Tutti Abbiamo Un Personaggio Preferito – Michael di “Dominion”

Buon pomeriggio e buon venerdì a tutti!
Pronti per un altro weekend in compagnia delle nostre serie tv preferite? Siamo in autunno e, una dopo l’altra, stanno ricominciando, per la nostra felicità.
Oggi, però, voglio parlarvi dei personaggi preferiti e, per quanto mi riguarda, pertanto, di uno show estivo, del quale è appena terminata la seconda stagione, e che ho potuto recensire durante l’estate, nonché di uno dei suoi personaggi principali: parliamo di “Dominion” e Michael.

Premessa a tutto: Sherlock Holmes e Il Dottore a parte, che sono inarrivabili (anche perché sono cresciuta con entrambi), vi racconto un po’ del mio personaggio televisivo preferito.

L’anno scorso, come i miei amici sanno, da giugno (compreso) a ottobre non ho potuto vedere nemmeno un telefilm, perché ho passato tutti quei mesi a studiare per una media di dodici ore al giorno (non scherzo, lo schema era sveglia alle 6-7 del mattino – colazione – studio – pranzo – studio – cena – ancora un po’ di studio – a dormire) per l’orale dell’esame di Stato di Avvocatura. Un inferno, non solo per la tremenda fatica dello studio in se stesso, ma anche perché zero telefilm per cinque mesi. Provate a immaginarlo. Tutti i recuperi pianificati (che lascio sempre per l’estate) saltati, nessuna nuova stagione estiva o nuovo telefilm estivo… niente di niente. Inutile dire che sono rimasta indietro sull’essere indietro; come se ciò non bastasse, l’elenco dei telefilm da vedere si è allungato, poiché nel frattempo gli amici mi segnalavano nuovi show (abbiamo tutti quegli amici del cui gusto ci fidiamo, tanto che scatta il classico dialogo “L’hai visto?”“S씓Ti è piaciuto?”“S씓Allora lo segno”).
In una delle rare pause che mi sono concessa in qui mesi ero al telefono con una cara amica e, dopo esserci aggiornate in generale, siamo ovviamente finite a parlare di libri e telefilm… nutrivo la mia natura di addicted mediante lei e ciò che guardava, in sostanza. Ovviamente, è arrivata la (sua) frase “Ho iniziato a guardare questo nuovo telefilm… mi piace, segnalo.”
Nello stato di disadattata totale in cui mi trovavo a causa delle migliaia e migliaia di pagine di diverse materie che cercavo di fissare nella mente, non ho nemmeno realizzato che di uno già conoscevo la storia, in quanto era il seguito di un film uscito qualche anno fa, non ho colto il collegamento e, infatti, le ho detto, “Guarda, che strano, sembra quel film che ho visto al cinema…” No comment, please.

