Image default
Pretty Little Liars Recensioni

Pretty Little Liars | Recensione 5×15 – Fresh Meat

Ouch. È insolito per me da dire, lo so, soprattutto con una serie come Pretty Little Liars che nel bene o nel male ho sempre difeso ma in quest’ultimo episodio ci sono stati, sempre secondo il mio parere, troppi aspetti che non mi hanno pienamente convinto, troppi grossi grassi “NO” e diversi punti vuoti per cui mi aspettavo soluzioni completamente diverse. Ovviamente è del tutto esclusa da questo quadro negativo, l’unica regina dell’episodio e per la prima volta posso davvero affermare che ho AMATO Emily Fields, senza dubbio la migliore in “Fresh Meat” e questo alla fine è tutto dire, una sorta di prova del nove per ciò che ho appena affermato.

 

Cominciamo quindi con la carrellata di momenti “NO” tramite i quali vi racconterò l’episodio:

ARIA MONTGOMERY – Il mio regno per un’ammissione

tumblr_ni5jsjPDOz1qdwasao3_250 tumblr_ni5jsjPDOz1qdwasao2_250 tumblr_ni5jsjPDOz1qdwasao6_250 tumblr_ni5jsjPDOz1qdwasao7_250

Aria sotto pressione non è esattamente una poker face, lo sappiamo bene, comincia a perdere la calma, la lucidità e anche gli Slitheen di Raxacoricofallapatorius si accorgono della sua instabilità e delle sue bugie (e questo a quanto pare è un aspetto che la accomuna a Lucy Hale) ma Aria è anche la ragazza che ha avuto il coraggio di affrontare A nelle sue diverse forme per difendere le persone che ama perché di fronte a un pericolo imminente che minacci la sua famiglia e le sue amiche, Aria riesce a tirar fuori dai suoi 50 cm di altezza una grinta e una determinazione che, all’occorrenza, sanno anche fare paura, se non mi credete, chiedetelo a Shana. Per questo mi ha lasciato un po’ perplessa la sua decisione di “vendere” la sua storia con Ezra solo per entrare nelle grazie dell’addetto alle ammissioni dell’ennesima università che l’aveva rifiutata, lei che per quell’amore così intenso e importante aveva rischiato di perdere la sua famiglia, le amiche e anche buona parte della sua sanità mentale. Era evidente fin dall’inizio dell’episodio che Aria era sul punto di esplodere e di massacrare crudelmente chiunque avesse continuato a sbatterle in faccia la propria ammissione al college, parola che cominciava a procurarle gravi attacchi di orticaria, ma a compromettere inevitabilmente la sua già critica situazione ci pensa il karma, personalizzato da Jackie Molina come unica frontiera che separa Aria dal suo futuro accademico. Ed è in quel preciso momento che Aria, disposta ormai a scambiare anche sua nonna con un banco universitario, decide di compiere quell’errore che rimpiangerà per almeno dieci stagioni e dall’alto delle sue doti di scrittrice, compone una commovente lettera di presentazione in cui scrive tutto ciò che probabilmente Jackie voleva leggere, rinnegando la sua storia con Ezra e indicandola come il rimpianto principale della sua vita da liceale. Inconsciamente desiderosa di qualcuno che le facesse notare il suo sbaglio, Aria fa leggere il suo scritto ad Emily, per poi correre all’università da Jackie per cercare di riprendersi la lettera ma non solo questa era già stata ricevuta e letta, quando Jackie sorprendentemente accetta di mantenere il suo segreto, con il risultato finale della conseguente ammissione di Aria Montgomery al college. E ciò che vediamo alla fine dell’episodio è quella trappola adesso evidente che A aveva costruito e nascosto perfettamente per Aria mentre lei ci cadeva dentro senza neanche provare a combattere. Così com’è sempre stato, sono le liars stesse a servire ad A l’assist vincente per battere a rete.

