The Originals | Joseph Morgan parla di ciò che Klaus desidera

The OriginalsL’immortalità può essere un peso solitario, come dimostra il primo ibrido vampiro/licantropo, Klaus Mikaelson, nella premiere di The Originals della CW.

Lo spin-off di The Vampire Diaries, trova Klaus in visita a New Orleans, la città che la sua famiglia ha aiutato a fondare. Qui incontra Marcel (Charles Michael Davis), che una volta era il suo protetto e che ora è uno scaltro despota.

“Lui è un personaggio alla Jay Z,” dice Davis a Zap2it, parlando di Marcel. “È passato dalle stalle alle stelle.”

“Marcel si sentiva sottomesso,” afferma Davis. “In un certo senso vuole solo essere libero. È ancora un ragazzo sensibile. Vuole comandare le streghe e i licantropi, ma è un vampiro. Non è un originale.”

Con solo un paio di centinaia di anni sulle spalle, Marcel è un bambino nel mondo dei vampiri. Ma ora comanda sui licantropi e sulle streghe di New Orleans, uccide a suo piacimento e ha reso molto chiaro a Klaus chi sia a dettare le regole.

“Non sono il principe del Quarter, amico,” dice Marcel a Klaus nel pilot. “Sono il re! Portami rispetto!”

Klaus, che ha problemi di controllo della rabbia, non accetta di buon grado questo atteggiamento di Marcel. Inizialmente si lascia condurre dalla propria furia, poi su consiglio del fratello Elijah (Daniel Gillies), cerca di tentare di vivere a New Orleans, per la famiglia. Elijah vuole soltanto che la loro linea familiare prosegua.

“La famiglia è potere Niklaus,” Elijah dice al fratello. “Amore, lealtà, questo è potere. Questo è ciò che ci siamo giurati mille anni fa, prima che la vita ti portasse via quel poco di umanità che ti era rimasto.”

Klaus ha messo incinta Hayley (Phoebe Tonkin), fatto che inizialmente lo sconvolge, dal momento che i vampiri non possono procreare. I licantropi però sì, e Klaus è un ibrido.

Le streghe di New Orleans hanno bisogno di liberarsi di Marcel, e sanno che Klaus e la sua famiglia – che include anche la sorella Rebekah (Claire Holt), possono aiutarle. Le streghe vogliono vedere Marcel morto, e Klaus non è troppo contento di lui, quindi formano un’alleanza. Loro in cambio si prenderanno cura di Hayley durante la gravidanza, e faranno in modo che il figlio di Klaus nasca senza problemi.

Klaus però ha bisogno di essere convinto, considerato il fatto che la sua emozione di base è la rabbia. Nonostante il suo personaggio sia un concentrato di rabbia, in un certo senso Morgan lo vede come ferito e vulnerabile.

“Fin dall’inizio ho pensato che ciò che lui vuole di più siano affermazione e amore,” afferma Morgan. “È un figlio illegittimo. Sua madre era una strega, suo padre un licantropo. Il suo patrigno un vampiro che ci ha trasformati tutti in vampiri.”

“La mia prima vittima come vampiro, mi ha trasformato in un licantropo,” racconta Morgan.

Non c’è da stupirsi che Klaus sia così teso. “È sempre pronto a scattare,” prosegue Morgan. “È un sociopatico. È difficile provare qualcosa di diverso dalla rabbia. È sempre alla ricerca di quell’amore che non ha mai ricevuto.”

In una scena Klaus afferma, “Non posso essere ucciso.” Morgan sa che questo non è vero al cento per cento.

“Esiste un’arma che è in grado di ucciderlo,” dice Morgan. “È l’unica arma, il paletto derivato dal legno di un solo albero. Abbiamo bruciato l’albero trecento anni fa. Ho il pugnale intinto nelle ceneri dell’albero. Del pugnale si sa, e ho anche il paletto derivato da quell’albero. Spero di tenermeli stretti per un po’.”

L’attore parla del suo personaggio in prima persona, il che fa capire quanto sia preso da esso.

“Amo interpretare questo personaggio,” afferma Morgan. “C’è stata una progressione. Rimanere in The Vampire Diaries sarebbe stata una sfida. Quanto ci vuole perché un eroe inizi a sembrare stupido perché non riesce a sconfiggere un cattivo? Quanto prima che Klaus venisse ucciso o passasse al suo show personale?”

Il pilot ha fatto un buon lavoro per quanto riguarda la spiegazione della mitologia di The Originals, specialmente per quelli che non sono fan di The Vampire Diaries o che non ne sanno molto sui vampiri.

“Ho letto i primi tre episodi, sono stato sul set per quattro giorni,” racconta Morgan. “So con sicurezza che lo show sarà indipendente. I fan di The Vampire Diaries ne riconosceranno la mitologia, ma tutte le persone che non l’hanno mai visto non sentiranno di essersi perse dei pezzi.”

“È costruito davvero bene, e sono stato fortunato ad avere l’opportunità di interpretare questo personaggio,” prosegue. “Sembra diverso, più pittoresco. Diciamo che abbraccia l’atmosfera della città.”

E il sapore di New Orleans, che è come dovrebbe essere – speziato, sfumato e misterioso – avrà un suo posto nella storia.

“New Orleans è la casa di Marcel, Klaus è solo un ospite,” afferma Davis. “E gli ospiti iniziano a puzzare dopo tre giorni.”

Fonte

 

Elsa Hysteria
Nella sua testa vive nella Londra degli anni cinquanta guadagnandosi da vivere scrivendo romanzi noir, nella realtà è un’addetta alle vendite disperata che si chiede cosa debba farne della sua laurea in comunicazione mentre aspetta pazientemente che il decimo Dottore la venga a salvare dalla monotonia bergamasca sulla sua scintillante Tardis blu. Ama più di ogni altra cosa al mondo l’accento british e scrivere, al punto da usare qualunque cosa per farlo. Il suo primo amore telefilmico è stato Beverly Hills 90210 (insieme a Dylan McKay) e da allora non si è più fermata, arrivando a guardare più serie tv di quelle a cui è possibile stare dietro in una settimana fatta di soli sette giorni (il che ha aiutato la sua insonnia a passare da cronica a senza speranza di salvezza). Le sue maggiori ossessioni negli anni sono state Roswell, Supernatural, Doctor Who, Smallville e i Warblers di Glee.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,433FollowersFollow

Ultimi Articoli