legion-

Anni fa, dicevo, ho visto questo film, prevalentemente per l’attore che interpretava il protagonista, Paul Bettany, anche perché il genere (horror) che lo identificava non rientrava, e non rientra, proprio nelle mie corde, tranne rare eccezioni (come “Penny Dreadful”). Sto parlando di “Legion”; in verità, il film non si è rivelato nulla di che, anzi, è piuttosto dimenticabile, sebbene l’idea della storia avesse un potenziale interessante. L’unico aspetto davvero degno di nota era il protagonista (interpretato, per l’appunto, da Paul Bettany), Michael, ovvero nient’altro che l’Arcangelo Michele. Come ha detto la nostra Skoll di recente, dimenticate l’immagine “canonica” di benevolenza e luminosità, nonché le ali bianche (le sue sono nere), poiché questa versione dell’Arcangelo per antonomasia è all’opposto (come accade anche in altre storie, peraltro: pensiamo, in materia di telefilm, a “Supernatural”, in cui gli Angeli non sono come, bene o male, ci è stato insegnato, anzi, sono piuttosto freddi e carenti a livello di empatia; in materia di libri e saghe famose – che dall’anno prossimo vedremo come telefilm –, basta pensare all’universo di “Shadowhunters”, visto che in “Città di Vetro”, terzo libro di “The Mortal Instruments”, compare l’Angelo Raziel, che nella mitologia della saga è colui che mille anni prima ha creato la stirpe dei Cacciatori di Demoni per mezzo del suo sangue – e, infatti, essi sono definiti Nephilim – e, nella religione cristiana, è un Cherubino… ebbene, Raziel è imperioso, altero, glaciale e molto pericoloso).
All’inizio di “Legion”, Michael scende sulla Terra sfidando il Padre per proteggere l’umanità mediante la protezione di una giovane donna incinta di otto mesi, poiché il bambino che aspetta è destinato a essere il Prescelto, unica speranza di salvezza per la razza umana. Egli è dunque un “protettore”, ma non sembra avere niente della, seppur severa, coraggiosa ma fondamentalmente benevola figura che ci si aspetterebbe, nonostante il grande sacrificio che compie appena giunto sulla Terra (si amputa le ali per non essere rintracciato). In onore alla sua versione “canonica”, secondo la quale l’Arcangelo Michele è effettivamente a capo delle legioni celesti ed è colui che ha sconfitto e scacciato Lucifero dal Paradiso, Michael è un inarrestabile guerriero, ma è, altresì, algido, altero, duro, non si cura del grande timore che la sua sola presenza incute negli altri, né si crea problemi o esita a minacciare tutt’altro che velatamente chi tenta di sbarrargli la strada e non ha alcuna intenzione di cercare di salvare tutte le persone che ha incontrato, poiché il suo scopo è solo salvare giovane donna e bambino e non ne fa mistero (alla ragazza di circa 17-18 anni che, una volta che lui li ha informati sulla verità in merito a ciò che sta avvenendo e sulla sua identità, gli domanda “Sei venuto a proteggerci?”, lui risponde senza mezzi termini “No. Non voi. Lei”). In quanto più grande guerriero celeste, egli pensa in modo strategico ed è disposto a sacrificare molte persone, poiché mediante la salvezza di donna e bambino salverà l’umanità nella sua interezza ed è a questo che dà importanza.
E sono stati proprio questi aspetti ad affascinarmi immediatamente, anche perché, parlando ad esempio delle varie versioni degli Angeli presenti in telefilm e romanzi, gli aspetti interessanti non sono forse costituiti anche dai modi in cui queste creature vengono tratteggiate? Prendiamo proprio l’Arcangelo Michele: se ci si presenta un Arcangelo come colui che sconfigge “in battaglia” Lucifero e lo scaccia dal Regno dei Cieli, risulta un pochino limitante (nonché contrastante), poi, descriverlo come un essere impegnato in modo quasi esclusivo ad adorare, quindi non nego che, almeno per quanto mi riguarda, ben vengano le versioni romanzate in cui non solo lui, ma tutti gli Angeli sono molto più sfaccettati e complessi, proprio perché sono esseri immortali (lo so, la scomunica è dietro l’angolo, per me).
Come ho spiegato nel mio precedente articolo, sugli Immortali, la ricchezza di tali personaggi risiede nella loro complessità, nel loro spessore, nel fatto che, in qualche modo, spesso abbiano caratteristiche shakespeariane e che, pertanto, c’è molto di più dietro all’atteggiamento freddo e distante che appartiene loro.
Quindi, affascinata da questo Michael algido e altero (il quale, in effetti, nonostante l’impiego di armi da fuoco, mi ha fatto pensare immediatamente a un Elfo, anche per la sua figura slanciata ed elegante, l’estrema padronanza di sé, la voce profonda e calma, i movimenti aggraziati e rapidi), ho concentrato su di lui la mia osservazione… e ho trovato “l’oltre”.

tumblr_nl28w9Zhoh1tl4ouxo1_500

Si dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima ed essi sono, in effetti, il veicolo attraverso il quale spesso vengono quantomeno suggerite le sfaccettature dei personaggi; infatti, una delle frasi che più rappresentano un altro essere, non proprio immortale ma quasi, è “Quei grandi occhi tristi”. E, dunque, eccola lì la “scintilla”: Michael guarda Charlie, la giovane donna che porta in grembo il Prescelto, e la sua freddezza scompare, per lasciare il posto a gentilezza e premura; questo a sua volta apre la strada ad altre rivelazioni su di lui, come il flashback in cui lo si vede confrontarsi con il fratello gemello (Gabriel), deciso, invece, a eseguire gli ordini ricevuti (che condannano l’umanità), in cui Michael arriva a chiedergli se vuole essere il tipo di figlio che dà al padre ciò che quest’ultimo chiede o il tipo di figlio che gli dà ciò di cui ha bisogno, fino a giungere al monologo che costituisce la risposta alla domanda rivoltagli da giovane uomo che è innamorato di Charlie, pur non essendo il padre del bambino, ovvero “Perché hai fede in noi?”:

Difficile, pertanto, non restare affascinati da una tale creatura; come dicevo, tuttavia, il film nel suo complesso non era niente di che e forse è per questo che non ha avuto un seguito (il finale è aperto, in un certo senso)… fino a quando è arrivata la serie segnalatami dalla mia amica, ovvero “Dominion”.
Lo show non è un capolavoro assoluto, ma è complessivamente ben fatto, avvincente, presenta una tendenziale attenzione ai particolari, nonché un ampio ventaglio di personaggi interessanti e sfaccettati; differisce moltissimo per atmosfere e ambientazioni dal film ed è veramente ben realizzato e bello da vedere, sotto tutti gli aspetti: recitazione (gli interpreti sono favolosi, dal primo all’ultimo, con delle perle come Anthony Head, proprio lui, l’unico e solo Rupert Giles, l’Osservatore della Cacciatrice in “Buffy”, presente, inoltre, in varie occasioni in “Doctor Who”, nonché Uther Pendragon in “Merlin” ecc. ecc.), trama avvincente (con intrighi politici, passioni, quel leggero tocco di romanticismo che non guasta, moltissima azione), scenografie stupende e ha anche una bellissima mitologia… ho trovato particolarmente brillante l’idea di miscelare richiami all’antica Roma (il governo della città principale, Vega, è un Senato con Senatori, due Consoli e al suo apice un Lord della città che sembra ispirato alla figura di Cesare) e all’antica Grecia (la società si è riorganizzata in città-Stato indipendenti e sovrane, proprio come le poleis greche e una di queste città-Stato, Helena, è governata da una Regina e pone al centro di tutto la donna e il culto del femminino sacro).

Dominion-1x01-21

index38682f64fc391b32b77d4fd83f348539
VegaSunriseImage_2
dominion_bts_130

E, se avevo trovato affascinante Michael in “Legion”, nonostante lo “spazio limitato”, in “Dominion” mi ha conquistata senza riserve; come dicevo, il telefilm ha tantissimi personaggi sfaccettati e interessanti e, su tutti, spicca proprio lui, Michael.
11822807_816975875082484_3179482024153249159_nTom Wisdom ha preso il posto di Paul Bettany nel ruolo dell’Arcangelo ed è meraviglioso. Anche lui britannico, dà un’interpretazione diversa da quella di Bettany, eppure non possono sorgere dubbi sul fatto che il suo Michael sia quello già visto in “Legion”… e ci troviamo questo Arcangelo, il più grande e potente di tutti gli Angeli, il quale ha scelto di combattere per l’umanità e non è solo un guerriero micidiale, come dicevo è glaciale, severo, duro, inflessibile, anche… eppure è dotato di un’incredibile intensità (che Wisdom trasmette anche con un solo sguardo, visto che Michael è in grado di restare così immobile da far pensare a un vampiro… e tende a fissare senza battere ciglio le persone, mettendole in soggezione), di emozioni profondissime, di empatia, amore e dolore, deciso a proteggere il Prescelto a ogni costo e quando piange è in grado di spezzarti il cuore.

tumblr_n7uglsvMvb1qe39pqo1_500

L’affresco che ne emerge, pertanto, è quello di una creatura maestosa, complessa, profonda e a volte tormentata; il tempo è passato, l’umanità ha affrontato una guerra che l’ha portata quasi all’estinzione, il Prescelto è cresciuto ignaro della sua identità, è rimasto orfano e il suo rapporto con l’Arcangelo è complicato, proprio perché nonostante i vent’anni passati a vivere con gli umani, Michael non ha perso il suo carattere altero e algido; anzi, in un certo modo esso si è accentuato e l’Arcangelo, solo in un mondo che odia la sua specie e accetta solo lui, si è chiuso in se stesso, unico a conoscere la verità e impegnato a proteggere l’umanità e, in particolare, il Prescelto, vegliando su di lui in segreto, affinché nessuno ne scopra l’identità ed evitare, dunque, che egli sia in pericolo.

tumblr_n7gbfhE0Ki1qe39pqo8_250tumblr_n7j80br8XN1tx2fero4_250

giphy-
tumblr_n7gai32xzB1tpc4wvo2_250tumblr_n7gai32xzB1tpc4wvo1_250
tumblr_n7gai32xzB1tpc4wvo4_250

