Image default
Altro

Suits | Finale estivo: Il creatore Aaron Korsh risponde ai fans

Spoiler alert!  Se non avete ancora guardato il finale di stagione di Suits intitolato “Stay”, non leggete oltre. Il creatore Aaron Korsh ci spiega l’episodio e ci anticipa qualcosa su cosa succederà.

SUITS--

Entertainment Weekly: Quanto presto nella stagione è stato deciso di riportare Travis Tanner (Eric Close) nel finale come il grande avversario?
Aaron Korsh: [Risate] Beh, non l’abbiamo deciso fino al decimo episodio, credo. Era davvero tardi per avere la sua disponibilità poiché impegnato in “Nashville” ma sono stati molto gentili a “prestarcelo”. Penso che lo avevamo sul set di lunedì, ma era possibile che avremmo iniziato le riprese di sabato.

 

EW: Sapevi di voler riportare Scottie (Abigail Spencer) ?
A.K.: Se Harvey le avesse chiesto di restare nell’episodio 10 dovevamo informarci sulla disponibilità di Abigail Spencer. Abbiamo dovuto lavorarci un po’ ma ci siamo riusciti. Quando Harvey avrebbe potuto rimandare Scottie a Londra o farla restare all’inizio dell’anno, non sapevamo se l’attrice potesse stare o meno. Non sapevo dove sarebbe andata a parare la conversazione di Harvey sul mandarla via o farla restare, e quotavo le due possibilità a 51/49. Pensai che “Siccome non sappiamo se potremo averla o meno mi risparmierò la dura decisione di farli mollare definitivamente e mandarla via direttamente.” Quando abbiamo deciso di riportarla nella storia ne eravamo convitissimi, ne valeva la pena, e tutto ha funzionato per il meglio.

EW: Ci sono sei episodi nella seconda parte della stagione che andranno in onda nel 2014. Quanto vedremo Scottie?
A.K.: Ovviamente Harvey le ha offerto un lavoro, e la sua richiesta era che lui ammettesse di avere dei sentimenti nei suoi confronti, cosa che lui ha ammesso. Quindi è disposta ad accettare la sua offerta. Ma c’è pur sempre la piccola questione che Harvey non ha chiesto il permesso di Jessica prima di offrire il posto a Scottie. Non crea un grande conflitto tra Harvey e Jessica — ce ne sono stati già abbastanza. Ma ci sarà una discussione su come dirigeranno lo studio. Iniziando dall’undicesimo episodio, abbiamo messo la parola fine su Darby. Ora è lo studio legale “Pearson Specter. Come prenderanno le decisioni quando le loro opinioni divergeranno? La decisione se assumere Scottie o meno sarà la prima che dovranno discutere, poi ci sarà un episodio in cui si svelerà se Scottie rimarrà o se ne andrà. Non voglio dare nessuna indicazione su come andrà a finire, ma sia che lei resti allo studio o meno, i sentimenti di Harvey per lei e la possibilità di iniziare una relazione, saranno comunque esplorati nei restanti sei episodi.

EW: Alla fine, Louis realizza che Sheila vuole una relazione monogama e hanno un momento romantico attorno ai file degli student di Harvard. Lei dice a Louis di non toccare quei file ma lui lo fa lo stesso scoprendo che quello di Mike non c’è. Più che una domanda questa è una nota del mio diario: “ Cosa hai contro la felicità ?! ”
A.K.: [Risate] E’ divertente, perchè quando abbiamo avuto gli appunti per l’episodio 10 dal network, si diceva che a Jeff Wachtel, ora promosso ma al tempo presidente del canale USA, piacesse davvero tanto il finale felice e spensierato. E poi ho appena letto una recensione che parla di quanto “Suits” è uno show così positivo rispetto a “Mad Men”, “Breaking Bad” e “The Walking Dead”. Quando leggo un sacco di tweet riguardo a quanto sia difficile in termini di suspance guardare questo show e leggo una recensione del genere che dice l’esatto contrario, apprezzandone la leggerezza, mi incuriosisce. Il punto è che la felicità è relativa. Credo che essere felici sia una bella cosa. Mi piace la felicità, a volte penso che teniamo il pubblico troppo in tensione. MA, se fosse tutto felice non avrebbe nessuna attrattiva. Serve il drama, che molto spesso si esprime in un conflitto. E credo anche che il fatto che Louis sia curioso riguardo il segreto di Mike sia più interessante soprattutto per ciò che potrà succedere. Potrebbe essere un brutto presagio che tutti i personaggi hanno avuto un finale tranquillo in questo episodio. Tutte le relazioni tra le tre coppie sono finite bene.

