Outlander | Intervista a Sam Heughan

Il secondo episodio di Outlander ci ha presentato un Jamie scarmigliato, infelice e quasi del tutto inadatto alle interazioni sociali, dopo sei anni trascorsi vivendo e soffrendo in solitudine. “Soffre per tutto il tempo. Vede Claire ovunque. Continua a ricordare la sua perdita”, ha spiegato l’attore Sam Heughan a TVLine. “Quindi vive di istinti. Non si prende cura di se stesso, vive giorno per giorno senza un reale scopo”.

Sebbene Jamie non sia più il legale proprietario di Lallybroch – ricorderete che ha intestato la tenuta al figlio di Jenny e Ian, prima della Battaglia di Culloden – Heughan ha sottolineato come il suo personaggio senta ancora la responsabilità di tenere al sicuro la terra e i suoi cari… e pensa che questo potrà succedere solo in sua assenza.

“Sembra che tutti intorno a lui vengano feriti. Si sente responsabile per Jenny e Ian e ogni volta che si avvicina a loro, qualcosa di brutto accade”.

Prendiamo, per esempio, la scena in cui Jamie prende in braccio per la prima volta suo nipote neonato, Ian. “Jamie è disperato perché non ha suo figlio, non ha tenuto in braccio Brianna e non l’ha vista quando è nata. E quando può avere in braccio il nipote, vedete cosa accade”, spiega Heughan riferendosi a quando ha dovuto tenere il bambino silenzioso, mentre i soldati britannici erano a qualche passo dal suo nascondiglio. “Di nuovo ha messo la sua famiglia in pericolo”.

Quando Fergus perde una mano e Jenny sottolinea che Jamie ha fatto la cosa più responsabile nel non tentare di fermare le Giubbe Rosse, la resistenza di Jamie crolla e lui finisce a piangere nelle braccia della sorella di fronte alla famiglia. Heughan sottolinea come Jamie usi la ferita di Fergus per tornare in se stesso.

“Quello è il punto in cui si rende conto che le persone dipendono davvero da lui e che è necessario che combatta un po’ di più per tornare a vivere”. Aggiunge che l’intero incidente è una “sorta di vincita” per Jamie. “Lo smuove un po’. E Fergus è sempre stato una sorta di figlio surrogato”.

E per quanto riguarda la rabbia dei fan per il tradimento di Jenny, che il trailer della terza stagione ha anticipato, ma non ha spiegato nei dettagli?

“Sì, quello è stato divertente”, ha risposto Heughan, ridendo al ricordo di quando ha girato la scena con Laura Donnelly, che interpreta la sorella con i piedi per terra. “Abbiamo cercato entrambi di esagerare”. Non smette di ridere nel ricreare le espressioni facciali e il linguaggio del corpo esagerato – le braccia di Jamie spalancate – mentre cercavano di ingannare le Giubbe Rosse alla fine dell’episodio. “È stato molto divertente”.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.