The Walking Dead | Recensione 7×15 – Something They Need

Non il migliore episodio della stagione ma neppure il peggiore: “Something They Need” è un passo obbligato verso l’esplodere del conflitto, passo che però non brilla particolarmente. Questa 7×15 si divide sostanzialmente in tre filoni: Sasha al Santuario, Maggie e Gregory ad Hilltop e Rick e gli altri ad Oceanside.
La parte in teoria più interessante sarebbe quella dedicata a Sasha ma non è propriamente così. L’avevamo lasciata irrompere kamikaze e armata nel covo di Negan e invece la troviamo imprigionata lì, in una piccola cella, preda di avances sessuali squallide e non richieste da parte di uno dei Saviors, prontamente punito dal suo capo. Così come con Eugene, Negan le chiede di scegliere: o lui o la morte. Il dilemma morale di Sasha dura poche ore, e la nostra eroina decide così di sopravvivere, meditando però vendetta. La parte dell’episodio dedicata alla donna – probabile vittima del’ormai imminente season finale – è piuttosto scontata e un po’ deludente: chi si aspettava azione (e a ragione, viste le premesse!) è rimasto deluso ancora una volta. Chi riesce ad emergere è nuovamente il Negan di Jeffrey Dean Morgan: carismatico e deciso, questo villain a tratti non sembra poi così cattivo, le sue azioni sono talvolta giustificabili e comprensibili. Negan riesce ad ammaliare lo spettatore e a farlo cadere nella sua rete: lungi dal voler giustificare le sue azioni sanguinarie, da un certo punto di vista questo personaggio è un uomo che – in una situazione straordinaria – ha avuto la capacità di costruire una società civile allo stato embrionale che ha un suo ordine e delle regole precise. Tornando a Sasha, la combattente sembra essersi messa in trappola da sola: fallito il tentativo di farsi procurare un’arma da Eugene con la scusa di volersi suicidare, la donna è ora in trappola. Cosa ne sarà di lei? La uccideranno o si ucciderà? Di certo, è poco probabile che si unisca ai Saviors, così come che riesca a fuggire.
Intanto, in quel di Hilltop, il pavido Gregory accarezza l’idea di far fuori Maggie che, ignara, gli salva la vita. Ormai la giovane è un elemento prezioso per questa comunità, mentre l’uomo è un leader sempre meno convincente e che è perfettamente conscio di star perdendo potere tra i suoi. Inoltre, il fatto di non avere mai affrontato un walker e neppure di essersi pienamente confrontato con il mondo esterno, mina ancor di più la sua credibilità: come finirà con lui? Verosimilmente, il nostro tenterà un colpo mancino ai danni di Maggie, Rick e gli altri e farà una brutta fine…
Terza e importante parte dell’episodio è dedicata a quel di Oceanside, dove le donne incontrate da Tara nella 7×06 subiscono un attacco non violento da Rick & Co., che hanno come obiettivo il derubarle di tutte le armi in loro possesso per impiegarle nella guerra contro Negan. Tra zombie marini che sembrano usciti da Pirati dei Caraibi (sic!), bombe fatte esplodere incuranti di richiamare walkers verso il rifugio delle povere donne (e meno male che non volevano far loro del male!) e la fastidiosa Tara piena di sicumera nel suo immeritato ruolo di apripista della missione, il raid ad Oceanside è un successo per i nostri, che si portano a casa un bel po’ di armi e anche discreti consensi tra le più coraggiose delle abitanti di quel villaggio nascosto vicino al mare. Ma la vera sorpresa è al ritorno ad Alexandria: Dwight – era prevedibilmente lui l’ombra che andava incontro a Rosita alla fine dello scorso episodio – è pronto ad aiutare i nostri survivors per vendicarsi di Negan, ma Rick non ci sta, non è pronto ad accoglierlo a braccia aperte dopo tutto quello che è successo. Scopriremo il suo destino fra qualche giorno, nel season finale di questa settima altalenante stagione.
Questa 7×15 ci aiuta a fare il punto della situazione, a capire dove siamo arrivati, e lo fa mostrandoci un po’ tutti i personaggi, ad eccezione di quelli di The Kingdom. Cosa ci riserverà il gran finale? A giudicare dal promo, gli animi si stanno decisamente surriscaldando e la guerra è più vicina che mai. Non sappiamo quanto ancora durerà l’arco narrativo di Negan, ma è altamente improbabile che gli autori faranno fuori un personaggio così atteso ed amato (e, per ora, sottoutilizzato) come questo nel finale di stagione.

Vi invito a passare da Andrew Lincoln Italy e da The Walking Dead ITA per essere sempre aggiornati su questo show.

Vi lascio con il promo del prossimo episodio:

https://www.youtube.com/watch?v=0MPpsnagu5U

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
2,875FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles