The Vampire Diaries | Recensione 3×12 – The Ties That Bind

“The Ties That Bind” ci fa entrare nel vivo di questa terza movimentata stagione con un episodio ricco di azione, colpi di scena e rivelazioni, che riconferma “The Vampire Diaries” come serie di punta della CW. Elena (Nina Dobrev) e Bonnie (Kat Graham) partono alla ricerca della madre di quest’ultima, che l’aveva abbandonata quando era piccola, sperando che la donna possa aiutarle a sconfiggere Klaus (Joseph Morgan). Intanto l’Originario mette in moto un piano per impedire alle due di raggiungere il loro scopo e per riprendersi le sue bare. Nel frattempo Damon (Ian Somerhalder) è impegnato ad indagare sulla misteriosa dottoressa Fell (Torrey DeVitto), preoccupato per l’interesse che il suo amico Alaric (Matthew Davis) nutre per lei. Tyler (Michael Trevino), invece, per amore di Caroline (Candice Accola), decide di farsi curare dal padre della sua ex ragazza, per non essere più sotto l’influsso di Klaus.

Questa puntata è essenziale per lo sviluppo della storia, con il suo essere in bilico tra passato e presente: veniamo difatti a conoscenza del passato della madre di Bonnie, che scopriamo essere stata artefice della prigionia del vampiro Mikael nella cripta 15 anni prima, nel tentativo di proteggere Elena, e di come la donna abbia deciso di allontanarsi dalla figlia per sfuggire al suo destino di strega. L’introduzione di questo ennesimo personaggio è un passo in avanti per uno show che ha troppo spesso messo da parte le figure degli adulti (ad accezione di quelli non umani ovviamente): lo sceriffo Forbes, la signora Lockwood, il professor Alaric, zia Jenna e lo zio John sono stati quasi sempre tenuti ai margini e abbozzati come personaggi, quando sarebbe stato meglio integrarli di più nella storia e dar loro maggiore spessore. Altro punto fondamentale dell’episodio è la sicurezza con cui Elena comincia a prendere in mano la sua vita: la ragazza fa capire a Bonnie che le è piaciuto baciare Damon e confessa a Stefan di “averlo baciato” e non di “essere stata baciata”. Una presa di coscienza, insomma, che aveva già iniziato nella scorsa puntata dicendo che le è capitato di innamorarsi di “vampiri” e non di “un vampiro”. Così anche Stefan è costretto a fare i conti con le sue azioni e con sentimenti che credeva sopiti: dopo la rivelazione della ragazza mostra tutto il suo dolore e ritorna per pochi minuti lo Stefan di cui la giovane Gilbert si era innamorata e, tornato a casa, si confronta con il suo rivale in amore che accetta la sua violenta reazione, consapevole di averla in parte meritata. Colpo di scena finale con l’improvviso e gradito ritorno di un personaggio che ben conosciamo in cerca di vendetta, che potrebbe essere di grande aiuto per i nostri e che, con la sua presenza, promette nuovi interessanti sviluppi. Insomma, questo dodicesimo episodio è stato nettamente migliore dello scorso, il che rende ancora più faticoso dover attendere i primi di febbraio (il 2 verrà trasmesso negli USA “Bringing Out The Dead”) per capire come si svilupperà una vicenda che si sta facendo sempre più articolata ed interessante e per vedere se le cose tra Klaus e Caroline andranno avanti, come alcune foto che circolano in rete sembrano suggerire.

1 comment
  1. bellissima puntata! grande cambiamento di elena, è diventata molto più forte e spero che questo la porti ad affrontare i sentimeni per Damon finalmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.