Quotes of the Week #98

“Happy is overrated.”
– Sean, Shameless 5×12, “Love Songs (In the Key of the Gallagher)”

Amici Addicted ben ritrovati con Quotes of the Week dopo la pausa pasquale, l’indigestione di cioccolata e Nina Dobrev che ha detto basta a TVD spezzando cuori a destra e a manca. Settimana intensa insomma!

Fra le altre cose c’è stato anche il season finale di Shameless – da cui la citazione in apertura, e dal quale riportiamo altre due cosine sempre happiness related. Monica ad esempio:

Ian, Ian, I’m finally happy. People like us, we can be happy. I love him and that’s the most important thing, to find somebody to love, right? Who loves you back for who you are. I want that for you.

Ian, Ian, sono finalmente felice. Le persone come noi possono essere felici. Lo amo ed è la cosa più importante, trovare qualcuno da amare, vero? Che ti ami a sua volta per ciò che sei. Voglio questo per te.

Love in the time of Shameless.

Amanda: Does she make you happy or is it just about the sex?
Lip: Sex, mostly.

Amanda: Ti rende felice o è solo sesso?
Lip: Sesso, per lo più.

Cose importanti della 2×16 di Agents of S.H.I.E.L.D., “Afterlife”: Luke Mitchell e i FitzSimmons che mi rendono una persona estremamente felice. Ma parliamo del primo e del suo personaggio, Lincoln:

9814 9815

Our gifts don’t have to be terrifying, they’re a part of us. I felt lost before I came here too, looking for answers in all the wrong places. But we’re connected to something bigger and older than we could have ever imagined, something extraordinary. Don’t walk away from it.

I nostri doni non devono essere spaventosi, sono una parte di noi. Mi sentivo perso anche io prima di venire qui, cercavo risposte in tutti i posti più sbagliati. Ma siamo collegati a qualcosa di più grande e antico di ciò che possiamo immaginare, qualcosa di straordinario. Non scappare da esso.

Per quel che riguarda i FitzSimmons vi lascio questa immagine che vale più di mille citazioni dirette.

9803

The Originals è uscito dalla sua breve pausa con la 2×17, “Exquisite Corpse”, voce narrante di Rebekah stavolta.

9804 9805 9806 9807

There’s a saying in my family. Kill a demon today, face the devil tomorrow. Yet even as you dance on that demon’s grave, you can’t help but wonder, was that demon alone? Or do you have other, deadlier ones to fight? And though you celebrate having won the battle, have you really prepared for the war? So as we dress ourselves in the armor needed for this new fight, we must first tend to our wounds, starting with the deepest.

C’è un detto nella mia famiglia. Uccidi un demone oggi, affronta il diavolo domani. Ma perfino mentre si sta danzando sulla tomba di quel demone, non si può fare a meno di chiedersi, il demone agiva da solo? O ce ne sono altri, più pericolosi, da affrontare? E anche se si celebra la battaglia vinta, si è davvero pronti per la guerra? Quindi mentre si indossa l’armatura necessaria a questo nuovo combattimento, dobbiamo prima curare le nostre ferite, iniziando dalle più profonde.

Non so se ve lo avevo già detto, ma Klaus e Freya sono la cosa più shippabile di questa stagione telefilmica secondo me. Io li A-D-O-R-O!

9808

No violence until she has finished writing the spell, please! Honestly, it’s all temper and no timing with this one. I, for one, am glad you gave her away. So that I could be born. You should think of me as an upgrade.

Niente violenza fino a quando non avrà finito di scrivere l’incantesimo, per favore! Onestamente, è tutto temperamento e niente tempismo con questa qui. Io invece sono contento che tu l’abbia data via. Così che io potessi nascere. Dovresti pensare a me come a un miglioramento.

Passiamo alla regina delle comedy, aka The Big Bang Theory e la sua 8×20, “The Fortification Implementation”.

Sheldon: I’ll give you three guesses why I’m so irritated.

Howard: Something happened different from the way you wanted it.
Sheldon: I guess news travels fast.

Sheldon: Ti do tre opportunità di indovinare come mai io sia così irritato.
Howard: Qualcosa è accaduta in maniera diversa da come volevi tu.
Sheldon: Immagino che le notizie viaggino in fretta.

Che ne pensate di Blaine di iZombie? Io ovviamente parteggio sempre per i cattivi, quindi lo trovo adorabile! Dal quarto episodio di questa prima stagione, “Liv and Let Clive”:

Oh, Jackie. I made you a zombie, but I’d never make you a whore.

Oh, Jackie. Ti ho fatta diventare uno zombie, ma non ti renderei mai una puttana.

Questa settimana si è conclusa anche la prima stagione di 12 Monkeys. Dal season finale, “Arms of Mine”, parla Ramse:

It took time travel, to create time travel. That’s how it works. There are no straight lines brother.

Ci sono voluti i viaggi nel tempo per creare i viaggi nel tempo. È così che funziona. Non ci sono linee rette fratello.

La 3×19 di Elementary, “One Watson, One Holmes”, ci ha donato una delle riflessioni di Holmes che è bene citare.

One of the things I’ve gained from our collaboration is the working definition of the word, “friendship”. Friendship, I’ve come to believe, is most accurately defined as two people moving towards the best aspects of one another. It is a relationship of mutual benefit, mutual gain. Another thing I’ve learned is that my isolationist tendencies are decidedly not my best quality. I am not a better person because of a lack of connection. So I think the healthy thing is for you to not move in my direction. In fact, quite the opposite.

Una delle cose che ho guadagnato dalla nostra collaborazione è la definizione della parola “amicizia”. L’amicizia, sono giunto a credere, è accuratamente definita da due persone che sono attratte dalle reciproche caratteristiche migliori. È un rapporto di beneficio a doppio senso, guadagno a doppio senso. Un’altra cosa che ho imparato, è che la mia tendenza all’isolamento non è la mia qualità migliore. Non sono una persona migliore perché non ho legami con gli altri. Quindi credo che la cosa più sana per te non sia di muoverti nella mia direzione. In quella opposta, a dirla tutta.

Passiamo ora alla 2×2 di Finding Carter, “Shut Up and Drive”.

9813

Max: Taylor, we are different, but that’s what makes us great.
Taylor: Maybe, but maybe not.

Max: Taylor, siamo diversi, ma questo è ciò che ci rende perfetti.
Taylor: Forse, o forse no.

Anche Ofe ha da dire la sua sull’argomento:

Look, I’ve got one parent who’s a jock and one who’s a brainiac, but they’re great together. You don’t have to be alike to be in love.

Senti, uno dei miei genitori è uno sportivo e l’altro un cervellone ma stanno benissimo insieme. Non bisogna essere uguali per essere innamorati.

Una serie che invece di finire è ripartita, è Salem con la sua season premiere, “Cry Havoc”.

9809 9810 9811 9812

Mary: I wonder if you even remember.
Mercy: Remember what?
Mary: What it feels like to sleep with your head on a pillow instead of a corpse.

Mary: Mi chiedo se almeno te lo ricordi.
Mercy: Ricordare cosa?
Mary: Cosa si provi a dormire con la testa su un cuscino invece che su di un cadavere.

Rimanendo in tema di cadaveri…

Anne: How can you hope to build a new world on the corpses of the innocents that live in this one?
Mary: There is no world, new or old, not found on violence and blood.

Anne: Come sperate di costruire un nuovo mondo sui cadaveri degli innocenti che vivono in questo?
Mary: Non esiste un mondo, vecchio o nuovo che sia, che non sia costruito sulla violenza e sul sangue.

E Mercy dovrebbe allearsi con Emily Thorne.

Sometimes the best revenge is revenge.

A volte la vendetta migliore è la vendetta.

Concludo con la nostra – di tutto il mondo – attuale trashata preferita, ovvero il quarto episodio di The Royals.

9800 9801 9802

Regina Helena: We never talk about money, race, sexual identity or religion.
Liam: Then, what does that leave to talk about?
Regina Helena: Cheese.

Regina Helena: Non parliamo mai di soldi, razza, identità sessuale o religione.
Liam: Quindi, quali argomenti restano di cui parlare?
Regina Helena: Formaggio.

Ovviamente prima di salutarvi non posso non citarvi il solito paio di tweet meritevoli di citazione. L’altra notiziona della settimana è stata senz’altro quella dell’abbandono da parte di David Lynch del progetto del revival di Twin Peaks. Ebbene, il colpevole di tale abbandono si è fatto avanti nella persona di… Mark Hoppus!

C’è poi stato Curt Mega – aka Nick the Warbler – che in un mini rant contro un’accusa che gli è stata mossa (long story very short: di essere contro alle fanfiction), ha ricordato al mondo di come i Warbler di Glee siano diventati così popolari.

Infine IL tweet della settimana per eccellenza – anche se ad onor del vero risale a settimana scorsa ma hey, io non sono andata in onda settimana scorsa e questa rubrica nemmeno (blame it on the Easter) quindi vale lo stesso!

E su queste note, vi do appuntamento a domenica prossima!
-Elsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.