Glee | Recensione 3×17 – Dance with Somebody

Eccoci giunti alla diciassettesima puntata di Glee, tutta dedicata al tributo a Whitney Houston! È capitato spesso in questa terza stagione che dopo puntate piuttosto scadenti e banalotte, la serie ritornasse in carreggiata con una puntata ben fatta e degna degli standard che aveva raggiunto nelle serie precedenti. Finalmente vediamo esibirsi dopo un tempo immemore protagonisti che ormai pensavamo relegati per sempre sullo sfondo, e anche la coppia Finnchel, sempre sotto i riflettori, si fa un po’ da parte per dare spazio alle vite degli altri (e meno male! Ci voleva un po’ di respiro!).
Will prende molto a cuore il fatto che i ragazzi, nonostante siano passati due mesi, sembrano ancora in lutto per la morte tragica di una grandissima star come Whitney e Emma lo illumina sul fatto che forse stanno reagendo così perché esprimere il dolore per la morte della cantante dà loro modo di far emergere anche la tristezza per questa fase della loro vita che sta finendo: mancano pochi giorni alla fine del liceo. Will propone allora di farli “sfogare” assegnando come compito settimanale proprio dei pezzi di Whitney. Incredibilmente rivediamo sulla scena Brittany, che era smarrita in mezzo ai suoi unicorni dai tempi che furono, e che duetta insieme a Santana in “I Wanna Dance with Somebody (Who Loves Me)”. Giusto qualche giorno fa, nelle repliche su La5, le avevo viste cantare insieme nella puntata della prima serie dedicata a Britney Spears e mi ero stupita di come il suo personaggio fosse stato trascurato musicalmente. Invece le ritrovo ancora insieme e con la stessa bravura che avevano allora!
Intanto Emma deve affrontare un futuro marito impazzito, che vuole inspiegabilmente anticipare le nozze a maggio a tutti i costi, mandando all’aria i suoi piani per l’organizzazione del matrimonio a novembre. Ma come sempre Emma ci vede lungo e capisce che anche Will è triste quanto i ragazzi per la loro partenza. Infatti aveva paura che sposandosi a novembre loro non ci sarebbero stati, tutti troppo presi dalle loro nuove vite, ma si rende conto che è una paura infondata, perché anche se facesse il matrimonio sulla luna loro sarebbero presenti.
Poi colpo dei colpi di scena: Kurt si rende conto del suo declassamento dovuto a Blaine! Blaine pensa solo a se e alle sue esibizioni, trascurando il ragazzo, che nel frattempo incontra un’altro. Eh si, storia già vista, ma una bella svegliata a Blaine ci voleva proprio. Nessuno può mettere Kurt in un angolo! Blaine scopre gli sms che i due si mandano ed esprime la sua frustrazione sulle note di “It’s Not Right but It’s Okay”, ma Kurt saprà farsi perdonare e tutto si sistemerà con la dichiarazione super romantica di Blaine “tu sei l’amore della mia vita!”.
Per una coppia che entra in crisi, ce né una che sta per nascere: è quella di Quinn e Joel, che si avvicinano molto l’uno all’altra quando lui decide di aiutarla con le sedute di fisioterapia.
Nel finale di puntata il Glee tutto insieme canta una delle canzoni più belle di Whitney “My Love Is Your Love”, mentre Kurt chiude poeticamente il suo armadietto sospirando.
Una bella puntata secondo me, romantica, nostalgica, con belle interpretazioni. Questo mi sta facendo sperare che dopo tanti scivoloni, la serie si guadagni almeno un degno finale.
Dimenticavo! C’è un colpo di scena più colpo di scena della quasi rottura tra Kurt e Blaine: Mike ha proferito parola dicendo “Dinosauri sul ghiaccio”! Un contributo incredibile per la puntata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.