Outlander – Recensione 5×01: Il ritorno del Clan Fraser

Outlander

Con una sorpresa, la Starz ha rilasciato in anticipo l’episodio 5×01 di “Outlander” come regalo di San Valentino, rendendolo disponibile all’inizio del weekend. Un dono davvero molto gradito.

Questa prima puntata è stata ovviamente del tutto introduttiva, riprendendo da poco dopo la fine della quarta (chiusasi con il ritorno di Roger da Bree) e realizzata per sposarsi alla perfezione con il weekend di San Valentino: il tema dominante della puntata, infatti, è stato l’amore. In particolare l’amore romantico ma non solo, avendo in essa trovato spazio anche l’amore genitoriale.

Outlander 5×01: l’amore

Dunque, a farla da padrone è stato l’amore romantico e il focus di tutto è stato il matrimonio (tanto atteso per i lettori) tra Brianna e Roger. Dopo tante pene e lunghe separazioni, finalmente i due sono riusciti a coronare il loro amore.
Attorno a Bree e Roger, ovviamente, abbiamo visto ruotare altre coppie, a partire proprio da Claire e Jamie, dei quali abbiamo visto il bellissimo flashback durante i voti matrimoniali della figlia, che ci ha permesso di rivedere il matrimonio tra i due (scena con la quale gli autori hanno anche ottenuto di far vedere come i due siano cambiati e dunque sottolineare l’accurato trucco che serve, e riesce, a invecchiare Jamie e Claire), nonché Fergus e Marsali e l’inedita coppia formata da Jocasta e Murtagh.

Come si diceva, per quanto a dominare sia stato l’amore romantico anche quello genitoriale (o pseudo-genitoriale) ha trovato un suo spazio: l’amore di Jocasta per i suoi nipoti, che vuole mettere al sicuro con metodi originali ma non privi di umorismo; l’amore di Bree e Roger per il piccolo Jeremiah, l’amore di Claire per Brianna e soprattutto, quello di Jamie per la figlia, che lo porta a essere restio a lasciarla andare per un altro uomo, avendola ritrovata da poco, nonché a diffidare ancora di Roger, colpevole di non essere rimasto sin dall’inizio al fianco di Bree. Un tocco molto commovente. Infine, ancor più commovente, l’episodio si è aperto e chiuso con il primo rapporto “padre-figlio” che questa storia abbia presentato sin dal suo inizio: Murtagh e Jamie. Un rapporto che, grazie alla decisione di cambiare il fato di Murtagh rispetto ai libri e dunque di non farlo morire a Culloden, continua ancora adesso.

La puntata, pertanto, è stata prevalentemente delicata e “leggera” per dare tregua ai protagonisti e per permettere di gettare le basi di quella che sarà la stagione, adattamento del quinto romanzo della saga che dà anche il titolo alla puntata, ovvero “The Fiery Cross”. Tuttavia, questo è pur sempre “Outlander” e dunque quantomeno un tocco di dramma non può mancare nemmeno quando il tema dominante è l’amore.
I nostri amati protagonisti si trovano nel 1770 e ci sono molte cose con cui devono ancora fare i conti: ecco dunque Brianna scoprire che Bonnet è vivo e sentire riemergere il trauma e il dolore di quello che ha subito, un qualcosa che va inevitabilmente a incidere anche in quella che dovrebbe essere solo una notte di passione e dolcezza, ovvero la sua prima notte da moglie di Roger; la ribellione delle Colonie alla madrepatria si fa sempre più vicina e la caccia ai Regolatori da parte dell’esercito britannico non è destinata ad arrestarsi.
Ed è proprio questo che porta al momento più intenso e triste dell’episodio: Murtagh che si rifiuta di attendere lo scoppio della Rivoluzione e Jamie che, per salvargli la vita, è costretto a liberare il padrino, che per lui è stato un vero e proprio padre, dalla promessa che Murtagh aveva fatto alla madre di Jamie e Jenny e spingerlo ad allontanarsi da tutti loro.
Una scena davvero molto commovente.
L’incombere di questo momento destinato a stravolgere la Storia, però, è ciò che permette di creare un altro collegamento con gli inizi di “Outlander”, che lo si conosca solo per la serie o anche per i romanzi di Diana Gabaldon: l’Adunata, che in questo contesto assume una nuova versione ma che allo stesso tempo non può non far tornare alla memoria gli eventi della prima stagione (e del primo romanzo), esattamente come in precedenza hanno fatto i voti matrimoniali tra Bree e Roger.

