Hemlock Grove│Recensione 2×04 – Bodily Fluids

hg

“Bodily Fluids” è un episodio un po’ dimesso rispetto agli standard ai quali siamo abituati e i cui avvenimenti ben avrebbero potuto essere condensati nella metà del tempo della sua durata. Il ritrovamento del corpo martoriato di Christina Wendall solleva dubbi sulla morte di Shelley, le cui impronte vengono ritrovate nelle vicinanze. Intanto, Norman si accorge della scomparsa della ex, Peter cerca di impedire la morte del bambino che aveva visto in sogno e Roman combatte sempre più faticosamente contro la sua sete di sangue.
E così viene definitivamente (?) archiviata l’uscita di scena del vargulf, decisione contestabile data l’aura di pericolosità che gli autori avevano dato al personaggio e dato che la scorsa stagione si era chiusa con la promessa di rivederlo in azione. Un vero peccato aver sprecato un antagonista così. Di buono c’è solo il fatto che una storyline dedicata alla vendetta di Christina avrebbebf complicato ulteriormente una stagione già molto ricca di materiale e personaggi come quest. Per quanto riguarda la sua carnefice Shelley, la ritroviamo ancora nello scantinato in compagnia del piccolo Jason, ma di certo presto si ricongiungerà alla sua famiglia.
E a sentire la mancanza della ragazzina è soprattutto lo zio Norman, che con lei intratteneva da tempo un rapporto “epistolare”. L’uomo trova conforto nello scriverle, anche se in cuor suo sa che la nipote potrebbe essere morta. Norman è uno dei personaggi più umani (nonché più sottovalutati) dello show: ha perso figlia e nipote, è stato invischiato per anni in un matrimonio infelice ed ora viene preso in giro (e non per la prima volta) dalla donna che ama. Olivia Godfrey sembra indifferente al mare di bugie che è da sempre stata costretta a raccontare al suo amante, eppure – in un certo senso – sembra tenerci a lui: non si capisce se il suo sia amore o se semplicemente veda nell’uomo un’ancora alla quale aggrapparsi e un porto sicuro in cui rifugiarsi in momenti duri. Se c’è una cosa certa, è che l’uomo è totalmente succube della upir, ma forse – si spera! – la scomparsa di Marie lo porterà ad indagare per bene sulle persone che lo circondano.
Intanto, Peter riesce a sventare l’omicidio del bambino da parte del solito tizio mascherato (quando ne sapremo di più al riguardo?) e a convincere con le cattive la madre del piccolo a trasferirsi insieme a suo figlio. Segue l’arresto del ragazzo per minacce da parte dello sceriffo Chasseaur, che lo informa che le sua “vittime” hanno seguito il suo “suggerimento”. A parte la forzatura di vedere madre e figlio convinti a trasferirsi per così poco, permane l’interesse per la facoltà di Peter di prevedere questi bf2crimini e per la sua connessione mentale con Roman: cosa lega i due ragazzi? E perché riescono a vedere in anticipo le mosse dei misteriosi uomini mascherati?
Altro avvenimento saliente dell’episodio – forse il più importante – riguarda Miranda: la ragazza, inspiegabilmente, inizia a produrre latte (o una sostanza simile ad esso) dal seno e, dopo essere entrata nella stanza segreta e aver trovato la bambina, decide di allattarla. Onestamente, è una piega della trama che lascia un po’ interdetti e stupiti: apparentemente non c’è un senso in quel che vediamo e solo i prossimi episodi potranno dare una spiegazione a quanto è avvenuto. Perché Miranda ha iniziato a produrre latte? E perché la bambina da lei si nutre, mentre non accettava il latte artificiale che le veniva dato dai dipendenti di suo padre? Forse le due sono connesse, ma in che modo?
Come al solito Hemlock Grove fa sorgere tante domande, ma ci concede ben poche risposte. Nonostante questo, “Bodily Fluids” è un altro buon episodio che ci fornisce qualche indizio (l’implacabile sete di Roman, Norman risoluto a scoprire che è successo Marie, quanto accaduto a Miranda) su cosa avverrà in futuro: certo, questa seconda stagione ha un ritmo meno incalzante della scorsa – dove la caccia al e del licantropo prendeva da subito lo spettatore -, ma sembra ugualmente ben riuscita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.