Upfronts 2012-2013: ABC

Il terzo network a pubblicare il proprio palinsesto per la stagione 2012-2013 è la ABC. Tra le serie cancellate spiccano Cougar Town e GCB, mentre termina Desperate Housewives. Tra le nuove serie, invece, la più attesa è sicuramente 666 Park Avenue. Ma ecco il palinsesto completo:

LUNEDÌ
ore 8 pm: Dancing With the Stars/The Bachelor (da Gennaio)
ore 10 pm: Castle

MARTEDÌ
ore 8 pm: DWTS Results
ore 9 pm: Happy Endings
ore 9:30 pm: Don’t Trust the B—- In Apartment 23
ore 10 pm: Private Practice

DA GENNAIO
ore 8 pm: How To Live With Your Parents For The Rest Of Your Life
ore 8:30 pm: The Family Tools

MERCOLEDÌ
ore 8 pm: The Middle
ore 8:30 pm: Suburgatory
ore 9 pm: Modern Family
ore 9:30 pm: The Neighbors
ore 10 pm: Nashville

GIOVEDÌ
ore 8 pm: Last Resort
ore 9 pm: Grey’s Anatomy
ore 10 pm: Scandal

VENERDÌ
ore 8 pm: Shark Tank
ore 9 pm: Primetime: What Would You Do?
ore 10 pm: 20/20

DA NOVEMBRE
ore 8 pm: Last Man Standing
ore 8:30 pm: Malibu Country
ore 9 pm: Shark Tank
ore 10 pm: Primetime: What Would You Do?

SABATO
ore 8 pm: Saturday Night College Football

DOMENICA
ore 7 pm: America’s Funniest Home Videos
ore 8 pm: Once Upon a Time
ore 9 pm: Revenge
ore 10 pm: 666 Park Avenue

SERIE CANCELLATE:
Charlie’s Angels, TBS-bound Cougar Town, Desperate Housewives, Extreme Makeover: Home Edition, GCB, Man Up, Missing, Pan Am, The River, Work It

LE NUOVE SERIE:

666 Park Avenue: All’inquietante indirizzo 666 Park Avenue, tutto ciò che desiderate può essere vostro. Tutti abbiamo bisogni, desideri e ambizioni. Per i residenti di The Drake, saranno tutti esauditi per gentile concessione del misterioso proprietario dell’edificio, Gavin Doran (Terry O’Quinn). Ma ogni contratto ha un prezzo. Quando a Jane Van Veen (Rachael Taylor) ed Henry Martin (Dave Annable), una coppia di giovani idealisti del Midwest, viene offerta l’opportunità di gestire l’edificio storico, essi non solo cadono preda delle macchinazioni di Doran e della sua misteriosa moglie Olivia (Vanessa Williams), ma involontariamente iniziano ad avere esperienze con le oscure forze soprannaturali presenti all’interno dell’edificio che, imprigionano e mettono in pericolo le vite dei residenti. Basato sulla serie di romanzi di Gabriella Pierce, “666 Park Avenue” è scritto da David Wilcox (“Fringe,” “Life on Mars”), che ne è anche produttore esecutivo insieme a Matthew Miller (“Chuck,” “Human Target”), Leslie Morgenstein (“Gossip Girl,” “The Vampire Diaries,” “Pretty Little Liars,” “The Lying Game,” “The Secret Circle,” “The Sisterhood of the Traveling Pants”), Gina Girolamo (“The Secret Circle,” “The Lying Game”) ed Alex Graves (“Fringe,” “The West Wing”).

Last Resort: A 5000 piedi sotto la superficie dell’oceano, una squadra missilistica sottomarina degli Stati Uniti riceve i loro ordini. Su un canale radio, progettato esclusivamente per essere utilizzato nel caso in cui la loro patria venga spazzata via, gli viene detto di sparare dei missili nucleari contro il Pakistan. Il Capitano Marcus Chaplin (Andre Braugher) chiede conferma degli ordini solo per essere sollevato dall’incarico senza troppe cerimonie dalla Casa Bianca. Sam Kendal (Scott Speedman) si ritrova improvvisamente a capo del sommergibile e di fronte alla stessa, difficile, decisione. Quando anch’egli si rifiuta di sparare senza la conferma dell’ordine, il sottomarino viene colpito ed il suo equipaggio si ritrova paralizzato sul fondo dell’oceano e dichiarato nemico dello Stato. Ora, senza nessun posto dove andare, Chaplin e Kendal prendono uomini e donne del sottomarino e li portano su un’isola esotica. Qui troveranno rifugio, romanticismo e la possibilità di avere una nuova vita, anche se cercano di ripulire i loro nomi e tornare a casa.

Mistresses: Savi (Alyssa Milano) è una donna in carriera che lavora per la prossima fase della sua vita – sia professionale che personale – che si divide tra lo studio legale e l’idea di metter su famiglia con suo marito Harry (Brett Tucker). La sorella minore, capricciosa e dallo spirito libero, di Savi – Josselyn (Jes Macallan) – non potrebbe essere più diversa. Single, con un animo festaiolo e continuamente a chiedere appoggio a sua sorella. La loro migliore amica comune, April (Rochelle Aytes), è una recente vedova e madre di due bambini, che sta tentando di ricostruire la sua vita dopo la tragedia, cercando di andare avanti con il sostegno e la guida delle sue amiche. La quarta ragazza è Karen (Yunjin Kim), una terapista di successo, con uno studio proprio che si riconnette con le ragazze dopo il suo coinvolgimento in una relazione complicata con un paziente. “Mistresses” è un drama provocante ed emozionante su un gruppo di amiche nel mezzo di segreti, tradimenti, riscoperta di sè stesse e vincolate dalle complesse relazioni che hanno creato.

Nashville: Rayna James (Connie Britton) è una leggenda del paese che ha avuto una carriera che farebbe invidia ad ogni cantante, anche se ultimamente la sua popolarità ha iniziato ad affievolirsi. I fans fanno ancora la fila per avere il suo autografo, ma non riesce più a riempire gli stadi come era solita fare. La casa discografica di Rayna pensa di mandarla in tournée insieme a Juliette Barnes (Hayden Panettiere), il giovane e sexy futuro della musica country. Ma Juliette non vede l’ora di rubare i riflettori a Rayna e quest’ultima non ha nessuna intenzione di condividere gli stadi con quell’irrispettosa ragazzina priva di talento. Potrà la scoperta del talentuoso autore Scarlett O’Connor (Clare Bowen) essere la chiave per resuscitare la carriera di Rayna?

Red Widow: Quando il marito di Marta Walraven (Radha Mitchell) viene brutalmente ucciso, il primo istinto della donna è quello di proteggere i suoi tre figli. I soci in affari di suo marito – Irwin Petrova (Wil Traval), fratello di Marta, eMike Tomlin (Lee Tergesen) – sono rimasti coinvolti in un giro di droga con gangsters rivali e a pagarne il prezzo è stato il marito della donna. Lei conosce molto bene il mondo della criminalità organizzata. Anche suo padre Andrei Petrova (Rade Sherbedzija) e la fedele guardia del corpo Luther (Luke Goss) sono gangsters. Lei e sua sorella Kat (Jaime Ray Newman) hanno sempre desiderato una vita più sicura e senza paura o spargimenti di sangue. Marta, però, ora scopre una tenacia che non ha mai saputo di avere ed assume i gangsters e l’FBI per svelare la verità sulla morte di suo marito. Mentre scava in questo mondo oscuro, testa la propria forza, contando sulla sua intraprendenza, sulla sua determinazione e sui legami di famiglia come mai prima. Per uscirne deve battere i cattivi al loro stesso gioco.

Zero Hour: Hank Galliston, editore di una rivista sul paranormale – Modern Skeptic – ha trascorso tutta la sua carriera raccogliendo indizi e sfatando miti e cospirazioni. Il suo intento è sempre stato quello di mettere la logica al primo posto. Ma quando la sua bella moglie Laila (Jacinda Barrett) viene rapita dal suo negozio di orologi antichi, Hank viene coinvolto in uno dei misteri più interessanti della storia umana. Contenuta in uno degli orologi di sua moglie, vi è una mappa del tesoro e quello a cui conduce potrebbe essere catastrofico. Ora tocca ad Hank decifrare i simboli e svelare i segreti della mappa, garantendo al tempo stesso che le risposte non cadano nelle mani sbagliate – un uomo chiamato White Vincent (Michael Nyqvist). Con due giovani soci, Rachel (Addison Timlin) ed Arron (Scott Michael Foster), insieme a Becca Riley, una sexy agente dell’FBI (Carmen Ejogo), Hank condurrà il team in una corsa mozzafiato contro il tempo per trovare sua moglie e salvare l’umanità. “Zero Hour” è scritta da Paul T. Scheuring (“Prison Break”) che funge anche da produttore esecutivo insieme a Pierre Morel, Lorenzo DiBonaventura (“The Transformers,” “GI: Joe” franchise, “Salt,” “Red”) e Dan McDermott (“Human Target”).

How To Live With Your Parents (For The Rest Of Your Life): Polly (Sarah Chalke) è una madre single che ha divorziato da circa un anno. La cosa non è stata facile per lei, soprattutto con questa economia. Così, come molti altri giovani che vivono questa realtà, lei e sua figlia Natalie (Rachel Eggleston) sono tornate a vivere con i genitori della donna Elaine (Elizabeth Perkins) e Max (Brad Garrett). Ma Polly ed i suoi genitori guardano la vita attraverso due lenti diverse. Polly è troppo tesa, i suoi genitori sono troppo rilassati. Mentre Polly è conservativa quando si tratta di appuntamenti (niente azione), i suoi genitori sono ancora sessualmente avventurosi. Con l’aiuto del suo migliore amico Gregg (Orlando Jones), il suo amabile ma irresponsabile ex-marito Julian (Jon Dore) e la sua divertente assistente Jenn (Rebecca Delgado Smith), Polly fa i suoi primi passi per costruirsi una vita, a partire da quella sociale.

Malibu Country: Quando Reba Gallagher (Reba) scopre che suo marito Bobby, (Jeffrey Nordling) una leggenda della musica country, è un traditore il suo mondo è capovolto. Anche Reba sognava di diventare una stella della musica country, ma ha dovuto mettere da parte la sua carriera per metter su famiglia. Ora tutto questo è messo in discussione. Dopo aver divorziato, prende i suoi due figli e sua madre Lillie May (Lily Tomlin), e si trasferisce nella soleggiata California per iniziare un nuovo capitolo. Qui Reba conosce la sua vicina Kim (Sara Rue) e suo figlio, Sage, ma scopre anche che trasferirsi nel sud della California non è così facile per lei: la West Coast sembra essere l’esatto opposto di Music City, e Reba si sente un’outsider. Eppure, con il supporto della sua famiglia si accinge a riscoprire la sua voce ed iniziare una carriera con il suo nuovo agente, Geoffrey (Jai Rodriguez).

The Neighbors: quanto conoscete bene i vostri vicini? I Weavers – Debbie (Jami Gertz) e Marty (Lenny Venito) – nella speranza di dare una vita migliore ai propri figli, si trasferiscono nell’esclusiva Hidden Hills, un quartiere del New Jersey dove non si vendeva una casa da ben 10 anni. Ora una è disponibile, e i Weavers sono riusciti a comprarla. Presto però la famiglia capirà che i loro vicini sono decisamente strani – alcuni si alimentano dagli occhi, altri piangono dalle orecchie – e scopriranno che l’intero quartiere è abitato da una comunità di alieni provenienti da Zabvron. Camuffati da umani, i zabvroniani abitano da 10 anni sulla Terra in attesa di istruzioni da casa, e i Weavers sono le prime persone con cui hanno un contatto diretto. Verrà fuori che la pressione del matrimonio e dell’essere genitori non è esclusiva degli umani. Due mondi collideranno con conseguenze esilaranti, e ognuno scoprirà che tutti possono relazionarsi ed imparare l’uno dall’altro.

The Family Tools: Jack Shea (Kyle Bornheimer) è il re dei fallimenti. Quando si tratta di lavoro, ha sempre fatto pasticci. Nell’esercito ha sparato accidentalmente a qualcuno, nell’accademia di polizia ha sparato a se stesso, ai seminari scolastici le cose non sono andate molto meglio. Bocciato per la terza volta, decide dunque di tornare a casa. Di nuovo. Il padre di Jack, Tony (JK Simmons), ha speso tutta la sua vita nel costruire con successo l’attivita di famiglia di operaio tuttofare, ma ora è costretto a ritirarsi per problemi al cuore. Ama il suo business e non vorrebbe abbandonare i suoi clienti, ma è chiaro che è tempo di passare il cinturone a qualcun altro. Armato di grandi sogni, potenti attrezzi e un assitente fannullone di nome Darren, Jack diventerà il nuovo capo. Come già nelle sue precedenti esperienze, le cose non andranno perfettamente. E non aiuterà la costante presenza del padre che supervisionerà ogni suo passo. Ma se Jack troverà finalmente la propria rotta, grazie anche a sua zia Terry (Leah Remini) e il giovane cugino Mason, forse riuscirà anche finalmente a rendere orgoglioso suo padre.

3 comments
    1. Desperate infatti lo abbiamo scritto nell’introduzione che è terminata, mentre per Cougar Town cancellata è il termine adatto perchè in effetti la ABC l’ha cancellata, poi il fatto che qualcun altro voglia acquistarla è un discorso diverso 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.