HTSh1sujmdwo6_250tumblr_mtmz66HTSh1sujmdwo4_250tumblr_mtmz66HTSh1sujmdwo2_250
Dylan McDermott: vederlo fare il duro mi fa sempre uno strano effetto, non so, sarà che dopo essermi visto diverse volte la season 1 di American Horror Story ormai lo inquadro come quello insicuro e non certo dal polso fermo. Durante questo pilot lo abbiamo visto prima fare l’uomo dal pugno di ferro, poi l’amorevole marito e padre, poi il rapitore che non ha nulla da perdere e infine, l’uomo dal cuore d’oro. Come avrete sicuramente notato il suo ruolo è costantemente sul filo del rasoio, prima fa un cazziatone al suo compagno per aver mostrato il cane al bambino (e di conseguenza aver dimostrato che hanno un cuore tenero) e poi aiuta la ragazza a nascondere il test di gravidanza (diventando così complice), saranno queste sue “debolezze” a portare avanti la trama? Quanto potremmo reggere queste due diverse personalità? Non vorrei mai che casa Sanders si trasformasse in casa Camden a causa del troppo buonismo.
E parlando di punti deboli per la seconda volta ho notato come Dylan con una pistola in mano sembri alquanto imbarazzante e per nulla affidabile (era molto più a suo agio quando aveva altro in mano – SCENA XXX QUI).

tumblr_mtmz66HTSh1sujmdwo5_250tumblr_lxrghiVJmS1qh748xo1_500
Ovvietà: solo io mi sono trovato a pensare alla droga (appena compare la busta di denaro), alla gravidanza (appena la ragazza scoppia in lacrime), e al marito fedifrago (povero Tate Donovan, questo suo ruolo mi ricorda molto il suo personaggio in The O.C., affarista mancato e all’ombra di una moglie caratterialmente o professionalmente, come in questo caso, più “forte” di lui)? Sono state scene abbastanza semplici e prevedibili che invece presentate in un modo diverso sarebbero potute diventare cardini per la caratterizzazione dei personaggi. Invece per nulla prevedibili sono state le reazioni di menefreghismo che vedono coinvolta la Dr. Ellen: si vede un tipo sospetto uscire dal suo ufficio e le scompare una foto di famiglia dalla scrivania, il tutto il giorno prima dell’operazione più importante della sua carriera e a lei non viene il minimo sospetto che le cose possano essere collegate?! WTF?!

Giornalisti my friends: ok che qui in Italia siamo abituati ad un altro tipo di stampa, ma perché fuori dalla casa della dottoressa la mattina dell’operazione non c’è nemmeno un giornalista? Tutti la stanno aspettando fuori dall’ospedale, ma a rigor di logica sarebbe molto più proficuo pedinarla anche a casa e questo giocherebbe un brutto tiro ai rapitori, perché è stata bypassata questa eventualità che invece avrebbe creato più veridicità alla vicenda stessa.

tumblr_mtm6hzk6Q21qllv1uo4_250 tumblr_mtm6hzk6Q21qllv1uo2_250
Salvo queste piccole pecche, mi è piaciuto molto il pilot in questione, coinvolge il telespettatore e lo trasporta completamente nella vicenda, incuriosisce e lascia ancora molti punti scoperti che non fanno altro che aumentare l’hype per il prossimo episodio. Le atmosfere sono ben realizzate e riescono a ricreare il senso di claustrofobia e prigionia, come ad esempio l’essere circondati da persone di cui non ci si può fidare (vedi il poliziotto corrotto che consegna la lettera). Cosa ci riserverà in futuro questo show lo sanno solo gli autori, quindi non ci resta altro da fare che aspettare e incrociare le dita per i 14 episodi rimanenti.
Vi voglio ricordare di rimanere collegati settimana prossima per scaricare i subs di >No Way Subs< per continuare a godevi questo gradevolissimo show.

tumblr_mtma9zdfgT1s01gf9o1_500
Ecco il promo subbato del prossimo episodio, un grazie al team di >No Way Subs<!


https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=T-4bfMzjWug

Lestbluehttp://www.youtube.com/Lestblue
Lestblue, giovane archeologo che ha scoperto la sua passione per i telefilm all’età di 8 anni grazie a Beverly Hills 90210. I telefilm (tutti) sono la sua droga. Soffre di shopping compulsivo e non manca mai di comperarsi l’ultimo cofanetto di una qualche serie tv che lo ha stregato. Telefilm preferiti : Buffy, Six Feet Under, Criminal Minds, OZ, Nip/Tuck, Big Love, Xfiles e i Soprano. Una volta ha creduto di sentire le voci come Melissa Gordon poi ha scoperto di essersi addormentato con l’ipod acceso.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,434FollowersFollow

Ultimi Articoli