Image default
Game of Thrones Spoiler

Game of Thrones | Nikolaj Coster-Waldau: Jaime Lannister, la sua mano … e i suoi capelli

Perdere i propri capelli non è il destino di ogni uomo ma avrebbe potuto essere quello di Jaime Lannister in Game of Thrones.
Nei romanzi sui quali è basata la serie HBO, il famoso cavaliere si rade la testa per non essere riconosciuto mentre viaggia attraverso Westeros. Nella serie, tuttavia, ciò non avviene. Nikolaj Coster-Waldau, che interpreta Jaime, pensa di sapere il perché. “In un certo senso, [questo espediente] non funziona nel libro”, ha dichiarato a TVGuide.com. “Fa un ottimo lavoro quando si taglia i capelli così da diventare completamente calvo. Ma, nella pagina successiva, un ragazzo afferma: ‘Quello è Jaime Lannister!’. [Ride] È molto famoso. La forma della sua testa è conosciuta in tutto il mondo!”.
Forse è già sufficiente che Jaime abbia subito un’altra, e più brutale, trasformazione fisica. I vassalli di House Bolton lo hanno catturato mentre viaggiava con il cavaliere Brienne (Gwendoline Christie), gettato su un tronco d’albero e amputato la mano con la quale ha sempre maneggiato la spada.

Avvicinandoci al prossimo episodio, Coster-Waldau rivela i retroscena delle scene con la mano amputata, il latente eroismo di Jaime e molto altro.

jaimePuoi spiegarci come sono andate le cose nella scena in cui viene amputata la mano di Jaime?
Abbiamo girato quella scena in due notti ed è mancato poco che non finissimo di girarla perché stavo molto male durante la seconda giornata di riprese. Avevo una febbre molto alta. Quindi, l’essere malato ha funzionato alla perfezione in quella scena. È stato molto brutale perché c’è la parte in cui Locke preme la punta della lama contro il mio occhio. Ho tenuto in mano il coltello durante il primo piano così da poter capire fino a che punto potessi spingermi. Volevo che fosse il più terribile possibile senza ferirmi all’occhio. Penso che abbia funzionato abbastanza bene. È stato sufficientemente inquietante perché si pensa che sia tutto finito quando viene liberato. Di conseguenza, quando si vede la recisione della mano, si esclama: “Porca miseria!”.

Questa stagione è stata molto più “libera” dopo che Jaime è stato in prigione durante la season 2?
Sì, tutta la parte fisica è stata bella ma anche l’intera questione della sua identità. Quando perde la mano, dice a se stesso nel quarto episodio: “Io ero quella mano”. Sin da bambino, ha sempre sviluppato quell’abilità, diventando un ottimo soldato e spadaccino e diventando famoso per questo – sia come miglior guerriero che come temutissimo Kingslayer. Ci sono così tanti strati della sua personalità che è interessante esplorare.

Sei mancino o destrimano? Hai avuto difficoltà nell’usare solo la mano sinistra sul set dopo che Jaime ha perso la destra?
Sono destrimano. Mi è venuto naturale ma di certo non sono bravo con la sinistra come lo sono con la destra. C’è una scena nel quarto episodio in cui combatto ed è stato grandioso perché non ci riuscivo proprio. La mia testa sapeva cosa e come fare ma non si può ordinare al corpo di fare lo stesso. Il mio braccio non faceva ciò che doveva.

Puoi parlarci della protesi che hai dovuto indossare intorno al tuo collo?
È stato fantastico. C’erano così tante braccia e mani diverse che sono state realizzate. In ogni scena ne avevo una diversa. In seguito, vedremo il moncone perché c’è la scena di un bagno. È stato molto complicato girarla con questo braccio finto perché dovevamo sempre nascondere il mio vero braccio. In alcune scene lo avevo sul mio sedere. [Ride] È stato complicato.