Questa première 5×01 di “Outlander” è stata dunque introduttiva, necessaria a gettare le basi per ciò che avverrà, ma come spesso è accaduto in questo show è ben riuscita, piacevole da guardare con momenti particolarmente belli.

Outlander 5×01: la TOP 3

1. Jamie che prepara “something new, something borrowed, something blue” per Brianna, nonché il suo momento con lei prima della cerimonia. E’ inutile, persino più delle storie d’amore, il rapporto tra Jamie e sua figlia rapisce il cuore.

2. Il flashback al matrimonio di Claire e Jamie. Una delle puntate più amate e belle dell’intero show. E’ davvero apprezzabile che gli autori ci tengano a ricordare da dove si è partiti, quanta strada è stata fatta.

3. L’Adunata. Nonostante i cambiamenti rispetto al libro, questo è il momento più bello dell’intero episodio ed è del tutto riuscito. Come si diceva, così come il matrimonio serviva a creare un collegamento con l’inizio della storia, ma oltre a questo ha raggiunto un altro scopo. In un certo senso, quest’adunata aveva delle caratteristiche diverse da quelle tradizionali dei clan in Scozia che, come ci era stato mostrato nella prima stagione dello show, avevano una forte componente familiare (pur coinvolgendo anche i “fittavoli” delle terre appartenenti ai Signori dei clan). Qui la famiglia è ridotta all’osso, per cause di forza maggiore, e Jamie si è trovato tra due fuochi: la sua famiglia e gli obblighi che ha dovuto assumersi nei confronti della Corona proprio per proteggere e dare un futuro a quella famiglia. Una posizione incredibilmente difficile e pericolosa. Eppure abbiamo visto Jamie che, tornato nei suoi tipici abiti scozzesi (sempre bellissimo in essi), riesce a ricreare lo spirito fondamentale della tradizione del loro Paese natio e riprende a essere ciò che lo avevamo visto essere anni prima: un vero leader. In questo modo, ha posto le basi per fare entrambe le cose, ha trovato un modo per proteggere la sua famiglia fino a quando non scoppierà la vera insurrezione e lui potrà finalmente sottrarsi agli obblighi nei confronti della Corona. E’ solo un inizio, ma è incredibilmente intelligente e potente.

Questo è tutto per la 5×01 di “Outlander”. A voi è piaciuta?

Vi lascio con il trailer della stagione e quello per il prossimo episodio.

Ricordatevi di passare in queste meravigliose pagine per news, aggiornamenti e spoiler settimanali sugli episodi, news sui nostri attori e personaggi preferiti e sul mondo british!

An Anglophile Girl’s Diary

Blends of Scotland, Ireland, UK: Ladies’ Perfect Tea

Caitriona Balfe Italian Fans

Fraciconia – The Anglophiles’ Lair

Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita

How to get away with Fandoms

Outlander Italy

Sam Heughan Italian Fans

Telefilm obsession: the planet of happiness

The White Queen Italia

1 comment
  1. Bellissima recensione!

    Nella mia top 3 al primo posto c’è sicuramente Lord John che beve circondato da ubriachi addormentati mentre tutti se la spassano, lo adoro!

    Il secondo posto è per Roger e Bree. Finalmente una gioia!

    Al terzo posto ci metterei Jamie e Bree prima del matrimonio (perdonami Frank, lo sai che sei comunque il mio preferito xD).

    Alla prossima settimana 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.