 

HANNA MARIN – Confusa

tumblr_ni5har9k9I1qiiay5o1_500

Il problema maggiore di Hanna in questo episodio è che non l’ho capita, non mi sono chiari alcuni suoi comportamenti, non concepisco alcune sue convinzioni e di certo non ho capito un’azione in particolare. Diretta verso l’ennesimo college che l’ha accettata, Hanna sembra voler seguire un percorso tutto suo ma l’aspetto più strano della sua storyline sta nel volersi lanciare in una filippica a favore di Holbrook, con cui ha certamente avuto un passato in cui l’ha conosciuto un po’ di più rispetto alle altre ragazze, ma ciò che è certo è che non l’ha conosciuto bene quanto Alison e difenderlo a spada tratta quando nessuna di loro può fidarsi neanche della sua stessa ombra, raggiunge nuovi livelli di assurda ingenuità. E proprio per cercare di chiarire il ruolo di Holbrook in tutta la faccenda, Hanna lascia il tour guidato del campus, che la divertiva quanto studiare algebra con Spencer, per provare un’attrazione più entusiasmante, come visitare un nuovo girone dell’inferno in cerca del vanescente detective. Holbrook è ancora fuori dai radar ma in compenso Hanna trova il resto della sua famiglia, un padre che quasi certamente l’ha scambiata per Alison e un peluche più vivo di quanto avesse voluto vedere (e non è la sola). Vagamente confusa mi è sembrata infine la visita ad AlisonIsTheNewBlack che dal canto suo continua a ripetere la storia del “vi stavo proteggendo, adesso siete sole” mentre Hanna sembra non aver ben chiaro il motivo per cui lei stessa è andata trovarla.

 

TOBY CAVANAUGH – Incoerente

Il caro Toby è stato il più grande “No Marlene, io esco” di questo episodio, più che altro perché odio vedere Spencer nuovamente in lacrime e certamente si accumulano le nubi all’orizzonte della storia Spoby. Tutto comincia dalla perlustrazione da parte della polizia del giardino di casa Vanderwaal, nella speranza di trovare nuovi indizi o nuove prove che permettano di recuperare il corpo di Mona e di assodare la colpevolezza di Alison e ovviamente chi se non il cadetto Toby riesce a trovare quella che molto probabilmente è l’arma del delitto? Quella che segue però è una scelta dettata senza dubbio dalla paura e dalla confusione, dal tentativo di fare la cosa giusta o di proteggersi nascondendo quelle verità che non sono state dette per molto tempo e che adesso sono troppe da rivelare tutte insieme. Toby decide quindi di non toccare l’arma ma di non presentarla neanche alla polizia, cercando prima consiglio in Spencer e Caleb dato che il coltello proviene esattamente dal capanno dei Cavanaugh e lo stesso Caleb l’aveva utilizzato diverse volte. Il dilemma che si crea dunque vede da una parte la volontà di agire per giustizia e consegnare l’arma per favorire le indagini e dall’altra parte l’istinto di conservazione per proteggersi da eventuali equivoci che favorirebbero soltanto il gioco di A.

tumblr_ni6ie0mayY1qcnxufo1_r1_250 tumblr_ni6ie0mayY1qcnxufo2_r1_250 tumblr_ni6ie0mayY1qcnxufo3_r1_250 tumblr_ni6ie0mayY1qcnxufo4_r1_250 tumblr_ni6ie0mayY1qcnxufo5_r1_250 tumblr_ni6ie0mayY1qcnxufo6_r1_250

Ma questa volta Toby è solo nella sua squadra perché nonostante l’accordo preso, Spencer e Caleb, memori di tutti quegli episodi simili in cui A li aveva incastrati e preoccupati che segreti del passato potessero tornare a galla, scelgono di coalizzarsi per recuperare la prova incriminante e distruggerla nella fornace del laboratorio di ceramica, dove lo stesso Caleb rischia per un momento di diventare un vaso sciolto che Hanna avrebbe dovuto rimettere insieme con Unchained Melody in sottofondo. L’incoerenza di Toby sta, per quanto mi riguarda, nell’accusare Spencer di aver sbagliato o di aver inquinato una scena del crimine, soprattutto dopo che lui per primo aveva SCELTO di non rivelare la presenza del coltello e di informare due persone estranee alle indagini del ritrovamento. Toby sapeva bene che Spencer non si sarebbe mai fermata e sapeva anche, nel momento in cui si era iscritto all’accademia per diventare poliziotto, che la sua lealtà si sarebbe inevitabilmente divisa tra il suo lavoro e la sua fidanzata, aspetti della sua vita che collimano da sempre ma che soltanto adesso sembrano creargli problemi. L’idillio di una persona di fiducia nelle forze dell’ordine non poteva durare a lungo e Toby dovrà presto o tardi decidere a chi va la sua completa lealtà.

tumblr_ni5aq12W6A1s6u50qo3_250 tumblr_ni5aq12W6A1s6u50qo1_250 tumblr_ni5aq12W6A1s6u50qo4_250 tumblr_ni5aq12W6A1s6u50qo2_250

 

ASHLEY MARIN & JASON DiLAURENTIS – EWWW

summer-roberts-ew

Si, è esattamente questa la mia reazione alla storyline “romantica” più assurda e inguardabile che abbia mai visto in Pretty Little Liars! Innanzitutto la prima domanda che mi è venuta in mente è: “Ma che fine ha fatto il buon pastore Ted?”, sono io che non ricordo il momento in cui la sua storia con Ashley è finita o è stato semplicemente risucchiato da un vortice spazio-temporale? Sta di fatto che Ashley è tornata in pista e questa volta senza troppe vie di mezzo, passando da “Jason non posso più lavorare con te” a “Jason facciamo gli straordinari”! Mi dispiace più che altro per Hanna che si ritrova come sempre ad assistere all’ennesimo flirt di sua madre e sinceramente non so cosa le abbia fatto più schifo, se il peluche sviscerato o Jason che lascia casa sua mentre si riveste. Io ho ancora i brividi.

Ma finalmente arriviamo all’unico grande SI dell’episodio, la protagonista assoluta della puntata: EMILY FIELDS – PASSIONE CUCINA. Cercando disperatamente di raggiungere il budget necessario per riunirsi con la sua dolce metà in California, Emily si improvvisa tuttofare e si propone, supportata da Aria, come cuoca ufficiale della serata d’apertura della libreria che Ezra decide di aprire nel Brew.

tumblr_ni60vdSzPO1qkfq2ko3_250 tumblr_ni60vdSzPO1qkfq2ko1_250 tumblr_ni60vdSzPO1qkfq2ko2_250 tumblr_ni60vdSzPO1qkfq2ko5_r1_250 tumblr_ni60vdSzPO1qkfq2ko6_r1_250 (1) tumblr_ni60vdSzPO1qkfq2ko7_r1_250 tumblr_ni60vdSzPO1qkfq2ko4_r1_250 tumblr_ni60vdSzPO1qkfq2ko8_r1_250

Quello che Emily non sapeva era che aiutare la signora Pam a preparare i toast e l’insalata non faceva di lei la versione femminile di Gordon Ramsey ma al contrario avrebbe soltanto trasformato la cucina del locale in un campo di battaglia al quale nessuno sarebbe sopravvissuto, QUESTA È ROSEWOOD!

sparta

Ma le fasi della preparazione non sono niente in confronto alla serata in cui il suo livello di nevrosi arriva al punto di voler ingozzare Spencer come il sultano di Aladdin con Iago!

iago

tumblr_ni5bycFSNB1tuievqo1_250 tumblr_ni5bycFSNB1tuievqo2_250 tumblr_ni5bycFSNB1tuievqo4_250 tumblr_ni5bycFSNB1tuievqo5_250 tumblr_ni5bycFSNB1tuievqo3_250 tumblr_ni5bycFSNB1tuievqo6_250 tumblr_ni5bycFSNB1tuievqo7_250 tumblr_ni5bycFSNB1tuievqo8_250

In fin dei conti, per Emily ho anche provato un po’ di compassione perché sta vivendo con Paige la stessa storia che ha vissuto Maya nella prima stagione, nonostante i suoi propositi infatti le sue relazioni a distanza sembrano destinate a non finire bene.

Infine abbiamo avuto modo di conoscere due personaggi nuovi: il vero Chef che Ezra ha chiamato in preda al panico prima di rifilare a Emily la frase di rito “Tu vuoi che io MUORO?” e un ragazzo misterioso che dovrebbe trasferirsi nella dependance degli Hastings, sempre che Spencer non lo abbia terrorizzato prima del trasloco.

Nel complesso, ribadisco la mia perplessità nei confronti di questo episodio ma ciò che è certo è che A ci sguazzerà in tutti gli errori compiuti dalle ragazze in questo frangente. Io ora vi lascio e vi do appuntamento alla prossima settimana,

kisses, Walkerit-A

Related posts

Nikita | Recensione 3×02 – Innocence

Salvo88

Once Upon a Time | Recensione 4×03 – Rocky Road

Ocean

Hart of Dixie | Recensione 1×12 – Mistress & Misunderstanding

LuigiT

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv