Ship Addicted | One True Love #8 – Jorian

tumblr_inline_n2l6nvOs6t1qgp297J. J. Abrams ha una sola missione nella vita: rovinare la mia. Non so se lo fa di proposito, e o lo fa senza rendersene conto, ma sta di fatto che da quando avevo sette anni e guardavo Alias alla tv, il famoso e talentuoso produttore non ha mai, dico mai, risparmiato una sola volta il mio cuore. La cosa peggiore è che non posso odiarlo, perché il modo in cui gioca con i miei poveri sentimenti da fangirl è troppo geniale e troppo soddisfacente in un certo senso perché possa odiarlo.

Si sa, noi esseri umani abbiamo una strana passione per le cose che ci fanno romanticamente soffrire.
Per questo, quando ho saputo che J. J. Abrams stava producendo un altro telefilm, non ho potuto fare altro che sospirare e mettermi a guardare.

La nuovissima perla di Abrams si chiama Almost Human, e come se qualcuno potesse avere dei dubbi, è assolutamente geniale.
Un piccolo accenno della trama per farvi capire dove e come vive la più nuova delle mie OTP: la storia è ambientata nel 2048, quindi in un futuro abbastanza recente dove lo sviluppo tecnologico è talmente fuori controllo che la polizia, per tenere testa ai criminali che riescono a fare praticamente di tutto, si munisce di robot androidi.
Il nostro protagonista, John, è un poliziotto che dopo essere stato ferito gravemente in un’operazione finita male, tra coma e guarigione, sta ben due anni lontano dalla polizia. Quando torna in servizio, dopo insistenti sollecitazioni del suo capitano, è diventato obbligatorio per ogni poliziotto avere un partner robot che stia sempre con lui.

tumblr_inline_n2l6caYaWi1qgp297Ora, si capisce subito che John è un personaggio un po’ problematico, come ogni protagonista che si rispetti: deve ancora superare il forte trauma e il senso di colpa di aver perso tutta la sua squadra in un’operazione guidata da lui che è finita in un’imboscata, deve abituarsi di nuovo a stare sul campo, deve combattere con il fatto che non riesce a recuperare la memoria, e quando ci riesce scopre che la sua ex fidanzata era parte dell’associazione criminale che lo ha trascinato nell’imboscata…in più si aggiunge un caratterino un po’ burbero e impeccabile, anche se mano a mano che si va avanti nel telefilm John non riesce a fare a meno di addolcirsi e diventare più affabile, tutto merito di un certo qualcuno.

Parliamo adesso dell’altra parte di questa OTP decisamente speciale, e anche per questo devo farvi una piccola premessa sulla trama del telefilm: i primi modelli di robot androidi che erano stati adottati dalla polizia erano stati creati in modo che fossero il più simile possibili agli umani, così da integrarsi e svolgere meglio il loro lavoro. I DRN provavano emozioni, riuscivano a fare le deduzioni, si rapportavano agli altri con tutti gli standard sociali degli esseri umani, avevano una personalità, tutto ciò grazie ad una delle invenzioni più incredibili della robotica, quella che loro chiamano Anima Sintetica. Ora, il problema con i DRN è abbastanza prevedibile: visto che questi robot sono quasi umani (strizzata d’occhio), come non tutti gli esseri umani possono fare i poliziotti, neanche tutti i robot potevano. Alcuni di loro hanno cominciato ad essere emotivamente instabili e a dare problemi, quindi sono stati ritirati e sostituiti dagli MX, robot che non sono altro che computer con le gambe e le braccia.

tumblr_n22anlcN3X1t2dc2ao2_500Il primo giorno che John ritorna in servizio gli viene affidato un MX come da regola, ma John con il suo carattere così accomodante resiste neanche una mattina con il suo malcapitato robot, che lancia di sotto dalla macchina in corsa.

Tornato in centrale John va a farsi assegnare un altro robot, ma non avendo MX disponibili, John viene mandato dal “genio inventore” della polizia (se qualcuno di voi ha visto Alias, viene mandato da Marshall in pratica, solo che in questa serie si chiama Rudy ed è inglese), che accende per lui un vecchio DRN: Dorian.

Ed è così che i due si incontrano per la prima volta. Perché sì, questa storia, questa coppia, va oltre ogni barriera, ogni differenza, ogni limite, è l’apice massimo di quello che i latini avrebbero definito “amor vincit omnia”.

tumblr_n2kw7xsfY71qlopx1o3_250John è un poliziotto burbero e ferito, con troppe questioni irrisolte e troppe cicatrici; Dorian è un robot a cui prima è stata donata la maledizione dell’umanità, e poi è stato tolto lo scopo della sua vita. Entrambi hanno bisogno di essere salvati, e senza neanche accorgersene si salvano a vicenda.

All’inizio John è un po’ scettico su Dorian, lo tratta con una certa sufficienza e insensibilità non riuscendo bene a capirlo, a capire la differenza che c’è con gli MX, e Dorian spesso e volentieri gli deve rammentare che se dice certe cose ferisce i suoi sentimenti. A John serve un po’ di tempo per capire veramente Dorian, ma la prima occasione di essergli riconoscente praticamente per sempre arriva subito, nella prima puntata, perché Dorian gli salva la vita da un intervento molto pericoloso di recupero della memoria, e già da lì John deve ricredersi.

tumblr_n2kw7xsfY71qlopx1o6_250Come gli dice Dorian stesso, dopo che durante la puntata John lo aveva quasi schernito per la sua sensibilità: “meno male ti è capitato quello che il cuore tenero”.

Da quel momento, anche il cuore di John è destinato ad intenerirsi per Dorian.

Durante tutta la prima stagione, i due condividono sia momenti maliziosamente comici, che momenti intensamente sentimentali e anche molto commoventi, il loro rapporto si fa sempre più stretto, e specialmente da parte di John si vede il cambiamento che lo ha portato da trattare Dorian in tutto e per tutto come un oggetto, come una macchina, a difenderlo e proteggerlo mettendosi lui stesso in pericolo.

I due arrivano ad un punto in cui si rendono conto che sono l’uno per l’altro il motivo per cui vanno avanti, per cui fanno quello che fanno, l’uno per l’altro sono ciò che da un senso alla loro esistenza.

tumblr_inline_n2l6awMtTb1qgp297Per Dorian la realizzazione è praticamente immediata, e il momento che lo confessa a John è abbastanza dolce e commovente da farti scendere qualche lacrima durante la scena: Dorian spiega a John che quando l’hanno spento e dimesso, l’ultima cosa che aveva pensato era stata “spero davvero che qualcuno mi svegli”, perché lui voleva vivere, voleva fare il poliziotto, voleva continuare ad aiutare le persone e fare quello per cui era stato creato, perseguire lo scopo della sua esistenza. E quel qualcuno è stato lui.

“When I was decommissioned, the second before it happened, I just kept thinking”, “I really hope there’s someone to wake me up again”. I just wanna be a cop, man. I just wanna be here. And then, you woke me up. You were that person for me, John.”

tumblr_n2kw7xsfY71qlopx1o8_r1_250John ha letteralmente riportato in vita Dorian, gli ha dato di nuovo la possibilità di esistere e di fare quello per cui è nato, e secondo me quello è il momento in cui John capisce veramente Dorian. Capisce che nonostante dentro di lui ci siano fili ed ingranaggi, tra tutti i suoi circuiti c’è un cuore, poco importa se non è fatto di carne, quel cuore sente, prova emozioni, e vuole vivere, come lo vorrebbe qualunque essere umano.

John a quel punto comincia veramente a legarsi a Dorian su un piano di vista intimo ed emotivo, tanto da diventare esageratamente suscettibile se Dorian viene offeso da qualcun altro.
La mia scena preferita di tutto il telefilm, è una scena della 1×08, dove John e Dorian devono andare sulla scena del crimine con un altro poliziotto e il suo MX. Mentre John chiede cosa pensa Dorian della scena apparentemente molto assurda, l’MX dell’altro collega si avvicina a John dicendogli che è inutile che ascolti le opinioni del suo DRN, che dice solo cose illogiche e infatti sono stati giustamente ritirati. Quando John vede che Dorian è offeso dalle sue parole, non esita neanche un secondo a tirare fuori la pistola e sparare in faccia all’MX, mandandolo in frantumi.

L’altro poliziotto va su tutte le furie, e non si trattiene dal dire a John “tu che cosa faresti se piazzassi un proiettile nella testa di Dorian?”, ma fa appena in tempo a finire la frase che John lo aggredisce, afferrandogli il braccio per girarglielo ed esclamando “non lo devi neanche guardare Dorian!”.

tumblr_n2kw7xsfY71qlopx1o1_r1_250Come se non bastasse, la scena seguente è letteralmente la cosa più adorabile del mondo: Dorian e John in macchina, e Dorian guarda fisso John che guida con un sorrisino tra l’ebete e il compiaciuto, fino a che l’altro (un po’ inquietato) gli chiede che c’è, e Dorian senza smettere di sorridere come una ragazzina innamorata gli dice: “Io ti piaccio. Tu hai sparato all’MX perché mi stava offendendo”, e quando John gli risponde “no, ho sparato all’MX perché non stava zitto.” lui sorride ancor di più e ribatte “no, tu hai sparato all’MX perché io ti piaccio. Va tutto bene John, anche tu mi piaci”.

tumblr_n2kw7xsfY71qlopx1o2_250Non riesco a non contorcermi ed emettere strani versi che dell’umano hanno veramente poco quando ripenso a questa scena, anche perché Dorian è l’essere più dolce che esista ed il modo in cui riesce ad addolcire e farsi strada nel cuore un po’ inaridito del povero John è semplicemente stupendo.

A quanto pare, per quanto John cerchi di mostrarsi un po’ distante e impassibile, Dorian l’ha conquistato, e per quanto non voglia ammetterlo, si è affezionato a lui in maniera tanto profonda, che arrivati all’ultima puntata della prima stagione, veniamo a conoscenza della confessione definitiva dell’ “amore” (perché lo metto tra virgolette, loro si amano, si amano letteralmente!) di John, che a colore che devono verificare il lavoro di Dorian e decidere se tenerlo in servizio confessa che Dorian è il motivo per cui lui rimane nella polizia.
Lo avete sentito? Lo avete sentito il mio cuore che è appena rotolato via dal mio petto per i troppi sentimenti?
Perché non so se avete capito bene, ma John uomo tutto d’un pezzo ha ammesso che l’unico motivo per cui lui continua a fare il poliziotto e non molla tutto, l’unico motivo per cui non lascia vincere il rimorso, il dolore, il senso di colpa e continua a fare il suo lavoro, il lavoro che ha cominciato per via di suo padre, è Dorian.

tumblr_inline_n2l6whRmkh1qgp297Come volevasi dimostrare, John e Dorian si sono salvati a vicenda, John e Dorian si danno l’un l’altro senso di esistere.
E a questo punto, di fronte ad un rapporto del genere, è giusto chiedersi: importa davvero che uno dei due non sia umano? Importa davvero che uno dei due invece di dormire si attacca alla corrente, che uno dentro non ha sangue che scorre ma elettricità? Quando John guarda Dorian negli occhi, quando John guarda Dorian che gli sorride, non vede niente di più e niente di meno di una persona, un amico, un compagno, vede qualcuno che lo ha salvato e che a sua volta aveva bisogno di essere salvato. Allora quando pensiamo all’amore, è davvero necessario mettersi a notare ogni differenza, ogni complicazione, ogni eccezione? O quello che conta è solo guardarsi negli occhi e sapere che, se siamo ancora qui è grazie a quel qualcuno che abbiamo davanti?

Il rapporto tra John e Dorian sfida ogni limite e porta l’amore su tutto un altro piano, tutta un’altra concezione, dove niente ha più importanza se non loro due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.