Cancellazioni e rinnovi | I vostri show preferiti sono in pericolo?

Cattura

Sono trascorse solo poche settimane dell’inizio della nuova stagione televisiva e alcuni nuovi telefilm hanno già avuto successo (Blindspot, Quantico e Limitless).
E anche se alcuni insuccessi sono evidenti, i network non hanno ancora cancellato niente.
Forse sono più in pericolo gli show veterani che iniziano a mostrare i loro anni.
Quindi… quali show devono finire la loro corsa? Eccone dieci di cui pensiamo che dovreste iniziare a preoccuparvi.
C’è il vostro favorito nella lista?

1. Blood & Oil (ABC)
bloodoil
La buona notizia: la stravagante soap ha avuto un debutto modesto (6.4 milioni di spettatori, 1.4 nel demo 18-49) contro una competizione molto dura (Sunday Night Football e The Walking Dead). Inoltre, lo show ha due bellezze per tutte le età: Don Johnson e Chace Crawford.
La cattiva notizia: da quando The Walking Dead è tornato, l’11 ottobre, Blood & Oil è calato più del 30 percento, con una media di 3.7 milioni e un demo di 0.9. Non sono un granché nemmeno i numeri DVR. Sarebbe ora di rendersi conto che alla gente non piace molto, visto che Once Upon a Time (prima) e Quantico (dopo) ottengono numeri più alti.
Insieme ai drammi dietro alle quinte: cambio di showrunner, cambio del titolo, due stanze diverse per gli autori – non c’è da sorprendersi che l’ABC abbia ridotto il numero di episodi a dieci.

2. Castle (ABC)
CAstle
La buona notizia: ABC tiene davvero molto a Castle, visto come ha insistito per rinnovare i contratti di Nathan Fillion e Stana Katic, lo scorso anno. E sebbene il pubblico live dello show veterano sia in diminuzione, ha costantemente un solido aumento nei DVR.
La cattiva notizia: la premiere dell’ottava stagione ha avuto i rating più bassi mai ottenuti (6.8 milioni e 1.1 nel demo), che sono ulteriormente diminuiti quando il team creativo ha deciso di separare Castle e Beckett. In totale, è diminuito del 26% nel demo, rispetto a un anno fa, ed è sempre affondato da Blindspot (NBC). A questo punto dipende solo dalla pazienza di ABC.

3. CSI: Cyber (CBS)
csicyber
La buona notizia: il terzo spin-off di CSI, con Ted Danson nel cast, è l’unico portabandiera del più grande franchise televisivo. Non sembrerebbe così in forma se CBS non l’avesse mandato in onda così presto, soprattutto visti i periodici ritardi del football.
La cattiva notizia: Football o meno, la caduta libera di Cyber è stata come un cataclisma, è sceso di quasi il 25% nel pubblico (6.2 milioni) e del 40% nel demo (0.8 – non ha mai superato 1.0), e il DVR è quasi inesistente. (Ricordate Law & Order:Los Angeles? È stato lanciato sulla scia della cancellazione dell’originale ed è durato solo una stagione).

4. Grandfathered (Fox)
La buona notizia: La commedia “John Stamos è un GILF” non sta illuminando il mondo con i suoi rating, con una media di circa 3.6 milioni e un demo di 1.1, ma sta facendo meglio di quanto FOX ottenesse i martedì dello scorso anno, (New Girl e The Mindy Project), e migliora di un 45% durante la settimana. FOX ha voluto fidarsi, ordinando altre sei puntate. Se dovesse rimanere in giro abbastanza a lungo, potrebbe beneficiare di qualche momento alla Fuller House.
La cattiva notizia: FOX ha ordinato la stagione completa di The Grinder, ma non quella di Grandfathered… ancora. Lo show andrà in pausa due settimane a causa della World Series e non può permettersi altre perdite, al ritorno.

5. Hawaii Five-0 (CBS)
fiveoo
La buona notizia: il procedurale ha ancora un audience significativo – una media di 8.8 milioni, quest’anno e fa parte della programmazione del venerdì, che FOX considera abbastanza consistente, da non toccare.
La cattiva notizia: la media di 1.06 nel demo, che è un 15% inferiore ai risultati dello scorso anno, lo rendono il secondo show più basso della CBS. Peggio ancora, Blue Bloods sta reggendo molto bene, che significa che introdurre un nuovo show in quello slot non mette in pericolo il network.

6. ​Minority Report (Fox)
minority
La buona notizia: … bello il film con Tom Cruise, vero?
La cattiva notizia: nonostante il titolo e una grande pubblicità da parte di FOX, questo show è stato un insuccesso. La serie ha debuttato con 3 milioni di spettatori e 1.1 nel demo. Da lì è solo sceso (la media è di 2.2 milioni e 0.7). FOX ha recentemente diminuito il numero di puntate da 13 a 10. È strano che il network non l’abbia ancora cancellato per mandare in onda repliche di Bones o Sleepy Hollow.

7. ​Nashville (ABC)
Nashville
La buona notizia: la soap di musica country si gioca bene una delle serate più stabili dell’ABC. E anche se il pubblico live non è molto ampio, recupera con le visioni a sette giorni. Inoltre: la musica, di cui si può fare il download, aiuta molto.
La cattiva notizia: la premiere, che ha risolto un cliffhanger piuttosto pesante, ha portato solo 4.9 milioni di spettatori e 1.2 di demo, 14% in meno delle altre aperture di stagione. La media (4.6 milioni, 1.1 demo) mostra in certa consistenza, ma sono al 16% in meno in generale, rendendolo il secondo peggiore show della ABC.

