Supernatural | Jared Padalecki parla dei problemi tra Sam e Dean e dello spin-off

sam1I fratelli Winchester sono ai ferri corti e potrebbe volerci un po’ di tempo prima che la situazione torni alla normalità.

Dopo la separazione tra Sam e Dean nell’episodio di Supernatural della scorsa settimana, Jared Padalecki anticipa che “ci vorrà che accada qualcosa di grosso” per colmare la distanza tra loro.
“Stanno gestendo la situazione come ci si aspetta che facciano” aggiuge Padalecki riguardo al loro conflitto. “Sam diventa introverso e Dean va avanti. Sam è, piuttosto, il tipo di persona che riflette attentamente e dice: ‘Be’, sai, tu hai fatto un casino e per questo io sono arrabbiato’…Si tratta di una bella dicotomia da riprendere con la macchina da presa e, si spera, io e Jensen abbiamo l’occasione di fare un buon lavoro”.

Nel frattempo, Sam dovrà affrontare gli altri effetti della permanenza di Gadreel nel suo corpo. “Più che letterale e fisico, è psicologico, ma di sicuro continua a sentirne i lividi” ammette Padalecki.
Il futuro del rapporto tra Dean e Sam potrebbe non essere limpido, ma le prospettive per lo show rimangono rosee: non solo Supernatural di sicuro verrà rinnovata per una decima stagione, ma è in lavorazione uno spin-off su cacciatori e mostri ambientato a Chicago.
“Penso sia grandioso” dice entusiasta Padalecki dello spin-off. “L’episodio 20 di Supernatural sarà il trampolino per il nuovo show e penso sia fantastico”.

“Abbiamo visto altri show del nostro network avere spin-off di successo” continua. “Penso sia una bella storia da raccontare. I fans di Supernatural hanno parlato e detto: ‘Sentite, non siamo 100 milioni, ma quelli di noi che guardano lo show sono appassionati e vogliono sentire ancora altre storie e leggere fanfictions ed essere parte di questo mondo’. Quindi penso che sia grandioso. Qualunque cosa che li faccia felici. Non me ne viene in tasca nulla, ma penso che sia un progetto figo”.

Fonte

Cecilia
Con il corpo è in Italia, con il cuore è in Giappone, con la testa è negli USA. Ritiene di avere ottime potenzialità come sceneggiatrice di “finali alternativi” e come moglie di attori talentuosi e affascinanti (magari con l’accento british e le fossette). In una serie cerca persone e non semplici personaggi, mondi più che location, non un sottofondo ma vere e proprie emozioni musicate, vita, non una storyline. Nel suo universo ideale la birra è rossa e il sushi è in quantità abbondante, le Harley Davidson sono meno costose, la frangia non è mai né troppo lunga né troppo corta e il suo favorito arriva incolume al finale di serie. Forse ha troppi smalti, mentre per i tatuaggi, i cani, i gadget di Spongebob e i libri troverà sempre il posto. Tiene pronti la balestra, i viveri e l’hard-disk zeppo di serie: l’Apocalisse Zombie non la coglierà impreparata!

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

42,996FansLike
11,745FollowersFollow
3,433FollowersFollow

Ultimi Articoli