Image default
Rubriche & Esclusive Telefilm Addicted consiglia...

Telefilm Addicted consiglia… Elementary

Per chi ha visto quel capolavoro che è Sherlock della BBC ed è rimasto senza parole di fronte alla mostruosa bravura di Cumberbatch, Freeman e colleghi è difficile accettare quella che viene automaticamente da considerare “una brutta copia” perché, per uno sherlockian, nulla sarà mai all’altezza della serie creata da Moffat e Gatiss. La sola notizia di un adattamento americano aveva già provocato un’insurrezione e leggere che Watson sarebbe stato una donna non aveva fatto altro che aumentare lo sdegno dei fan. Elementary ha fatto capolino nel palinsesto americano già bersagliato dal disprezzo di una buona parte del pubblico.
holmeswatson(ok)Eppure, ha dimostrato di non essere il brutto anatroccolo che tutti credevano. Non è un vero e proprio adattamento dei libri di Arthur Conan Doyle: è vagamente ispirato, piuttosto. I protagonisti si chiamano Holmes e Watson ma, pur mantenendo alcune caratteristiche basilari dei personaggi di Doyle, sono inseriti in un contesto che prende le distanze dai libri ed è completamente nuovo. Holmes diventa, quindi, un ex-tossicodipendente che sta seguendo un percorso di disintossicazione e si è trasferito a New York, dove Joan Watson, sotto richiesta del padre di Holmes, è diventata la sua sober companion. Non è Scotland Yard che Holmes aiuta, ma il New York Police Department, e, al posto dell’ispettore Lestrade, che comunque compare nella seconda stagione, c’è il capitano Gregson (Aidan Quinn), affiancato dal detective Bell (Jon Michael Hill).
Lo Sherlock di Jonny Lee Miller (perfettamente calato nel ruolo) è poco interessato alle relazioni interpersonali: è un outsider, una persona fuori dal comune, diversa nella sua genialità, non completamente a suo agio con gli altri e, specialmente all’inizio della serie, restio all’idea di aprirsi con qualcuno, Joan Watson compresa. Ma, al contrario dello Sherlock dei libri, che è immune all’amore e al desiderio fisico e prova affetto (raramente dimostrato) solo per Watson, questo Sherlock non disdegna relazioni fisiche; anzi, sono le uniche che contempla con una donna. Con un’unica eccezione, che lo distruggerà emotivamente. E’ più comunicativo con Watson; le dimostra più apertamente il suo attaccamento. E’ un Holmes che riesce, in rare occasioni, a parlare della propria solitudine.
La Watson di Lucy Liu non è una veterana di guerra: è un chirurgo che, dopo un intervento in cui ha perso il suo paziente, ha smesso di fare il medico. Come il Watson cartaceo, anche lei, all’inizio, indaga sul suo coinquilino e, quando riesce ad abbattere il muro di diffidenza di Sherlock, diventa la sua confidente, oltre che la sua assistente.
Sono amici per il motivo per cui tutti i Watson e gli Holmes di tutti gli adattamenti di tutti i tempi sono amici: anche se siholmeswatson2 sono incontrati per necessità, conoscersi cambia per sempre le loro esistenze, e se Holmes trova in Watson un’umanità che lui non ha, uno stimolo intellettuale, Watson torna, grazie a Holmes, a dare un senso alla sua vita dopo un’esperienza traumatica. Capiscono insieme, poco alla volta, come far funzionare quest’amicizia.
Anche il fratello di Holmes, Mycroft (Rhys Ifans) e Irene Adler (Natalie Dormer) si distinguono dai loro omonimi cartacei. Ma la vera sorpresa, in questa serie, è Moriarty. Il modo in cui la serie ha riadattato la nemesi di Holmes e il loro incontro rappresentano il più grande colpo di scena della prima stagione.
Andando avanti con la visione, ci si rende conto che Elementary è una serie autonoma e godibile e che i casi settimanali (che non sono versioni in chiave moderna di quelli dei racconti, ma sono completamente originali) possono davvero sorprendere. Era stata giudicata troppo duramente, prima ancora che le venisse data la possibilità di mostrare quello che aveva da offrire.

Elementary, creato da Robert Doherty, che è anche produttore esecutivo, va in onda il giovedì su CBS.

Related posts

Christmas Addicted: A Grey’s Carol

WalkeRita

Ship Addicted | One True Love #14 – Ned & Chuck

Ale

Conventions Telefilmiche: La guida a quelle Europee 2012/2013

Shantiny

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv