Gilmore Wreck – Lo spettatore casuale e la trama presunta

Partiamo dal presupposto che, ai tempi di Gilmore Girls, il dorato mondo dello streaming illegale non ci aveva ancora aperto le sue porte, Italia Uno ci dominava tutti manco fosse l’unico anello e quindi il telefilm me lo son sorbito tutto sulla suddetta rete, con l’improbabile titolo di Una Mamma Per Amica (roba che ti fa pensare a un film porno che pullula di MILF).
All’epoca non mi facevo ancora trip mentali allucinati su doppiaggio e adattamento e la serie me l’ero onestamente goduta per quella che era, seppur combattendo con la programmazione ballerina delle reti Mediaset.

Nonostante abbia sempre pensato alla combriccola di Stars Hollow con un certo affetto, però, non ho mai sentito il bisogno di fare un rewatch e penso che affronterò la visione del revival con la beata incoscienza di chi, di fatto, ha della trama ricordi quanto meno nebulosi (quanto a voi, consiglio di non prendermi ad esempio e di seguire almeno il recap in dieci episodi proposto da Syl).

In attesa dell’evento il cui annuncio ha mandato in delirio i fan, vi propongo il mio personale mega-ripassone  con la trama raccontata da uno spettatore casuale che non si ricorda, di fatto, una beneamata mazza.

tumblr_nxehvjpgwm1ukjyaoo1_400

DISCLAIMER: dichiaro formalmente che per la stesura di questo articolo nessuna pagina di Wikipedia è stata maltrattata o sottoposta a esperimenti di sorta.

Fin da subito è chiaro che la storia ruota attorno alle figure di Lorelai, una donna capace di pronunciare un numero di parole al minuto in grado di lasciare un procione idrofobo seriamente intimidito, e della figlia Rory, che ricordo come un’adolescente disagiatissima incapace della benché minima interazione sociale con i suoi coetanei.

Lorelai ha un rapporto estremamente confittuale con la madre Emily, che sembra tanto una scassamaroni ma alla fine è er pezzo mejo. Il padre, Richard, abusa vergognosamente della situazione e non perde occasione per fare la parte del buono alle spalle di sua moglie. Che, ci tengo a precisarlo, non è una megera ma è semplicemente cazzutissima, della serie “Mi armo di bazooka per affrontare un’apocalisse zombie, ma lo faccio con un garbo e un’educazione ineccepibili”.
All’inizio della prima stagione Rory, che ovviamente non può accontentarsi di una scuola qualsiasi come tutte le persone normali ma ha da essere titolata, viene ammessa alla Chilton. La retta costa prevedibilmente un rene e mezzo e Lorelai, che ha le proverbiali pezze al culo, è costretta a chiedere aiuto agli odiati genitori.
La vecchia, che come ho già avuto modo di specificare mangia in testa a tutti quanti, la incastra subdolamente e la costringe a instaurare la tradizione delle cene del venerdì, che daranno vita ai momenti comici migliori dell’intera serie.

giphy-43

Emily is love, Emily is life.

Altri personaggi sono Sookie, che non è quella di True Blood nonostante l’improbabile omonimia, una tizia che di professione fa la gattara (credo che il nome avesse qualche assonanza con baguette, ma non ci giurerei), il suo altrettanto strambo marito e una donna che sa tutto di tutti e ruba la frutta la supermercato. A un certo punto credo che il marito strambo muoia, o forse era uno dei gatti a tirare le cuoia… non ricordo di preciso, ma non è importante, trattandosi di una gattara l’impatto emotivo è più o meno lo stesso.
Ah, e c’è anche Michel, il tizio acidissimo che lavora con Lorelai. Lui è un grande. E l’amica coreana di Rory che suona in una band rock satanica (o così pensa la madre) e si ripassa a caso un po’ tutti membri del gruppo.

Lorelai ha un ex-marito fighissimo, ma è anche infatuata di Luke, il tipo che le prepara il caffè tutte le mattine (non escludo che tale sentimento sia indotto dal rinforzo positivo della caffeina, il che trasformerebbe la nostra mamma rampante in un cane di Pavlov vagamente antropomorfo). Non sapendo chi scegliere fra i due, decide di buttarsi sul professore di sua figlia, un tipo che somiglia tantissimo ad Al Pacino, ma con molto meno charme.
Il poverino si innamora alla follia, al punto da chiederle di sposarlo e lei lo castiga di prepotenza mollandolo a un passo dall’altare.

tumblr_o4u7v3sznj1ujc6nzo1_500

Nel frattempo Rory intreccia una candida relazione con lo spilungone che fa il commesso al supermercato, un tizio noiosissimo che si fa più pare di una donna con il ciclo e che la lascia dopo tipo due giorni perché lei non è stata in grado di rispondere al suo “Ti amo”… praticamente un caso di terrorismo psicologico.

La giovane Rory a quel punto sembra vagamente riprendersi e si limona quel gran figo di Chad Michael Murray (cioè, mica cotiche!), ma alla fine la redenzione si rivela un’illusione ottica e lei decide di ritornare con l’imberbe del pianeta Paranoia.

tumblr_o7fe03brbn1tlb56zo1_400

Proprio quando tutto sembra sistemato in città arriva Jess, il classico bad boy sexy ed eccitante. Dean, che è consapevole di essere eccitante quanto una rapa bollita, comincia a sfrantecare l’anima a Rory, che, pur di non sentirlo, dopo una gara di ballo durata ventiquattr’ore (in seguito la ragazza incolperà l’acido lattico per il suo gesto sconsiderato), si limona pesantemente il nuovo arrivato, che l’album di figurine con i manzi di Stars Hollow mica si completa da solo, cosa credete!

tumblr_o8xfm2e52f1sg0hbyo1_500

La storia purtroppo non dura perché Jess lascia la città per ricostruire il suo rapporto con un padre che non l’ha mai considerato nemmeno per sbaglio. In realtà l’episodio doveva essere la base di uno spin-off interamente dedicato al nipote di Luke, ma alla fine non se n’è fatto nulla e ci siamo persi Milo Ventimiglia senza un motivo apparente.

Dopo averci spaccato le balle per un numero indefinito di puntate con Harvard, Rory ha una sorta di rivelazione sulla via di Damasco e decide di iscriversi a Yale assieme alla sua arcinemica/migliore amica della Chilton Paris.

Per aumentare a livello esponenziale il nostro livello di frustrazione, Lorelai, probabilmente incapace di gestire la sindrome dell’abbandono che l’ha colta quando la figlia è partita per il college, comincia a uscire con un irritantissimo nano da giardino.

 A questo punto Dean fa la genialata e si sposa. Rory, che manco si ricordava della sua esistenza, decide d’improvviso che i suoi ex dopo la rottura devono darsi a una forma di monachesimo convinta e che questo matrimonio s’ha da fare, né ora né mai, sull’onda di un maturissimo “Ah, ma l’avevo visto prima io!” (cit. Syl). Per rimarcare la sua posizione, decide di concedersi a lui, con tanti cari saluti alla morale buttata nel cesso (rumore poetico di sciacquone a fare da sottofondo alla romantica congiunzione fra gli amanti).

tumblr_o3vxp0nahl1uesjcko1_400

Lorelai vorrebbe pure prendere a capocciate la figlia, ma è troppo impegnata a dare (finalmente) il benservito al nano da giardino e a limonarsi (ancor più finalmente) Luke, che dopo quattro stagioni ha deciso di darsi una svegliata e di atteggiarsi a vero maschio, attirandola a sé con vigore.
La nostra reazione all’epoca fu più o meno uguale a quella di Kirk, cioè correre nudi in strada inneggiando alla gioia e al delirio.

Una volta strappato Dean alla moglie, Rory si ricorda di quanto fosse mortalmente noioso. Forse la relazione avrebbe avuto aspettative di vita migliori di quelle di un gatto in autostrada durante i giorni dell’esodo di agosto se lei nel frattempo non avesse conosciuto Logan, ricchissimo, bellissimo e membro di un esclusivissimo club, la brigata della vita e della morte.

Dopo essere uscita con una serie di uomini che francamente meh, Paris finalmente trova la sua metà ideale con il tizio che interpretava Jonathan in Buffy e che si rivela assolutamente un grande qui come nell’altro telefilm.

Nel frattempo quel genio del male di Rory si mette a sniffare acquaragia (unica spiegazione plausibile per la piega presa dagli eventi) e decide di mollare gli studi. La madre rimane così tanto traumatizzata da chiedere a Luke di sposarla (di sposare lei, non la figlia, altrimenti sarebbe un tantino troppo strano anche per Gilmore Girls).

tumblr_ntttzceigt1seoyyho1_500

Comincia a questo punto un arco di episodio noiosissimi in cui Rory e Lorelai si comportano da drama queen passivo-aggressive, frantumando i cosiddetti ai poveri spettatori estenuati.
A far rinsavire Rory ci pensa come al solito Jess, che arriva a cavallo del suo bianco destriero, fa lo splendido, si bulla un po’ e le ricorda che per contratto lei ha da essere quella intellettualmente impegnata che fa della sua vita qualcosa di significativo, non una pezzente che vive a spese dei nonni in attesa di diventare la mantenuta di Logan. Girl power!

In tutto ciò Luke scopre di avere una figlia e gestisce la cosa in maniera non propriamente brillante, cosa più che comprensibile.
Dal canto suo, Lorelai reagisce spupazzandosi quel gran manzo dell’ex marito, cosa forse non molto eticamente corretta, ma neppure troppo inverosimile.
Il livello di deficienza si impenna, però, quando lei e Christopher decidono di convolare nuovamente a ingiuste nozze in quel di Parigi, sull’onda di uno scriteriato impulso momentaneo.

tumblr_lmx0f3j4gm1qbub2i

Il matrimonio dura tipo un giorno e uno sputo, perché Lorelai è evidentemente ancora innamorata di Luke e dopo una serie di peripezie, bronci, scenate e tentennamenti inutili i due finalmente si ricongiungono.

Tutto è bene quel che finisce bene? No, perché la fobia del matrimonio è evidentemente ereditaria e quando Logan le chiede di sposarlo, Rory giustamente lo rimbalza di cattiveria.

tumblr_o8oudbubl01s7a2azo4_250

Con questo due di picche atomico e con la partenza di Rory da Stars Hollow si chiude questo resoconto impreciso e gioioso delle sette stagioni di Gilmore Girls ad opera di uno spettatore casuale con la memoria di un criceto morto.

Prima di lanciarvi in una maratona furibonda e senza respiro, vi invito però a passare da queste pagine:

Milo Ventimiglia Italia

Alexis Bledel Italia

Alla prossima!

tumblr_inline_mflkwg1xga1ro8qpo

4 comments
  1. Ahhahahahahahahahah!Sei stata grandiosa!Mi hai ricordato da morire un sito – assolutamente meraviglioso – che non so se esista ancora in cui i film venivano riepilogati attraverso filmati di 30 secondi recitati da coniglietti. Era stupendo!
    Anche io ho seguito Gilmore Girls ehm Una mamma per amica in tv e devo ammettere che, non fosse per la programmazione ballerina, rimpiango un po’ quei tempi.
    Alla prossima!

    1. Sai vero che adesso andrò alla ricerca disperata dei video con i coniglietti/critici cinematografici? Ho un nuovo scopo nella vita!
      Sono felice che il mio resoconto sui generis ti sia piaciuto! ^^

  2. E’ meraviglioso!!!! Non so nemmeno che cosa commentare, ho (metaforicamente) sottolineato tutto, è fantastico!! Lo voglio per ogni serie TV conclusa XD XD
    Anche io ho seguito su Italia 1, quindi ho perso puntate qui e là, recuperate con un rewatch (diversi rewatch).
    Comunque non pensavo Emily riscuotesse tanta simpatia, quando l’ho scritto temevo i forconi, invece è come dici tu, è cazzutissima. E il marito – giusto – approfitta per fare Salomone della situazione, quando anche lui in quanto a rigidità…
    La donna che ruba la frutta
    Il nano da giardino – Jason
    Correre nudi per strada
    Dovrei elencarle tutte, sono rotolata giù dal divano, bravissima!!! Mi mancherà questa “Settimana Gilmore”, non ho mai riso tanto!

    1. Mi è rimasta impressa non so perché la scena in cui Kirk cerca di impedire a ‘sta signora di prendere la frutta e Taylor sbianca e se ne esce tipo con un “Ma come, non sai chi è lei? Lo può fare!” XD
      Emily la si ama, non può essere altrimenti, mi ricordo quando a un’uscita particolarmente strana della figlia rispose “Scusa, puoi ripetere? Stavo controllando la definizione di aneurisma sul dizionario. Penso di averne appena avuto uno.”
      Per quanto riguarda la possibilità di estendere la cosa ad altri telefilm, ci sto seriamente pensando XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.