Image default
Rubriche & Esclusive

Ieri e oggi: come sono cambiate le serie TV “teen drama”

Inutile negarlo, le serie tv teen drama hanno subito una vera e propria rivoluzione nel corso dell’ultimo decennio.

Chi è nato e cresciuto negli anni Novanta e Duemila ha gioito e sofferto per i tira e molla di Brenda e Dylan, ha scelto Pacey o Dawson insieme a Joey, ha odiato Marissa Cooper per intere stagioni e festeggiato il Chrismukka con Seth, e ha sbavato dietro ai “fratelli” Scott.

Quello che allora non sapevamo è che le storie d’amore tra teenager avrebbero preso una piega completamente diversa.

Perché, sebbene “shippare” i nostri personaggi preferiti sia un evergreen, è anche vero che al giorno d’oggi l’attenzione dei produttori si focalizza meno sui “sentimentalismi” e più sulle problematiche adolescenziali, ad esempio la ricerca del sesso come fuga dalla noia o l’uso di droghe come simbolo di indipendenza.

Sono gli ostacoli che si affrontano a quell’età ad essere cambiati oppure diventare grandi fa più schifo di quello che ci hanno fatto vedere sugli schermi?

Siamo davvero sicuri che è tutto così diverso? Vediamo un po’:

1 – IL SESSO

PRIMA: DAWSON’S CREEK

serie tv teen drama

Dawson’s Creek, andato in onda dal 1998 al 2003, ci mostra il sesso già in maniera abbastanza esplicita per l’epoca. Basti pensare alla torbida relazione di Pacey con la sua professoressa, con la quale vive il suo primo rapporto sessuale. È stata la serie che ha dipinto il quadro adolescenziale come mai era stato fatto prima, introducendo nella storia anche tematiche particolarmente difficili da trattare, come le malattie mentali o il provincialismo americano nei confronti dell’omosessualità.

Proprio per questo, vi invito a leggere qui i motivi per cui Dawson’s Creek rimarrà immortale.

DOPO: SEX EDUCATION

teen drama sex education

Addio agli stereotipi: Sex Education è una finestra aperta sulla vera adolescenza. Dimentichiamo i soliti tabù, qui troviamo giovani studenti alle prese con problemi di eiaculazione, impossibilità di avere rapporti soddisfacenti con la propria ragazza, l’ansia di dover perdere la verginità prima che sia “troppo tardi”. A differenza del passato, veniamo catapultati in una realtà fatta di paure e incertezze, dove la sessualità non è qualcosa che si conosce e basta ma una delle prime prove a cui veniamo sottoposti nel percorso di crescita.

Clicca qui per leggere news e anticipazioni della seconda stagione.

2 – LE DROGHE 

PRIMA: THE OC 

the oc teen drama

Il personaggio di Marissa Cooper (The OC) è stato particolarmente criticato perché controverso e di difficile comprensione. Una ragazza ricca, che potrebbe vivere nella bambagia, viene ripetutamente portata al limite, senza mai trovare un vero appagamento. Tutto questo si traduce in un rapporto altalenante con alcool e droghe, che diventano il rifugio dalla sua insoddisfazione, portandola a frequentazioni a dir poco dubbie e indirettamente al triste epilogo che tutti conosciamo.

DOPO: EUPHORIA

Se in The OC, la droga è marginale ai fini della storia, in Euphoria diventa il fulcro. Diventa la causa e la conseguenza. La naturalezza con la quale viene presentata al telespettatore fa davvero riflettere su come siano cambiate le cose. Rue, la protagonista, trova nelle sostanze stupefacenti l’unica via di fuga dalla realtà. E’ un personaggio per cui si finisce inevitabilmente per fare il tifo, sebbene la difficoltà nel disintossicarsi. È giovane, profondamente problematica, alle prese con disturbi di socializzazione e di inserimento nella società, ma è anche una buona amica e una sorella fantastica.

3 – LA MIGLIORE AMICA

PRIMA: GOSSIP GIRL 

Se penso a due “amiche” delle serie tv teen drama, non posso non pensare a Blair e Serena: due ragazze cresciute nell’Upper East Side, che nonostante le incomprensioni e le sfuriate rimangono unite. In sei stagioni se ne fanno a vicenda di tutti i colori, ma ritornano sempre al punto di partenza, perché l’amicizia non significa non litigare, ma fare in modo di non perdersi.

DOPO: BABY

Se in Gossip Girl ci troviamo di fronte a due “nemiche-amiche” meravigliose, in Baby l’amicizia diventa qualcosa di pericoloso. La giovane Chiara, seppur già alle prese con diversi problemi, si affaccia al mondo della prostituzione dopo aver stretto un rapporto quasi simbiotico con la compagna di classe Ludovica. Ci viene messa di fronte la triste realtà nella quale gli adolescenti si lasciano trascinare dagli altri per i più svariati motivi: il bisogno di accettazione, il conformismo e un po’ di incoscienza.

4 – IL SUICIDIO 

PRIMA: ONE TREE HILL

teen drama serie tv one tree hill

Chi ha guardato One Tree Hill non può essersi dimenticato di Jimmy Edwards che, stanco di essere preso in giro dai compagni, porta la pistola a scuola e finisce per uccidersi. Il bullismo che porta a tragiche conseguenze, sia nella vita dei giovani protagonisti sia in quella degli adulti coinvolti. Seppur si sia trattato solo di uno spaccato nella trama della serie, è stato difficile non commuoversi di fronte a tanta tristezza.

DOPO: TREDICI (13 REASONS WHY)

Il suicidio in età adolescenziale non è un evento raro, purtroppo. Soprattutto dopo l’avvento dei social network, diventati a tutti gli effetti la nostra vetrina personale, il misuratore universale di popolarità. E Hannah Baker ne è la dimostrazione: giovane ragazza apparentemente serena agli occhi dei genitori, si suicida in casa tagliandosi le vene. L’intera prima stagione sviscera grazie a delle cassette i motivi per i quali Hannah si è uccisa: agli occhi di un adulto sembra tutto di difficile comprensione, ma per un adolescente diventa un potente strumento di riflessione. Qui, esattamente come per la droga, il suicidio è il fulcro, l’inizio della storia e anche la fine.

5 – LA SCUOLA

PRIMA: UNA MAMMA PER AMICA (GILMORE GIRLS)

In Una mamma per amica la Chilton Academy rappresenta il trampolino di lancio per il futuro. Racconta un sistema scolastico in cui, per chi si impegna, si prospetta un futuro roseo. Per la protagonista Rory il motivatore personale è l’aspirazione ad accedere ad una prestigiosa università. Seppur alle prese con i primi amori, la scuola è il teatro di lotte di potere che riguardano quasi sempre i voti e il successo accademico.

DOPO: ELITE 

In Elite, invece, la scuola è il luogo dove vengono messe in scena le vite dei protagonisti. La popolarità su Instagram ti rende più o meno degno di considerazione, le feste e il sesso sono all’ordine del giorno e di voti scolastici ne vediamo pochi. Questo perché a Las Encinas la scuola non è il trampolino di lancio: è una tappa d’obbligo, che poco ha a che fare con il futuro. Per la maggioranza dei personaggi la cosa più importante è sopravvivere al liceo. In senso letterale.

 

Possiamo dunque affermare che le nuove generazioni siano diverse? Probabilmente sì, però è anche vero che i problemi che un adolescente si trova ad affrontare in fondo sono sempre gli stessi.

Perciò, bando alle ciance, altre serie tv teen drama ci attendono e sono sicura che, giovani o no, rimarremo incollati allo schermo fino alla fine, come sempre.

Related posts

Pilot Addicted | The Night Shift

Lu

The Vampire Diaries | Photo-Recap 4×21 – She’s Come Undone

Prince

Previously on… The Shannara Chronicles

MooNRiSinG

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv