Hostages | Recensione 1×08 – The Good Reason

“Obviously you’re upset, and I’m sure you have your reasons, but let’s talk about this, I’m sure we could figure something out.”
Hostages-feature-1

La massima che recita “i nodi vengono sempre al pettine” sembra essere il filo conduttore di Hostages. Gli showrunner stanno facendo un lavoro egregio (seppur con qualche piccola caduta) nel portare avanti la storia, non ci viene mai rivelato più del necessario e quello che ogni volta ci fanno scoprire non è altro che un solo tassello del puzzle.

Durante questo episodio tutti sono stati protagonisti. Troviamo Ellen che ancora una volta riesce a farla in barba ai rapitori riuscendo a sgattaiolare dove vuole e quando vuole, Brian che sembra non aver colto la gravità della situazione in cui è coinvolto e appare ancora più tonto, Kramer che è immerso nei suoi guai e la fine di Romeo & Juliet.

Hostages-1x08-2Poche righe sopra ho accennato a “qualche piccola caduta”, è vero c’è stata e credo che coinvolga più di tutto il montaggio, guardando l’episodio ho notato più volte come il tempo scorra diversamente attraverso le diverse storyline, non mi riferisco al flashback (che ho adorato!), ma proprio alla vicenda che coinvolge Ellen e Duncan. Vediamo lei in ospedale mentre sta per fare un incontro/scontro con Duncan, un secondo dopo riesce ad intrufolarsi nella camera della moglie dell’agente e lui è già arrivato al distretto di polizia e sta cercando di manovrare il suo capo, nelle due ore successive (lo dice l’infermiera che ci vorranno un paio d’ore) Duncan riesce ad convincere il suo superiore che non c’è nulla di strano nella famiglia Sanders, ritornare a casa, farsi coinvolgere nella sparatoria e ritornare all’ospedale dopo aver scoperto che Ellen è là. Insomma succedono un po’ troppe cose per il breve lasso di tempo che invece è trascorso, ma tralasciamo questi dettagli perchè come ho già detto in qualche commento precedente, se vogliamo goderci questo show dobbiamo sorvolare sulle piccole cose come ad esempio quanto imbarazzante sia McDermott con una pistola in mano (anche se dobbiamo apprezzare perchè si sforza e a differenza del primo episodio dove se vi ricordate bene sembrava per nulla a suo agio, ora invece ha acquisito almeno un po’ di dignità) o il fatto che Ellen salvi Duncan con un coltello a casaccio e una vasca da bagno e lui non ne risenta minimamente nella scena successiva al mattino seguente.

Hostages-1x08-6In ogni caso questo ottavo episodio ci ha portato a scoprire perchè tutti sono così presi dal volere ammazzare il Presidente. Il tutto è riconducibile al progetto Operation Total Information (OTI), un sistema segreto entrato in vigore prima che il Kincaid salisse al potere e che ora vuole togliersi dal groppone. In cosa consiste? Semplice è un programma governativo di sorveglianza che permette al governo di sorvegliare e spiare tutti i cittadini americani (tematica oltretutto molto attuale, i meme con protagonista Obama stanno spopolando in queste settimane). In ogni caso, se da un lato mister P vuole rivelarlo, dall’altro c’è un’intera organizzazione che non ne ha la minima intenzione ed è disposta a tutto per fermarlo. Ora però si aprono nuovi interrogativi, chi c’è a capo dell’organizzazione? Sappiamo per certo che il generale e il segretario si sono incontrati per merito di un “amico” comune e quindi loro non sono ai vertici.

