Revenge | Recensione 3×13 – Hatred

revenge_wallpaper_by_juliamoskvina-d5le46e

Cari amici,

siamo qui riuniti per cercare di dare un senso a questo episodio di Revenge. Se ora dovessi salire su un palco per commentare quello che ho visto più o meno il risultato sarebbe questo:

http://www.youtube.com/watch?v=2a_ajsIVxyU

Il mio affetto nei vostri confronti mi impone invece di scrivere una recensione come si deve, pertanto farò lo sforzo immane di rimanere seria e inizierò col dire che gli autori di Revenge dovrebbero avere un po’ di autocritica.

La direzione che questa trama sta prendendo è impervia e pericolosa. Io sono dell’idea che per intraprendere certe strade senza cadere nel ridicolo, si debba essere autori di un certo tipo, che scrivono in serie TV di un certo tipo. Vogliamo bene a Revenge, ma non è certo un prodotto che rimarrà nella storia per sceneggiatura o recitazione, insomma, ha avuto i suoi bei momenti, ma non mi aspetto mai grandi cose. I salti temporali, i vuoti mentali, le trame ingarbugliate, i wibbly wobbly timey wimey ( i whovian capiranno ) lasciamoli fare a chi sa farli, altrimenti il risultato è uno solo: la comicità involontaria.

Il “colpo di scena” finale che, secondo i calcoli dei geniali autori, ci avrebbe dovuto far trepidare fino a marzo, ha sortito invece l’effetto contrario: mi ha fatto pensare, una volta di più, a quanto vorrei che questo fosse l’ultimo episodio. Il motivo è molto semplice, posso spiegarlo in poche righe ma lo farò sottovoce, venite tutti qui vicino a me :):  noi siamo Addicted, abbiamo una lista di serie TV da vedere che fa impressione, scarichiamo delle App per gestire quel poco di tempo libero che ci rimane, facciamo nottate con gli occhi rossi, il caffè e il giorno dopo alle 7:00 siamo in piedi per andare al lavoro, a scuola, all’università. Ora ditemi: quante serie DI QUALITA’ ci sono in giro? Tantissime. Americane, inglesi, francesi, c’è una scelta infinita, persino alcune miniserie da 2 episodi sono dei gioiellini che é impossibile non amare. Alla luce di tutto ciò, la domanda è: Perchè continuare a guardare Revenge? Vi prego, illuminatemi, commentate e fatemi sapere qual è secondo voi la risposta. L’unica che mi viene in mente e che credo sarà la più gettonata è: voglio vedere come va a finire. Onestamente, dopo episodi come questo, lo sconforto è tale da battere 10 a 0 la curiosità, ma aspetto nuovi stimoli da voi, fatemi tornare ad amare questa serie oppure affossatela senza pietà insieme a me. Vi aspetto numerosi 🙂

Chiedo scusa per la lunga introduzione e cerco di commentare in maniera più approfondita l’episodio:

Victoria: forse è l’unica che si salva, almeno ha un serio motivo per essere quella che è. Avevamo avuto un assaggio della sua infanzia infelice nell’episodio in cui apparve la madre, ora sappiamo che Patrick è purtroppo nato da un abuso. Siamo talmente commossi da questo evento tragico che quasi non ci mettiamo a riflettere su come sia possibile che una squattrinata 15enne americana incinta, scappata da casa, con precedenti penali e senza un dollaro, possa aver vinto una borsa di studio per Parigi. Ma siamo tanto emozionati e dispiaciuti, quindi soprassediamo. A fine episodio appare la prima moglie di Conrad che, siamo sicuri, tenterà di dare del filo da torcere alla nostra Vicky, probabilmente a colpi di botulino.

vic1vic2

Margaux: è un personaggio positivo. Buona, onesta, probabilmente è la persona che in questo momento può dare a Jack una vita tranquilla e felice; peccato che io non l’abbia mai sopportata praticamente dal primo minuto in cui è entrata in scena. A quanto pare avremo a che fare con lei ancora a lungo visto che è stata promossa ufficialmente a personaggio “regular” di Revenge. Che gioia! Meraviglioso il suo discorso su quanto sia bello vivere in una mansarda di mezzo metro quadro, senza ‘na lira e con un bambino piccolo, rispetto al castello in cui è cresciuta. A Margaux… mavvvaffanchateau va…

wtf

Si è ripresa solo grazie e questa scena:

margoux1margoux2

Jack: Medioman, io ti amo, lo sai, e capisco che tu abbia bisogno di serenità, di una mamma per tuo figlio, degli unicorni e degli arcobaleni, ma non ti sembra di correre un po’ troppo? Tra l’altro in questa sorta di dichiarazione non c’era un minimo di romanticismo o di passione. Stai chiedendo alla ragazza che ami di venire a vivere con te e la cosa più romantica che ti viene in mente è “I think that we make a great team”? Sembra più la convocazione per la prossima partita di calcetto che una dichiarazione, diamine! “Margaux, tu stai in difesa, io in attacco e Carl fa il portiere”. Non ci siamo.

jack1jack2jack3jack4

Daniel: non è mai stato nelle mie grazie e in questo episodio è stato estremamente odioso, ma una cosa devo ammetterla. La frase che ha detto a Emily è stata di una cattiveria disarmante, è una delle cose più crudeli che si possano dire a una donna e su questo non ci sono dubbi. Riflettendoci su però, posso capire la sua rabbia. Tante volte nella vita, quando siamo esasperati o furiosi, diciamo cose terribili di cui la maggior parte delle volte ci pentiamo. Non bisogna dimenticare che Daniel non conosce il motivo per cui sua moglie lo odia così tanto, la sua visione è distorta, sa solo che Emily si è approfittata di lui e della sua famiglia. Quello che non potrò mai giustificare è la violenza fisica, approfittare della debolezza di una donna ferita ( alla quale hai sparato tu ), strattonarla in quel modo e trasformare la ragazza che dici di amare in una sorta di escort è da codardi e trasuda meschinità da tutti i pori.

daniel1daniel2daniel3daniel4

Aiden: ecco un altro principe azzurro mancato. Ha tenuto il piede in 2 staffe per mesi spupazzandosi Emily e tenendosi Niko pronta per ogni evenienza e ora la vuole far franca, spedendo la ex nel bel mezzo del nulla a far fuori un killer. Un vero gentiluomo. Peccato che la katana che ha ucciso Takeda, non si sa bene il perché, sia a casa di Nolan, posizionata sotto al letto del vero assassino di papà Vendetta. Non so perchè ma non credo che Niko la prenderà bene:

niko

Nolan: non è molto presente stavolta e la sua assenza pesa come un macigno. In quei pochi minuti in cui entra in scena illumina comunque un episodio mediocre come questo. Grazie a Dio c’è lui.

nolan_sorry

Sara: E’ passata da santa a escort in pochi giorni. Posso capire l’amore, ma sacrificare la propria vita e la propria reputazione per un uomo sposato che, l’ultima volta che stavate insieme, non ha avuto nemmeno il coraggio di lasciarti è incommentabile. La cosa più romantica che ha saputo fare Daniel per lei, in questa stagione, è stata quella di pagarle le spese ospedaliere dopo un incidente domestico. Ah dimenticavo, l’ha anche portata in una casa in cui da generazioni, i Grayson maschi tradiscono le mogli con la prima che passa.  True love <3

Emily: se fossimo a scuola direi non classificata. La guerra dei Roses con Daniel la trovo noiosa come poche altre cose. La scena alla Rambo in cui cauterizza la ferita, neanche fosse dispersa nella giungla, non la commento nemmeno. I vuoti di memoria? Ridicoli e venuti dal nulla. Se provo a prenderli sul serio devo fare due ipotesi: è stata drogata o soffre di una qualche sindrome post traumatica imprecisata. Visto che a un certo punto, dopo aver saputo della relazione di Aiden con Niko, si ritrova a casa sua potrebbe aver inconsciamente posizionato la katana in modo da farla trovare alla piccola Takeda.

Del colpo di scena finale ho già parlato all’inizio, è qualcosa di vomitevole che la mia mente rifiuta di accettare. Se Emily è stata davvero drogata, vi prego, datemi la stessa cosa che ha preso lei e fatemi svegliare a fine stagione perchè un altro episodio così non credo di riuscire a commentarlo.

conrad1conrad2

Mi dispiace molto chiudere questa prima parte di Revenge con una recensione così spietata, ma non sono riuscita a trattenermi. L’episodio precedente mi era piaciuto, speravo si continuasse su quella strada, ma questo cambio di rotta mi ha spiazzato e non in modo positivo.

Spero che questa lunga pausa serva a farmi dimenticare quello che ho visto e a ricominciare la stagione a marzo con più positività.

Di seguito trovate il promo del prossimo episodio, sottotitolato dagli amici di >No Way Subs< :

http://www.youtube.com/watch?v=zlxl7Ee2VXQ

Vi ricordo che Telefilm Addicted vi dà la possibilità di scaricare i sottotitoli di Revenge, curati dai ragazzi di >No Way Subs<, a questo LINK.

Ogni lunedì collegatevi alla loro pagina facebook >No Way Subs< per scoprire lo stato di avanzamento dei subs (sono velocissimi!).

Alla prossima recensione!

11 comments
  1. Ti sei sacrificata per una giusta causa. Ho letto la tua recensione, so cosa succede e PUNTATA CIAO, CIAO, col cavolo che ti vedo!
    Ma quello che mi chiedo io è: possibile che Emily abbia preso subito per vera la notizia della sterilità, una notizia data da Victoria? Accertarsi che sia vero prima di cadere nello sconforto più totale?

    1. Aahahah, sono contenta di averti evitato un simile trauma 😀 Infatti io non ci avrei creduto neanche mezzo secondo a una sterilità annunciata da Victoria!

  2. Concordo in pieno con la recensione!
    Finito di vederlo l’unica cosa a cui pensavo era: ma si può essere così cretini da tenersi l’arma del delitto con sé sotto il letto?! Buttarla via? Hai l’oceano a pochi metri e te la tieni lì con te? Però potrebbe essere plausibile che sia stata Emily sì, non ci avevo pensato.
    A parte Nolan <3 e la sua faccia quando vede Niko all'opera, una delle poche cose che salvo è stato il momento del risveglio quando Emily "becca" Daniel e Sarah assieme, tralasciando che Sarah le rovina il piano blablabla, secondo me ha pensato: "Tesoro mio con tutto quello che ho fatto io con Aiden prima di sposarti proprio non mi sfiora chi ti porti a letto."
    Perché lo guardo? Per sapere come finirà xD eppoiiiii mi faccio due risate quando vengono fuori certe novità che non stanno né in cielo né in terra!

    1. Ahahahahha anch’io ho pensato la stessa cosa con la scena del letto!!! Caro Daniel, hai un cesto di corna in testa e fai pure lo splendido! Dilettante! xD

  3. Innanzitutto, GRAZIE!!!Nell’elenco delle cose che aspetto con ansia ogni settimana, la tua recensione di Revenge è successiva solo agli addominali di Wade Kinsella XD Sappi che mi hai fatto scompisciare, quasi quanto l’episodio: ci mancavano solo i vuoti di memoria e il semi incesto (forse chi lo sa) col suocero.
    Nell’elenco delle cose esilaranti, aggiungerei anche il costume di Sara: dove Emily sfoggia Dolce&Gabbana, la ragazza convertita in maitresse sfoggia il costume in omaggio con “Donna Moderna” XD Che classe!
    Per la cronaca, anche io continuo a seguire Revenge perché voglio capire dove andrà a parare.

    1. Ahhahaahahaah che onore essere la medaglia d’argento dopo Wade! *__* Grazie!!! Il costume di Sara era agghiacciante, probabilmente Daniel voleva portarla in Italia per fare shopping e comprarle qualcosa di decente! 😀 Grazie per i complimenti! :-*

  4. Ahahaha, Aiden mi ha fatto cadere la mascella a terra… cioè, sai che Niko è in missione per vendicare suo padre, sai che le manca all’appello la katana e tu cosa fai? Te la tieni sotto al letto? ahahahaha, gli uomini di Revenge – escluso Nolan, lui è sempre il migliore <3 – sono tutti dei poveri scemi, mi fanno quasi pena xD Per il resto mamma mia, non sanno davvero più cosa inventarsi… mi sembra Beautiful!

  5. Ciao a tutti, è da un po’ che vi seguo e leggo le vostre recensioni e commenti. Anche se non sempre mi trovo d’accordo (non siamo certo tutti uguali, no?), era da un po’ che sentivo il bisogno di dire qualcosa anch’io su questa serie (solleticato in gran parte dalle critiche rivolte). Ho amato Revenge dall’inizio, mi piaceva l’idea di fondo e… beh, la protagonista, devo ammetterlo… dopo la parte in Everwood, così distante da questa, ero curioso di come se la sarebbe cavata. Scusate il preambolo, vengo al dunque: la prima serie di Revenge, l’ho trovata ottima, quindi avevo molte aspettative per la seconda, che pian piano cominciava però a perder colpi; mi chiedevo come nel successivo episodio gli autori sarebbero venuti a capo degli intrighi messi in atto. Ora, questo è il punto. A mio parere, ed avendo seguito moltissime serie di valore, incredibilmente mozzate dopo una stagione o addirittura ancor prima di finirla, io credo che la serie in questione avrebbe dovuto essere conclusa dopo due stagioni in modo decoroso e non prolungandola come una sorta di Beautiful (lo sta diventando a tutti gli effetti, dopo l’ultima puntata!!!) dove ci si arrampica sugli specchi per mantenere in vita una serie che è già in cancrena e sta cominciando a puzzare di brutto. Ciò che era il punto forte, l’intrigo, la trama intricata, ma di cui se ne vedeva la maestria e sempre una lucina in fondo al tunnel, ora si è ritorta contro e, credo che gli autori siano decisamente impazziti a puntare tutto proprio sull’imbarazzante trama di “scuse” per dare un senso ad ogni battuta. Personaggio migliore? Decisamente Nolan, su tutti: attore bravissimo, disinvolto, (non sono gay ma lo trovo pure un bel pezzo di figliolo), unico a mantenersi “pulito” e affidabile, nonostante le sfighe atomiche che gli son successe e la iella in campo sentimentale.
    Spiace tanto che alcune serie godano di innumerevoli stagioni senza aver storie di spessore e attori di talento, mentre altre vadano avanti per motivi… beh, fermiamoci qui, è meglio 😉
    Scusate se son stato prolisso, grazie per lo spazio a disposizione.
    Buon lavoro.

    1. Ciao!!
      Mi trovi assolutamente d’accordo, in molte mie recensioni ho sottolineato l’urgenza di chiudere questa serie, ma dalle voci che sento purtroppo, sembra che l’intenzione sia quella di prolungarla. Anch’io amavo la prima stagione e vedere Revenge ridotto a una comune soap opera fa male. Forse il cambio di showrunner ha influito, in ogni caso spero che si riprenda presto! Ti ringrazio tantissimo per aver commentato, non preoccuparti di essere prolisso, mi piace molto leggere le vostre opinioni, quindi… Torna a trovarmi! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.