Telefilm Addicted consiglia… Nip/Tuck

La bellezza è una sventura per il mondo, ti impedisce di vedere chi sono i veri mostri.

Da sempre preferisco le serie “adulte” a quelle leggere e spensierate. Non solo per il modo di trattare i fatti, ma perchè le reputo più vicine all’esperienza quotidiana e quindi più reali. Oggi sono qui per parlavi di una serie particolare, un grande successo creato da Ryan Murphy (Popular, Glee, The new normal e American Horror Story), 100 episodi divisi in 6 stagioni che non possono non farvi innamorare della maestria di questo genio: NIP\TUCK.
E’ stato trasmesso a partire dal 2003 fino al 2010 sul canale FX. Qui da noi è stata Italia 1 a darne i natali in seconda, e a volte anche in terza, serata (le ultime 2 stagioni sono state trasmesse sul canale MYA del digitale terrestre), a causa delle tematiche pesanti e delle immagini molto spesso troppo crude che padroneggiano lo show.
Il nome Nip\Tuck in gergo significa “taglia e cuci”, richiama per l’appunto il tema conduttore della serie: la chirurgia plastica. Non ci troviamo davanti a un medical qualsiasi, e nemmeno ad un procedural. I nostri due medici, Sean (Dylan Walsh) e Christian (Julian McMahon) operano col puro intento di rendere le persone più belle in una società dove l’apparenza esteriore è considerata più di ogni altra cosa.
Ogni episodio prende il nome dal paziente che verrà operato nel corso dello stesso, ma non spaventatevi, non ci troviamo davanti ad un procedural in cui ogni episodio è disconnesso dal precedente anzi, la filone principale della trama occupa ampio spazio ed è quello che ci fa affezionare ad un personaggio piuttosto che ad un altro.
Ci troviamo in una Miami Beach dominata da belle macchine, bei vestiti e belle persone , qui l’attività dei due chirurghi va a gonfie vele, ma si sa i soldi non sono tutto e infatti li troviamo in piena crisi di mezza età e destreggiarsi tra i pazienti è solo in minima parte il loro problema, amori e problemi famigliari assorbono completamente la loro vita. La McNamara/Troy (la clinica chirurgica) vede passare sul lettino centinaia di casi in cui il non accettarsi o il volersi perfetti è la macchina che crea denaro e dona una vita agiata a Sean e a Christian. Liz, l’infermiera omosessuale che da sempre opera con i protagonisti ha la funzione di coscienza comune, è proprio lei attraverso gli sceneggiatori che cerca di fornirci una morale. Sean McNamara è un padre di famiglia perfetto, votato alla moglie ed eccellente chirurgo. Christian Troy è un latin lover, edonista dedito alla ricerca del piacere, alle modelle, alla droga e al sesso. Julia, la moglie di Sean, è il legante che tiene unito il trio, “zio” Christian è solo, non ha una famiglia, adottato e rimasto orfano vede nella famiglia del collega l’ancora di salvezza per la sua vita di dissolutezze. Questa è la trama in soldoni, non voglio addentrarmi troppo perchè ogni episodio ci fornisce un nuovo tassello di questo puzzle immenso.

Alle ragazze non importa se hai l’uccello di 5 cm, il culo peloso o le palle come mirtilli. Quello che vogliono è che tu sappia come si fa” DR. TROY

La serie ha vinto numerosi riconoscimenti tra cui nel 2004 agli Emmy ha ricevuto il premio per il Miglior Trucco, le nomination per migliore regia di una serie TV drammatica, miglior realizzazione di una sigla e miglior tema musicale. L’anno successivo vinse il Golden Globe come miglior serie drammatica e ricevette le nomination per migliore serie tv drammatica, miglior attore drammatico (Julian Mc Mahon) e migliora attrice (Joely Richardson).

Perchè guardare la serie?

1) il modo in cui viene mostrata la chirurgia estetica non come soluzione, ma come trasposizione di mali interiori è fenomenale. Ogni episodio ha la capacità di farvi riflettere su un problema diverso.
2) la trama di fondo che segue tutte le stagioni non è minimamente da sottovalutare, è complessa e ben articolata, sviscera le vite dei protagonisti e di chi è al loro fianco.
3) vengono trattati argomenti “forti” come ad esempio la droga, la prostituzione, gli abusi, l’ omosessualità, la transessualità, il mondo del porno, e in generale ogni tipo di perversione.
4) essendo una serie che fa dell’esteriorità il fulcro centrale ovviamente vanta uno dei cast più belli di sempre., tra tutti spiccano il dottor Cristian Troy, Julian Mcmahon (lo ricorderete in Streghe, nel ruolo di Dottor Destino ne I fantastici 4 o per film come Premonition, dove recita al fianco di Sandra Bullock, o Faces in the Crowd, al fianco di Milla Jovovich), la bellissima Kelly Carlson e Valerie Cruz (star anche in The Dresden Files).

Perchè essere indecisi se guardarla o meno?

1) vi piacciono i medical in stile Gray’s Anatomy ma non sopportate la vista del sangue o degli interventi chirurgici? La serie non fa per voi, in ogni episodio vedremo bene e nel dettaglio l’intervento chirurgico con un sottofondo musicale scelto ad hoc.
2) siete pudici, il reverendo Camden è vostro padre e reputate le scene di sesso il primo passo verso l’inferno? Passerete gran parte dei 40 minuti dell’episodio con gli occhi chiusi. 3) i rapporti confusi non sono il vostro forte e volete una sola coppia da shippare senza dare una possibilità alle varie combinazioni che ci possono nascere? Ahimè qui vedremo persone lasciarsi, ritrovarsi, tradirsi e poi lasciarsi nuovamente.

Cosa mi ha lasciato la serie? Nip\Tuck è stata, ed è, una delle mie serie preferite, mi ha insegnato che la chirurgia estetica non risolve proprio nulla se non ci si ama già, mi ha fatto capire che la famiglia per quanto disgraziata sia è pur sempre la tua famiglia, mi ha fatto commuovere (Sean e Megan) e mi ha mostrato come la vera amicizia tra due persone possa superare qualunque cosa.

Buona visione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.