Flashrecaps Week #3 | Gotham, S.H.I.E.L.D., Nashville, Scorpion, Scandal, Quantico

#Gotham | Flashrecap 2×03 – The Last Laugh

Serie-tv-gothamSPETTACOLARE. E’ l’unica parola in grado di descrivere questo episodio.
Gotham questa settimana ha fatto il botto, ha trovato il modo per trollarci tutti e per introdurre definitivamente il nuovo villain. Per quanto mi riguarda la rivelazione sul piano di Theo è stata spettacolare.

Andiamo ora con ordine:
-Alfred è stato spassosissimo durante la cena,ma al contempo ha portato in scena la macchina da guerra che ci aspettavamo di vedere.
-Bruce è sempre tenerello e in ogni cosa che fa continuiamo ad intravedere l’eroe che noi tutti conosciamo.
-I Maniax sono ormai smembrati, è stato bello vedere collaborare Jerome e Tabitha e scoprire di più sul passato del ragazzo.
-Barbara è STREPITOSA. PsycoBarb è tutto ciò che non era Barbara nella scorsa stagione, la donna finalmente ha un ruolo e un personaggio che voglio vedere in scena. Solo ora ha un senso. Sono veramente curioso di scoprire come si evolverà il triangolo incestuoso con Tabitha e Theo.

Ma ora veniamo alla grande rivelazione: JEROME non era il Joker, ma solo quella che sarà la sua fonte di ispirazione. Una leggenda da cui prendere spunto e da trasformare. Una scelta veramente coraggiosa da parte degli autori, ma una scelta che non posso fare a meno di adorare e nella quale ripongo la massima fiducia: Gotham sta impazzendo e io non vedo l’ora che ciò avvenga!

Voto all’episodio: 9+

– Lestblue

 

Agents of S.H.I.E.L.D. | Flashrecap 3×02 – Purpose in the machine

Agents of SHIELDTachicardia. Mani nei capelli. Respiro affannoso. In piedi sulla sedia. Ed è soltanto il secondo episodio. Agents of S.h.i.e.l.d. ADESSO è davvero tornato.

Adrenalinico, immenso, intenso, emozionante e con il giusto spazio per ognuno di loro e anche per le loro relazioni interpersonali, tutto in soli 42 minuti certamente più ampi al loro interno.
Ci sono stati momenti in cui le scene sembravano proseguire al rallentatore, in cui riuscivi a sentire la fatica, il dolore, la speranza, scandendo il tempo con i battiti dei loro cuori, uniti, insieme come una famiglia, ciò che lo Shield è sempre stato.
Fin dai primi istanti la squadra ha serrato le fila, ha fatto scudo, si è chiusa al mondo esterno perché tutto ciò che contava era la loro unione, era guardarsi le spalle l’uno con gli altri. E se all’inizio l’unico pensiero era proteggere Fitz per non perdere un’altra persona amata, un semplice gesto di Bobbi riapre un mondo, rimette tutto in discussione e dona loro quella certezza di cui avevano disperatamente bisogno: Jemma potrebbe essere ancora viva e adesso non importa nient’altro se non ritrovarla e portarla a casa.
Nonostante gli ideali, le preoccupazioni e gli ostacoli che circondano il suo sogno di unire Shield & Inumani, Skye (io sono come Coulson, accettatelo) si unisce a Fitz, Bobbi, Mack, Coulson e all’asgardiano prof. Randolph per seguire il percorso del monolite fino ad arrivare al posto in cui si ebbe la prima risposta. E lì, noncurante dei rischi, Skye apre il portale con i suoi poteri, la squadra combatte con lei e Fitz si tuffa nella missione della sua vita, tornando a vivere perché Jemma finalmente è di nuovo al suo fianco.
Costretta a citarlo, Ward continua il suo reclutamento per la nuova Hydra ma anche Hunter, totalmente supportato da Coulson, cerca supporto in May, bisognosa di riconoscersi, per la sua missione: tagliare la testa del mostro prima ancora che rinasca.
Di nuovo insieme, QUESTO È AGENTS OF SHIELD.

– Walkerita

 

Scorpion | Flashrecap 2×03 – Fish Filet

Scorpion_TV_SeriesEpisodio Sylvester-centrico questa settimana, con il tenero, ansioso, sbadato e geniale ragazzone che si ritrova a dover fare i conti con…LA PRIGIONE.
Già, perché quando il dovere e Adriana Molina chiamano, il team Scorpion risponde e quando la memoria fotografica di Sly è richiesta per salvare la vita a tre giudici allora ecco che il ragazzo finisce dietro le sbarre.
Il lavoro dovrebbe essere semplice: entrare, trovare i codici per decifrare i messaggi su cui son indicati i nomi delle tre potenziali vittime e uscire, tutto in meno di 24 ore, ma quando mai un piano è andato nel verso giusto in questo telefilm?
ESATTO! Sly si ritrova così in prigione, SOLO, senza alcun supporto ne interno ne esterno, a doversi preoccupare della vita dei giudici e alla SUA in seguito alla rissa con uno dei carcerati. Finalmente viene dato spazio ad uno dei personaggi che preferisco, lo vediamo lavorare sotto pressione, costretto a superare le sue paure e a dare il massimo per raggiungere l’obbiettivo.
Grazie a Sly, eroe della giornata, e al team l’ennesima minaccia viene sventata e ancora una volta i geni salvano la situazione. E se da un lato vediamo il lato forte di Sly, nelle scene con Megan (graditissimo ritorno) assaporiamo il suo lato tenero, la scena in cui i due si scambiano per la prima volta quel tenero “ti amo” mi ha strappato più di una lacrimuccia. Menzione d’onore a Ray, nuovo incredibile personaggio, a Cabe che si scaglia contro la Molina e sempre al nostro Agente Gallo che insegna a Toby a fare a pugni dopo l’ennesima delusione amorosa.
GOOD JOB GUYS!

– Claw

 

 

Nashville | Flashrecap 4×03 – How can I help you say goodbye

NashvilleHo sentimenti contrastanti in merito a questo episodio perché da un lato ne ho apprezzato molto gli sviluppi a livello di storyline, dall’altro è stato di una lentezza incommensurabile per quanto riguarda il ritmo.
Delle quattro storyline affrontate, due sono state la prevedibilità in persona ma altre due meritano un plauso per cura del dettaglio: quella di Scarlett e quella di Will. Mi piace il modo in cui stanno facendo attraversare a Will le ripercussioni del coming out e approvo la scelta di introdurre anche le pressioni delle comunità LGBT nel mucchio di problemi da affrontare. Il legame con la realtà resta molto saldo ed è apprezzabile la scelta di rappresentare il passo importantissimo fatto da Lexington, in primis come un progresso personale. Non ho dubbi che quando sarà pronto, Will sarà più che felice di fare il «poster boy» per la causa ma è comprensibile che scelga di fortificare prima se stesso. Anche il grande dilemma di Scarlett è stato affrontato benissimo. Non è un segreto che io ami Scarlett: dietro l’apparente fragilità, nasconde una forza e una bussola morale che farebbero invidia a molti. Gli sceneggiatori hanno deciso di presentare i due fronti del dibattito sull’argomento e ne hanno approfittato per regalarci anche un pretesto per separare zio e nipote.
Ancora una volta, la profondità dell’analisi dei personaggi è stata ineccepibile e non nascondo di aver amato anche molto l’averci presentato il diverso atteggiamento di chi circondava i due protagonisti della vicenda. In quanto shipper, però, non ho potuto non notare il parallelismo fra Gunnar e Rayna.
Non ho dubbi che la morte di Beverly avrà ripercussioni importanti su Deacon, non resta che capire quali.
Musica: un 8 pieno sia a Scarlett che alle Conrad.

– The Lady and The Band

 

Quantico | Flashrecap 1×02 – America

quantico imm evidAncora non riesco a ricordare i loro nomi, forse per il ritmo mozzafiato di cui è caratterizzata la serie, forse perché la velocità con cui si svolgono gli avvenimenti che non mi dà neanche il tempo di pensare.
Un nome fra tutti, però, lo ricordo; è quello di Alex Parrish, protagonista assoluta, di una bellezza particolare, con una voce da panico e con delle palle grandi come una casa. Gli istruttori hanno detto bene “L’abbiamo istruita noi, ed è la migliore”.
Alex sarà stata sì ben istruita, ma al lavoro non usa solo quello imparato sul campo, usa la dote naturale più importante di tutte, quella che la distingue dagli altri: l’istinto.
Sicuramente la nostra protagonista sa usare bene l’istinto in ambito lavorativo, ma non in amore: infatti mentre nel flashback vediamo che il flirt con occhi da cerbiatto continua, nel presente/flashforward veniamo a sapere che ha avuto una tresca con il professore alcolizzato, ma che nonostante ciò è rimasta in buoni rapporti con occhi da cerbiatto il quale ha apparentemente tradito il suo segreto. Ripicca o astuzia?
Le coppie Barbie e Ken (o bionda e raccomandato) e il triangolo composto dal sosia di Andrew Garflied, ragazza con la gemella e Eddie (si, per me sarà sempre Eddie di the Flash) promettono davvero bene; hanno il giusto potenziale per poter far appassionare il pubblico!
Ad ogni puntata le domande si accumulano e le risposte scarseggiano: perché il professore era interessato ad Alex dal principio? Perché il padre di Alex è importante? Perché il sosia di Andrew Garflied indossa degli occhiali da vista finti? Ma soprattutto perché ha rifiutato EDDIE? Perché ogni volta che guardo occhi da cerbiatto mi sembra di vedere il gatto di Shrek??

Puntata davvero bella, in perfetta linea con il pilot; speriamo che si mantenga su questo livello! Great Job, Gordon!
Voto: 9

-Julia

 

 

Scandal – 5×03 – Paris is burning

Scandal_SHOWSHEET-e1410468355123Le sentite le campane suonare? Sentite le urla della gente? I gridolini festosi dei bambini? Io sì, ed è grazie al ritorno di Eli Pope. Ma andiamo con ordine.
Non ho particolarmente amato l’episodio nella sua interezza, ma ci sono state diverse scene che mi hanno resa davvero davvero felice (internally screaming). Mellie won’t take Fitz’ shizzz no more. You go girl. Ho sempre amato questo personaggio, credo sia migliorato di episodio in episodio, anche cadendo a volte, ma comunque aggiungendo una nuova sfaccettatura. Fitz è abituato ad avere il potere tra le mani, ma deve capire che il matrimonio non funziona così, i belli in ballo sono due. Onestamente non mi capacito di come faccia ad amarlo così tanto all’interno della coppia Olitz e accanirmi contro di lui in ogni altro aspetto (invece lo so è colpa di Tony Goldwyn). Abby got it all. Big up anche per la rossa che finalmente ha mostrato il suo vero lato Pope, anche se onestamente non trovo il senso di sminuire Olivia in questo modo, sicuramente è parte del malefico piano per distruggere l’universo ma per il momento non rientra nelle mie capacità di comprensione.
Mi dispiace per Cyrus: sappiamo tutti le cose mostruose che a fatto, ma anche con quel bagaglio alle spalle io non posso fare a meno di amarlo, e ci sono rimasta male quando Fitz l’ha rifiutato così, anche se presumo ne vedremo delle belle ora che il team Mellirus si è solidificato maggiormente. Come siamo passati da “did you ever think about what I was giving up” a “sit down and watch me choose you” è un’altro dei misteri della puntata, la grande mente di Olivia Pope non smette mai di macchinare.
Ma veniamo all’elemento per me clou, quello che più mi da la carica per le prossime puntate: “Paris is burning”. YAS Papa Pope is back (heavy breathing). Sicuramente la mia sarà un’opinione impopolare ma Dio quanto amo questo personaggio. E’ un villain con la lettera maiuscola, manipolatore, subdolo e sottile, non vedo l’ora di tuffarmi in questa nuova avventura riguardante Lazzaro Uno, che sinceramente mi interessa molto più del drama alla WH, che, ancora una volta, non capisco proprio. Dovrebbero scrivere un libro intitolato: come complicarsi l’esistenza in 10 complicati step. Qual è la cosa che vi è piaciuta di più in questo episodio? fatemelo sapere in un commento! alla prossima settimana!

– xsunsetbeauty

1 comment
  1. Cerco grazia e trovo giustizia, come fai a non essere inca**to per Jerome? Era il miglior psicopatico della stagione telefilmica, un’interpretazione da 10 e lode, accattivante e convincente. Non riesco a vedere tutto questo in Theo purtroppo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.