Image default
Recensioni Supernatural

Supernatural | Recensione 8×09 – Citizen Fangs

Eccoci arrivati alla resa dei conti, in più di un senso: infatti non solo è ora di tirare le somme di questa prima metà di stagione, ma siamo arrivati anche al tanto anticipato faccia a faccia (che poi manco si sono visti in realtà…) di Benny e Sam.
Tutto inizia quando scopriamo che un Sammy sospettoso ha messo Martin (il cacciatore appena uscito dal manicomio dove lo avevamo visto ai tempi d’oro di Supernatural, a.k.a. stagione 5) alle calcagna del nuovo migliore amico di Dean, l’Edward Cullen dei poveri (o Stefan Salvatore, se preferite), il vampiro che non mangia le persone… anche se ancora in effetti non sappiamo cosa mangi… saranno puma? O saranno scoiattoli? Sono aperte le scommesse gente! (ok posso continuare tutto il giorno a fare ironia su quei due, quindi mi fermo qui)
A quanto pare tutti i vampiri “vegetariani” sono molto legati alle proprie origini e alla famiglia che si sono lasciati alle spalle e Benny non fa eccezione, lo troviamo infatti a fare il cane da guardia alla sua ignara bis – nipote, quando un vampiro desideroso di conquistare potere, che chiamerò Volturo (perché anche se ho appena finito di vedere l’episodio manco mi ricordo come si chiami in realtà) decide di andare a trovare Benny per avere il suo appoggio nel creare un nuovo nido. Inutile dire che Benny sta bene insieme alla sua nipotina e non è interessato, perciò questo Volturo decide di mettersi ad ammazzare una persona al giorno tanto per importunare il nostro povero bisnonno.
Al primo morto, ovviamente, Martin si allarma e chiama subito Sam per comunicargli la situazione ed è così che i due fratelli Winchester partono per il paese natale di Benny con intenzioni molto diverse: Sam per uccidere, Dean per dimostrare l’innocenza del suo amico.
Quando le cose cominciano a mettersi male per il vampiro preferito di Dean, questo è costretto ad imbrogliare Sam per risolvere le cose. Senza starvi a raccontare tutto quello che c’è in mezzo (principalmente perché è noioso) passo direttamente a dirvi la fine: Sam si arrabbia per essere stato imbrogliato, Dean salva Benny che però è costretto ad abbandonare la città e a nascondersi molto bene e Martin finisce morto ammazzato dopo aver minacciato la nipote del vampiro.
Cose belle e cose brutte: FINALMENTE sembrerebbe che abbiamo finito coi flashback su Amelia (durati comunque 8 episodi di troppo), si spera che dalla prossima puntata (ovvero dal 9 gennaio) io non debba più saltare dei pezzi… E posso dirvi una cosa? Sam è un fesso! Si piange addosso per una donna che alla fine della fiera ha mollato lui… se non la volevi lasciare, stavi lì (tanto ormai avevi già rinunciato a cercare Dean) e combattevi contro Don (che nome osceno) per conquistare il cuore della tua donna.
Un’altra cosa che non capisco: Dean passa sempre per lo stupido di turno, ma in fondo tanto stupido non è… quella cosa di clonare il cellulare di Amelia a distanza (perché a me non sembra si siano mai incontrati, ricordo male?), nemmeno ad una super spia della CIA s’è mai visto fare una cosa del genere. E l’idea in sé non era per niente male! Si è tolto di dosso il fratellino con un semplice messaggio. Semplicemente geniale!
Ora passiamo alla cosa che mi ha fatto deluso più di tutto il resto: ma Benny doveva essere proprio un vampiro?!?!? Ormai ci sono tantissimi show sul soprannaturale, che è un po’ il cult del momento, e molti di questi parlano di vampiri, la tv è sovrapopolata di questi esseri fin dai tempi (bei tempi) di Buffy, l’Ammazzavampiri. Supernatural aveva il vantaggio di poter sfruttare qualsiasi altro mostro (esempi a caso: Skinwalker, Draghi, Mutaforma, Fantasmi, Wendigo, Ghoul, Shtriga, Mastini dell’Inferno, Streghe, Vetala, Kitsune, Fate, Leviatani, e via discorrendo) non poteva proprio essere qualcos’altro? Magari qualcosa di originale?!? Tipo l’amica di Sam della settima stagione, Amy, era una Kitsune buona, che si nutriva di morti (che poi Dean uccide comunque, ma questi sono dettagli…) Non potevano trovare una qualsiasi altra creatura che potesse convivere coi principi di Dean? Anche perché in questa serie tv, dopo tutto quello che ci hanno raccontato, vedere un vampiro addomesticato sembra proprio fuori luogo. Poi per carità il personaggio tutto sommato non è niente male, nonostante sia un’accozzaglia di cliché (ancora non posso capacitarmi del vampiro – pirata…), semplicemente credo mi sarebbe piaciuto di più, e sarebbe stato più coerente con le passate stagioni dello show, se non fosse un personaggio scopiazzato da altri progetti… (che poi, onestamente parlando, se dovevano prendere come modello un vampiro per disegnarci sopra un nuovo personaggio, dovevano proprio fare la brutta copia di Edward Cullen? Che ne so Eric Northman o Spike gli facevano schifo?)
Infine, penso che abbiano fatto centro nel dare come ultima missione ai fratelli Wichester la definitiva chiusura dei cancelli dell’Inferno, credo che nella seconda metà della stagione le cose miglioreranno anche per quanto riguarda la trama delle puntate, dovremmo aver finito coi flashback dell’anno passato e quindi si avrà più spazio per approfondire la storia e per creare archi narrativi più ampi. Ho buone speranze anche per il ritorno della componente angelica di Supernatural: Castiel è adorabile, come sempre, e il nuovo personaggio, Naomi, è molto intrigante e misterioso e spero sarà interessante scoprire quali siano le sue reali intenzioni e i suoi obiettivi.
Detto questo non mi resta che augurarvi buone vacanze e darvi appuntamente nel 2013.
Stay tuned.

Related posts

Supernatural | L’episodio sull’Impala: ‘Non abbiamo mai visto i ragazzi fare queste cose’

Vincenzo

Masters of Sex | Recensione 3×10 – Through a Glass, Darkly

Eilidh

Supernatural | Jason Dohring è un Dio

Prince

1 comment

Anonimo 14 Dicembre 2012 at 02:35

mi piace

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv