Boardwalk Empire | La metamorfosi di Gillian Darmody

Nelle passate stagioni, i fan di Boardwalk Empire hanno visto Gillian Darmody (interpretata dalla brillante e sottovalutata Gretchen Mol) intrecciare una relazione incestuosa con il figlio, uccidere l’uomo di una notte a sangue freddo e in generale mentire, tramare e rubare per farsi strada. In altre parole, il personaggio era oltre ogni possibilità di redenzione.

O almeno così pensavamo.

Quando il mese scorso il drama HBO è tornato con la 4° stagione, quella che abbiamo visto è una Gillian completamente diversa, una donna indifesa, vulnerabile, spezzata e, più sorprendente di tutto, tormentata dal rimorso. Prima di sapere del cambiamento, questa donna spregevole aveva iniziato a farci provare tristezza.

La sua risalita dagli abissi della depravazione subirà un’accelerata nell’episodio di questa domenica. Roy (Ron Livingston), il nuovo uomo della sua vita, la aiuterà infatti a superare la sua dipendenza dall’eroina. Nell’intervista qui sotto, la Mol parla con TVLine delle passate trasgressioni di Gillian, dell’inversione di marcia del presente e di una possibile, futura felicità.

TVLINE | Ti stai divertendo nell’interpretare questo nuovo lato di Gillian?
E’ davvero fantastico. Ho sempre guardato a questa donna come a una persona complessa, non solo come una specie di archetipo del male. Ma comunque mostrare nuove sfumature di un personaggio che interpreti è sempre bello. Stavamo girando una delle prime scene di questa stagione, nella quale Gillian è al club di Chalky con Roy e sta semplicemente ascoltando la musica e mi ricordo di aver pensato: “Wow, Gillian nel mondo reale che sorride – non l’avevamo mai vista divertirsi ed estraniarsi da tutto il resto in questo modo!”.

TVLINE | Questo sembra proprio l’arco narrativo della “redenzione di Gillian”.
Il fatto che lei abbia attraversato brutti momenti e che noi l’abbiamo vista combattere – ma nonostante questa lotta, la sua storia ha sempre avuto a che fare con il potere – è servito a creare una specie di empatia. La sua caduta è servita a renderla umana.

BETVLINE | Nell’episodio di questa domenica, Roy — mentre aiuta Gillian a superare la dipendenza dall’eroina – le dice che lei ha l’aspetto di una persona in pace. Dopo tutto quello che ha fatto in passato, Gillian potrà mai essere davvero in pace? 
Bella domanda. Sinceramente non so se la serenità sia nelle corde di Gillian… E’ vero, in passato lei ha fatto cose terribili. Nella 2° stagione ha ferito profondamente suo figlio e poi ha ucciso questo povero, innocente Roger (interpretato da Billy Magnussen) solo perché era simile a Jimmy. Ma nella serie c’è tantissima violenza, quindi a mio avviso fa riflettere il fatto che gli sceneggiatori abbiano deciso di dare così tanta importanza a questo delitto specifico. E’ un fatto di rilevanza sociale considerevole: questa donna ha commesso un delitto e deve pagare per le sue azioni. Invece gli uomini della serie sono considerati delle specie di eroi proprio per gli omicidi che commettono.

TVLINE | E’ vero, una donna che uccide qualcuno è un grosso affare… 
A dire il vero non ho mai guardato Breaking Bad, ma ricordo di aver letto un editoriale di Anna Gunn sul The New York Times e mi baso su quello. So che a molte persone piace Gillian, ma quando si possiede il genere di sarcasmo che ha lei, incutere anche un po’ paura è naturale. Ma sono convinta che il suo modo di fare sia più un’arma di difesa.

TVLINE | Cosa pensi abbia provocato il cambiamento in Gillian? C’entra l’incontro con Roy?
Penso che probabilmente la dipendenza abbia dato una scossa alla situazione. La droga ha preso il controllo su di lei e Gillian è totalmente indifesa. Anche la scelta dell’eroina dice molto… è la sostanza perfetta per lei, perché facendone uso può finalmente mettere da parte tutti i suoi affari e permettersi di essere aperta per questo nuovo arrivato nella sua vita. Sono convinta che senza la droga lei sarebbe stata troppo cinica, disincantata e decisamente non pronta per un uomo come lui. Lo avrebbe visto come qualcuno da conquistare o da usare a suo piacimento. Invece adesso Gillian è talmente a terra e ha perso tutto il potere che aveva che è vulnerabile e disponibile ai sentimenti. Forse in questo senso l’eroina non è una brutta cosa  per lei. [Ride]

TVLINE | Mentre vedo dispiegarsi questo storia, per la prima volta sento di tifare per Gillian.
Non posso che esserne felice!

TVLINE | Ma questo è Boardwalk Empire, quindi sono anche cosciente del fatto che probabilmente non finirà bene per lei. 
[Sospira] Lo so, lo so… Gillian ha vissuto un’esistenza davvero dura, e sembra quasi che lei non abbia le basi per poter capire cosa è giusto e cosa è sbagliato. La sua capacità di uscire con l’astuzia dalle situazioni peggiori in questo momento non è al massimo.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.