Image default
Once Upon A Time Recensioni

Once Upon a Time 7×11 – Core de mamma

Bentornati a tutti nel Once-verse!
Dopo questa lunghissima pausa invernale lo show che proprio non voleva finire (ma comunque presto finirà) ci delizia con un episodio che è incentrato principalmente sul rapporto madre-figlie, concetto quello di maternità (anche, anzi perlopiù, in salsa disfunzionale) che è stato una delle colonne portanti di gran parte della serie in generale, fin dalle primissime stagioni.

 

Innanzitutto, annuncio di servizio, noterete il cambio di format in seguito all’hiatus: ringrazio chi ha partecipato al democratico sondaggio per dirci la sua e, ora che la maggioranza ha parlato, si torna alle buone vecchie recensioni scritte per concludere insieme il cammino di OUAT.

Riguardo questo “Secret Garden”, come dicevo a emergere da un minestrone di storyline che sembravano voler tutte fare capolino per almeno un microsecondo, giusto per ricordarci che sono ancora in ballo, è il netto parallelismo tra il rapporto Zelena-Robin nel passato e quello tra Victoria-Ivy nel presente, entrambe sottotrame caratterizzate da un certo livello di dissenso tra madre e figlia e culminanti con il sacrificio di una per l’altra (nel secondo caso un sacrificio portato a termine) nel rituale di resurrezione di Mother Gothel. Una cosa che mi ha sorpresa è stato scoprire che, ad Hyperion Heights, il rito ha effettivamente risvegliato Lucy: il flashback sul primo rituale votato a riportare in vita l’altra potentissima strega (Madame Leota, personaggio di The Haunted Mansion) mi aveva fatto subodorare un tranello da qualche parte, tipo che Gothel si sarebbe rimangiata la promessa di Lucy in corsa e avrebbe “deviato” il potere del sacrificio per resuscitare la sua amicona, quindi da questo punto di vista sono stata piacevolmente sorpresa dal non aver capito un cavolo della personalità di questo personaggio… Cosa che mi porta però a un’altra considerazione: perché esattamente avremmo visto il flashback sulla strega-super-potentissima da riportare in vita se non avrà un ruolo in futuro?

Se lo avrà, non era questo il momento migliore per resuscitarla? E se no, allora perché farci due scatole tante con l’adorazione di Gothel per lei in the first place? Capisco che la sequenza del sacrificio con l’orchidea nel flashback aveva come fine principale quello di dimostrare a Robin che “la mamma è sempre la mamma” e che, al di là della magia, quello che Zelena ha da offrirle vale più di qualunque altra cosa, ma l’insistenza sul personaggio nella sfera di cristallo dà da pensare che abbia una certa rilevanza nel percorso e forse nel piano generale che Gothel sta perseguendo anche ora nel nostro mondo (abbiamo già avuto più di qualche accenno alla congrega delle Otto Streghe), quindi ho trovato un po’ anticlimatico da parte di Gothel non fare una carognata e usare effettivamente il sacrificio per restituire la vita a Lucy. Diciamo che gli autori hanno semplicemente scelto la via più facile per chiudere almeno una delle storyline aperte nel minor tempo possibile, nello specifico risolvendo il dilemma esistenziale scoperto nel mid-season finale (spezziamo la maledizione e condanniamo Henry o la lasciamo intatta e perdiamo Lucy?) inserendo un’opzione C: eliminiamo la sacrificabile Belfrey per mantenere momentaneamente in piedi la maledizione con entrambi il protagonista e la figlia in salute.

Da un punto di vista positivo direi che l’episodio ha brillato nel concentrarsi non solo su quel gioiello di Rebecca Mader (che i folli Ed&Adam si sono quasi fatti scappare), ma anche riproponendoci il rinsaldato rapporto tra sorelle e questa graditissima collaborazione tra Zelena e Regina: ora che sono insieme so che ci regaleranno grandi emozioni, anche se in questo episodio nello specifico, all’atto pratico, non hanno combinato nulla di sensazionale. Inoltre, anche se non ho mai apprezzato particolarmente Victoria come personaggio, mi ha fatto piacere che nel lasciarci abbia avuto modo perlomeno di cambiare la sua prospettiva sulla figlia meno prediletta: Christ, anche dopo aver visto la backstory di Rapunzel l’astio verso Drizella era a livelli ossessivi… ti faceva quasi rivalutare Cora!
Il top del top dell’episodio è comunque stato che Jacinda ha avuto quasi zero minutaggio e zero battute.

Sul fronte negativo, Alt!Hook (o “Newk”, I like that) continua a ricoprire un ruolo ancora troppo marginale per appassionarmi realmente alla sua quest, e in questo episodio idem può dirsi di Weaver/Rumpel, che continua a centellinare le risposte in maniera a dir poco irritante.
In generale quello che ho apprezzato di meno, però, è il fatto che come rientro è stato forse in parte troppo frettoloso, volendo inserire nuovi elementi della trama, nuovi oggetti magici, un risveglio e un addio, riprendere le fila della situazione e allo stesso tempo spingerci in avanti con nuovi spunti, tra cui quel maldestro cliffhanger finale sulla dottoressa che stava per scoprire che Henry potrebbe essere il padre di Lucy ma viene misteriosamente avvelenata da… boh!

Voto per me ai limiti della sufficienza per questa 4×11 che funziona bene quando al centro della scena ci sono le solite vecchie glorie e vengono affrontati gli argomenti più cari a Once, ma si perde in un vortice caotico quando vuole provare a infittire eccessivamente la trama inserendo troppe cose insieme e in maniera raffazzonata. Ora la mia unica preoccupazione è: la cancellazione sarà su un finale aperto, nella speranza che ABC avrebbe concesso allo show almeno un’altra annata, o gli autori sono stati abbastanza previdenti da prepararsi anche la conclusione di riserva, regalandoci la giusta chiusura che, continuo a ribadire, avrebbe tranquillamente potuto essere il season finale della scorsa stagione, con tutto il cast che abbiamo amato e seguito per sei anni? Vedremo in che direzione ci porterà questa seconda metà di stagione.

Attendo di leggere le vostre ipotesi e i vostri pareri qui sotto nei commenti, nel frattempo trovate come sempre il promo del prossimo episodio e vi invito, se non l’avete già fatto, a passare dai nostri amici di

Once Upon a Time Official Fan Club Italia
You’re not a villain, you’re my mom ღ

per rimanere sempre aggiornati con news sullo show, i suoi interpreti e molto altro ancora.
Alla prossima!

Related posts

Nikita | Recensione 3×11 – Black Badge

Salvo88

Once Upon a Time | Gabrielle Anwar e nuovi volti da Devious Maids e Reign

thisperfecttime

Agents of S.H.I.E.L.D. | Recensione 2×08 – The Things We Bury

Rowhick

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv