The Vampire Diaries | Love & Blood ItaCon 2013 – Patricia Locche

969213_582017098486387_1119300768_n

Reduce dalla Convention italiana di “The Vampire Diaries”, ho avuto la fortuna di poter intervistare Patricia, la boss di questo grandissimo evento che ha regalato a più di mille persone la realizzazione di un sogno. Grazie alla “Fantasy Events” gli attori di questa famosissima serie sono volati nel nostro paese per intrattenerci, farci ridere e anche commuovere. Voglio ringraziare personalmente Patricia per la sua gentilezza e disponibilità nei miei confronti sia alla Convention, che durante quest’intervista.
Eccovi l’intervista:

935267_671760802837598_1094731820_n

– Immagino sia stato davvero complicato organizzare un evento di questo calibro, come si sono svolte le varie fasi? 

Per organizzare questa Convention e’ stato necessario un anno e mezzo di trattative su vari livelli, fortunatamente gli agenti già ci conoscevano per aver lavorato con noi ad altri eventi. Di sicuro tutto inizia con il trovare un luogo, poi c’è la preparazione del budget finanziario che però può sempre cambiare in corso d’opera perché il cachet degli attori può variare, e quindi è necessario riassestare tutto il piano, ed è stato proprio un radicale cambio di questo tipo che ci ha inevitabilmente portato a dover aumentare il numero delle partecipanti in modo da coprire l’improvviso aumento dei costi.

– E’ stato difficile raggiungere gli attori e occuparsi dei problemi legali e assicurativi? 

Forse il primo anno poiché tutti gli accordi sono in base a leggi americane, ma fortunatamente ho una buona preparazione in “Common Law” e ora abbiamo anche un avvocato americano che ci supporta nelle trattative a livello sempre volontario. Gli agenti sanno come lavoriamo e si fidano di noi.

– Cosa ne pensi della riuscita dell’evento?

Sinceramente, sono una perfezionista, e nonostante tutti i ringraziamenti e complimenti che stiamo ricevendo, ritengo che avremmo potuto gestire meglio alcune situazioni, sono contenta del risultato finale, il mio staff ha fatto un ottimo lavoro, lavorando senza sosta dalle 7 del mattino fino alle 3 di notte per sistemare tutto, ma certo abbiamo imparato dai nostri errori.

– Cosa ti ha fatto più piacere? 

La gioia delle ragazze, avergli regalato un paio di giorni di pure felicità, avergli dato la speranza che i sogni si possono realizzare, e ricevere i complimenti da parte degli attori e degli agenti come la migliore Convention alla quale abbiano mai partecipato.

– Pensi che le fans italiane si siano comportate bene?

Sono state bravissime, siamo molto orgogliosi di come si sono comportate, all’inizio avevamo paura che si potessero verificare degli episodi come a Parigi, e avevamo reso ben chiaro che non avremmo permesso comportamenti del genere, ma fortunatamente sono state tutte bravissime, ed uno degli agenti, ci ha detto di aver riscoperto il valore delle piccole cose grazie a noi, e credo che non possa esserci apprezzamento migliore.

– E’ stato fatto molto da voi per la sicurezza degli attori, cosa ne pensi di quelli che sono riusciti a partecipare ai Meet & Greet, pur non essendo in possesso dell’extra?? 

È assolutamente inamissibile, a quella persona era stato già negato l’ingresso, purtroppo ha trovato un anello debole commuovendolo e facendosi dare l’autorizzazione dall’attore stesso per entrare. Colui che l’ha fatta entrare è già stato tolto definitivamente dallo staff. E difficilmente la persona entrata senza autorizzazione potrà partecipare ai nostri prossimi eventi.

– Molta gente vi è davvero riconoscente, cosa vorresti dire a coloro che tutti i giorni vi ringraziano per tutto quello che avete fatto? 

Vedere la loro felicità è quello che ci spinge a portare avanti questi eventi, la luce nei loro occhi, ed il nostro orgoglio nel vedere come siano i migliori fans di sempre, questi eventi creano dipendenza, siamo come un’enorme famiglia allargata.947149_534009833302879_317084368_n

– Oltre ad aver lavorato molto, sei riuscita anche a divertirti? 

Alla fine della Convention quando guardo le foto ed i video penso che nonostante i ritardi ed i disguidi l’evento è andato bene, ma divertirmi non è il termine che utilizzerei per 60 ore senza dormire ed un pasto in 3 giorni, la Convention è un impegno di ventiquattrore e non hai altro tempo che per pensare al programma, spostamenti attori e controllare il tutto, ma mi rende felice.

– Avete appena annunciato una futura Convention di “The Vampire Diaries” nel 2014, il fandom è impazzito, puoi già dirci qualcosa?

Abbiamo imparato dai nostri errori, e vedremo di non ripeterli, eravamo indecisi se fare una seconda edizione o meno, ma abbiamo trovato un accordo generale, e vedere gli sguardi felici delle ragazze e dei ragazzi ha stregato tutto il mio staff e abbiamo deciso per la LB ItaCon 2.0.

– Pensate magari di ridimensionarla un po’ visto alcune lamentele? 

Non tanto per le lamentele, ma proprio per una questione organizzativa, e poter dare più tempo ad ogni singolo partecipante, sarà ridotto quasi della metà.

– E’ stata davvero faticosa per voi, siete contenti di rifarlo l’anno prossimo?

Estremamente faticosa, ho visto il mio staff piangere a causa dello stress, venire insultati da genitori per via delle file, siamo tutti stati senza mangiare neanche un pasto pur di far in modo che ogni partecipante avesse tutto quello che aveva prenotato e ci siamo riusciti. Probabilmente molti ci considerano dei pazzi, ma l’atmosfera che si respira alle ItaCon è magica, e non si abbandona mai la propria famiglia.

– Gli attori come si sono trovati in Italia? Quali sono state le loro impressioni? 

Sono stati benissimo, hanno apprezzato molto non solo il cibo ed i paesaggi, ma il rispetto con il quale sono stati trattati, finalmente come persone e non solo come personaggi di una serie tv, da conto loro, sono stati tutti molto disponibili.

– Quale attore hai trovato più disponibile? 

Tutti in generale, ma anche se non dovrei avere preferenze, “Ian Somerhalder” e “Nate Buzolic” mi hanno rubato un pezzo di cuore per la loro dolcezza e disponibilità nei confronti di tutti.

– Secondo te qual’é stato l’evento della Convention riuscito meglio? 

Tutti, anche se il mio preferito è il “Carmine Pesce Show”, con le domande più assurde che ci sono state fatte in un anno, le ragazze si sono divertite molto, ed il “Let’s Party” con “Dj Prophet” (venuto appositamente da Los Angeles).

– A posteriori se dovessi cambiare qualcosa, quale sarebbe?

Chiederei come obbligatori i nastri separatori.

– Alcune persone vi hanno criticato molto per l’organizzazione, cosa vorresti dirgli? 

Che dalle critiche costruttive si impara, gli eventi di “The Vampire Diaries” sono molto particolari e hanno messo in difficoltà organizzatori più anziani di noi, nonostante tutto siamo riusciti a gestire 1300 persone e fargli avere tutto quello che avevano prenotato, una percentuale di lamentele c’è sempre, ma come già detto abbiamo imparato molte cose, e fin’ora non abbiamo mai ripetuto un errore.

– Pensi che il prossimo anno farete i panel doppi, magari per sfruttare al meglio il tempo disponibile?

Se possibile, no.

– Cosa pensi dei partecipanti che si sono lamentati di essere stati “maltrattati” dallo staff e dalla sicurezza? 

Poche sporadiche persone avevano ragione e quelli della sicurezza sono stati ripresi per questo, altri  rispondevano ad una forte maleducazione dall’altra parte, quello che posso dire è che per il prossimo evento sono stati sostituiti oltre la metà dello staff sicurezza, se non si regge lo stress e la folla non bisognerebe dare disponibilità.

– Qual’é stata la tua IMG_1044-e1370162926754reazione alla cancellazione di Paul con così poco preavviso? Quali ripercussioni ci sono state sul programma che era già stato fatto? 

Sul momento ho proferito parole poco consone, perché a due giorni dall’inizio, ha comportato la ricerca di un sostituto, che poi anch’esso ha cancellato un’ora prima di venire annunciato, per cui mi sono ritrovata alle 2:00 di notte a dover rifare di nuovo il programma, in modo da poter ridistribuire le opzioni e così le foto duo Ian-Paul sono diventate trio Ian- Zach- Nate.

– Ad agosto ci sarà la Convention di “Buffy”, sei pronta per un altro faticoso evento?

Il pubblico di Buffy è diverso, e sono “solo” 300 persone, per cui rispetto a 1300 sarà molto più tranquillo.

– Eri più emozionata per la convention di “The Vampire Diaries” o per quella di “Buffy”?

Ehm ehm non seguo nessuna delle due, ma direi tesa per quella di “The Vampire Diaries”.

– E’ stato messo un pass all’asta su “ebay”, SUPER VERY IMPORTANT HYBRID, puoi dirci a quanto è stato venduto? 

No, mi dispiace.

– Se dovessi organizzare un’altra convention, di quale telefilm vorresti farla? E quale attore vorresti incontrare?

Oltre a “The Vampire Diaries”, l’ anno prossimo abbiamo in programma una Convention mista con ospiti di “Merlin”, “Once upon a Time”, “Game of Thrones” ed un ospite speciale, ma stiamo lavorando sui nomi, al momento posso solo dire che si chiamerà “Magic&Tales ItaCon”. Adoro tutti gli attori di “Star Trek”, però non organizzerei mai un evento per incontrare un attore, perché l’organizzatore fa tutto tranne che godersi la Convention. Per esempio non ho neanche una foto o un autografo con nessuno degli Ospiti di quest’anno, tranne una di gruppo. Se volessi incontrarene uno sarebbe più facile che mi spostassi io, ed anche molto più economico ;).

Grazie ancora a Patricia e alla “Fantasy Events” per questa Convention! E adesso non ci resta che aspettare quella del 2014!!!! Stay Tuned!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.