Image default
Altro

Telefilm Addicted Consiglia… Vikings

La scorsa settimana mi son ritagliata uno spazio in questa splendida rubrica per potervi consigliare una delle mie serie preferite, una di quelle storie che vi ha condotto a navi, pirati e violenza. Questa settimana non ci allontaniamo tanto dal genere, restiamo infatti in casa SERIE TV STORICHE, con quello che considero un altro vero e proprio gioiellino. Chiudete le vele e deponete la bandiera nera perché si cambia tempo e ambientazione, dalla Nassau di Black Sails voglio infatti portarvi nei freddi paesaggi mozzafiato della Scandinavia di Vikings.

vikings-history-channel

Vikings è una serie canasede del canale History andata in onda per la prima volta nei primi mesi del 2013. Scritta e realizzata da Michael Hirst, il famoso creatore dei Tudors e scrittore dei film Elizabeth del 98 e il suo seguito Elizabeth: The Golden Age (uno che ne mastica dunque di storia), la serie racconta le avventure del vichingo Ragnarr LoðbrókRagnar Lodbrok /Lothbrok, in chiave romanzata seppur seguendo il filo dei fatti realmente accaduti nel IX secolo d.C. (in cui prendono luogo le vicende). Nonostante il focus dello show si concentri in particolar modo su Ragnar e la sua famiglia a Kattegat (il loro villaggio), è incredibile come ci venga allo stesso tempo mostrata la visione e la vita dei Normanni del tempo. Veniamo a conoscenza delle loro tradizioni, delle loro usanze, della loro cultura, dei loro DEI e dei loro stili di combattimento e in questo lo show è molto fede evikings_season2_episode1_gallery_8 abile a ricreare scene che sembrano prese direttamente da un documentario.

Anche in questo caso quello che considero il punto di forza della serie, se non si tiene conto della narrazione e del fascino delle vicende, sono i personaggi. Vikings vanta un cast d’eccezione, con attori che si son immersi così tanto nella parte da farmi quasi pensare che nelle loro vene scorra davvero sangue vichingo. Ad interpretare il particolare e affascinante Ragnar è Travis Fimmel, un attore australiano con due occhi di ghiaccio e uno sguardo magnetico, e posso già dirvi che anche DA SOLO varrebbe la visione. Il modo in cui ha costruito questo personaggio, ha reso giustizia a uno dei conquistatori, un simbolo dei Vichingi, lascia a dir poco senza parole. Non son solo gli occhi, il suo aspetto fisico o il suo portamento, ma la voce, la cadenza delle parole, i gesti, gli sguardi, i piccoli movimenti e atteggiamenti che rendono Ragnar un personaggio TERRIBILMENTE interessante e mentalmente AVANTI per il tempo che correva. In realtà tutti i personaggi che lo show introduce hanno del potenziale, ognuno con le proprie caratteristiche, la propria storia da raccontare e le proprie particolarità. Tra i protagonisti troviamo sicuramente:

  • Rollo, fratello di Ragnar, più burbero e violento, leale alla causa della sua “famiglia” ma allo stesso tempo da sempre geloso delle attenzioni ricevute dal fratello e dal modo in cui riesca sempre a mettersi in risalto davanti agli dei e al suo popolo.
  • The-Choice_Lagertha_fightingLagertha, moglie di Ragnar e madre dei suoi due figli Bjorn e Gyda ma allo stesso tempo anche un intrepida guerriera, una donna forte che non ha alcun interesse a farsi mettere in disparte dagli uomini e dar il suo contributo nelle battaglie e nelle conquiste.
  • Floki, interpretato da Gustaf Skarsgard (il cognome vi suona familiare per caso?), un vichingo abile nel costruire imbarcazioni, leale a Ragnar e agli dei e con atteggiamenti e modi di fare…particolari e curiosi, ma anche affascinanti.

Questi son solo alcuni degli splendidi personaggi che appaiono in Vikings con l’avanzare della trama e delle vicende, poiché non conosciamo solo Normanni, ma per via delle loro razzie, dei loro viaggi e delle loro scoperte veniamo a contatto con inglesi, francesi, guerrieri, Re, religiosi (tra cui un personaggio in particolare, segnatevi bene il nome di Athelstan) ricchi e poveri (non il gruppo), vivi e morti. Così come Black Sails e così come tante altre serie di questo genere, Vikings dosa saggiamente i fatti realmente accaduti con quelli che invece prendono vita nella mente del creatore/scrittore e riuscendo a intrecciare allo stesso tempo reale e mistico, religione e ateismo in maniera sublime. Particolarmente significativa di questo talento della produzione è la figura del Veggente del villaggio (The Seer), un uomo, se così lo possiamo ancora considerare, in contatto con gli Dei Vichinghi, un saggio in grado di vedere il futuro che gli Dei vogliono a lui mostrare e rivelare a coloro che accorrono al suo cospetto. Ed è incredibile vedere quanto fosse forte e sentito il rapporto tra i vichinghi e i loro Dei, quanto gli temessero, rispettassero e servissero e agissero per ingraziarseli o per compiere imprese nel loro nome. Inutile dirvi che la cosa mi ha affascinato a tal punto da avermi portato su libri e ricerche per poter capire meglio il LORO mondo e la loro mitologia, che sinceramente ritengo veramente una delle più interessanti.

Vikings_S02P12_cast

Un altra cosa che mi ha colpito particolarmente dello show è lo scorrere del tempo. Molte volte mi è capitato di lamentarmi di come certe serie non fossero del tutto credibili per la velocità con cui si susseguivano i loro avvenimenti o con la facilità con cui un personaggio, nel corso di un limitato arco di tempo, riusciva a fare una quantità di cose che io non sarei riuscita a completare nemmeno se avessi avuto a disposizione la Stanza dello Spirito e del Tempo di DragonBall. Se anche voi avete mai notato questi fastidiosi particolari o piccoli errori non avete nulla di preoccuparvi con Vikings, ANZI. Una cosa veramente incredibile è come lo show riesca a far scorrere il tempo e mostrare la VERA crescita dei propri personaggi, non solo a livello intellettuale, psicologico ma soprattutto fisica in modo molto credibile. Vediamo così i bambini crescere, i giovani diventare adulti e gli adulti invecchiare con il passare degli episodi e delle stagioni. Vediamo epiche battaglie e i loro successivi avvenimenti che si sviluppano nel corso non di qualche giorno o settimana ma di mesi, addirittura di anni. Vediamo le stagioni passare, l’inverno arrivare (Game of Thrones prendi esempio) e riandarsene e tutto ciò è veramente un BONUS alla credibilità di una serie che tiene molto in conto la cura dei dettagli. Inoltre volendosi concentrare sulla storia dei Vichinghi e introducendo un certo numero di figure storicamente note è plausibile che lo show possa andare avanti per molto tempo, addirittura mettendo da parte i propri protagonisti e non subendo eccessivamente i danni di questa decisione, anche se questa è solo una mia supposizione.

Nonostante io dica poi che i paesaggi mostrati son MOZZAFIATO e mi abbiano portato ad innamorarmi ancora di più del Nord e della Scandinavia, il 70% delle scene dello show son girate in Irlanda, che in quanto a territori sappiamo bene non aver nulla da invidiare a nessuno mentre il resto della produzione si è svolto in Norvegia. E se non vi conquistassero ne i personaggi o le vedute (cosa che dubito fortemente), o la splendida fotografia e il taglio che il regista ha deciso di dare alla serie, le musiche son un altra componente FONDAMENTALE dello show e non parlo solo della suggestiva e simbolica sigla. La colonna sonora è composta da Trevor Morris, anche se il brano della sigla è di Fever Ray (If I Had a Heart) e nella serie trovano spazio anche brani di altri artisti, in particolar modo dei Wardruna, un gruppo musicale folk norvegese.

1280x720-3tw

Le stagioni fin ora uscite sono 4, le prime tre da 10 episodi ciascuna (la prima che ne ha in realtà 9), mentre la quarta si compone del doppio delle puntate dividendosi quindi in due archi narrativi/parti. La seconda parte della 4 stagione, la 4B, dovrebbe uscire in autunno, nonostante non ci sia ancora un effettiva data ufficiale. Nel complesso ci son una quarantina di episodi da vedere, generalmente della durata di 45/50 minuti, insomma un recupero non troppo pesante ma sicuramente significativo no?

Dunque, non siete ancora convinti a iniziare la serie? Nemmeno dopo aver visto questi manzi nordici splendi attori? E lasciando da parte i motivi futili (che con la presenza di Lagertha valgono anche per i maschietti) non siete minimamente incuriositi? In quel caso, non posso far altro che lasciarvi il promo della prima stagione e sperare che almeno con qualche scena possiate avvicinarvi allo show, se invece ho attirato la vostra attenzione allora sappiate che questo viaggio nel freddo Nord in compagnia dei Vichinghi sarà INDIMENTICABILE. E dato che la scuola non è ancora ricominciata, se non siete in piena sessione esame come me, o avete ancora qualche feria da sfruttare potreste optare per passare il sabato notte/domenica a casa e cominciare questa nuova serie no?

Related posts

True Detective | I teaser del nuovo drama HBO mettono i brividi

Flight

Scoop su Glee, Scandal, Hannibal e molto altro ancora

Sunny_Blue

Turn | AMC ha ufficialmente ordinato la seconda stagione

Kiiro

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv