Image default
Comic Con Spoiler Supergirl

Supergirl | Il boss: “Non si tratta di maschio o femmina, riguarda il potere”

super-girlSupergirl inizierà a volare su CBS questo autunno.

Due decenni dopo l’arrivo di Superman, Kara Zor-El (Melissa Benoist) viene adottata da una famiglia umana (Helen Slater e Dean Cain interpretano i genitori adottivi – attenzione Easter Egg!), e cresce tenendo nascosti i suoi poteri – non come il suo famoso cugino. Kara cresce lavorando per la magnate dei media Cat Grant (Calista Flockhart) insieme all’amico e possibile interesse amoroso James Olsen (Mehcad Brooks) prima di decidere di abbracciare il suo lato da supereroina.

Volete sapere di più? Leggete questa intervista al produttore esecutivo Ali Adler.

ENTERTAINMENT WEEKLY: Quanto vi avvicinerete ai fumetti?

ALI ADLER: Siamo ispirati dai fumetti e dalle storie che sono venute prima di noi. Abbiamo cattivi che possiamo usare e li useremo il più possibile, rimanendo sempre ispirati e creandone nuovi nostri. È una supereroina moderna e abbraccia i suoi poteri così come le sue insicurezze per poter avere successo.

Usate il nuovo 52c o storie più vecchie?

Penso che la risposta sia entrambe. Nella nostra partnership con DC, siamo sicuramente ispirati da certi super cattivi e da alcune storie, ma le reinventiamo e cerchiamo di trovare storie con cui possiamo relazionarci. Non siamo legati alla storia, ma ne siamo ispirati.

Arrow è rimasto attaccato alla realtà, mentre The Flash includeva metaumani e superpoteri. Ma ora Supergirl riguarderà gli alieni. In quale modo lo manterrete vicino alla realtà?

La stessa Supergirl è aliena. Lo sappiamo. Viene da Krypton, come lui. Mentre pensiamo ai suoi opponenti, è naturale gravitare verso altre speci.

Cosa rende Kara una supereroina riferibile?

Molto velocemente, ci dimenticheremo che non è altro che una donna molto speciale. Ha tutti i poteri che abbiamo noi, ma se facciamo bene il nostro lavoro, vi rivedrete in lei. Ha gli stessi problemi. Inizieremo a dare per scontati i suoi poteri. Diventeranno semplicemente un tutt’uno con lei.

Nel pilot non vedremo Kara imparare i suoi poteri. È una cosa che volete esplorare attraverso i flashback o la vedremo scoprire di più i suoi poteri col tempo?

Entrambe le cose. Vedremo sicuramente dei flashback di quando li scopre, perché aveva 12 anni quando è arrivata qui e non aveva questi poteri su Krypton. Kara non ha usato molto i suoi poteri, sicuramente non a tal punto da essere una supereroina. A inizio stagione la vedremo scoprire di più.

Quanto vedremo Supermen nella serie?

La nostra idea è la stessa di quanto vediamo il presidente in Veep. È molto ispirato da ciò che il personaggio di Julia-Louis Dreyfus attraversa. Alla fine, è uno show su Supergirl e vogliamo viverlo attraverso la sua persona.

CBS è sicuramente un network procedurale, quindi qual equilibrio tra episodi standalone e includere la mitologia?

Stiamo cercando di capire l’alchimia proprio ora. Molto riguarda il guidare questa donna durante la sua quotidianità ispirata dalla sua vita lavorativa, dalla sua partnership con il DEO. Il DEO ha una componente procedurale. Vogliamo includere il romanticismo e la commedia della vita. Speriamo, se facciamo il nostro lavoro come si deve, di far ridere e di far sentire le persone.

Qual è l’obiettivo principale del DEO?

Il Dipartimento di Operazioni Extra-normali, così come la CIA scopre ciò che scopre, è un’organizzazione clandestina designata a scoprire la vita aliena sulla terra, ma non sono sanciti in nessun modo. È un’operazione segreta e Hank Henshaw (David Harewood) è il direttore.

Il DEO usa la Kryptonite per abbattere Kara nel pilot. Siccome Superman è in circolazione da un bel po’, le sue debolezze sono abbastanza conosciute. Quanto è pericoloso questo mondo per lei a causa di questo?

Non direi esattamente che il mondo sa della Kryptonite. Noi lo sappiamo perché conosciamo Superman, ma nel nostro mondo, c’è una nuova idea che il DEO ha ricercato. È ancora più pericolosa. Esploreremo emotivamente e fisicamente le debolezze di Supergirl. Dire che è superiore a ogni avversità vuol dire sopravvalutarla.

Si scopre che la sorella di Kara, Alex Danvers (Chyler Leigh), lavora con il DEO. Cosa causerà questa scoperta tra le sorelle?

Questa è la prima volta che Kara guarda sua sorella sotto una luce diversa. Non sapeva che fosse un membro di questa organizzazione clandestina. Ovviamente ci saranno conflitti, Alex ha mantenuto il segreto della sorella per anni. Le conosceremo sulla stessa barca.

Alex Danvers non è un personaggio dei fumetti. Cosa dobbiamo sapere di lei?

Alex è Alex. Non è necessariamente Alexandra. Quello che dovete sapere di lei è che ha lavorato per tutta la sua vita ad essere forte, di successo e preparata. È cresciuta all’ombra della sorella. È dovuta crescere allo stesso modo in cui Supergirl è cresciuta all’ombra di Superman, come noi quando vogliamo provare il nostro valore a qualcuno nella nostra vita. Si trova spesso in conflitto riguardo a quanto ha dovuto fare per venire apprezzata per lei e per il suo valore.

Ci puoi dire qualcosa sulla mitologia o sul grande cattivo?

Affronterà la sua più grande paura nella prima stagione. Emotivamente, affronterà il più spaventoso cattivo che poteva capirle.

Quanto userai questo show come messaggio per il potere femminile?

Vogliamo usarlo per mostrare ciò che è vero. Metà popolazione appartiene a questo genere e questa donna è molto forte e incredibile. Vogliamo mostrare questo. Non si tratta di maschio o femmina, riguarda solo il potere.

Diresti che Supergirl è femminista?

Lo mostra ma non lo dice. Vorremmo che fosse solo un’eroina in ogni situazione e che è incredibilmente femminile, ovviamente ci ispiriamo a questo.

Il produttore esecutivo Greg Berlanti ha detto che Arrow e The Flash vivono nello stesso universo. È già in programma un grande crossover?

Non posso dire nulla. È una discussione facile quando si è nello stesso network. Noi vogliamo introdurla e darle le basi e la forza. Se sarà, speriamo di poter esplorare tutte le possibilità.

Qual è la cosa che vuoi che i fan sappiano prima di vedere lo show?

Siamo così fortunati di avere Melissa Benoist nei panni della nostra eroina. Nella vita reale è un’ispirazione e ha portato così tanta dimensione e vulnerabilità al personaggio che viene vista come invincibile.

 

Fonte

Related posts

Prison Break | Mark Feuerstein si aggiunge al cast del revival

Lily

The Following | Q&A sulla Terza Stagione

Stella

Agents of SH.I.E.L.D. | I boss parlano dei colpi di scena del finale di stagione

FeFraise

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv