The 100 | Recensione 2×11 – Coup de Grace

Una puntata che mi ha intrattenuto dal primo all’ultimo minuto, sicuramente una delle più belle di questa seconda stagione.

Un episodio che ha segnato l’inizio della guerra tra due “eserciti”, quello del Monte Weather contro la gente dell’Arca inaspettatamente alleata coi Grounders. Mi è piaciuto questo capovolgimento: abbiamo visto i Terrestri come il nemico per tutta la prima stagione e invece che mantenere lo stesso Big Bad gli autori non solo ne hanno creato un altro, molto più subdolo e temibile, ma hanno reso quello precedente un alleato creando uno scenario completamente nuovo e dinamiche inaspettate.

Mentre nell’accampamento tutti (o quasi) sono in pensiero per Bellamy, viene catturato un Mountain Men le cui sorti diventeranno motivo di contrasto tra i tre leader del gruppo.Non solo Kane e Abby (in realtà credo che i loro battibecchi siano solo un modo per alimentare la loro già evidente tensione sessuale) ma soprattutto tra quest’ultima e Clarke, una leader di ciò che era sull’Arca, l’altra di ciò che c’è sulla Terra.

Ecco, è questo che mi infastidisce maggiormente del personaggio di Abby, il fatto che non riesca a capire che non può continuare a comportarsi come se si trovasse ancora sull’Arca. Sulla Terra ha molto più da imparare che da comandare, non esistono più le rigide gerarchie dell’Arca e il titolo di Cancelliere che ama sbandierare ai quattro venti non è altro che un termine vuoto, senza alcun valore in questo mondo, in cui sono le persone a individuare in un soggetto il proprio leader, che chiaramente non è lei.

Questa puntata è stata un po’ la metafora dell’eterno contrasto madre-figlia, solo in un contesto post-apocalittico. Le madri e le figlie di norma entrano in rotta di collisione sugli orari del coprifuoco, su quante volte uscire a settimana, sui gusti in fatto di abbigliamento che ovviamente non coincideranno mai; Clarke e Abby discutono su come tenere in vita il proprio popolo e se sia opportuno o meno uccidere un uomo oppure tenerlo semplicemente prigioniero. Inezie insomma.

Nel momento in cui Abby riconosce a Clarke (una Clarke particolarmente badass, lasciatemelo dire) il suo ruolo, a parte il contorno a questo confronto, ho visto semplicemente una madre che capisce che è il momento di farsi da parte e rinunciare a stabilire lei cosa è giusto per sua figlia.

Mentre Clarke prende ormai il pieno controllo della Gente del Cielo –come dicono i groundersBellamy viene rapito, torturato e quasi ucciso dai Mountain Men. Inaspettatamente Maya fa la prima cosa utile da quando è iniziata la stagione e riesce a salvarlo, aiutandolo anche a mascherarsi da guardia e diventare un infiltrato.

Insomma, incredibile ma vero, Bellamy ce l’ha fatta. E’ riuscito nel tentativo di infiltrarsi nel Monte Weather senza farsi uccidere (per ora) ma sicuramente questa situazione non durerà a lungo: non credo passerà molto tempo prima che capiscano che c’è un intruso, visto che la guardia a cui Bellamy ha preso i vestiti è scomparsa e prima o poi qualcuno si farà delle domande a riguardo.

Non so se mi piace questa inaspettata alleanza Maya-Bellamy, lei è un po’ come Lincoln, quando inizia a rendersi utile è talmente strano che pensi subito che faccia qualcosa di stupido e mandi tutto all’aria. Cosa che generalmente succede.

Mi è piaciuta molto la comunicazione via radio tra Bellamy e Clarke, fredda quanto un aggiornamento sul traffico apparentemente ma nonostante tutto si percepiva perfettamente quanto entrambi fossero felici di sentirsi.

Ormai nello show siamo abituati ad assistere a omicidi di vario tipo, le morti sono frequenti quanto le uscite dallo studio a Uomini & Donne, e mi è piaciuto che gli autori abbiano inserito la scena del bambino che parla con Bellamy. E’ stato come dire che ogni persona uccisa probabilmente ha una famiglia, qualcuno che attende il suo ritorno e nel momento in cui ce ne accorgiamo noi se ne accorge anche Bellamy, e questo è sicuramente qualcosa con cui la sua coscienza dovrà fare i conti, come quella di tutti i protagonisti. Ed è come dire “loro sono consapevoli del peso di ogni morte, lo fanno per sopravvivere ma faranno i conti con il senso di colpa per ogni vita che hanno tolto”, riporta tutto sotto una prospettiva più umana e meno da videogame. Non lo fanno in tutti gli show.

Considerazioni random dalla puntata:

– Per un attimo mi aspettavo una dichiarazione d’amore durante l’istante di silenzio nella comunicazione radio tra Clarke e Bellamy;

– La voglia incontrollabile di staccare le extension di Abby ogni volta che ripete “I’m in charge”.

– Lincoln è sparito. Molto probabilmente starà reapereggiando da qualche parte tuttavia vedo che continuano a fare questa cosa di mandare i personaggi in villeggiatura quando non sanno cosa farci. Dove sarà finito questa volta Lincoln?

– Raven è stata relegata ad “addetta alla radio”: ora che è morto Finn non hanno una storyline di maggior spessore per lei?

– Finalmente Jasper sembra essersi risvegliato dal torpore in cui lo avevano gettato le torte al cioccolato e le tette di Maya.

– Il figlio di Dante Wallace alla fine ha fatto le scarpe al padre. Nessuno se lo aspettava dal primo momento, gli autori ci hanno proprio colto di sorpresa. Vedo Dante morto in 3…2…1…

– La grounder che prima sputa in faccia a Bellamy ma dopo averlo visto in mutande decide di salvargli la vita. Brava ragazza.

– Prevedono qualche love story tra Bellamy e la suddetta grounder? Io ho percepito una certa chimica…tutte tranne Clarke per gli autori, insomma.

Come avrete capito, una puntata che mi ha coinvolta molto. Prima di lasciarvi al promo del prossimo episodio vi consiglio di mettere mi piace alla pagina Facebook The 100 Serie Tv, sempre aggiornatissima e assolutamente indispensabile se volete tenervi informati sullo show per non perdervi nulla. Fateci un salto!

Alla prossima!

1 comment
  1. La parte della recensione che parla degli sguardi languidi fra Bellamy e la Grounders mi ha fatto ribaltare. E sì, anche secondo me finisce col trapanarla.. (sono leggermente indietro rispetto alla messa in onda americana)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.