The Vampire Diaries | Recensione 4×22 – The Walking Dead

Il penultimo episodio di “The Vampire Diaries” si intitola come l’omonima serie di successo della AMC e vede Bonnie far cadere il velo e far così tornare alcune delle creature sovrannaturali con affari in sospeso a Mystic Falls. Elena (Nina Dobrev) si sottopone ad un duro allenamento per affrontare l’odiata Katherine ed ucciderla, intanto Bonnie (Kath Graham) si fa aiutare proprio dalla vampira per ultimare l’incantesimo che le permetterà di parlare con la strega Qetsiyah e sconfiggere Silas. Ma il primo immortale non è così ingenuo e cercherà di impedire alla sua strega di portare a termine il piano.

In un episodio pieno di ritorni ed addii come questo rivediamo alcuni dei personaggi che abbiamo incontrato nel corso di queste quattro stagioni: Alaric, Jeremy e Lexi per citarne alcuni.
Le scene tra il professor Saltzman e Damon sono state molto belle e, a tratti, toccanti. I due erano migliori amici e si vede quanto ancora tengano l’uno all’altro: dopo Stefan ed Elena, quello con Alaric è senza dubbio il rapporto più stretto e profondo che il vampiro abbia mai avuto (per quanto ci è dato sapere). Dispiace pensare che non vedremo più il buon professore di storia e il suo affascinante interprete ma, il suo ritorno, non sarebbe una buona mossa visto quante volte è già morto e ritornato.
Jeremy, fratello di Elena e Cacciatore, torna giusto in tempo per salvare sua sorella dalla furia del redivivo Kol: in effetti la Gilbert non ha mai avuto il tempo di dirgli addio e i momenti tra loro possono rappresentare la conclusione di un arco narrativo che vedeva la protagonista ancora attaccata alla sua umanità e ai suoi familiari. Ora, invece, se anche suo fratello dovesse andarsene definitivamente, avrebbe ben poco a trattenerla a Mystic Falls.
In tutto questo si vocifera di un grande ritorno e di una grande morte: posto che la grande morte potrebbe essere quella di Bonnie, di chi sarà il grande ritorno definitivo? I papabili sono la stessa Bonnie, Jeremy e Kol, magari da spedire direttamente nello spin-off sugli Originals….

tvdtwd

E tra i grandi ritorni, come dubitarne, assistiamo anche a quelli della poco amata Lexi, migliore amica e “mentore” di Stefan: la vampira, di solito petulante e fastidiosa nelle sue smanie di salvatrice, questa volta sorprende. Di ritorno da quella sorta di purgatorio per creature sovrannaturali da cui Silas vuole sfuggire, Lexi si precipita dal suo amico e “apre le porte” ad una sua possibile relazione con Caroline parlando bene della ragazza. Che la prossima stagione ci riservi Delena e Steroline? Personalmente trovo l’idea del Delena azzaccata per quelle che sono le tempistiche e gli sviluppi della relazione tra Damon ed Elena: una scelta Stelena contrasterebbe con tutto quello che abbiamo visto in questa stagione, in cui Stefan è stato sostanzialmente messo da parte o trattato come acqua passata. Lo Steroline, invece, sarebbe alquanto fuori luogo: Caroline è stata innamorata di Tyler sino ad ora, ha cercato in ogni modo di negoziare con Klaus la salvezza del suo ragazzo e si è dimostrata nulla più che una buona amica per Stefan. Che senso avrebbe metterli insieme? Tanto varrebbe introdurre un nuovo personaggio femminile o, ancora, recuperare la dottoressa Fell, ormai scomparsa da diversi episodi.

lexi

La storyline di Bonnie giunge al termine. Personaggio da sempre in secondo piano, preso e lasciato dagli autori a loro piacimento, la strega muore dopo aver cercato di far sì che Jeremy rimanga sulla terra: ma la Bennett è davvero morta? Uno dei difetti di questo show è il continuo uccidere per poi far ritornare alcuni dei suoi personaggi. Così facendo è difficile piangerne le dipartite ed emozionarsi per la loro scomparsa. Ad ogni modo il cliffhanger che ci lascia con il corpo esanime della giovane e il suo fantasma che lo guarda stupefatto, lascia sorpresi: tutti puntavano sulla morte di Katherine e invece, a sorpresa, a lasciarci è stata una delle migliori amiche di Elena. Saggia decisione da parte degli autori non uccidere la Petrova che, tutto sommato, è un personaggio amato dal fandom e uccidere invece la strega lasciando tutti a bocca aperta: sempre che non la resuscitino compiendo una scelta più che discutibile.

twdtvd

Sul versante Silas, invece, non c’è molto da dire: tralasciando la sua eccessiva somiglianza con il Primo di “Buffy the Vampire Slayer”, non resta che stupirsi di quanto in fretta sia stato (momentaneamente) sconfitto dopo che ci è stato ritratto come l’essere più potente di tutti. La sua rapida “ascesa e discesa” ricorda un po’ quella di Mikael, padre degli Originals: ritratto come uno spietato cacciatore di vampiri che per secoli ha cercato di annientare la sua progenie, è finito sconfitto dai nostri nel volgere di pochissimi episodio. Insomma, in confronto al tanto decantato Silas, Klaus è stato un cattivo molto più temibile e ben costruito di questo poco carismatico primo vampiro.

silas

Ad un episodio dal grande finale di stagione, “The Vampire Diaries” ci regala una puntata gradevole ma non eccezionale: sono lontani i picchi di qualità raggiunti nella seconda e terza stagione, ma non si può dire neppure che “The Walking Dead” sia paragonabile ad alcuni mediocri episodi visti in questa quarta. Nel season finale vedremo i nostri protagonisti che si diplomano e li vedremo combattere con alcuni temibili ritorni, in attesa di capire come e in che modo tornerà Silas. Perchè è impensabile che un big bad tanto potente come lui sia stato già accantonato.

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,430FollowersFollow

Ultimi Articoli