Bones | La cancellazione non è stata voluta dai produttori

La decisione di concludere Bones non è stata presa in comune accordo.

Durante i TCA dello scorso mercoledì, il creatore della serie, Hart Hanson, ha rivelato che è stato il network a decidere di concludere lo show dopo 12 anni.

“Non è stata una nostra decisione. Ci è stato annunciato che sarebbe stato il nostro ultimo anno. Non siamo stati noi a chiamare il network per informarlo che avremmo preferito chiudere. Ma non sono certo che qualcuno sia rimasto davvero sorpreso per il fatto che sarebbe stata l’ultima stagione”.

Ha aggiunto Emily Deschanel: “Abbiamo avuto un ottimo percorso. Sarebbe scortese da parte nostra lamentarci della cancellazione”, dopo 12 stagioni.

La stagione finale avrà 12 episodi, ma sono “così pieni di azione e di personaggi che fanno ritorno, che avremmo potuto farne 22”, ha affermato David Boreanaz. “Sono 12 episodi che sembrano un ordine completo. Li abbiamo riempiti bene”, includendo la risposta al mistero 447 e un finale di serie che sarà diverso da quello pensato all’inizio da Hanson.

“Avevo in mente un altro finale”, ha ammesso. “Mi piace quello che hanno fatto. Do loro tutto il mio supporto”.

Per quanto riguarda un possibile revival – il produttore Michael Peterson ha recentemente affermato che “non lo escluderebbe” – le due star dello show sono sembrate riluttanti a prendere un impegno.

“Tutto è possibile nella vita, ma preferisco guardare avanti”, ha risposto Boreanaz. “In generale non amo le rimpatriate, e non mi piace guardare al passato. Per me è una domanda difficile”.

Dal canto suo, Deschanel ha detto che le piacerebbe che “passasse un po’ di tempo prima di interpretare di nuovo il ruolo di Brennan, sottolineando che sarebbe strano per lei tornare nel personaggio così presto dopo le emozioni della finale”.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.