Kramer sembra essere definitivamente fuori dai giochi, ma il padre sa giocare bene le sue carte e con un’opera di convincimento (avrà funzionato?! Jake sembrava piuttosto impaurito) forse, almeno per il momento, sembra aver risolto la situazione. Jake, nonostante raccontasse balle da una vita, mi è sembrato piuttosto impacciato, secondo me la questione dello skatepark non è stata una bella mossa, fino all’ultimo ho aspettato che invece ammettesse (ovviamente mentendo) una relazione con Kramer, secondo me quello sarebbe stato il vero asso nella manica, avrebbe spiegato l’imbarazzo e la paura del ragazzo, avrebbe messo in imbarazzo il poliziotto, ma forse avrebbe fatto cadere nei casini ancora di più Kramer, è meglio un accusa per omicidio o per corruzione di minore?! Tralasciando questi vaneggiamenti invece sono rimasto deluso dallo stesso Kramer quando ha mentito in faccia al ragazzo, ok era una menzogna a fin di bene, ma dopo tutto hanno condiviso molte cose, Kramer è sempre stato attento a difenderlo e forse questa bugia potrebbe incrinare il loro rapporto di fiducia/supporto che si era creato in tutta questa stramba vicenda.

Hostages-1x08

Per quanto riguarda invece la grande morte che ci ha accompagnato in questo episodio (in quasi ogni episodio qualcuno ci ha rimesso le penne), non l’ho trovata poi tanto rilevante, in fin dei conti era un personaggio marginale ed è andato a cercarsela, mi spiace solo per Morgan e per le ripercussioni che questa avrà sul futuro bambino (che grazie a Duncan ha già avuto un bel sballottamento a terra). Morgan ora superato lo shock andrà sicuramente su tutte le furie, questo come inciderà sulla trama?

Hostages-1x08-8Brian è la solita figura che odio quando appare sullo schermo, cerca sempre di agire per il bene della famiglia, combinando più danni che altro, non si pone minimamente il problema di ascoltare la moglie e di capire perchè sono in pericolo, ora che anche lui, come Ellen, si troverà con il coltello dalla parte del manico, come agirà? Cosa succederà durante il suo incontro con il capo di Duncan? Facendo un passo indietro, che fine ha fatto l’amante? Sono passati almeno 3 giorni dall’ultima telefonata, è mai possibile che questa non richiami o rispunti da qualche parte?

Ellen ora, finalmente, ha il potere e Duncan come un cucciolo impaurito è hai suoi piedi, pronto a fare qualsiasi cosa. Un bel ribaltamento dei ruoli, spero che questo ci porti a scoprire nuovi dettagli e soprattuto a capire in che modo la fantomatica cura miracolosa è collegata con il rapimento e la morte del Presidente. E soprattutto la mia vena da gossipparo vuole sapere quando e perchè ci sarà quel BACIO!!! Duncan sembra innamorato follemente della moglie e quindi?! Cosa succede?! Un momento di debolezza?! Una nuova bugia che coinvolgerà la famiglia?! Boh, speriamo arrivi presto.

Hostages-1x08-7

Vorrei fare una menzione d’onore a due personaggi:

1)La sorella della First Lady, lo sapevo che doveva avere a che fare con la storia, era palese, altrimenti l’inserimento del suo personaggio non avrebbe avuto senso, ed io esulto per il fantastico ruolo che ricopre.

2)L’agente Hoffman, finalmente un poliziotto che non si fa trollare da chiunque, vorrei solo capire se si fida di Duncan o se l’abbia scelto proprio perchè sospettava qualcosa, al momento è però troppo difficile da capirlo, abbiamo troppi pochi elementi.

Schermata 2013-11-13 alle 15.53.42

Che altro dire di questo episodio?! Io rimango felicemente sorpreso, ancora non si accenna ad un calo narrativo e anche se ci sono alcune incongruenze o tempistiche sbagliate (più o meno tre giorni prima, narrativamente parlando, Brian era steso sul tavolo della cucina, pressochè morto) mi godo lo show con piacere e in attesa di nuove risposte. Well done CBS!

Vi ricordo che i ragazzi di >No Way Subs< sono velocissimi a subbare questa serie, ma anche tante altre. Potrete trovare i sottotitoli proprio qui su Telefilm Addicted, quindi non dimenticatevi di venirli a trovare martedì prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.