Image default
Glee Recensioni

Glee | Recensione 5×07 – The Puppet Master

Glee_hand_logoGrazie. Dio, Karma, Dottore, come volete chiamarlo, GRAZIE. Grazie RIB, perché se c’era una cosa di cui avevo bisogno, era una puntata come questa, che facesse ridere e non si prendesse sul serio! Grazie!

Ho letto a malincuore molti commenti negativi in giro, perché questa puntata di Glee è stata “nonsense”, solo di passaggio, per riempimento, e la cosa mi dispiace perché ci mostra proprio come lo spirito di Glee si sia perso tra i fan.

So che da un paio di anni a questa parte ci è difficile crederlo, ma Glee è una comedy. Già, una comedy, uno di quegli show che dovrebbe farti ridere, e questa puntata è stata geniale sotto questo punto di vista.
Era demenziale? Certo! Era inverosimile? Ovvio! Mi ha fatto scompisciare? Come non mi succedeva da anni!

L’ultima puntata che mi aveva davvero fatto ridere, ma ridere sul serio, era stata la lontana 3×15, quando il favoloso Matt Bomer si era presentato nei panni di Cooper Anderson e aveva dato al Glee Club azzeccatissimi consigli sulla recitazione (POINT YOUR FINGER AND SCREAM LIKE NICOLAS CAGE, RIGHT?!).

Mi rattrista tutta questa demonizzazione del comico, che secondo me invece è uno dei generi più difficili e degni di rispetto, e mi rattrista come le persone si attacchino così tanto al “verosimile” da non riuscire a godersi una puntata così buffa e azzeccata, specialmente in una serie che, nonostante tutto, è una comedy. Io pagherei perché la maggior parte delle puntate mi facessero ridere come questa, il Glee che fa ridere è qualcosa di prezioso e con un potenziale grandissimo.

Comunque sì, ho adorato questa puntata. Tantissimo. E’ schizzata al secondo posto tra le preferite di questa serie, subito dopo la 5×01, for reasons. Quando l’ho finita di vedere ero proprio soddisfatta, mi aveva lasciato contenta e felice, non con quella strana apatia o quella sensazione di aver mancato qualcosa, niente affatto, mi ha lasciata contenta e compiaciuta. Una puntata che mi è piaciuta tutta. Tutta, da quant’è che non succedeva?

Cominciamo con Lima, dove abbiamo Blaine che impazzisce, per la serie “quando credi di non poter amare un personaggio di più, lui diventa uno psicopatico!”.

tumblr_mx22v7OIWB1rur0fgo4_250La scena iniziale mi ha ricordato la Rachel dei bei tempi andati, facendo tornare a galla tutte le idee che giravano su Tumbrl su Rachel e Blaine come fratello e sorella, cosa che ho sempre trovato geniale e penso di aver consumato tutte le fanfiction che ci avevano scritto. E’ stato belle vedere Blaine uscire per un po’ da quell’aurea politicamente corretta ed essere un po’ bitchy, o permaloso, e anche la telefonata successiva con Kurt è stata divertente, specialmente il pezzo in cui gli dice che gli altri hanno paura che lui si comporti da “Puppet Master”. Blaine a quel punto sale sul treno per la terra della schizofrenia e non si ferma più!

Adoro!

Da qui in poi la situazione peggiora e diventa sempre più divertente: abbiamo una scena con Brad, ebbene sì, Brad il pianista che parla e ci fa sapere che è pieno di debiti e una dipendenza dal gioco d’azzardo online, e Blaine nei panni di tutto il fandom gli dice di avvertirlo prima di parlare perché l’ha spaventato a morte (I feel you Blainey!), per poi sfogarsi con lui e decretare che se il Glee Club non vuole ascoltarlo, lui si metterà nell’angolo come vogliono tutti.

Peccato (anzi, per fortuna!) nell’angolo della sala coro c’è una ventola da cui esce una perdita di gas e Blaine ha questa allucinazione in cui tutti i suoi compagni sono dei pupazzi e gli dicono esattamente ciò che sogna di sentirsi dire, tutto ciò coronato da una performance, ovviamente.

tumblr_mx1yrqa7cT1s9smaao1_250tumblr_mx1yrqa7cT1s9smaao4_250
Genio! E sono l’unica che ha pensato alla puntata di Community in cui anche lì i protagonisti sono tutti pupazzi e raccontano del loro viaggio in mongolfiera?

Questa, signore e signori, è comedy!

Ma non finisce qui, nossignore, perché Blaine ormai è partito in quinta con questa sua personale follia e decide di realizzare il pupazzo di Kurt per non sentirsi solo, e va in giro con lui parlandoci e muovendosi in sincrono, finché ovviamente Sue non glielo confisca per l’evidente malattia che Blaine sta mostrando. Ma Blaine non ci sta a perdere anche il suo futuro marito in feltro e rivestendo per una notte la mascherina di Nightbird si intrufola nell’ufficio della preside per recuperare Puppet Kurt. Peccato che viene colto sul fatto e messo in punizione, cosa che gli costerà il viaggio a New York per vedere la prima esibizione della band di Kurt, e farà arrabbiare non poco il suo fiancé (sia quello vero che quello di feltro).

Nota di compiacimento per tutte le volte che Blaine e Kurt in questa puntata hanno detto le parole “fiancé” o “engaged”. Ormai queste sono le piccole soddisfazioni che un Klainer può avere da queste puntate.

tumblr_mx22v7OIWB1rur0fgo7_250tumblr_mx0w015PBQ1rp0ic2o4_250
La psyco storyline di Blaine si chiude con un’esilarante scena con Tina, le scuse a tutto il Glee Club e pupazzi per tutti, creati in una notte dal nostro Puppet Master e spediti addirittura a New York, così che tutti i personaggi e i lori rispettivi pupazzi possano cantare “What Does The Fox Say”, messa sì a caso, ma comunque capace di strapparci un sorriso.

Insomma, in questa puntata abbiamo visto Blaine, per colpa del gas e di tutte le pressioni, perdere un po’ il lume della ragione e ossessionarsi con dei pupazzi di feltro, scene esilaranti, divertenti, comiche, al limite del demenziale, che ho adorato alla follia, così come ho adorato ancor di più il personaggio di Blaine.

Ottimo lavoro!

tumblr_mx1oniIOVv1ro1w6po10_500

Anche le altre storyline di Lima mi sono piaciute, o meglio, ho adorato la storyline di Sue, e quella di Jake/Marley/Bree non mi ha infastidito come pensavo, anzi, però ammetto che il discorso finale tra Jake e Marley mi ha fatto un po’ storcere il naso, sembrano personaggi diversi ogni puntata che passa, fate pace con le vostre personalità per favore, tutti e due!

Sue invece l’ho amata come sempre, e soprattutto ho amato come ha fatto passare un messaggio importante con scene buffe e divertenti, ovvero quello delle donne al potere e del modo per farsi rispettare. Purtroppo viviamo ancora in una società prettamente maschilista, dove se vogliamo fare un complimento ad una donna che ha tante responsabilità le diciamo che “ha le palle”, mentre se vogliamo offendere qualcuno perché è debole gli diciamo che “è una femminuccia”, e nonostante i flashback abbiano fatto ridere, e vederla alla fine senza la tuta sia stato ironico, non è mancato il tempo per una riflessione.

Ho adorato la scena con Schuester (sì, non è una cosa che mi avete sentito dire spesso né mi sentirete ripetere spesso) in cui lui fa il paragone con Ginger Rogers e Fred Astaire, così come ho adorato che Sue chiami Unique per un makeover. Sono state tutte cose buffe al momento che però dopo un secondo fanno riflettere, e questo significa che si è fatta un’ottima comicità, che abbiamo centrato il punto in pieno, ed è sinceramente la cose che preferisco del genere comico, che prima ti strappa una risata ma poi ti fa pensare seriamente. Un ottimo metodo per educare le persone e far rimanere impressi dei messaggi.

tumblr_mx1oniIOVv1ro1w6po3_500

Non ci resta che parlare delle poche scene a New York, dove Kurt ha organizzato il debutto della sua band nonostante gli altri non siano propriamente d’accordo con la sua scelta del locale, e infatti come predetto quando arrivano sul palco hanno un solo spettatore, che però alla fine della puntata si rivela essere quello giusto, dato che gli procura un secondo ingaggio in uno dei locali più in di Broadway. Di New York abbiamo visto poco questa settimana, anche se abbiamo sentito Chris Colfer e Adam Lambert cantare insieme, e direi che è stato più che sufficiente, azzarderei gridando al miracolo, ma qualche scena in più non avrebbe guastato.

tumblr_mx3dbek8mZ1skyvvno3_500

Bene, piccola novità che mi è venuta in mente proprio guardando questa puntata, ho deciso che in fondo alle recensioni aggiungerò tre cose: le perle dell’episodio, ovvero le battute che più mi hanno fatta ridere, la citazione dell’episodio, ovvero la frase che più mi è piaciuta e ho trovato significativa, e la classifica delle performance con i voti. Quindi cominciamo!

 

Tidbits of the episode:

“And if I catch you with your hand in the bottom of anything that isn’t human, you’re in a world of trouble!” (Sue Sylvester to Blaine Anderson)

“E se ti trovo con la mano nel didietro di qualcosa che non sia umano, sei in un mare di guai!”

 

“Jeez, Brad, you scare the crap out of me! Warn me before you talk!” (Blaine Anderson to Brad Ellis)

“Dannazione, Brad, mi hai spaventato a morte! Avvertimi prima di parlare!”

 

“Yeah and that’s why we’re best friends, even if I’m straight and you’re gay, and I’m blond and you’re gay” (Sam Evans to Blaine Anderson)

“Sì ed è per questo che siamo migliori amici, anche se io sono etero e tu sei gay, e io sono biondo e tu sei gay”

 

“Kindly remove your fist from Puppet Hummel’s butt” (Sue Sylvester to Blaine Anderson)

“Rimuovi gentilmente il tuo pugno dal didietro del pupazzo Hummel”

 

Quote of the episode:

“Ginger Rogers did everything Fred Astaire did, only she did backwards, and in high heels” (Will Schuester)

“Ginger Rogers faceva tutto quello che faceva Fred Astaire, ma lo faceva al contrario e con i tacchi alti”

 

Performance:

Cheek to Cheek, Will e Sue: 7

E’ stato un bel numero con una bella coreografia, e loro due insieme mi piacciono, lo devo ammettere.

 

Nasty/Rhythm Nation, Jake, Marley e Bree: 7,5

Nonostante la storyline mi faccia venire voglia di tagliarmi le vene, la performance è stata davvero grande, ben fatta e Jacob balla e canta in un modo che ti fa girare la testa!

 

The Fox, Blaine, Tina, Rachel, Santana, Starchild + New Direction: 6,5

Carina, divertente, ma niente di più, rimane una canzone a caso messa lì per caso.

 

You’re my Best Friend, Blaine: 8

Blaine che canta in gruppo a dei pupazzi? Genio puro. You’ve got me!

 

Into the Groove, Kurt, Starchild, Rachel, Santana e Dani: 8,5

Scusate ma Chris e Adam che cantano insieme sono un orgasmo per le orecchie, aggiungete la canzone e le altre tre ed il successo è assicurato!

 

Bene, adesso vi lascio con il promo della prossima puntata, dove nonostante tutto hanno trovato il modo di fare la puntata di Natale!




Alla prossima!

 

Related posts

Hart of Dixie | Recensione 2×16 – Where I Lead Me

Prince

This Is Us | Recensione 1×07 – The Best Washing Machine in the World

Syl

Ask Ausiello | Spoiler su OUAT, Glee, TVD, Grey’s, HTGAWM, Parks e altro

ChelseaH

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv