The Crazy Ones | Recensione 1×04 – Breakfast Burrito Club

Allo studio, mentre Sidney si prepara per andare in ferie alle Hawaii ed Andrew indossa terribili cardigan, un cliente anticipa una presentazione, costringendo Simon e gli altri a farsi venire in mente un’idea entro la mattina seguente.

La squadra deve spendere la notte in ufficio ed il risultato è un episodio corale in cui diamo il benvenuto alla prima possibile ship di questa serie: Andrew e Sidney. Era intuibile cosa sarebbe successo sin dal momento in cui l’allarme è scattato e loro due sono rimasti intrappolati nella stanza, inzuppandosi al punto da essere costretti a cambiarsi. Non ci sono stati episodi di sguardi ammiccanti, mezzi sorrisi  o gesti allusivi: gli autori sono andati dritti al punto e i due già si sono baciati (anche se per poco). Avrei personalmente preferito, se è nel loro intento costruire una storia nel futuro, che ci arrivassero in maniera più graduale. Anche se il bacio in sé è stato intenso e Sidney adorabilmente imbarazzata.

tco1

Quello che lei ha detto ad Andrew rispecchia esattamente quello che pensa di lui, e Andrew stesso è attratto da lei. La speranza è che riservino grosse e piacevoli sorprese per il futuro e le interazioni tra di loro siano ben costruite. Lauren dice “Neither of you seem good enough for the other”, ma forse è proprio questo che potrebbe renderli carini insieme. Hanno entrambi le loro nevrosi e si confrontano con persone che sono molto più sicure di sé di quanto lo siano loro: Sidney con suo padre; Andrew con Zach.

Lauren è stata una discreta sorpresa. Si vede che, in questo periodo, la TV americana è molto gay-friendly, perché anche qui un personaggio fa il suo coming-out. E’ ancora la meno brillante della serie, ma le sue osservazioni non sono così stupide come il suo aspetto svampito può far credere.

laurenZach ha sfiorato un cambio di rotta caratteriale che sarebbe stato molto precoce, nella storia, ma bisogna ammettere che è stato molto tenero, con gli occhi sbrilluccicanti, mentre parlava di Nathalie. Per ora, va bene così com’è, specialmente quando fa da spalla a Simon o prende in giro Andrew.

Simon, ovviamente, è il migliore. Quest’uomo tira sempre fuori dal cilindro tutta la sua personalità stravagante e travolgente e ha sempre la risposta pronta.

tco2C’è molto del suo passato da scoprire, e proprio per questo suona strano quello che ha detto a Sidney riguardo al suo lavoro: la settimana scorsa, lei gli aveva detto di essere felice di essere cresciuta con lui, perché è grazie a suo padre se è diventata una persona creativa e se ha avuto una vita diversa. Ha consolato Simon, che si sentiva un cattivo padre per non essere stato capace di regalarle un’esperienza normale, come quella della prima guida, senza provocarle un trauma. Adesso però, in quella frase, Simon ammette che, alla fine dei conti, si è ritrovato ad essere completamente assorbito dal suo lavoro perché è stato incapace di gestire la sua vita privata e, per quanto sia fenomenale in quello che fa, non è quello che si augura per la figlia. Sentirgli dire che non ha “sperimentato la vita” sembra assurdo perché, da quello che ha raccontato, è proprio l’esatto opposto di ciò che ha fatto. Quello che Simon vorrebbe insegnare a Sidney è come prendere il meglio del suo brio, senza però fare gli errori sentimentali che ha fatto lui.

Permettetemi di dirlo: quando ha esclamato “I’m  the eleventh hour guy!” ho subito pensato “Doctor!” e mi è apparso Matt Smith nel giardino di Amy Pond che spunta fuori dal TARDIS e poco dopo va a sbattere contro un albero.

Lasciando perdere le citazioni del doctah, un paragrafo a parte se lo meritano i bloopers: quanto dev’essere meraviglioso lavorare con Robin Williams? Quanto?

Menzione d’onore per il balletto assurdo che hanno fatto in ufficio, subito aver dato fuoco al cardigan di Andrew.


tco6tco7 tco8tco9
 

Appuntamento alla prossima settimana, e non dimenticate di visitare The Crazy Ones Italia e Sarah Michelle Gellar – La Pagina Italiana e mettere mi piace!

Eilidh
Classe 1988. Vorrebbe avere a disposizione il TARDIS per avere il tempo di ascoltare tutta la musica che le interessa, leggere una quantità di libri paragonabile a quelli contenuti nella biblioteca di “La bella e la bestia”, scrivere tutto quello che le passa per la testa e vedere tutti i telefilm che stuzzicano la sua curiosità. Nella vita reale è, purtroppo, una semplice Babbana che si barcamena come può, cerca di sopravvivere alla sua goffaggine e s’impegna a non aver troppo la testa tra le nuvole. Nella sua prossima vita rinascerà inglese.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
2,879FollowersFollow

Ultimi Articoli