Affilato ed elegante come una spada, letale e magnifico in battaglia, in un certo qual modo desideroso di “sentire” come gli umani, egli è in realtà dotato di emozioni profondissime sia nel bene che nel male, si potrebbe dire persino più intense di quelle umane; emozioni che, però, è molto restìo a dimostrare, anche a coloro che in verità ama profondamente, convinto, così, di proteggerli. Tuttavia, così come un tempo quelle emozioni erano emerse dinanzi a Charlie (la madre del Prescelto) e Jeep (il padre adottivo), allo stesso modo esse raggiungono la superficie con il giovane uomo: in un confronto tra i due, gli occhi dell’Arcangelo si riempiono di lacrime ed egli afferma “Farò qualunque cosa per proteggerti”.
E proprio questo è ciò che segna l’inizio di una sorta di evoluzione, in lui: non era abituato a esternare le proprie emozioni e non ha smesso di essere così, poiché tale aspetto è legato alla sua natura soprannaturale e alla sua vita milionaria, ma, pur continuando a vegliare e riflettere, a incutere timore negli altri e a reagire male dinanzi a chi lo sfida e minaccia (o minaccia coloro che ama, Alex in particolare), le esperienze vissute lo portano a comprendere che deve dimostrare il proprio amore a coloro che ama (almeno un po’) e, incredibile ma vero, la sua crisi personale e il ritrovamento della fede e di se stesso lo rendono ancora più forte, più saldo e deciso; dunque, anche se con difficoltà, comincia molto lentamente ad aprirsi e ad ammettere di amare, intraprendendo un percorso difficile e doloroso, attraverso il tradimento più terribile, la furia devastante e la perdita di tutto ciò che amava e di se stesso… per poi arrivare a ritrovarsi e a ritrovare il Prescelto, che ammette finalmente di amare come un figlio. E tornare, dunque, al fianco di quest’ultimo, per combattere per ciò che è giusto e salvare non solo gli umani, ma anche la sua specie.

BqpkQXDIgAAfBQH
tumblr_static_7tp903608lk4g4wkg0c048csctumblr_nswav3WfaA1qj7reio2_1280

Questo Arcangelo non ha niente del suo corrispondente “canonico” e ha commesso errori terribili… per dirla nel suo stesso modo, “I have killed. No, I have slaughtered. Cities so scorched no life may ever grown again”… ha un carattere imperioso e difficile, è così tormentato dai propri errori passati, ma è, altresì, così desideroso di amare e di proteggere chi ama ed è assolutamente splendido.
Michael è una creatura meravigliosa.

tumblr_nadc5n1cS21qe39pqo7_250

E io ho bisogno di dosi quotidiane di lui, altrimenti vado in crisi d’astinenza. Anche se, a differenza di quanto dice la nostra Gnappies_Mari, non è proprio vero che quando si tratta di lui non capisco più nulla.

E voi che dite? Qual è il vostro personaggio preferito?

Sam
Simona, che da bambina voleva diventare una principessa, una ballerina, una cantante, una scrittrice e un Cavaliere Jedi e della quale il padre diceva sempre: “E dove volete che sia? In mezzo ai libri, ovviamente. O al massimo ai cd.” Questo amore incondizionato per la lettura e la musica l'ha portata all'amore per le più diverse culture (forse aiutato dalle origini miste), le lingue (in particolare francese e inglese) e a quello per i viaggi. Vorrebbe tornare a vivere definitivamente a Parigi (per poter anche raggiungere Londra in poco più di due ore di treno). Ora è una giovane legale con, tralasciando la politica, una passione sfrenata per tutto ciò che all'ambito legale non appartiene, in particolare cucina, libri e, ovviamente, telefilm. Quando, di recente, si è chiesta in che momento, di preciso, sia divenuta addicted, si è resa conto, cominciando a elencare i telefilm seguiti durante l'infanzia (i preferiti: Fame e La Famiglia Addams... sì, nel fantasy ci sguazza più che felicemente), di esserci quasi nata. I gusti telefilmici sono i più vari, dal “classico”, allo spionaggio, all'ambito legale, al “glamour”, al comedy, al fantastico in senso lato, al fantascientifico, al “giallo” e via dicendo. Uno dei tanti sogni? Una libreria. Un problema: riuscirebbe a vendere i libri o vorrebbe tenerli per sé?

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,329FollowersFollow

Ultimi Articoli