Nikita | Recensione 2×21 & 2×22

Episodi emozionanti per Nikita che si prepara in questo modo al grande season finale di venerdì.
Nel primo episodio, intitolato “Dead Drop”, Nikita & company acquisiscono un nuovo e prezioso alleato: Morgan Kendrick, il nuovo direttore della CIA. All’inizio dell’episodio, tutti gli indizi sembrano indicare che sia venduto a Percy, ma Ryan si oppone strenuamente all’evidenza perché conosce personalmente l’uomo ed ha lavorato a stretto contatto con lui e proprio non riesce crederci.
Dopo uno scontro acceso, Nikita decide di dare a Ryan il beneficio del dubbio e, indagando, vengono a sapere che quest’uomo è manovrato da Percy il quale ricatta il poveraccio grazie all’ausilio di un chp assassino impiantato nel cuore. Grazie ad un’operazione improvvisata nel mezzo di un combattimento a fuoco, Nikita riesce a salvargli la vita, rimuovendo il chip, e a guadagnare così un potente alleato.
Nel frattempo Sean, sotto l’effetto di potenti antidolorifici dichiara il suo amore ad Alex e i due finiscono per baciarsi davanti ad un ormai rassegnato Birkhoff e ad un perplesso Ryan.
In “Crossbow” Percy rivela il suo malefico piano, tutto quello che ha fatto finora è stato per riattivare un vecchio progetto missilistico dell’esercito militare e impadronirsene. Questo programma gli consente di usare un satellite per comandare dei missili e dirigerli verso qualsiasi obiettivo sulla Terra. Per impedire il disarmo di un arma così preziosa e così letale uccide tutti gli scienziati che progettarono questo sistema di attacco, e sono proprio questi omicidi a condurre il nostro intelligentissimo Ryan ad indovinare il piano della Divisione che, prontamente, ne mette al corrente Kendrick. Non fanno in tempo a rivolgersi al Presidente degli Stati Uniti d’America (che non è Barack Obama, in questo caso) che Percy ha l’ardire di chiamarlo e minacciarlo.
Tuttavia non tutto è perduto e Nikita e la sua gang entrano in azione, a quanto pare al mondo serve che Nikita e Michael si introducano nel quartier generale della Divisione e mettano fuori uso fisicamente i server che controllano il satellite, mentre la squadra composta da Sean e Alex si prenderà cura dei guardiani della Divisione che ne controllano i “cancelli”. Birkhoff viene lasciato a capo delle operazioni e Ryan funge da agente di collegamento tra Kendrick, il Presidente e Nikita.
Purtroppo l’episodio si conclude con un super cliffhanger che mi ha lasciata a bocca aperta (ho controllato due volte che l’episodio fosse realmente finito e non ne avessi perso un pezzo da qualche parte) e sono decisamente curiosa di sapere come finirà tutta questa storia.
In questo secondo episodio c’è stato anche un momento molto dolce tra Birkhoff e Nikita, prima che lei parta per questa missione, che appare suicida, lui la bacia (e non un bacio da amico) proprio davanti agli occhi di un Michael perplesso a cui dice che potrà prenderlo a calci quando torneranno. Non trovate anche voi che Seymour renda tutto più interessante?
Entrambi gli episodi sono stati ben costruiti e tutti raggiungono un climax finale pieno di tensione dove le cose sembrano sempre volgersi al peggio, ma poi grazie a sacrifici e a gesti disperati i nostri protagonisti riescono a superare ogni difficoltà e a intralciare costantemente i malefici piani di conquista del mondo di Percy.
Se all’inizio della stagione lo show era apparso un po’ sottotono, bisogna dire che si è ampiamente ripreso in questi ultimi episodi che sono stati a dir poco adrenalinici con un colpo di scena dietro l’altro. Certo ancora è presto per dirlo, ma ci sono tutte le premesse per un finale entusiasmante che, a questo punto, aspetto con trepidazione. Direi che dopo questi ultimi episodi Nikita si sia ampiamente meritata il rinnovo per un’altra stagione. Quindi non mi resta che darvi appuntamento a venerdì per il season finale di questa stagione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.