Glee | Recensione 3×20 – Props

Ormai anche la terza stagione di Glee sta per concludersi, così come sono ormai vicinissime le Nazionali per il nostro Glee Club preferito.
In questa ventesima puntata vediamo finalmente Tina uscire dall’antro buio in cui l’abbiamo vista quasi per tutta questa serie. Al momento di decidere che pezzi portare alla nazionali e vedendo affidare l’ennesimo assolo a Rachel, Tina sbotta in uno scatto d’ira e vorrebbe uscire dal Glee.
Certo, la sua rabbia è condivisibile, sono venti puntate che, nel migliore dei casi, se ne sta in un angolo, mentre nel peggiore non compare nemmeno per tutta la puntata. Però anche io, come Mike, ho trovato un po’ fuoriluogo questo scatto d’ira in quel momento preciso. Mike cerca di convincerla che è giusto dare spazio ai Senior, in quando è il loro ultimo anno nel Glee, mentre per Tina ci sarà anche l’anno prossimo per avere la sua occasione. Ma questo Tina sembra non comprenderlo e Mike ne rimane molto deluso.
E qui accade l’inimmaginabile: mentre Tina è al centro commerciale, cade in una fontana battendo la testa e quando si riprende scopre di essere in un universo alternativo dove altri non è che Rachel Barry. Incredibile vedere tutti i componenti del Glee scambiati di pelle, soprattutto Will che veste i panni di Sue, mentre Sue quelli di Will. Vediamo inoltre Santana prendere il posto di Artie, Mercedes quello di Quinn, Kurt quello di Finn, Finn e Puck essere la coppia Kurt e Blaine.
Tina ha così la possibilità di veder realizzato il suo sogno di essere al centro dell’attenzione del Glee, e canta magnificamente dal canzone di Celine Dion Because You Loved Me.
Ma il sogno di Tina non è eterno e in un lampo ritorniamo alla realtà di sempre, ma lei sembra aver capito che aiutare Rachel significa aiutare tutto il Glee. Così vuole accompagnare Rachel a trovare a professoressa della NYADA, Carmen Tibideaux per convincerla a darle una seconda possibilità e invitarla a vedere tutto il Glee esibirsi alle nazionali.
Anche Puck non sta passando un periodo facile, con la bocciatura quasi certa, sente di non valere più nulla ed essere un fallimento come il padre, arrivando a minacciare un compagno con un coltello (finto però!) per averlo chiamato fallito. Tuttavia Puck e la Coach Beiste, che non riesce a lasciare il marito violento, si aiuteranno a vicenda: lei lascerà finalmente il marito e parlerà con la professoressa di geografia per dare a Puck una seconda possibilità al test, concludendo poi insimeme sulle note di Mean di Taylor Swift.
Molto bello il duetto di Tina e Rachel, sulla famosissima canzone What a Feeling tratta da FlashDance, che ha dato il tocco finale in più a una puntata finalmente degna dello show.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.