The Fosters | Maia Mitchell: in questa stagione Callie cercherà di accettare amore

Maia Mitchell

Nell’episodio di lunedì di The Fosters, Callie Jacobs è tornata al punto in cui era all’inizio della serie: in riformatorio. Ma questa volta ha una famiglia amorevole al suo fianco – se solo riuscisse finalmente ad accettarla nella sua vita.

“E’ complicato per Callie perché il suo obiettivo è di vivere indipendentemente e prendere il controllo della sua vita e non essere legata al sistema, o a una famiglia o alle aspettative che la limitano,” dice Maia Mitchell a TVGuide.com. “Piano piano capisce che potrebbe non essere la cosa migliore per lei, ma è difficile quando non sei mai stata amata o non riesci ad accettarlo perché è spaventoso avere il pensiero che quell’amore ti venga tolto.”

Quando la serie di ABC Family è tornata per la seconda parte della sua prima stagione, Callie è scappata dai suoi presto genitori adottivi Lena (Sherri Saum) e Stef (Teri Polo). Ma non perché Callie non le vuole come famiglia. Dopo che lei e il suo fratello adottivo Brandon (David Lambert) si sono innamorati, un grande divieto per le famiglie adottive, Callie scappa così da non rischiare l’adozione al suo fratelli Jude (Hayden Byerly). Ovviamente, la vita per conto proprio non va come previsto e presto realizza che venire arrestata sarebbe più sicuro, piuttosto che rimanere per strada da sola. Nel prossimo episodio, Callie – sotto richiesta di Lena e Stef – viene mandata in una casa famiglia per ragazze, gestito dalla guest star Rosie O’Donnell.

“Ci sono queste ragazze che ci vanno già davvero pesante con lei,” dice Mitchell. “Ha avuto a che fare con il sistema e sa come sopravvivere in posti in cui si deve essere coraggiosi e in cui non può mostrare nessuna debolezza – e nonostante queste si sente ancora più debole perché da una parte vuole essere indipendente, ma da un’altra le manca Brandon e Jude e cerca di lottare per loro perché è l’unica speranza che le rimane. Inoltre deve affrontare cose che non ha ancora affrontato perché non ne ha avuto l’opportunità. I suoi genitori le daranno la possibilità di affrontarle.”

Alla fine, Callie verrà riportata dalla sua famiglia, sia nuova che vecchia, costringendola a capire che sia un legame di sangue, sia un legame coltivato, creano una vera famiglia.

“Una tragedia familiare porta Callie a tornare dalla sua famiglia e deve affrontare il dolore della perdita della propria madre,” dice Mitchell. “Deve lasciar andare un po’ di quelle colpe che si sta portando dietro con sua madre fin quando aveva dieci anni. Durante questo, Stef e Lena si legano a lei ad un livello genitoriale molto profondo, e per la prima volta Callie permette loro di prendersi cura di lei e di costruire quel rapporto che la porta a capire ciò che è importante, invece di tenere l’amore a distanza. E’ questo che farà durante la stagione.”

Durante la stagione, Callie avrò un faccia a faccia anche con suo padre (Jamie McShane) che pensava fosse in prigione, ma in realtà è stato rilasciato e non ha mai cercato di contattarla. “Callie si incontra con lui per essere chiara riguardo a ciò che significa per Jude, perché ha paura di ciò che prova Jude e in questa situazione deve arrivare alle sue conclusioni riguardo queste donne che hanno deciso di essere la sua famiglia, a differenza del padre che non è mai stato un genitore. E’ una cosa importante per lei da capire.”

Con abbandoni da parte dei genitori, incesto fra fratelli adottivi, immigrazione, matrimonio gay, violenza sessuale e altri argomenti importanti raccontati nei primi 11 episodi, lo show inizierà ad alleggerirsi un po’? Non proprio. “Questa seconda parte di stagione è ugualmente, se non di più, pesante,” dice Mitchell. “Il tono e la carica emotiva sono aumentati, così come l’intensità e il dramma.”

The Fosters va in onda il lunedì su ABC Family.

 

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.