Dracula | Recensione 1×06 – Of Monsters and Men

Dracula1x06In super ritardassimo (ma tanto abbiamo davanti tutte le vacanze di Natale prima di poter vedere il prossimo) eccoci per commentare insieme anche questo sesto episodio di Dracula, episodio che (sono felice a dirlo come una maestra che premia l’alunno bravo ma che non si applica) per me si guadagna non solo una piena sufficienza ma anche qualcosa in più: siamo usciti dallo stagno delle ultime due puntate e finalmente procediamo in avanti. E, soprattutto, c’è di che discutere, il che è tutto quello che chiedo a una serie che deve intrattenermi: che succedano cose.

Visto che immagino che arrivati a questo punto della serie se siete ancora qui a leggere è perché la state seguendo e quindi l’episodio l’avrete visto anche voi, cercherò di non dilungarmi troppo con il riassunto delle vicende ma andrò più sui commenti. Cominciamo togliendoci il dente dolente: ebbene sì, stavolta gli autori non ci hanno perculato con i loro promo, quello che tutti stavamo aspettando è davvero successo e Alexander “walked in the sun like any other man”…anche se per qualcosa come mezz’ora appena prima di ustionarsi completamente un lato della faccia, ma è pur sempre un gran risultato e, soprattutto, salva le apparenze del protagonista davanti ai dubbiosi Browning e Davenport, che avevano anticipato la riunione della British Imperial Coolant in pieno giorno e IN UN SOLARIUM appositamente per scoprire se i loro sospetti su Grayson fossero fondati o meno. La vittoria di Alexander sta tutta nell’espressione alla “ve l’avevo detto” di Lady Jane quando il Consiglio lo vede avanzare nella sala completamente illuminata dal sole. Lei stessa era stata messa in discussione per le sue doti di cacciatrice da Browning, che le aveva fatto capire senza mezzi termini che se il suo amante si fosse rivelato essere un vampiro avrebbe passato qualche guaio anche lei.
Peccato al momento Lady Jane sia l’unica della sua cerchia a non aver capito davvero una mazza di Grayson (l’ormone sconvolge la percezione della realtà, evidentemente), tranne che questo ha un certo non so che verso Mina. Cosa che non sfugge a nessuno, a cominciare dai commensali al ristorante con lei quando questo fa il solito prezzemolino e spunta fuori per “porgere i suoi omaggi” e fare un po’ di show.
Notare in particolare l’acidità di Lucy, che riconosce il nemico e non gliele manda a dire.

  

L’interesse di Grayson è così evidente che perfino Lady Jane comincia a rosicare e decide di mettere in mezzo pure Lucy per… non ho ben capito il fine, a dir la verità. Non credo pensasse davvero che Mina potesse ricambiare i sentimenti della ragazza, quindi a che pro spingere consapevolmente a rovinare un’amicizia di lunga data una che per te è una completa sconosciuta? Mistero.

  
Un minuto di silenzio per la sfiga della povera Lucy. Questa ragazza mi fa una tenerezza infinita.

Quello che non è un mistero invece è che Mina ha sì le idee un po’ confuse riguardo a chi vorrebbe darla (esatto, la donna di sani principi di fine Ottocento sta pensando di farlo fuori dal matrimonio. Scandalo, Dio ti prego perdona la peccatrice!), ma su quello che prova per Lucy ci vede chiaro. Anzi, forse anche troppo vista la piazzata che fa quando l’amica le confessa i suoi sentimenti, francamente anche un po’ esagerata per come la vedo io… ma io non sono una donna di sani principi di fine Ottocento.

A proposito di sani principi: Mina va a letto con Jonathan. Ok, anche questo dente ce lo siamo tolti, possibilmente sorvolerei sull’imbarazzante dialogo sulla validità o meno dei loro sacri voti ora che hanno “insozzato” così il loro rapporto (che capisco che è in contesto vista l’epoca, ma non si può davvero sentire!) e andrei direttamente a quello che sto pensando da qualche puntata riguardo la “crescita sessuale” di Mina (oddio, l’ho scritto davvero?): la pura e casta Mina Murray, fidanzata da una vita e mezza con Jonathan Harker, conosce Alexander Grayson e comincia a sudare freddo la notte, quando si addormenta fa sogni a luci rosse con uno che non è il suo promesso sposo e, ogni volta che si trova a meno di due metri da Grayson, la tensione sessuale si taglia come il burro. Sarò io che faccio troppa analisi intertestuale ma secondo me anche questa scelta di far “consumare” il rapporto a Mina e Jonathan (chiaramente su iniziativa della prima) è un modo per sottolineare il cambiamento della ragazza nel controllare le proprie pulsioni da quando Grayson è entrato nella loro vita: la figura del vampiro è da sempre associata anche a un certo tipo di sessualità, e ho trovato interessante inserire anche questo particolare nella metamorfosi di Mina. Inoltre il “fattaccio” e la successiva convinzione di non aver fatto nulla di male serve anche a sottolineare quanto Mina sia una donna moderna per i suoi tempi, che è l’intento degli autori della serie: presentare figure femminili forti, indipendenti e ognuna moderna a modo suo: Lady Jane, agguerrita cacciatrice e donna schiva, decisa a non aprirsi mai completamente a un uomo; Lucy e la sua omosessualità repressa, in un periodo in cui qualunque cosa fuori dagli schemi non era vista di buon occhio; Mina con la sua passione per la scienza e la medicina e il desiderio di diventare dottore. Per concludere la parentesi su Mina, poi, non possiamo sorvolare sul suo discorso con Van Helsing, che l’aveva colta con le mani nel sacco (e tra le sue provette) e aveva deciso di rimandarla a casa, se non fosse che lei decide di alzare la cresta e gli confessa degli esperimenti condotti sui campioni di sangue che aveva trovato, pretendendo di sapere cosa sia quella sostanza. Van Helsing, tentennante tra una spiegazione improvvisata e una mezza idea di spaccare il cranio alla sua assistente, riesce a cavarsela e la questione, per ora, sembra risolta così.

tumblr_mxfhzt7Pj81rrf628o1_500Anche perché Van Helsing ha altro a cui pensare: la sua smania di vendicarsi dell’Ordine l’ha portato a mettere in moto il piano con Dracula molto prima di avere un siero pronto per permettere a quest’ultimo di confondersi tra la gente normale, e quando Browning & co. decidono di smascherare una volta per tutte la bestia invitandolo a una riunione in pieno giorno, Alexander non può far altro che sottoporsi all’ennesimo esperimento del professore. Stavolta però i calcoli sembrano essere stati fatti più accuratamente perché Alexander, sebbene dopo un po’ di sofferenze, riesce a partecipare alla riunione e, almeno così sembra, a dissipare i dubbi nei membri dell’Ordine che avevano sospettato di lui. L’effetto del siero però, come detto all’inizio, non è infinito, ed è solo grazie al provvidenziale intervento di Renfield che Grayson riesce a dileguarsi rimettendoci solo metà faccia (che comunque –per fortuna, aggiungerei!– si sistema poco dopo dissanguando un’altra vittima). Quello che non ho detto è che la vittima è la stessa Vera Markham che nello scorso episodio aveva dato ad Harker le prove della corruzione del Generale Shaw. Jonathan, nonostante Grayson gliel’avesse proibito, decide di rivelare la verità e farla pubblicare da un giornale scandalistico. Grayson fa un po’ di storie di facciata ma in realtà se la ride sotto i baffi, e scopriamo presto perché: a quanto pare la cosa è stata orchestrata ad hoc, Vera non era altro che un’attrice assunta da lui. Ma anche Harker, indirizzato dall’Ordine (infastidito dalle calunnie su Shaw pubblicate in prima pagina), scopre presto la verità: ora c’è da vedere come reagirà se sarà in grado di fare due più due e capire che a fregarlo è stato proprio il suo boss.

Per finire, faccio una piccola digressione sul passato di Van Helsing, che è quello su cui finora sappiamo di meno: sono puntate su puntate che vediamo sempre lo stesso flashback della casa in fiamme, con giusto un paio di fotogrammi in più ogni volta. Sappiamo che a guidare la “rappresaglia” ai danni della famiglia di Van Helsing è stato proprio Browning, ma non sappiamo ancora il perché e, personalmente, non vedo l’ora di scoprire qualcosa di più sul passato di questo personaggio, senz’altro uno dei più interessanti a mio parere.

DRACULA-Of-Monsters-and-Men-Episode-106-Thomas-Kretschmann-as-Abraham-van-Helsing 60310688

Anche per questa settimana direi che è tutto, come già anticipato posso dirmi soddisfatta della ripresa in corner poco prima della pausa natalizia e spero davvero che, come il promo (che vi lascio qui di seguito) sembra promettere, dal settimo episodio continueremo a vedere interessanti avanzamenti della trama.


http://www.youtube.com/watch?v=cbm_3OMpZ0U

Vi ricordo che la 1×07 “Servant to Two Masters” andrà in onda il 3 gennaio. Come sempre vi invito, se avete voglia, a farmi sapere i vostri pareri sulla puntata di questa settimana e sulla serie in generale. Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.