8. NCIS: Los Angeles (CBS)
ncis
La buona notizia: lo show ha NCIS nel titolo. Nonostante la forte competizione di Blindspot, lo show ha ancora 8 milioni di spettatori, un numero che molti altri network amerebbero avere. E quei numeri raggiungono gli undici milioni durante la settimana.
La cattiva notizia: lo show è stato trasferito al lunedì sera la scorsa stagione e questo ha causato un abbassamento dei rating, e questa stagione è scesa di un ulteriore 24% (il 12 ottobre il peggiore risultato di sempre, 1.12). Realisticamente, non vediamo la CBS decidere di cancellare lo show, ma forse verrà spostato di giorno.

9. ​The Player (NBC)
ThePlayer
La buona notizia: il ritorno di Wesley Snipes ha messo in scena uno show molto divertente, tra i nuovi. E NBC ha usato Blacklist per spingerlo il più possibile
La cattiva notizia: al pubblico lo show non piace. La premiere ha ottenuto 1.1 nel demo e quasi 5 milioni di spettatori, ma quei numeri sono diminuiti, senza grossi aumenti settimanali. La decisione di NBC di tagliare gli episodi a nove dice tutto.

10. Scream Queens (Fox)
ScreamQueens
Le buona notizia: Scream Queens ottiene un aumento del 60% nel DVR, ed è tra i top trend dei social. FOX ha dato alla serie una grossa campagna promozionale. Visto che è una serie antologica, la FOX potrebbe rinnovare e sperare in stagioni più promettenti.
La cattiva notizia: i numeri live dello show (media 3.2 milioni, 1.3 demo) non sono positivi, soprattutto in un format in cui un personaggio principale muore tutte le settimane. Non è sbagliato dire che Scream Queen sia stato una delle peggiori delusioni della stagione.

Fonte

3 comments
  1. Favorito? Nemmeno da chiedere!

    Può darsi che una fetta del pubblico americano abbia ritenuta conclusa la storia d’amore Caskett. Io no, per me non avrà mai fine. Non è solo amore, è affinità estrema, è bisogno reciproco, partecipazione completa, sintonia, supera i confini della quotidianità: va oltre, è irrinunciabile. Qualcuno ha detto che il loro amore esisteva da prima e esisterà per sempre…

    Può annoiare solo chi non capisce cosa significhi la parola amore, che non l’abbia mai conosciuto davvero e si accontenta di qualcosa di molto meno alto e molto più superficiale. Non si può non restare colpiti da una sensazione di quel livello e quindi non può stancare l’ammirarla. Il bello non annoia mai.

    D’accordo col colpo di scena dell’abbandono di Kate, ma se continuano a tirarla in lungo come stanno facendo, significa che gli autori non hanno capito che le storie funzionano se loro due INSIEME vivono le avventure indagatrici… indaganti… indagatorie… va beh, ci siamo capiti.

    E’ sulla trama a sfondo “giallo” che devono buttarsi, non menarla con lui che vuole riconquistarla e lei con i suoi sorrisini nostalgici.
    La scalata verso l’amore funzionava all’inizio, ora non più. Non può, dopo tutto quello che hanno passato. E’ palese la loro intesa universale. Sono uno il complemento dell’altra. DEVONO stare insieme come un tutt’uno armonico. E poi sanno già tutto, sono consci e consapevoli di tutto. Non regge che ci sia bisogno di continui rimandi al passato da parte di Rick.

    Ci sono coppie o insiemi di personaggi molto meno splendidamente unici che indagano da anni in tv. Che migliorino le storie piuttosto e la coppia reggerà per molto ancora.

    Nessun telefilm che io conosca racchiude in sé tanta armonia fra due persone e non posso rinunciarvi.
    Com’è il numero di ABC?

    1. Ciao Appassionato!
      Sì, è un colpo al cuore vedere Castle tra quelli in pericolo, ma del resto i ratings sono sempre stati quelli dall’inizio della stagione (in realtà non A SEGUITO della separazione, come si dice nell’articolo, comunque molto bassi).
      Insomma, con questo telefilm non si sta mai tranquilli, o gli attori che non rinnovavano, o i ratings… alla fine tocca sempre arrivare a maggio con l’ansia.

      1. Ciao Syl.

        E allora che si diano da fare con la fantasia. Cosa fanno, lo cancellano per fare una copia di Hawaii Five O o di Blue Bloods? Solite americanate consunte autoreferenziali. O qualche similare di Ncis ambientato in Groenlandia?
        Ma John Wayne non muore mai?

        Gli americani sanno cos’è la poesia, l’arte? No, pensano solo all’azione. Hanno fretta e per questo si mangiano pure quelle poche parole che costituiscono il loro vocabolario ristretto. Fanno tutto con un ” I got it” e spesso non dicono neanche il soggetto, ignorando la grammatica e le sottili differenze che sanciscono il divario tra raccattare e raccogliere: loro prendono e basta.
        Hanno fretta, appunto, ma per andare dove?

        Non capisco nemmeno come sia possibile che a qualcuno sia venuta in mente un’idea tanto delicata come Castle.
        Il rating non l’apprezza più? Amen, rimangano pure nella loro ignoranza e io mi riguarderò gli episodi dall’inizio.

        Faccio come Rick, che si costruisce il suo mondo infantile per evitare la realtà di cui non si sente parte.
        In fondo, che male c’è?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.