Teen Wolf | Recensione 2×07 – Restraint

“Restraint” segna una netta virata all’horror per questa serie di MTV della quale, notizia dal Comic-Con di San Diego, sembra sia stata ordinata una terza stagione di ben 24 episodi. Jackson (Colton Haynes) ottiene un’ordinanza restrittiva nei confronti di Scott (Tyler Posey) e Stiles (Dylan O’Brien) che sono costretti a servirsi di Allison (Crystal Reed) per parlarci e farlo ragionare: il ragazzo, però, non è più in sé e si dimostra scontroso e violento, tanto da trasformarsi nel Kanima e causare danni alla scuola e feriti tra i suoi amici e conoscenti. Intanto il suo manovratore continua a mietere vittime seguendo (all’apparenza) un piano ben preciso, ma non ancora chiaro.

“Teen Wolf” si sta facendo più dark. E migliora. Il cupo inizio della puntata, i retroscena sul passato di Jackson e i momenti di follia di Lydia sono degni di un film dell’orrore e funzionano: sino ad oggi “Restraint” è forse il miglior episodio di una stagione che sta faticando ad ingranare a causa di un antagonista poco convincente e spaventoso. Ma, ora che l’identità del Kanima è stata svelata, resta da scoprire chi sia l’uomo che lo controlla: per Derek potrebbe essere Gerard, il nonno di Allison, ma sarebbe forse un po’ banale e scontato.
Ben architettato il dialogo tra Jackson ed Allison: una sequenza contraddistinta da un pizzico di tensione sessuale che vede il ragazzo, completamente nudo, minacciare la ragazza e avvicinarsi pericolosamente a lei…. solo l’arrivo di un adirato Scott riuscirà ad impedire che venga fatto del male alla giovane e a regalarci una riuscita sequenza di pura azione. Jackson appare totalmente fuori controllo, tanto da distruggere mezza scuola, e non si rende conto del pericolo che costituisce per tutti: come molti serial teen horror, “Teen Wolf” vede creature soprannaturali creare grossi danni ed uccidere indisturbati senza che nessuno, o quasi, si accorga della loro esistenza: un po’ come quando, a Sunnydale, il Bronze veniva preso d’assalto dai vampiri e la biblioteca della scuola distrutta dalle creature fuoriuscite dalla Bocca dell’Inferno, senza che venissero sollevate grosse obiezioni. Ma poco importa se l’obiettivo (raggiunto) è il buon intrattenimento.
Interessante la storyline di Lydia che si vede corteggiata da un giovane Peter Hale, che ricordiamo essere morto quarantenne nella stagione passata: sogno o realtà? La ragazza è sempre più confusa e spaventata e noi, invece, curiosi di saperne di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.