The Vampire Diaries | Recensione 5×22 – Home

10374178_10202943523963822_4410561_n

Facciamo subito un paio di confessioni imbarazzanti: è tantissimo che non scrivo qualcosa su The Vampire Diaries, sarà almeno un annetto buono.

E questa stagione l’ho trovata veramente pessima: a livello di storia, di recitazione, di empatia tra chi guardava e chi recitava. Tutto.

Credo fermamente di fare davvero fatica a salvare qualcosa di questo arco narrativo, semplicemente perché in questo show, il livello emozionale con cui ti avvicini al soprannaturale deve -DEVE- farti restare senza fiato.

Come se tu stessa vivessi in prima persona quello che accade, e a me quest’anno non è capitato. E sono molto -MOLTO- arrabbiata con gli autori per questo. Perché questo è il MIO VAMPIRE DIARIES e non dovevano smettere di farmi sentire come se stessi soffrendo INSIEME ai miei ragazzi quando affrontano le difficoltà che derivano dall’essere soprannaturali.

Detto questo, ammetto molto tranquillamente che sono felice di essere qui a raccontarvi come ho vissuto questo finale di stagione. E mi sento un po’ come un genitore che RI-vede il figlio che studia in una città lontana, dopo mesi di lontananza e che quando ritorna la CASA ritorna ad essere CASA.

 

Ammetto anche che il finale di stagione mi è piaciuto: non mi ha fatto impazzire, e non sono tornata l’innamorata che ero, ma ho apprezzato diverse cose raccontate, il cammino conclusivo di alcuni personaggi, oltre naturalmente alle interazioni tra di loro.

E ho pianto: sì. Ci sono state due scene mistiche molto ben realizzate dove ho pianto. E c’è stata la mia scena preferita.

tumblr_n5oo45q0bG1r180yho1_500Facciamo una piccola premessa: Stefan ed Elena, nello scorso episodio, sono stati sacrificati affinché l’incantesimo con cui Markos possa RIUNIRE la sua gente in una nuova terra promessa riesca a funzionare. E l’incantesimo funziona: la magia pura che solo i Viaggiatori possiedono sta lentamente annientando la magia che le streghe hanno praticato per anni: e di cui i nostri ragazzi sono praticamente il prodotto.

Il vampirismo, gli anelli diurni, la condizione di ibrido di Tyler, o i sensori da cacciatore di Jeremy. Una volta sparito questo tipo di magia definita impura, tutto quello creato con essa tornerebbe al suo status precedente: con la differenza che, per diventare vampiri bisogna attraversare la fase della morte, e che senza magia, questa diviene una fase di non ritorno.

In parole povere e sintetiche (le mie preferite): i Viaggiatori vogliono sbarazzarsi di tutti quelli che non sono Viaggiatori, togliendo loro la magia che li rende soprannaturali. E in parole ancora più povere, questa fase rende i nostri eroi tutti morti.

In tutto questo c’è un fatto che si intreccia alle nostre vicende e che naturalmente avrà ripercussioni: dopo il ritorno al mondo reale, non previsto di Markos, l’Altro Lato sta per autodistruggere se stesso, portando nell’oblio con sé tutti coloro che lo abitano (e ormai sono di più i personaggi che recitano da lì che quelli in scena a Mystic Falls) con l’aggravante che Bonnie, essendo l’Ancora che lo collega al mondo reale, a quel punto non avrebbe più motivo di esistere.

tumblr_n5omy9uhPk1sqzg5wo1_500Torniamo all’incantesimo: i Viaggiatori riuniti lo stanno canalizzando perfettamente quando, Elena e Stefan riescono a fuggire, ma un ulteriore imprevisto toglie la gioia ai nostri. La moglie dell’ospite di Tyler (tale Viaggiatore Julian), muore accidentalmente e il marito -Tyler- infuriato con i Viaggiatori per quello che è successo, spezza in maniera drammatica l’incantesimo. Come? Semplice. Uccidendo uno dei due elementi soprannaturali che combinati, hanno potuto dargli vita: STEFAN.

Quindi la reversione della magia impura viene bloccata, ma solamente all’esterno di un determinato perimetro della città.

La notizia della morte di Stefan, arriva sui nostri eroi come un macigno a velocità vampiresca, e da ora in poi la battaglia sarà quella di farli tornare indietro prima che l’Altro Lato si distrugga.

Damon non transige su questo: c’è Stefan in ballo. L’unico altro essere capace di fargli perdere la ragione oltre a Elena.

Ma non solo lui: ci sono anche Enzo e Rick. Per il primo, Damon si sente responsabile… e al secondo… lo deve.

Tutti hanno qualcuno adesso nell’Altro Lato: e tutti uniranno le loro forze per salvarlo, e riportarlo indietro.

tumblr_n5oo7am1gR1qhp2ojo1_250Come fare entrambe le cose? Semplice. Morendo, andranno tutti nell’Altro Lato, e grazie ad un’energia che si sprigionerà da un omicidio di massa, il passaggio di corpi attraverso Bonnie potrebbe avvenire al contrario: praticamente quello che ha fatto Markos tornando in vita. (E in caso di un incantesimo necessario, abbiamo il più grande stregone del mondo antico -il buon Silas- disposto ad insegnarlo a Liv pur di sopravvivere, la quale viene obbligata a praticarlo dalla morte di Luke).

L’omicidio di massa è gentilmente offerto dai Viaggiatori che lo Sceriffo ha riunito al Grill per festeggiare il ritorno a casa, il tutto con la gentile collaborazione delle tubature del gas libero che gli scorrono sotto.

Cosa manca? Un piccolo sacrificio per azionare l’esplosione: e nessuno meglio di Damon potrebbe fare al caso nostro.

Il vampiro, come sappiamo, genio dei piani difficili, non si tira mai indietro quando si tratta di AIUTARE chi ama: e dopo aver conquistato (per più di una volta) l’amore di Elena Gilbert, non c’è davvero nulla che lui non farebbe per non privarla delle persone che ama.

Le scene tra Elena e Damon in questa prima parte di episodio sono molto importanti a livello di quello che rappresentano per la loro storia d’amore. E lo capiamo perfettamente dalle parole che Stefan rivolge alla ragazza all’inizio: ‘Se stargli lontano ti rende infelice, perché lo fai?’.

I dubbi di Elena, legati principalmente ad una incompatibilità caratteriale legittima, si disintegrano non appena la ragazza si rende conto che lui potrebbe morire. E alla fine… il REALE VALORE di quello che proviamo per le persone che abbiamo accanto, quasi sempre ci viene QUANTIFICATO dalla loro morte: quale senso potrebbe avere una vita FUTURA senza COLORO che amiamo di più AL NOSTRO FIANCO?

tumblr_n5onprnLGU1sc4cq8o1_500Elena se lo chiede nel preciso momento in cui Damon le dice che si farà saltare in aria assieme alla città.

E la sua risposta CI arriva quando sale in macchina con lui.

Lei non lo vuole un futuro senza di lui: e non solo. Non lo lascerà affrontare questa prova da solo, per essere sicura di tornare insieme a lui. (Non dimentichiamo che è molto importante che chi perde la vita andando nell’Altro Lato deve rimanere vampiro, per poter tornare nello stesso stato).

BOOM: il Grill salta in aria, ed insieme ad Elena e Damon, novelli Bonnie and Clyde, centinaia di Viaggiatori morti si presentano nell’Altro Lato. Il passaggio creato attraverso Bonnie si attiva, ma Elena e Damon si perdono.

Stefan, Tyler (ucciso a Mystic Falls dal primo incantesimo di purificazione), Lexi ed Enzo si presentano da Bonnie per passare e tornare in  vita. Inizialmente passano sia Tyler che Enzo mentre Lexi e Stefan si rifiutano.

Stefan ovviamente non può passare senza sapere cosa ne è stato di Damon.

Elena, intanto, tra le rovine del Grill ritrova Alaric, il quale le promette che troverà lui Damon e insieme torneranno da Bonnie per passare. Nemmeno Elena vuole passare, senza Damon, ma Bonnie la costringe. Anche Stefan, toccando Bonnie accidentalmente, si ritrova di nuovo in vita. tumblr_n5oobwEweC1t7rta4o1_1280

Faccio un piccolo giro all’indietro con la trama. Lexi e Stefan si sono ritrovati non appena il vampiro è arrivato nell’Altro Lato, e la ragazza gli ha confessato di non aver ancora trovato la pace, e di esserne disperatamente alla ricerca.

E di nuovo: prima di iniziare l’incantesimo, Bonnie e la sua adorata Grams hanno un ultimo e drammatico confronto su quello che accadrà una volta che il passaggio verrà aperto. Bonnie sa, e Grams lo sa, che tutto quel potere condiviso non permetterà mai a Bonnie di sopravvivere, oltre al fatto che l’Altro Lato si distruggerà comunque, e la sua esistenza cesserà.

Grams però saluta la nipote dicendole che ‘ha pensato a qualcosa per lei’.

Ci troviamo di fronte ad una situazione che spesso abbiamo visto quest’anno: Bonnie che si sacrifica PER TUTTI in maniera silenziosa. Prima scena in cui ho pianto.

 

La mia seconda scena da lacrime invece riguarda Lexi: lei SOLA, tra tutti loro, ha capito quello che succederà a Bonnie e decide volontariamente di non attraversare il passaggio per lasciare l’energia sufficiente a salvare Damon.

tumblr_n5olepRaGb1rdkv7qo1_500Ma non solo: Lexi si libera di Markos, lanciandolo letteralmente in balia dell’oscurità, e questo, se stessimo raccontando la Divina Commedia, probabilmente le regala la tanto agognata pace sotto forma dell’ingresso in Paradiso.

La vampira bionda, legatissima a Stefan, ci ha regalato una grande lezione di vita: l’eternità non ha un reale valore senza la compagnia di chi amiamo, e allora tutto quello che DAVVERO serve ad un’anima dannata, è solamente la pace.

Damon ed Alaric, dopo aver liberato lo sceriffo, riescono a tornare ma, appena poco prima che Damon riesca a toccare Bonnie, Luke spaventato dalle condizioni di salute di Liv, sempre più debole e provata dall’incantesimo, lo spezza.

E il portale rappresentato da Bonnie, non esiste più.

Damon è rimasto dall’Altro Lato. Un Altro Lato che sta ancora per essere spazzato via.

tumblr_n5omsrDJSq1rp4im3o1_500Siamo alla fine.

Per Bonnie, è giunto il momento di dire a Jeremy la verità: e cioè che non ha mai avuto una vera possibilità di farcela. Una volta che il processo di autodistruzione dell’Altro Lato è cominciato, dopo il ritorno di Markos, per lei non c’è mai stata alcuna chance di salvezza. Però, come avrebbe potuto rovinare gli unici mesi di vera felicità che lei e Jeremy avevano mai avuto? Per questo ha taciuto: grata per aver potuto sfuggire alla morte una volta, ed aver vissuto felice un piccolo lasso di tempo accanto al ragazzo che ama.

E anche Bonnie, dopo Lexi in questo episodio, ci regala un’altra piccola lezione: perché sprecare i nostri ultimi momenti di vita vera rincorrendo inutili tentativi per prendere in giro la morte?

Morte che invece rappresenta l’ultimo saluto di Elena e Damon.

Una scena che ho trovato molto potente emotivamente e il merito è tutto di Ian Somerhalder, che in una stagione dove spesso mi ha fatto dubitare del ‘mio Damon Salvatore’, ha ritrovato se stesso e ha ritrovato tutto il MIO AFFETTO.

Damon si ritrova a dire addio all’amore della sua vita, cercando di consolare un’inconsolabile.

Il Damon che tutti noi abbiamo imparato a conoscere e amare in questi 5 anni, non chiede scusa ad Elena per non essere riuscito a ritornare, ma la ringrazia. La ringrazia di essere stata la cosa migliore che gli sia mai capitata in 173 anni di vita. La ringrazia di averlo amato, e di aver reso in questo modo, la sua vita piena.

Come se SOLO il suo amore, AVESSE RESO LA SUA VITA DEGNA DI ESSERE VISSUTA.

E accetta serenamente il suo destino. Come ha fatto Bonnie. tumblr_n5onem7AIp1s61sw5o1_500

Perché gli eroi veri, non hanno bisogno di una gratificazione personale. Si nutrono di quello che possono regalare alle persone amate.

Non ci sono molti commenti di fronte ad sentimento di una totalità del genere: Damon dichiara per l’ultima volta il suo amore alla ragazza, e poi si allontana, a noi rimangono solamente i singhiozzi di Elena.

 

L’ultima scena è stata la mia preferita: sempre per lo stesso motivo. Il mio Damon Salvatore non avrebbe potuto agire in maniera diversa. Avrebbe un po’ sbuffato, ma poi si sarebbe buttato a capofitto nella nuova situazione: senza paura e senza rimpianti.

Bonnie e Damon sono pronti alla dannazione e si scambiano un’ultima indimenticabile battuta (oltre il prendersi per mano), tipica del loro rapporto da sempre.

Bonnie: Sono certa ci siano un milione di persone con cui entrambi preferiremmo essere ora, ma ..
Damon: Duemila, al massimo.

Una luce bianca di dubbia provenienza sembra avvolgerli, ma noi spettatori non vediamo nulla di quello che accade loro, l’unica cosa che ci lascia addosso una strano senso di inquietudine (non necessariamente negativa) è che lo schermo nero, che dal 2009 ha ospitato il titolo dello show prima dei credits finali, improvvisamente diventa bianco.

BIANCO LUCE?

BIANCO PARADISO?

BIANCO COSA?

Considerazione finali: come ho detto nelle premesse ho trovato questa stagione davvero difficile da guardare.

tumblr_n5okvpjpyv1tbjbufo4_250Io rimango dell’idea che qualsiasi sotto-storia credibile debba essere inserita in un contesto GENERALE altrettanto credibile (a livello narrativo soprattutto, ma anche come continuity e crescita dei personaggi).

Ho apprezzato che gli autori si siano resi conto delle critiche di una parte del fandom a sconclusionate storyline ravvicinate e velocissime, e accetto senza problemi che questa sia stata una loro PRECISA scelta… ma… ma… il solito discorso è che le cose che si amano, devono arrivarCI in un certo modo, e a me questa stagione non è arrivata.

 

Detto ciò. Passiamo alle cose belle.

Alaric: grazie a Dio.

Enzo: ancora grazie a Dio.

Il delena che è riuscito a superare le enormi difficoltà morali legate ai caratteri dei due protagonisti, si appresta ad affrontare probabilmente la sua ultima prova: quella più difficile, ma quella che SE SUPERATA, lo consacrerà per sempre nell’Olimpo delle più grandi storie d’amore mai raccontate.

Il nostro Stefan, decisamente sottotono in questo finale, invece si avvia verso il secondo amore più importante della sua vita, dopo Elena: e cioè Caroline. La persona che lo ha pianto più disperatamente. La persona che lui vorrebbe vicino per sorridere della vita.

 

Ci rimane il dubbio su quale dimensione attenda Bonnie e Damon: sarà l’inferno di Katherine? O il Paradiso di chi ha trovato pace? Ci saranno magia? O animali volanti? (scusate mi sono confusa coi libri di zia Lisa).

10302053_655159317871625_6813428995339119619_n



Per scoprire di più su UNBROKEN vai QUI.

4 comments
  1. Cito: “Grams però saluta la nipote dicendole che ‘ha pensato a qualcosa per lei’.”
    Questo è l’unico pensiero positivo che mi fa pensare ad un possibile ritorno e mi piacerebbe sapere come hai interpretato questa frase. Detto ciò io piango dalla fine della diretta e anche solo a leggere il tuo commento nella parte del saluto, concordo in pieno sulla grande prova di Ian in quella scena e sull’essere il vero Damon nel finale. Che dire un privilegio aver potuto godere di due recap tuoi in una settimana e che la sesta stagione sia da urlo.

  2. Carissima, un gran bel recap con ottime riflessioni. Personalmente ritengo che questa stagione avesse un grane potenziale ma, ahimè, gli autori hanno messo “troppe storie sul fuoco” e non sono riusciti a renderle tutte consistenti. Hanno sprecato molte opportunità, ne hanno addirittura svilite molte..e alla fine l’unica storia che poteva essere accattivante è passata un po’ in sordina e per assurdo è quella che avrà ripercussioni sulla sesta stagione, parlo della magia dei Viaggiatori in Mystic Falls..
    Ciò detto, l’episodio finale non è stato perfetto, ovviamente ci sono state delle scene per cui ho imprecato perché dai, Bonnie ma non potevi toccare sia Alaric che Damon?!? Però insomma..altrimenti non ci sarebbe stata alcuna luce bianca..ma alla fine mi sono immedesimata in molti personaggi..da un punto di vista emotivo ero nella storia e questa a mio avviso è una cosa fondamentale, ma del resto l’hai detto anche tu che questa stagione è mancata di tutto ciò che serve ad entrare nella storia..ebbene questo episodio è stato un po’ la chimera di questa stagione..se le parole di grams danno speranza per il futuro in un certo senso mi fanno pensare che allora anche quando è finita non è davvero finita..e una scena non può essere davvero sentita se so già che vale solo per il momento..ma insomma, non so se mi spiego..
    Alla prossima e grazie per i tuoi pensieri!
    Mari

  3. Sono perplessa, non so dire se questo sia stato un buon o cattivo episodio.
    Sinceramente non mi ha emozionato molto come finale, soprattutto se paragonato al finale di TO.
    Credo che questo sia dovuto specialmente al fatto che mi aspettavo la morte di Damon e quindi ero psicologicamente ed emotivamente preparata a questo, a differenza della scorsa puntata in cui non ero pronta alla morte di Stefan e ci rimasi malissimo ben sapendo comunque che tanto in questa puntata l’avrebbero riportato in vita.
    Momento per me bellissimo della puntata è stato la morte di Tyler. Mentre soffriva per l’imminente morte io gioivo (io lui proprio non lo sopporto). Peccato che la mia gioia sia durata poco perché ovviamente è tornato in vita anche lui. Mai una gioia!
    Tyler che tornando in vita si accorge di non essere più un ibrido ed è tornato umano. Ho letto un’intervista in cui si dice che lui è l’unico ad essere nuovamente umano mentre Stefan, Alarick, Stefan ed Enzo sono ancora vampiri. Io questa cosa non me la spiego, cioè perché lui è l’unico ad essere nuovamente umano?
    Comunque passo oltre: Alarick io sono in parte contenta di rivederlo (e ho letto che tornerà ad essere un regular della prossima stagione) ma in parte no perché speravo avesse diciamo trovato la pace come fa Lexi e anche perché questo porta ancora una volta a sottolineare come la morte in TVD sia veramente relativa e questa è una cosa che va a sfavore dello show e della sua credibilità. Per me chi è morto dovrebbe restare morto.
    Lato positivo: nella prossima stagione con il ritorno sia di Enzo che di Alarick assisteremo allo show Paris Hilton’s Damon Salvatore’s my new BFF.
    Lexi è stato un piacevole ritorno e addio perché ormai non la rivedremo più, e molti saranno contenti di sapere che anche lei è una steroline  (io rimango comunque ancora contraria allo steroline perché li vedo meglio come amici).
    Bellissime le parole di Lexi a Bonnie (questa volta la chiamo con il suo vero nome perché se lo meriti per aver fatto qualcosa di effettivamente utile) che ancora una volta si preoccupa prima del suo miglior amico che di se stessa.
    Silas bel ritorno e quasi speravo tornasse in vita per avere una seconda possibilità di essere un cattivo decente, ma ancora una volta mai una gioia…
    Applauso all’autoironia di Matt quando dice “Hai pensato a quanto è ironico che facciamo esplodere l’unico posto in cui sono stati così stupidi da assumerci”.
    Altro mistero: cosa voleva dire la nonnina dicendo a Bonnie che si è occupata di lei? Sicuramente questo avrà a che fare con il luogo in cui sono finiti Damon e Bonnie a fine puntata.
    Liz: ho seriamente pensato che fosse morta nell’esplosione (a Mystic Falls i genitori hanno un basso tasso di sopravvivenza).
    Fratello di Liv, qualsiasi sia il tuo nome, sappi che sei sulla mia lista nera! Ma dico io invece di interrompere l’incantesimo perché non hai aiutato tua sorella continuando tu con l’incantesimo??
    Le parti che mi hanno strappato una lacrima sono state ovviamente le parole di Stefan a Caroline perchè lo si vede quanto sia distrutto dalla morte definitiva di Lexi e Damon (che sappiamo non sarà definitiva) e io sono curiosa di vedere quale sarà la sua reazione.
    Così come l’addio di Damon ad Elena, ecco lì ho avuto bisogno di più di un fazzoletto :’(

    Ora cosa ci aspetterà nella prossima stagione? Sicuramente la prima parte sarà dedicata a Bonnie e a Damon, al loro percorso e vedremo in che modo potranno tornare (perché, lo ripeto per la centesima volta, torneranno soprattutto perché Damon è uno dei tre protagonisti principali e la sua assenza così come quella di Elena e Stefan farebbe crollare lo show) e quali saranno le reazioni di coloro che sono ancora vivi.

    In definitiva questa stagione ha avuto i suo alti, ma soprattutto i suoi bassi e spero che nella prossima le cose vadano a migliorare.

  4. Secondo me non bisogna chiedersi se Damon tornerà o no ma come e quando,io questo credo che punti soprattutto quella simpaticona della Plec.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.