EW: Cosa puoi anticiparci su Louis?
A.K.: Louis si trova di fronte a un indovinello. Molte volte pensiamo di mettere i personaggi in una scatola dove qualunque decisione prendano causerà delle reazioni. Credo che Louis avrà una cantilena il testa – perchè il file di Mike non è li dentro? Ma non può chiederlo Sheila perchè l’aveva avvertito di non toccare quei file, e visto che Sheila è una persona molto rigida soprattutto moralmente, non può confessarlo a lei o finirebbe in grossi guai. Perciò continuerà a chiedersi questa domanda cercando di rispondere in vari modi fino ad arrivare a una situazione interessante. Questa azione avrà un grande impatto in alcuni personaggi e in alcune relazioni nello studio durante i rimanenti sei episodi… Chiuderemo un’altra stagione con qualcun altro che scopre il segreto di Mike? Le persone credono che è tutto ciò che facciamo, ed è una cosa legittima da dire. Rispondo dicendo che, sì è così mi spiace se non vi va bene ma a me piace. Ciò che mi piaceva era la relazione tra Louis e Sheila durata due anni, e sappiamo che lei lavora per Harvard. Per me è assolutamente logico e naturale che stia accadendo ed era davvero troppo ovvio per non farlo. Non è stata una cosa pensata all’ultimo secondo, ma era la direzione decisa di intraprendere già da tempo.

EW: Penso che ciò che lo ha reso interessante è che viene subito dopo la scena nell’episodio 9 in cui Harvey dichiara a Louis il suo rispetto.
A.K.: Il fatto che tu connetta le due scene, con Louis che non trova il file, mi piace, perchè era intenzionale. Quella scena era davvero d’impatto per me. L’ho amata. L’ho detto anche a Rick [Hoffman] and Gabriel [Macht]. Credo che il 9 sia stato il mio episodio preferito su Louis Litt. Forse. Odio scegliere tra i miei preferiti, di solito non penso in questi termini. Ma ho adorato l’arco di Harvey e Louis in quell’espisodio, il fatto che Harvey sia così duro con Louis e alla fine gli dia atto del rispetto che prova per lui — alcune persone si chiedono se Harvey fosse sincero, io penso di sì. E’ una scena che abbiamo sempre avuto in mente come anticipo alla storia di Louis che indagherà su Mike. E’ una scena che giocherà un ruolo importantissimo nelle ultime sei puntate.

EW: Finire con Louis che non trova il file di Mike è anche riportare il cast originale dello show in primo piano.
A.K.: Abbiamo iniziato così “Ne abbiamo abbastanza di questo caso” e ho letto fin troppe reazioni per capire che le persone erano stufe. Bisogna avere a che fare con questi risvolti quando inizi una storyline, e per me è servita a creare un impatto importante sullo studio nell’ultimo anno. Ora possiamo passare a qualcosa di nuovo che toccherà tutti i personaggi. E sarà meno macchinoso, ci sarà un focus su cose personali più che sulla lotta del potere per lo studio.

EW: Rachel ha deciso di firmare il documento di Jessica, ammettendo di conoscere il segreto di Mike e in cambio ottiene che Jessica rompa la regola di accettare solo studenti di Harvard, per assumerla come avvocato una volta laureata alla Columbia! E’ qualcosa che esploreremo nei prossimi sei episodi, giusto?
A.K.: Di solito quando si entra in una “law school” si inizia ad Aprile o Maggio, e non inizi se non dopo mesi. Quindi quel discorso è rimandato alla quarta stagione.

SUITS-EW: Come hai gestito la storia della discussione tra Mike e Rachel riguardo la scelta dell’università e quella di Harvey che realizza di volere Scottie nella sua vita?

A.K.: Abbiamo girato una scena, poi tagliata, tra Donna e Rachel, era troppo lunga. Donna dice a Rachel “ Mike è un orfano. Non è come se tu stessi lasciando una persona normale, tu sei tutto ciò che lui ha nella sua vita.” Ma abbiamo pensato che Rachel potesse arrivarci da sola. Mike ovviamente capisce che lei deve prendere la decisione sull’università da sola, ma nella sua testa la Columbia è tanto buona quanto Stanford, e penso che abbia ragione. Non capisce perché lei debba pensarci facendo la lista dei pro-contro senza prendere in considerazione la loro relazione. E’ stato molto frustrante per lui, e in più è innamorato davvero di questa donna, perciò chiede consiglio ad Harvey, l’unica persona che ha nella sua vita oltre Rachel, il suo mentore. Ma Harvey non può aiutarlo, non è certo il suo campo. A volte credi che la persona che è tuo mentore professionalmente possa avere tutte le risposte riguardo qualsiasi cosa, ma quando si realizza che sono umani anche loro è un momento davvero interessante. Questo spinge Mike a capire che se prende la strada di Harvey non avrà mai nessuna relazione con nessuno, ma se va per la sua strada, perderà Rachel allontanandola. Fa un’azione eroica dandole lo spazio che le serviva.  E quando Jessica tira fuori quel documento per lei compromettente, fa un’altro gesto eroico dicendole “ Credo sia meglio se vai a Stanford, così starai lontana da questa cosa” Ma quella scena in cui Mike va da Harvey è anche il momento in cui Harvey realizza che tiene sempre le cose personali separate dal lavoro. Lo fa riflettere. Poi, quando Tanner umilia Scottie, realizza che lei lo ama e comincia a capire di tenere a questa donna più di ciò che creda. L’ultima scena quando Harvey vede quanto Mike sia impaurito dal perdere Rachel ed è triste e disperato, lo colpisce: Mike parla di quando finalmente si arriva a raggiungere la felicità, una sorta di connessione con un’altra persona, per poi vederselo sfilare sotto al naso. Il tutto fa capire ad Harvey quanto voglia stare con Scottie.

EW: Era scritto nel copione il gesto di Harvey che posa la mano sulla spalla di Mike? E’ stato un gesto dolcissimo.
A.K.: Aspetta, devo controllare. [Risate] Pensa ad Harvey nella prima stagione. Per me — Harvey fa andare Mike a casa dopo che capisce che non può aiutarlo – simboleggia la progressione della loro relazione dall’inizio ad ora, è che Mike ha più effetto su Harvey di quanto Harvey ne abbia su Mike, ed è molto interessante. Fammi vedere. [Controlla il copione]  Sì. “ Harvey mette la mano sulla spalla di Mike.” [Risate] L’abbiamo scritto! Ma molte volte mettiamo battute varie che sono solo una guida per gli attori. Quando sono sul set, gli attori elevano il tutto improvvisando. Lo sceneggiatore è lì giusto per dare linee guida ma gli attori fanno il resto, ciò che sentono, in quel momento volevano recitare la scena esattamente come scritta.

Fonte

Related posts

Upfronts 2013-2014: NBC

Chiara

The Nine Lives of Chloe King | Lo script del film verrà rilasciato online

Azali

NCIS | Ziva lascia, Tony e il team fronteggiano la cosa

Sunny_Blue

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.