Nella serie, Jaime mostra i primi segni di compassione quando dice a Brienne: “Non si sceglie chi amare”.
Sta facendo quello che gli riesce meglio. Sta cercando quei piccoli segnali di debolezza per sbarazzarsi di lei. Trova ciò che fa male sul serio. Intuisce subito che ha avuto forti sentimenti per Renly (Gethin Anthony). Quindi esplorerà questo territorio. Ma mi piace anche il fatto che sia onesto. Dice: “Non ti sto giudicando. Sto soltanto mettendo in evidenza quanto ridicolo sia il fatto che tu abbia persino pensato di poter avere una storia con lui. Sei così stupida!”. Tutto questo rende la situazione ancora più dolorosa per lei, non ci sono dubbi. È vero e lei sa che è vero ed è molto irritante. Non c’è niente di peggiore di qualcuno che è uno stronzo e che, come se non bastasse, ha anche ragione.

Proprio come Tyrion (Peter Dinklage), Jaime scherza e fa bravate. Perché pensi che senta questo bisogno di fingere?
Esattamente. Non penso che abbia bisogno di difendersi o scusarsi ma solo perché si dice e si pensa qualcosa, egli non la accetterà così com’è. Mi piace molto questa sua caratteristica. Combatte per se stesso tutto il tempo. ” Solo perché tutti gli altri pensano la stessa cosa, perché dovrei accettare di essere una persona cattiva e senza onore? No, non lo sono. Potrei non condividere la vostra definizione ma non puntate il dito”. Mi piace quando dice a Catelyn durante la scorsa stagione: “E’ interessante quando mi chiami un uomo senza onore. Sono molto più onesto nella mia mente di quanto lo sia stato tuo marito che ti stava tradendo”.

EP303Come vede Brienne ora che condividono la stessa sorte essendo stati catturati dagli uomini di Bolton?
Penso che Jaime abbia molto rispetto per lei e ritengo che, in un certo senso, veda in lei un’onestà e un’innocenza che spera di avere ancora. Penso che si riconosca in lei. Sa che Brienne non sta giocando. Lei si comporta in base ai suoi principi. È una donna di parola ed è una cosa estremamente rara al mondo.

C’è una scena in cui Brienne chiede a Jaime perché l’abbia salvata dallo stupro, mentendo. All’inizio Jaime ha avuto difficoltà con quella decisione. Sa almeno perché abbia scelto di intervenire?
Se ricordate quella scena [della scorsa stagione] con quel suo cugino che ha ucciso … non appena lo hanno messo in prigione con lui, stava per morire indipendentemente da tutto. Questo è il modo in cui ho visto la scena. Quindi, perché non usarlo a proprio vantaggio? Ma con Brienne improvvisamente pensa: “Non è giusto. Non lo merita”. Sono abbastanza sicuro che non lo capisca neanche lui perché va contro i suoi istinti. Questa è la questione. Avrebbe dovuto farli andare avanti [con lo stupro] e avrebbe conservato la propria mano e sarebbe stato presto liberato.

Ma, secondo questa logica, è sorprendente che Jaime non incolpi Brienne per la perdita della sua mano.
No, non la ritiene responsabile. Questo è quel che mi piace di lui. Si assume la responsabilità di quello che fa. Non incolperebbe nessun altro per aver buttato Bran dalla finestra. Sa perché l’ha fatto. E questo è il motivo per cui non ha mai detto nulla sul fatto di essere il Kingslayer. Ha un’opinione diversa di quello che accadde allora e potremmo scoprire di più a tal proposito verso la fine della stagione. Ma non userà questa storia per difendere se stesso.

Jaime pensa a Joffrey (Jack Gleeson) come suo figlio? O più come ad un nipote?
Penso che sappia che è suo figlio. Sa anche che non potrà mai più parlargli. Non credo che Joffrey gli piaccia. È stato uno zio molto distante. Non è tornato a King’s Landing per molto tempo, quindi non ha idea di come il meraviglioso ragazzo stia usando il suo potere. Vorrei sperare che Jaime riesca a tornare a King’s Landing solo per questo incontro. Mi piacerebbe avere una scena tra lui e Joffrey. Ma chi lo sa?

Fonte

Related posts

Ask Ausiello | Spoiler su True Blood, Criminal Minds, Revenge, Psych, Nashville e altro

ChelseaH

Younger | Il trailer della quarta stagione 

thisperfecttime

Game of Thrones | George R.R. Martin difende il casting di Pedro Pascal

SeptimusWS

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle iniziative e sulle ultime news dal mondo delle serie tv